Plastico minimo in H0



Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda GianPiero » 19 apr 2024, 16:43

Anzitutto un colpo d'occhio generale a vista d'uccello (o di drone :lol: ). Come scrissi anni fa le parti rimovibili sono le colline sopra le gallerie che fanno da "coperchio", tutte le case centrali del paese in unico blocco e la strada con i muraglioni dietro il paese. Tutti gli elementi sono segnati in rosso nella foto successiva. Ribadisco la "rusticitá" degli elementi che dalle foto appare evidente (e lo sará piú avanti) ma d'altra parte volevo fare tutto da me e gli unici pezzi di fabbrica sono le cabine di blocco poste nei pressi della gallerie oltre alla villetta in collina di ignoto autore.
Allegati
IMG20240419022045_resize_90.jpg
Panoramica.
IMG_20240419_163001_resize_55.jpg
Elementi rimovibili.
GianPiero

Avatar utente
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 25 giu 2013, 10:05
Località: Roma

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda GianPiero » 19 apr 2024, 16:53

La villetta con fiat 600 (eliminato Porsche Cayenne!) e le due cabine blocco.
Allegati
IMG20240419021806_resize_74.jpg
Villetta
IMG_20240419_164746_resize_3.jpg
Cabina 1
IMG_20240419_164640_resize_21.jpg
Cabina 2
GianPiero

Avatar utente
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 25 giu 2013, 10:05
Località: Roma

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda Alberto Claudio Angiolini » 19 apr 2024, 17:23

Molto riuscito! Gli edifici in particolare! applause1

Magari col tempo potresti migliorare le pareti rocciose
e visto che se ricordo bene sei romano, imbarcare tutto quanto per venire da me
che piantiamo un poco di prato!

alb
Alberto Claudio Angiolini

Avatar utente
 
Messaggi: 433
Iscritto il: 15 lug 2021, 13:36

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda GianPiero » 19 apr 2024, 21:44

laught16 Non ho il pollice verde in scala 1/1 figurati in h0!!!! (x) :lol: Ma ce n'è da fare....anni fa chiesi ad un amico che stava facendo il suo plastico quando avvesse idea di finirlo e lui mi disse :"spero di non finirlo mai"! :D Appena posso metto ulteriori aggiornamenti.... -4-
GianPiero

Avatar utente
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 25 giu 2013, 10:05
Località: Roma

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda Alberto Claudio Angiolini » 20 apr 2024, 15:30

Sono d'accordo che per un plastico sia meglio che non finisca mai...
ma un poco di prato più credibile non richiede particolari doti agricole
Nello specifico erba di varie pezzature e colori, vinavil e l'apposito rizzatore di fili d'erba
tutte cose di cui dispongo in ragionevoli quantità.

alb
Alberto Claudio Angiolini

Avatar utente
 
Messaggi: 433
Iscritto il: 15 lug 2021, 13:36

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda GianPiero » 20 apr 2024, 17:39

:D Alberto, hai assolutamente ragione ma anche la "semina" in scala h0....mi pesa!! :lol: il materiale non mi manca ma continuo a rimandare e prima o poi mi ci metterò!! Aggiungerò ,intanto, qualche dettaglio sull'alimentazione appena possibile. -4-
GianPiero

Avatar utente
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 25 giu 2013, 10:05
Località: Roma

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda Tricx » 20 apr 2024, 17:45

Ti avevo già fatto anni fa i miei complimenti per l'ottimo lavoro e te li ribadisco oggi... [09.gif] (13) applause1 Notevoli ed apprezzabili le soluzioni da te adottate sia per sfruttare al massimo gli spazi, sia come scelte costruttive ! Tra esse una linea aerea molto complessa e nonostante ciò addirittura rimovibile ed altresì operativa !! :-o :shock: E il tutto anche abilmente e sapientemente illuminato .... (13) applause1
Credo che Tu possa andare più che soddisfatto del lavoro svolto ! :yahoo:
Permetti infine una domanda e una curiosità: nelle prime serie di foto, mi pareva ci fosse un edificio "grande" che faceva corpo unico in funzione di copertura della stazione, sia per quanto riguarda i binari della stessa, sia per quanto riguarda il fabbricato della stazione medesima. Ma ora l'hai eliminata tale grande copertura ?

Intelligenti anche le soluzioni di chiusura e "stoccaggio" dell'impianto, integrate nella sua stessa struttura. ;-)
Ammirati saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 2345
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda GianPiero » 21 apr 2024, 6:11

(3) Grazie,è un piacere immenso ricevere tali apprezzamenti come d'altronde tutte le critiche e i vostri suggerimenti che aiutano a vedere il tutto sotto molteplici aspetti! In effetti ,vuoi per ragioni economiche ,vuoi per gusto personale, nonostante l'uso di materiali poveri e comuni escludendo qualsiasi "raffinatezza", m'ero prefissato comunque un risultato di media qualitá che però non ritengo d'aver raggiunto. Nei tempi passati con simili poveri materiali chi ha avuto abilitá ha raggiunto veramente risultati eccellenti e ricordo vari impianti di veri Maestri che non avevano nulla da invidiare a certi plastici di oggi obiettivamente impeccabili!! Sto imparando che la "prova fotografica" ben evidenzia le imprecisioni e le molte sbavature. Ma effettivamente nel complesso generale il plastico è gradevole e dal vivo assolve il suo compito egregiamente. E il fatto di poter rimuovere alcune parti, come il "blocco" del paese o tutta la linea aerea può sempre essere uno stimolo in futuro a sostituire una parte con altra di migliore fattura! A proposito dell'edificio che copre la stazione (hai una memoria ferrea :mrgreen: ) ti confermo che è sempre al suo posto quando occorre! -4-
GianPiero

Avatar utente
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 25 giu 2013, 10:05
Località: Roma

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda GianPiero » 21 apr 2024, 6:30

Per ciò che concerne la parte elettrica cerco di spiegare. Il tracciato ,invero elementare, è composto di due ovali che inizialmente non erano collegati tra loro. Ho una specie di "consolle" composta di vari trasformatori (tutti anni '70) che collego ad un pannello di comando applicato alla ribaltina anteriore tramite spinotti. L'alimentatore "A" serve il circuito esterno di binari oppure (con commutatore) la linea aerea (tutta funzionante).L'alimentatore "B" serve il circuito interno dei soli binari. Un altro trasformatore serve i segnali e un'altro ancora tutte le luci del plastico. Avendo poi deciso di collegare i due ovali ho fatto un sezionamento in corrispondenza degli scambi in linea (collegati ad un'uscita in c.a. e collegati fra loro in modo da scattare contemporaneamente). Altri sezionamenti ai binari sono in corrispondenza del tronchino ,al binario 2 della stazione e in una delle gallerie del binario 1. La linea aerea non ha sezionamenti e le polaritá ai binari e alla catenaria sono secondo le norme Nem. La linea aerea manca nel tratto di linea interno (ma ci sono appositi scivoli nelle gallerie prima della stazione) per poter mettere agevolmente i treni sul plastico e per giustificare una parte di linea "diesel". -4-
Allegati
IMG_20240419_170456_resize_30.jpg
Schema sezionamenti (in verde la catenaria)
GianPiero

Avatar utente
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 25 giu 2013, 10:05
Località: Roma

Re: Plastico minimo in H0

Messaggioda GianPiero » 21 apr 2024, 22:00

Per ciò che concerne l'illuminazione di tutte le "utenze" del paese e della famosa villetta, nelle foto ho evidenziato in rosso i cavi di alimentazione che si connettono al palo che li alimenta il quale è fissato sul plastico.In verde i cavi che passano all'altro palo fissato su plastico a cui si connette la villetta.Basta scollegare i cavi relativi e togliere il pezzo interessato. -4-
Allegati
IMG_20240421_213616_resize_85.jpg
In rosso i cavi di alimentazione in blu il palo fisso.
IMG_20240421_214234_resize_55.jpg
I pali fissi evidenziati in blu e i cavi fissi in verde.
GianPiero

Avatar utente
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 25 giu 2013, 10:05
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Plastici, Diorami ed Impianti modulari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite