Le carrozze Heavy Weight



Regole del forum

"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda Viridovix » 6 apr 2024, 22:53

Innanzitutto vi ringrazio per le risposte, tutte preziosissime, che mi forniscono spunti per capire quale sia il problema.

Alla luce delle prove fatte da berto è evidentemente che il problema sia nella mia FM per la quale identifico diverse "criticità":

1. è sicuramente una loco che ha fatto molti chilometri, quindi il motore affaticato potrebbe essere un problema.
2. interessante il problema della zavorra: sono ragionevolmente sicuro di non aver tolto elementi nel corso del tempo. Per curiosità l'ho pesata poco fa e risulta di circa 300 g. (solo la motrice, ovviamente)
3. l'altro aspetto che credo sia decisivo è la molletta (art. 102429 dal catalogo ricambi) di blocco del carrello al motore che manca (non so come non mi sia venuto in mente di evidenziarlo subito, perdonatemi!)

La combinazione di loco leggera e molletta mancante sicuramente farà sollevare la loco dal carrello motore... devo quindi trovare o autocostruire una molletta e provare a zavorrare la loco.

Vi tengo aggiornati.

PS: grazie per i complimenti alla collezione. Sto cercando inoltre di recuperare qualche elemento che ho perso nei traslochi: il mio plastico RR si sviluppava per circa 16 mq. Non era un plastico accurato anche per gli standard di allora... ma i miei convogli americani che sostavano davanti alla stazione di Dubino mi hanno sempre emozionato :-D
Giuseppe aka Viridovix
I miei rotabili: http://www.briotti.name/modellismo/indice.html
Viridovix

 
Messaggi: 172
Iscritto il: 30 ott 2011, 17:01
Località: Roma

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda Tricx » 7 apr 2024, 16:45

Oltre alle considerazioni che avevo fatto in precedenza, mi viene in mente che il problema potrebbe anche derivare da anelli di aderenza un po' vecchi/malandati/rinsecchiti, che di certo non aiutano una buona trazione di convogli, specie se lunghi o pesanti
Potrebbe esserci anche una pluralità dei vari fattori nei vari messaggi citati, che concorrono al risultato deludente descritto

In attesa di novità, un saluto a tutti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 2345
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda 3-nino » 7 apr 2024, 21:41

giuseppe ti invio le foto della zavorra mancante che pesa circa 120 grammi. Credo che sia la causa principale del deficit di aderenza della tua FBM. La molletta è necessaria ma costruttivamente e grazie alla zavorra, finchè la macchina resta sul binario , il motore non si sfila dal carrello. Trova 120 grammi di aderenza e penso che avrai risolto il problema . Saluti a tutti gli amici. 3-nino
Allegati
zav1.jpg
zav.jpg
3-nino

 
Messaggi: 687
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda Viridovix » 10 apr 2024, 23:48

A me quella zavorra manca. Non sono sicuro ci sia mai stata, ma essendo questo il secondo locomotore che ho avuto, sicuramente l'ho aperto diverse volte. Dovrò cercarne una da qualche parte o farmene una. Potresti farmi avere le misure? Vedo che sotto ha anche delle scanalature...

Intanto volevo annunciarvi che dagli USA mi è arrivata la Coach illuminata!

http://www.briotti.name/modellismo/sche ... cheda.html
Giuseppe aka Viridovix
I miei rotabili: http://www.briotti.name/modellismo/indice.html
Viridovix

 
Messaggi: 172
Iscritto il: 30 ott 2011, 17:01
Località: Roma

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda 3-nino » 11 apr 2024, 12:45

meglio se trovi l'originale, altrimenti devi fare un cubotto pieno delimitato dalle guide in rilievo presenti sulle pareti del telaio in prossimità del motore. L'altezza è quella del cielo del motore cercando di far chiudere la zavorra dal cielo della cassa, per impedire che questa si muova violentemente in caso di forti urti; il telaio plastico con pareti sottili ne sarebbe letteralmente spaccato. Le gole ricavate sul fondo della zavorra in questo caso non servono, Servivano per non mandare in corto circuito le boccole inserite sul fondo del telaio per portare corrente tramite cavetti alla luce della FBM senza motore agganciata alla motrice dei modelli anni 50. Queste FBM non prevedono boccole e luci nelle trainate. saluti 3-nino
3-nino

 
Messaggi: 687
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda Viridovix » 12 apr 2024, 20:41

Grazie. Purtroppo l'originale non riesco trovarlo... dovrò studiare una soluzione fatta in casa.
Giuseppe aka Viridovix
I miei rotabili: http://www.briotti.name/modellismo/indice.html
Viridovix

 
Messaggi: 172
Iscritto il: 30 ott 2011, 17:01
Località: Roma

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda andrea_fs » 15 apr 2024, 9:38

Ciao a tutti, leggevo con interesse dei problemi di trazione della FM. Come già suggerito, verificherei lo stato degli anelli di aderenza, probabilmente ormai cristallizzati, rigidi. Cercherei comunque di recuperare la forcella (o molletta, a seconda delle versioni) per bloccare il carrello in sede. Visto che hai il D341, E646 ed E656, proverei a vedere se il loro sistema di blocco del carrello è analogo/compatibile (forse il 646, vista l'anzianità). Ti aggiungo foto di quella che mi sono autocostruito a suo tempo (corda di chitarra, ovvero acciaio armonico), diverse sono invece le forcelle dei modelli più recenti, ma forse si adattano. Per la zavorra ho guardato gli esplosi delle FM in vari anni, ma non è mai menzionata, improbabile trovarne una. Ti suggerisco di realizzartela (con un po' di fantasia, o magari recuperandone qualcosa da qualche rottame) arrivando al peso desiderato. Se utilizzassi dello scotch biadesivo, sotto e posteriormente, dovrebbe rimanere ben salda al suo posto, anche se non perfetta come dimensioni, oltre al fatto che in un qualsiasi momento si può rimuovere, se mai trovassi l'originale. -4- Andrea
Allegati
Carrello1.gif
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 1079
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda Viridovix » 16 apr 2024, 0:40

Ho fatto delle prove con dei fogli di piombo da pescatore piegati e ribattuti in modo da ottenere un blocco coeso. In questo modo ho aggiunto circa 120 grammi di peso dietro al motore e, con la cassa aperta, la trazione è decisamente migliorata.

Per gli anelli di aderenza avevo già sostituito quelli vecchi con dei ROCO nuovi.

Il carrello motore richiede una molletta (esattamente come quella nella foto) che mi dovrò autocostruire con dell'acciaio armonico... sarà una faticaccia piegarlo (non ho una morsa ad disposizione (x) ). Andrea ho visto che tu hai usato corde di chitarra.

Devo dire che il carrello resta comunque piuttosto rumoroso... probabilmente andrebbe lubrificato ma vorrei evitare di aprirlo ed avere i pallini che girano per tutto il tavolo :D
Giuseppe aka Viridovix
I miei rotabili: http://www.briotti.name/modellismo/indice.html
Viridovix

 
Messaggi: 172
Iscritto il: 30 ott 2011, 17:01
Località: Roma

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda andrea_fs » 16 apr 2024, 15:32

Ciao Giuseppe, il pezzo l'ho ottenuto piegandolo con delle pinze, è sottile, non serve una morsa. Ora, non ricordo quale corda abbia usato, probabilmente una 016, ovvero un po' meno di mezzo millimetro di diametro. Si va un po' a tentativi, alla fine si trova la forma giusta, peraltro facendolo di acciaio sottile si riesce a metterlo ad incastro, ovvero mettendo prima la molletta, non troppo "chiusa", ma comunque visibilmente all'interno della boccola sul carrello, e poi pressando lo stesso in sede, di fatto divaricandola (vai di WD40), ma grazie all'elasticità il carrello rimarrà bloccato, inoltre sarà possibile estrarlo semplicemente tirandolo via con un pochino di forza. So che è difficile spiegarsi a parole, spero di essere riuscito nel mio intento. Sulla rumorosità del carrello, hai provato a muoverlo manualmente sul binario (da solo)? E' scorrevole? Vista la complessità ben nota (vedi link sottostante), che a suo tempo ho sperimentato, eviterei di aprirlo, ma è chiaro che se qualche pallino è andato fuori dalla sua sede, non puoi fare altrimenti. In prima battuta proverei a far filtrare in ogni pertugio possibile (parte superiore, boccola, uscita degli assi) del WD40. Sempre per la rumorosità c'è da dire che in questo momento, in assenza della molletta, il peso della motrice potrebbe gravare eccessivamente sull'asse motore, che si innesta dentro alla vite senza fine, invece che distribuirsi uniformemente sul carrello tramite le boccole. Facci sapere, saluti laboriosi. Andrea
http://www.rivarossi-memory.it/tecnica/ ... Motori.htm
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 1079
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Le carrozze Heavy Weight

Messaggioda berto75 » 17 apr 2024, 16:53

Bravissimo Viridox molto bella la carrozza coach illuminata [09.gif] che hai reperito introvabile in Italia .
Posto qui un inserzione sulla baia di 4 carrozze Heavy Weight illuminate non tanto per evidenziare le carrozze stesse (che ormai ben conoscete ) quanto piuttosto per ammirare [lupe.gif] il bellissimo diorama (o plastico ?) dove sono collocate vedi :
https://www.ebay.it/itm/364716964224
Trovo stupendo e incredibilmente realistico il moto ondoso dell'acqua chissà come avrà fatto a realizzarlo ? :-o
In una foto viene posta una EMD E 8 RR nella livrea della Pennsylvania.
sempre più pennsylvanici -4- berto75
Allegati
s-l1600 (2).jpg
s-l1600 (3).jpg
s-l1600 (4).jpg
berto75

 
Messaggi: 3955
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

cron