Macchine statiche a vapore marklin e Bing



Macchine statiche a vapore marklin e Bing

Messaggioda Coccobill 62 » 4 mar 2023, 18:35

Buongiorno a tutti, l’anno scorso chiacchierando con l’amico Michele Massa gli spiegavo che mi piacciono le antiche macchine a vapore prodotte in Germania dai più noti fabbricanti nei primi anni del secolo scorso. Vi mostro oggi un paio di pezzi della mia collezione: märklin caldaia verticale con macchina a vapore monocilindrica, produzione del 1909.

1.jpeg


2.jpeg


3.jpeg


4.jpeg


La famosa ditta Märklin di Göppingen ha prodotto svariate macchine a vapore grandi e piccole semplici e complesse per tutti i gusti e tutte le tasche. Questa è una delle più semplici ma a mio parere si può apprezzare adeguatamente lo stile estetico e tecnico della grande casa. I materiali utilizzati sono tre: la fusione di ghisa per il basamento ed il volano, la lamiera di acciaio saldata per la base del focolare, il camino, il supporto del motore, il cilindro e le bielle del motore ed il fornello ad alcol. Quest’ultimo probabilmente non originale. La lamiera di ottone per la costruzione della caldaia, la sommità del camino, i tubi di mandata del vapore e la valvola di distribuzione del vapore.

Le dimensioni di ingombro sono le seguenti: basamento quadrato di lato 15 cm, altezza totale 37 cm; le dimensioni della caldaia sono: diametro 8 cm, altezza 11 cm, il diametro della ruota del volano è di 9,5 cm.

marchio.jpeg
particolare del marchio di fabbrica


Da notare sotto il marchio di fabbrica, la scritta "Württemberg" ossia la regione tedesca dove era situata Göppingen. Nel 1909 la Germania non si considerava uno stato unitario.

5.jpeg
particolare del motore


livello acqua.jpeg
valvola di massima pressione


7.jpeg
particolare del fischio del vapore


6.jpeg
particolare del fornello ad alcol


Come si può osservare dalle fotografie la macchina è in buono stato di conservazione generale, il fornelletto ad alcol probabilmente non è originale ma abbastanza antico come produzione. Un altro dettaglio che testimonia un antico intervento di riparazione è il tubo di livello dell’acqua in caldaia, se si osserva bene si può vedere che lo stesso è stato sostituito anticamente con un tubo più corto, circa 1 cm sotto lo stesso si intravede la saldatura che ha chiuso il foro preesistente. La macchina è comunque funzionante. Sopra il cilindro della macchina vi è un'ampolla che va riempita di olio lubrificante che gocciola per caduta all’interno del cilindro durante il suo funzionamento. Sopra la caldaia c’è il fischio del vapore col suo rubinetto rivestito di legno per non scottarsi le dita, un altro rubinetto è posto alla base della caldaia per svuotarla dall’acqua quando non si usa.

Prossimamente la seconda macchina ed alcune apparecchiature ad esse collegate…

A presto, Paolo.
Coccobill 62

 
Messaggi: 603
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: Macchine statiche a vapore marklin e Bing

Messaggioda Coccobill 62 » 21 mar 2023, 11:50

Locomobile statica Bing del 1925

Oggi vediamo un’altra macchina a vapore tipo loco mobile prodotta dalla grande casa tedesca Bing a Norimberga nel 1925.In quegli anni questa casa era di gran lunga la ditta più grande al mondo nel campo della produzione di giocattoli tecnici in latta.
In particolare la produzione di caldaie e macchine a vapore di tutti i tipi e dimensioni era portata avanti ormai da oltre trent’anni. Le macchine a vapore della Bing equipaggiavano locomotive in diversi scartamenti e navi giocattolo di grandi e medie dimensioni; inoltre erano anche proposte come macchine statiche per impiego didattico e movimentazione di vari personaggi e meccanismi. Osservando questa macchina e paragonandola con quella presentata al contributo precedente, prodotta nel 1909, si può notare facilmente una notevole evoluzione nell’architettura generale del giocattolo ed anche nelle dotazioni di particolari tecnici assai più raffinati e moderni.

1 fianco marchio.jpg
Locomobile Bing 1925

2 fianco.jpg

3 sopra.jpg

4 manometro.jpg

5 motore.jpg

6 pentolino.jpg


Le dimensioni di ingombro della macchina sono le seguenti: basamento lungo 22,5 cm e largo 12,5 cm, altezza massima al camino 30 cm. Il giocattolo pesa a secco 1,4 kg ed è realizzato utilizzando quattro materiali diversi: lamiera e tubo di ottone per la caldaia, i tubi di mandata del vapore, i rubinetti ed alcune parti del camino. Lamiera di acciaio per il bruciatore ad alcol, la struttura del focolare che contiene il bruciatore, la parte cilindrica del camino, le bielle ed il supporto del motore. La fusione di ghisa per i due volani, i supporti dell’albero motore, il piede della caldaia lato opposto al focolare ed alcune parti del motore; infine il legno per la base di appoggio sotto la lamiera e per il rivestimento dei rubinetti. Diametro dei volani 7,5 cm, lunghezza della caldaia 20,5 cm, calibro 6,5 cm.
Vicino al cilindro motore, funzionante a duplice effetto, si possono notare il fischio con il relativo rubinetto di azionamento, la valvola di massima pressione ed il barilotto per la lubrificazione del getto di vapore. Sulla testata opposta al bruciatore notiamo invece il manometro, il livello acqua in caldaia ed il rubinetto per lo svuotamento della stessa. A lato del focolare notiamo invece il curioso sistema di recupero dell’acqua di condensa all’interno del camino: l’acqua condensata dal vapore di scarico si raccoglie in una tazza di ottone che viene svuotata dal tubicino che porta al secchio.
7 raccogli condensa.jpg

8 secchio.jpg

9 marchio.jpg

Il marchio di fabbrica, composto dalle due lettere BW ( Bing Werke ) è tipico dell’ultimo periodo dell’azienda, a partire dal 1920 e fino al 1932. Da notare che negli anni '20 non era più indicata la regione bensì la provenienza era riferita alla nazione Germany.
Coccobill 62

 
Messaggi: 603
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: Macchine statiche a vapore marklin e Bing

Messaggioda Tricx » 24 apr 2024, 11:23

Caro Paolo, come già detto in altra tua discussione stupenda, sui motori a scoppio dell'aeromodellismo dinamico ( in questa stessa sezione del Forum.... anche se [fischse7.gif] ... un pò fuori posto...), hai delle collezioni veramente incredibili :-o :-o :-o :shock: :shock: :shock: (3) e che lasciano letteralmente sbigottiti !!!
Complimenti ancora applause1 applause1 anche con riferimento specifico a questa collezione di macchine a vapore, che lascia veramente anch'essa stupefatti ed ammirati !!!

Grazie di averci mostrato questi pezzi veramente "d'epoca", rari, importanti e aggiungerei anche "geniali" nella loro stessa realizzazione e concepimento... [nopity.gif] ... delle vere "chicche" !!! applause1

Ammirati saluti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 2392
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Macchine statiche a vapore marklin e Bing

Messaggioda Coccobill 62 » 13 mag 2024, 17:15

Ciao Riccardo, mi fa molto piacere che apprezzi questi miei oggetti, tra qualche giorno aggiungerò la terza macchina prodotta nel 1934 da un’altra ditta di Norimberga.nel frattempo ti propongo di leggere i miei contributi in questa stessa sezione dal titolo “locomotive a vapore vivo di Ernest Plank “
E anche “locomotiva a vapore vivo con bruciatore ad alcol di Bowman “ Che se non le hai già lette potranno sicuramente incontrare il tuo interesse, Cordiali saluti, Paolo
Coccobill 62

 
Messaggi: 603
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: Macchine statiche a vapore marklin e Bing

Messaggioda Coccobill 62 » 18 mag 2024, 17:17

Macchina a vapore statica di Peter Doll & C.ie, Norimberga 1934.

Qualche mese fa ho aggiunto una terza macchina a vapore alla mia collezione,
si tratta di un prodotto fabbricato tra il 1934 ed il 1936 dalla famosa ditta di Norimberga Doll.
La fondazione di questa ditta risale al 1898 e la produzione è continuata fino al 1936, quando è stata ceduta alla più nota marca dei fratelli Fleischmann
che fino a metà degli anni 50 ne proseguirà i principali settori di produzione: la ditta di Norimberga produsse fin dall’inizio della sua attività
macchine a vapore di vario tipo, statiche o per impiego navale, motori e modelli di vari accessori collegati alle macchine stesse.
Nel settore ferroviario produsse invece una bella serie di treni elettrici in scala zero esclusivamente nella versione con motore elettrico.
Questa linea verrà poi proseguita anche dal nuovo proprietario fino a metà degli anni 50.
Sia nel campo delle macchine a vapore che nel campo dei trenini elettrici la qualità dei prodotti di questa marca
si collocava molto in alto rispetto alla concorrenza.
latocompleto.jpg
Macchina a vapore Doll 1934
altrolato.jpg
Lato caldaia.jpg

Nelle foto qui sopra potete osservare le particolarità della macchina, il numero di catalogo di questo articolo è il 311/7.
Le dimensioni sono le seguenti: misure della base, lunghezza 29,5 cm per larghezza 15,5 cm, altezza massima alla ciminiera 38 cm.
Diametro delle ruote dei volani 9 cm, lunghezza della caldaia 18,5 cm calibro della caldaia 7 cm, peso a secco della macchina 1230 g.
dettaglio basamento_logo.jpg

Tutte le parti a contatto con l’acqua e con il vapore sono realizzate in ottone cromato mentre il basamento, la struttura di appoggio della caldaia,
la ciminiera ed il fornello ad alcol sono realizzati in lamiera di acciaio stagnata e dipinta.
I volani sono fusi in ottone, le maniglie del rubinetto del fischio a vapore e del rubinetto per lo svuotamento della caldaia
sono rivestite in legno per evitare scottature. Da notare sopra l’albero motore l’imitazione del meccanismo centrifugo
per la regolazione del numero di giri che ruota realmente mosso da una minuscola coppia conica.
dettaglio sopra.jpg

Il motore è a semplice effetto a cilindro oscillante, la biella ruotando trascina in rotazione anche il cilindro
e affaccia alla presa di vapore il condotto che dà pressione al cilindro.
La valvola di sicurezza di massima pressione è dotata di contrappeso in piombo.
Un imbuto in bachelite completa la dotazione di questa macchina.
fornelletto e imbuto.jpg
Imbuto.jpg
Catalogo copertina.jpg


Norimberga e le macchine a vapore un secolo fa
Norimberga ed il territorio che la circonda agli inizi del secolo scorso e fino alla fine degli anni 30
era la capitale mondiale per quanto riguarda la produzione di giocattoli tecnici in latta.
Esistevano centinaia e centinaia di ditte grandi e piccole che producevano gran parte del fabbisogno mondiale di giocattoli di ogni tipo,
semplici e complessi utilizzando perlopiù la tecnica della latta stagnata e litografata.
Tantissimi erano i produttori che si cimentarono nella produzione di macchine a vapore vivo grandi e piccole, semplici e complesse,
con scopi didattici o per motorizzare navi di medie e grandi dimensioni e locomotive nelle scale grandi, zero, 1, 2 e superiori.
Una decina di anni fa sono stato in visita a Norimberga e ho avuto il piacere di visitare il bel museo dedicato ai giocattoli.
In una grande sala c’era una vetrina che occupava una intera parete di lunghezza 5 o 6 metri piena di forse un centinaio di macchine a vapore
dei più diversi fabbricanti degli anni ‘20, ‘30 a Norimberga. Io pensavo di saperne parecchio quando sono entrato in quel museo
ma quello che ho visto lì dentro mi ha lasciato esterrefatto! Sapevo che la produzione era stata ricca e variegata
ma vi assicuro che vedere un centinaio di macchine a vapore tutte insieme fa una certa impressione anche ai collezionisti esperti,
ho dovuto constatare davanti a quella vetrina quanto avessi bisogno di un bagno di umiltà.
Naturalmente in quel museo c’erano tantissime altre cose degne di nota ma qui sarebbe troppo lungo da raccontare…
2-blechspielzeug.jpeg

Sul sito del museo poche altre immagini oltre questa, ma c'è un filmato di poco più di 4 minuti che vale la pena!
https://museums.nuernberg.de/toy-museum
Coccobill 62

 
Messaggi: 603
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: Macchine statiche a vapore marklin e Bing

Messaggioda Tricx » 25 mag 2024, 20:14

Leggendo il precedente intervento ed ammirando le relative immagini di queste "macchine" o "modelli" molto particolari, affascinanti e rari, mi è balzato agli occhi, da vero profano... :oops: ... più che il lungo elenco e la relativa illustrazione di caratteristiche tecniche, che confesso di essere addirittura impreparato a comprendere appieno :roll: nella loro interezza , dicevo, mi è balzato agli occhi soprattutto un fatto meramente "estetico", consistente nell'aspetto esterno di tale macchinario ( parlo della "Doll" del 1934 ), a foggia non di "macchina a vapore statica", quale di solito avevo visto, caratterizzata da una serie di apparecchiature e meccanismi, con tanto di fumaiolo, simili ad una macchina a vapore o locomotiva dei tempi di Stephenson, quanto piuttosto quasi ad un fabbricato industriale dell'800, con tanto di imitazione di muro di mattoni e della classica "ciminiera" anch'essa con foggia a mattoni, tipica di quei primordi industriali.
In ogni caso una "chicca" molto bella ed affascinante !
Ancora i miei complimenti, Paolo, applause1 (13) [09.gif] e un grande ringraziamento per averci mostrato le tue incredibili collezioni !

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 2392
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Macchine statiche a vapore marklin e Bing

Messaggioda Coccobill 62 » 31 mag 2024, 18:52

Ciao Riccardo, a proposito dell’aspetto estetico dell’ultima macchina pubblicata, quella del 1934, è esattamente come dici tu l’aspetto del basamento che è ispirato ad una costruzione in mattoni e la relativa ciminiera anch’essa riproducente un camino costruito in mattoni refrattari si ispira Alle macchine di metà dell’ottocento o primi decenni del 1800 all’inizio della era industriale quando i motori a vapore servivano a movimentare svariate macchine utensili in officine meccaniche oppure macchine per tessitura nelle filande. Il modello della Bing del 1925 invece si ispira Alle loco mobili, vi sono modelli con ruote che potevano essere trainati dove servisse energia meccanica ad esempio in fattorie o masserie all’epoca della raccolta del grano per la trebbiatura. Tra i modelli di macchine a vapore statiche si trovano esecuzioni assai diverse tra di loro tra le altre Molto interessanti anche gli impianti destinati a motori marini per motorizzare grandi navi a vapore.
Coccobill 62

 
Messaggi: 603
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano


Torna a Vapore Vivo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti