NUOVO PLASTICO



NUOVO PLASTICO

Messaggioda Patrick grimoldi » 3 gen 2019, 19:17

ciao a tutti ragazzi siccome mi sto accingendo a costruire un nuovo plastico avrei bisogno di qualche aiuto.
Il plastico sara' costruito in un angolo della mia stanza e le misure sono 2mt per 2mt con una larghezza di 40 cm ,il mio quesito e': per fare 2 cappi di ritorno quanto spazio ci vuole ovviamente con un raggio che vada bene per tutti i modelli e in alternativa per fare 2 elicoidali quanto spazio occorre? vi ringrazio
Patrick grimoldi

 
Messaggi: 6
Iscritto il: 3 gen 2019, 18:48

Re: NUOVO PLASTICO

Messaggioda Tricx » 4 gen 2019, 13:36

Anzitutto benvenuto nel forum. Quanto alla domanda che hai posto, devo dire che sei stato un po' vago e avaro di molte doverose precisazioni a cominciare dal tipo di sistema che intenderai adottare, cioè se digitale ( come penso che oramai vorrai fare ) oppure ancora "tradizionale" ( preferisco dire così anziché "analogico"), nonché epoca e ambientazione del costruendo plastico, il tipo di rotabili da impiegarci, cioè lunghi o corti ( anche se hai parlato un po' genericamente di "tutti i modelli"... ecc, ecc...
Nel cercare di dare una risposta, premetto che io ragiono ancora in termini di "vecchia Rivarossi", sia in termini di "sistema" che di geometrie, anche se poi grossomodo gli stessi principi possono essere adattati anche ai sistemi più recenti.
In concreto ti direi che un "cerchio" per il ritorno ( "cappio" o elicoidale che sia ), in H0 (....non hai neppure precisato la scala....!), non dovrebbe essere inferiore ad un metro di diametro.
Questo se si vuole avere un funzionamento decente, flessibile cioè adattabile a vari tipi di rotabili, e che non sia un "pugno nell'ochio" quando si vedono transitare carrozze passeggeri moderne, che sono in genere le più lunghe, sui tratti curvi.
Adesso devo sospendere, ma cercherò dopo di aggiungere ancora qualcosa.
Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1350
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: NUOVO PLASTICO

Messaggioda Patrick grimoldi » 4 gen 2019, 14:09

Mi scuso per essere stato così generico ,riguardo alla Scala è h0 e Come impianto opterei per l'analogico in quanto posseggo già una decina di treni tutti analogici.
I treni che transiteranno saranno treni merci ,regionali e intercity ,l'epoca di ambientazione parte dagli anni 80 ad oggi è modello che posseggo sono E656 E464 ale 803 D445 E402a E444 FLIRT e tanti altri.
Riguardo alla paesaggistica pensavo di riprodurre tracciati esistenti e inoltre pensavo di svilupparlo su due piani di grandezze 2MT per la lunghezza e 40CM per la larghezza il tutto a formare un angolo di 90 gradi con due elicoidale che serviranno per la discesa e la risalita
Patrick grimoldi

 
Messaggi: 6
Iscritto il: 3 gen 2019, 18:48

Re: NUOVO PLASTICO

Messaggioda Tricx » 4 gen 2019, 16:06

E 444 FLIRT ??? Cos'è? Una E 444 che [sexcn2.gif] ? :lol: :lol: :lol:
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1350
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: NUOVO PLASTICO

Messaggioda Patrick grimoldi » 4 gen 2019, 19:47

si e'un nuovo modello che ho inventato :smile: :smile: .
A parte li scherzi posseggo due E444 rivarossi e un flirt liliput
Patrick grimoldi

 
Messaggi: 6
Iscritto il: 3 gen 2019, 18:48

Re: NUOVO PLASTICO

Messaggioda Orecastel » 8 gen 2019, 11:57

Ciao Patrick. Vorrei darti la mia opinione su quello che stai per iniziare a costruire.
Considerata la forma che intendi dare al tuo plastico devi considerare che alle due estremità dovrai avere le curve di ritorno e qui concordo con Tricx che ti servirà almeno un metro in larghezza. Per progettare il tracciato ti consiglio di scaricarti WinTrack, anche una vecchia edizione tipo la 8.0 sarà sufficiente per disegnare le varie configurazioni del tuo tracciato (scegliendo prima il tipo di binario che vuoi usare, potendolo modificare e stampare anche 1:1.
Poi iniziando ora e avendo solo una decina di locomotive io non avrei dubbi sul scegliere il digitale. Per un plastico come il tuo non costa più dell'analogico, ma le prestazioni sono decisamente superiori. Treni fermi con le luci accese, convogli completamente indipendenti e altri ancora, per non parlare del sonoro. Considera che un ottimo decoder costa meno di 30€.

Buon divertimento
Roberto
Orecastel

 
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 gen 2019, 10:12


Torna a Plastici, Diorami ed Impianti modulari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti