Carrozze Italiane Pocher



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda Talgo49 » 25 lug 2018, 19:55

Pocher produsse delle carrozze passeggeri italiane, spesso in livree che credo di fantasia. Mi piacerebbe sapere da qualche esperto delle carrozze italiane al vero se la produzione Pocher rispecchia in qualche modo i prototipi reali e, in caso positivo, fino a quale misura o se sono decisamente di fantasia.

Talgo49
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1616
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda luigi voltan » 29 lug 2018, 19:45

Pocher produceva una carrozza con fattezze similari ad una Bz 33.000 ma ad 8 scompartimenti.anzichè 10 e la.spacciava per una carrozza di prima classe, che in realtà avrebbe presentato 8 moduli ma.con fineatrini più ampi.
Proposta in livrea castano e Isabella e livrea Treno Azzurro con tonalità a.mio avviso perlomeno discutibili nel secondo caso.
Veniva prodotto anche un bagagliaio post bellico gruppo 83.000 ma al momento non ricordo bene dettagli e qualità.....
...nel vano tentativo di imitare Dio, l'uomo costruì la E.444....
luigi voltan

Avatar utente
 
Messaggi: 205
Iscritto il: 23 set 2011, 13:46

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda Talgo49 » 29 lug 2018, 22:25

Ottimo, grazie.

Talgo49
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1616
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda berto75 » 29 lug 2018, 23:49

il bagagliaio di cui parla l'amico LUIGI VOLTAN era questo ?
buona serata a tutti -4- BERTO75
Allegati
DSCN2271.JPG
POCHER BAGAGLIAIO FS VERSIONE PER SISTEMA A 3 ROTAIE CON PATTINO PER ILLUMINAZIONE
pocher bag..jpg
DSCN2249.JPG
berto75

 
Messaggi: 1469
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda Talgo49 » 30 lug 2018, 22:15

Grazie ai libri di Benetti e Lomolino sono abbastanza al corrente della produzione Pocher. Trascurando le versioni americane e tedesche delle carrozze, ovviamente di fantasia, ero curioso di sapere quanto le carrozze castano/isabella fossero aderenti alla realtà. In altre parole mi chiedo se in un plastico o diorama vintage senza pretese di totale aderenza al reale, ma con un accettabile livello di credibilità, le carrozze Pocher, magari insieme a coeve Rivarossi, avrebbero un senso o sarebbero del tutto fuori luogo.

Talgo49
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1616
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda thedoctor » 31 lug 2018, 9:11

Anche le vetture Lima coeve erano di questo tipo(foto da Lima T.),poi c'era la Marklin che riproduceva una 33000(foto da Ebay);è curioso infine che anche produzioni più giocattolesche si ispiravano a questa tipologia di vettura!
Allegati
s-l300.jpg
s-l300.jpg (7.25 KiB) Osservato 419 volte
Lima 1963_IT_09.jpg
thedoctor

 
Messaggi: 434
Iscritto il: 12 lug 2014, 12:35
Località: Castelcrati terme (Calabria settentrionale)

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda Karolus » 31 lug 2018, 11:40

Talgo49 ha scritto:... mi chiedo se in un plastico o diorama vintage senza pretese di totale aderenza al reale, ma con un accettabile livello di credibilità, le carrozze Pocher, magari insieme a coeve Rivarossi, avrebbero un senso o sarebbero del tutto fuori luogo.
Talgo49


Io credo che la compatibilità in un ambiente simile dipenda da alcuni fattori:
- prima di tutto la scala di riproduzione molto simile se non uguale, soprattutto per quello che riguarda le dimensioni trasversali dei modelli (larghezza e altezza);
- poi una finezza di restituzione dei dettagli simile;
- infine quello che Talgo49 chiama "livello di credibilità" ossia il rifarsi al vero, anche se, magari, non ad un rotabile univocamente determinato, ma ad un insieme di particolari che possono appartenere al vero a più rotabili. Se non sono stato chiaro chiedo scusa e sono disposto a chiarire il concetto.

Nel caso proposto da Berto75 mi sembra che il bagagliaio risponda in pieno al secondo requisito (Pocher lavora senz'altro con una finezza paragonabile alla coeva produzione RR) e al terzo: non ho foto dell'eventuale prototipo, ma vedo elementi di rassomiglianza con alcuni bagagliai del dopoguerra (es. serie 93.200 e 93.250). Per la scala, nulla so e quindi nulla posso dire.
Karolus

 
Messaggi: 316
Iscritto il: 3 apr 2010, 13:42

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda luigi voltan » 31 lug 2018, 20:21

Di fatto il bagagliaio è l'unico rotabile FS abbastanza rispondente al vero.....
Le carrozze decisamente no....
...nel vano tentativo di imitare Dio, l'uomo costruì la E.444....
luigi voltan

Avatar utente
 
Messaggi: 205
Iscritto il: 23 set 2011, 13:46

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda berto75 » 1 ago 2018, 17:27

RINGRAZIO gli amici Karolus e Luigi Voltan per il loro illuminato parere.
Ho colto l'occasione di questa discussione per riguardare dopo parecchio tempo (e dare una pulitina ai vetrini interni che erano molto impolverati )con attenzione le mie 2 carrozze passeggeri italiane POCHER .
Si tratta di una carrozza di 2 classe e una di 1 classe (ENTRAMBE PER SISTEMA A 3 ROTAIE con pattino per luci )
Nello svitare gli imperiali delle mie suddette carrozze POCHER (ho notato una stranezza , probabilmente è una cosa di nessuna importanza ), ma entrambe curiosamente [lupe.gif] :shock: :shock: presentano una scritta a matita :? o meglio un nome misterioso ROSETTA ( a sinistra dell'imperiale) e una R ( a destra dell'imperiale ) .
LE mie carrozze le avevo acquistate usate in blocco a un mercatino (compreso il bagagliaio che però non ha nessuna scritta a matita sotto l'imperiale) , parecchi anni fa pertanto potrebbe essere una scritta fatta da un precedente proprietario anche se non ne capisco la ragione , se infatti il proprietario/a voleva lasciare un segno di identificazione lo avrebbe dovuto fare nel sottocassa o altro punto dove la scritta fosse visibile o percepibile per un riconoscimento immediato ,non certo all'interno di un imperiale dove la scritta è di fatto invisibile , nessuno si prenderebbe la briga di pretendere smontare, svitando alla cieca, un modello solo per dimostrare che potrebbe esserci il suo marchio o nome di identificazione.
La mia opinione è che tale nome sia stato scritto in fabbrica , forse da un operaia addetta al montaggio di tali carrozze quindi Rosetta potrebbe essere magari il nome di un operaia di Arnaldo Pocher che lavorava all'assemblaggio dei pezzi di dette carrozze, ma la mia è solo un ipotesi .
Magari esistono in giro altre carrozze italiane con tale nome scritto a matita sotto l'imperiale ?
Chissà sarebbe interessante sapere se tra le dipendenti /operaie di Arnaldo Pocher ve ne era una che si chiamava ROSETTA ?
Nome a parte non capisco comunque neanche che senso abbia la lettera R scritta a sinistra dell'imperiale ?
Mah !! mistero [ph34r.gif] !!
-4- BERTO75
Allegati
1 CLASS.jpg
CARROZZA POCHER DI PRIMA CLASSE
DSCN2263.JPG
CARROZZA POCHER ITALIANA DI SECONDA CLASSE
carrozza rosetta 2 classe.jpg
DSCN2258.JPG
A sinistra dell'imperiale si legge il nome misterioso Rosetta a destra la lettera R
scritte rosetta.jpg
A sinistra dell'imperiale compare quello che sembra un nome ROSETTA ? era forse il nome di un operaia che lavorava al montaggio delle carrozze ?
r sotto l'imperiale.jpg
a DESTRA dell'imperiale compare a matita la lettera R
berto75

 
Messaggi: 1469
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Carrozze Italiane Pocher

Messaggioda thedoctor » 1 ago 2018, 22:55

Nelle foto su RRM Pocher è circondata da operaie....chissà...
thedoctor

 
Messaggi: 434
Iscritto il: 12 lug 2014, 12:35
Località: Castelcrati terme (Calabria settentrionale)


Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti

cron