I MIEI MODELLI IN SCALA 0



I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda erregiesse 55 » 14 giu 2018, 15:57

Buongiorno,
mi sono iscritto da poco al sito di Ferramatori.it e vorrei mostrarVi i miei modelli elettrici in scala 0
Allego alcune foto
Locomotiva Doll & Cie Germania mod. 500 circa 1930
DOLL & CIE.jpg

SCATOLA DOLL & CIE.jpg

Locomotore Hornby France 20 Volts prima della 2 guerra mondiale
HORNBY SNCF.jpg

SCATOLA SNCF.jpg

Locomotore Hornby France Le Drapeau circa 1956
LE DRAPEAU.jpg

SCATOLA LE DRAPEAU.jpg

Locomotiva Minor Cecoslovacchia circa 1950
MINOR.jpg

SCATOLA MINOR.jpg

Le scatole sono tutte riproduzioni.
I trasformatori sono rifatti e in due casi sostituiti con kleinbahn in attesa di trovare qualcosa di migliore.
Il tender della locomotiva Minor è autocostruito in latta.
Non ho allegato quelli a molla in quanto mi sembra non siano citati da nessuna parte. Ho escluso anche quelli in latta, anche se elettrici.
Grazie e buona gionata.

Gianni Ruzzoni
erregiesse 55
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda Talgo49 » 14 giu 2018, 20:03

Fantastici, spero tu possa continuare. Se non è chiedere troppo ogni notizia che puoi aggiungere ad ogni modello sarà la benvenuta, anche la latta elettrificata è gradita, soprattutto se può darci informazione sull'evoluzione storica della nostra passione.

Talgo49
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1564
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda berto75 » 14 giu 2018, 21:34

Complimenti :shock: :shock: per i tuoi bellissimi modelli in scala 0 sono veramente stupendi (13) (13) e per giunta magnificamente conservati [lupe.gif] !!
Non mi intendo di queste antiche grosse produzioni di latta, ma han un fascino tutto particolare [wub.gif] !!!
Per curiosità ci giochi quando capita o li tieni solo da esposizione/collezione ?
Già che ci siamo colgo anche l'occasione per darti il benvenuto [09.gif] !!
Qualunque spiegazione ,notizia aggiuntiva o foto particolareggiata sui tuoi modelli è ben gradita! applause1 applause1
sognanti -4- berto75
berto75

 
Messaggi: 1411
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda erregiesse 55 » 15 giu 2018, 15:15

Si Berto
Periodicamente e a turno li tolgo dalla scatola, rimonto i binari, ricollego il trasformatore, ci metto attorno un po di ambientazione e li faccio girare.
Questo permette di evitare l'ossidazione e tenere d'occhio la ruggine che è sempre pronta a riaffiorare.
Il bello è che invariabilmente, ogni volta, mi viene da sorridere pensando alla perfezione dei plastici in scala H0 che vedo anche qui e l'incertezza delle misure dei pezzi che ci metto attorno.
Viene in mente un dipinto gotico come questo qui allegato,
heimsuchung_hi.jpg

e ti chiedi ma come fanno queste qui ad entrare nella porticina che sta in basso a destra? :D
così vale per il plastico
2.jpg

stazione e semaforo sproporzionati.
In merito ai modelli della foto:
sul primo binario locomotiva a molla Marklin R.910 (1938-1955) e alla facciaccia della definifione di treni di latta pesa più di 1 Kg.
Sul secondo binario Automotrice elettrica 18 V Jep degli anni 50. Mi sono dimenticato di inserirla la volta precedente.
Auguro buon fine settimana.


Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda berto75 » 16 giu 2018, 0:01

a dir poco BELLISSIMI applause1 applause1 !!
e alla fin fine CHI SE NE FREGA DELLE PROPORZIONI !! (I)
i modellini di treni attuali mi piacciono ,saranno fedeli in ogni aspetto alla realtà d'accordo ,ma un plastico realizzato con la tecnica del massimo realismo per quanto stupefacente e curato in ogni minimo dettaglio che pur ammiro stupito , non riesce mai però a farmi sognare come sanno fare gli antichi approssimativi e rudimentali plastici e modellini d'epoca !! e questo vale anche per gli accessori le stazioni e le casette!
Sarò pure matto , non so dirvi perché, ma per me è così, per quanto mi sforzi la dimensione del sogno proprio non la ritrovo nel modellismo attuale che pure intendiamoci apprezzo, ma personalmente penso sia proprio questa la differenza tra le produzioni passate e quelle recenti /attuali.
E la stupenda stazione di lamierino che appare dietro alle loco che marca è ? Forse Ingap ?
grazie per aver condiviso i tuoi bellissimi pezzi con noi e buon divertimento !!! -4- berto75
berto75

 
Messaggi: 1411
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda Tricx » 16 giu 2018, 12:55

Anch'io non posso che unirmi nei complimenti...! applause1
Hai una serie di modelli veramente fantastici ed affascinantissimi... [nopity.gif]
Infine anche il "tocco" e l'ambientazione dei due ultimi modelli ( quello con "l'autorail" francese ) è veramente sopraffino...!
Complimenti ancora [09.gif]

Saluti.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1297
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda erregiesse 55 » 16 giu 2018, 14:12

Buongiorno e grazie per i complimenti.
Si Berto, la stazione è della INGAP degli anni 50, di solito presente nella confezione Treno Rapido serie 1400 Catalogo Ingap 1400/4.
stazione ingap.jpg

Eccola qui in primo piano.
Recuperata in un mercatino dell'usato. E' stata restaurata cercando di conservare il più possibile le parti originali. Ad ogni modo le "litografie" al di sopra della tettoia (finestrone lungo, la scritta STAZIONE e l'orologio) sono state rifatte in quanto completamente scomparse a causa della ruggine. I disegni, recuperati dal libro Giocattoli Ingap, pag. 39, rielaborati con Paint, quello vecchio per XP. stampa su carta adesiva lucida. Alla fine per rendere tutto uniforme, rivernicato l'intera facciata con vernice trasparente opaca.
La stessa tecnica usata nella carrozza che vedi qui sotto.
In questo caso ho la foto del prima e dopo perchè il lavoro l'ho fatto dopo la mia iscrizione a Ferramatori e ho documentato le due fasi per eventualmente postarle in un articolo. E infatti le metto qui ;-)
carrozza ingap 1400.jpg

Di nuovo grazie e buona giornata.
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda berto75 » 18 giu 2018, 17:39

Caspita !! :-o :-o
per la stazione INGAP hai fatto un lavoro a dir poco magnifico [09.gif] (13) (13) (13) !!! Sembra nuova :shock: !!
e anche la carrozza !! sei un mago :shock: :shock: !!
non si finisce proprio mai d'imparare !!
E certo la ruggine è il principale nemico di questi treni o in generale degli antichi giocattoli di latta che andrebbero conservati in un ambiente ben asciutto e privo di umidità.
Il tuo entusiasmo è contagioso applause1 dopo aver visto la tua stupenda stazione anch'io Yellow_Flash_Colorz_PDT_02 ho appena ordinato su e bay a 20 euro (più 8 di spedizione) una piccola stazione in latta della Ingap presumo anni 50 ( ovviamente meno bella e MOLTO più piccola della tua )per dotare /completare il mio piccolo sistema di treni ingap ,(ma della ben meno pregiata produzione in plastica anni 60 ) di un edificio ferroviario a loro consono.
Questo perché non mi risulta che INGAP abbia realizzato una stazione in plastica per il suo sistema di treni a molla e batteria in tuttaplastica DEGLI ANNI 60 , mentre invece erano previsti i segnali semaforici e la passerella che passa sopra i binari .

Nel caso avessi bisogno di restaurarla chiederò un consiglio a te , la stazione che ho ordinato mi pare più che buona (almeno sulla facciata che il venditore mostrava nella sua foto) ma gli altri 3 lati non so come siano effettivamente conservati comunque per quella cifra modesta valeva la pena rischiare.
Appena potrò ve la mostrerò .
Grazie e meravigliati -4- !! berto75
berto75

 
Messaggi: 1411
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda erregiesse 55 » 18 giu 2018, 23:46

Se hai abilità manuale ti allego i progetti per la stazione ingap 060.
sono in formato PDF. Li incolli sul lamierino e ritagli (senza tagliarti). Lo spessore del lamierino è quello dei barattoli dell'olio o le taniche del diluente.
img074.pdf
(253.66 KiB) Scaricato 11 volte

img070.pdf
(358.8 KiB) Scaricato 6 volte

Allego l'immagine di quella che ho fatto io
IMG_20180618_225126_resized_20180618_105202806.jpg

A disposizione se hai bisogno di aiuto per la tua stazione.


Ciao
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA 0

Messaggioda Tricx » 5 lug 2018, 15:06

Caro Gianni, i tuoi restauri e la tua abilità (...ed anche pazzesca velocita nel realizzarli... (46) ), lasciano veramente a bocca aperta...!!! :-o :-o :-o

Farti i complimenti è poco...! (2)

Saluti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1297
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Prossimo

Torna a La scala 0 - 1:43,5

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti