LAC ALEMANNI



LAC ALEMANNI

Messaggioda erregiesse 55 » 8 giu 2018, 15:18

Buongiorno,
nella mia presentazione del 29 maggio avevo anticipato che avrei chiesto aiuto per avere delle informazioni su un modellino Alemanni di cui allego la foto
LAC 1959.jpg

Praticamente cercherei delle immagini discrete riguardanti il tender e la carrozza per poter ricostruire i pezzi e rifare la scatola così com'era in origine.
Vorrei precisare che il mio interesse non è solo per i giocattoli in latta ma anche per il ferromodellismo d'epoca in scala 0 e H0.
A tal proposito allego un lavoro di ripristino " a modo mio" :smile: effettuato su un BOMBOLONE Rivarossi.
Avevo acquistato la carrozzeria e il peso di stabilizzazione. Ho ricostruito il fondo e il gancio di traino. La motorizzazione è stata fatta utilizzando un motore Lima Tipo G. Non è il massimo ma per me è importante che il modello sia in grado di funzionare nuovamente.
Allego foto
RIVAROSSI  ALN772.jpg

Per i modelli in scala 0 preparerò delle foto che posterò in un'altra occasione.
Grazie fin da ora e cordiali saluti.
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda Talgo49 » 8 giu 2018, 21:38

Non essendo relativo alle ferrovie reali questo argomento è stato spostato in questa sezione per una migliore visibilità.

Talgo49
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1519
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda Talgo49 » 8 giu 2018, 22:06

Non so se hai dato un'occhiata all'articolo su Rivarossi Memory che ho menzionato nel mio messaggio di benvenuto ma, da assoluto inesperto, sono molto colpito dalla tua foto. L'immagine richiama quella che il Signor Ausonio Alemanni mi descrisse come locomotiva aerodinamica denominata Santa Fè, ma qualcosa non torna.
L'immagine mostra una locomotiva a due assi azionata da un motore elettrico che mi pare identico a quello della locomotiva mostrata nell'articolo alimentata però da una pila alloggiata nella locomotiva stessa invece che dai binari (stile INGAP). Notando anche che la pila è evidentemente di fabbricazione più recente del modello mi viene il dubbio che si possa trattare di una elaborazione da parte di qualcuno che, in mancanza dei binari e del regolatore originali, abbia voluto far comunque girare la locomotiva su normali binari metallici per trenini a molla.
Cosa ne pensi?

Talgo49
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1519
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda erregiesse 55 » 9 giu 2018, 13:53

In effetti la locomotiva dovrebbe essere la SANTAFE (l'unica cosa che sono riuscito a trovare su internet). La batteria è una normale batteria tipo torcia che ho inserito per fotografare l'oggetto. Senza la batteria lo chassis si sbilancia verso la parte motore. Praticamente sta in equilibrio solo se c'è la batteria. Il giocattolo marciava su rotaie scala 0 ed è fornito di interuttore a slitta (il cursore bianco che si trova sopra la ruota motrice anteriore) avanti, indietro e stop nella posizione centrale. Sinceramente non mi sembra una rielaborazione perchè i pezzi che la compongono sono troppo perfetti; nessun buco superfluo o saldature. Quello che mi ha colpito è che il motore e gli ingranaggi sono gli stessi postati sull'articolo di Rivarossi Memory per "il trenino che non nacque mai". Vi ringrazio per le risposte e buon fine settimana.
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda Tricx » 9 giu 2018, 16:36

Molto affascinante quella locomotiva di latta !
Sono oggetti molto particolari che rievocano un' epoca ormai lontana... :cry: ma hanno anche una loro bellezza ed intrinseca attrattiva.
erregiesse 55 ha scritto:...Il giocattolo........ è fornito di interuttore a slitta (il cursore bianco che si trova sopra la ruota motrice anteriore) avanti, indietro e stop nella posizione centrale.

Se ho visto bene, come poteva essere azionato quel comando quando la carrozzeria era montata sul telaio ?

Passando invece al modellismo a noi più consono, quanto al ripristino del Bombolone Rivarossi, trovo che sia stato un lavoro ottimo, che secondo me non può ritenersi inficiato dal "compromesso" dell'utilizzo di una motorizzazione Lima.... del resto, come dice l'antico detto..."quando mancano i cavalli, trottano gli asini"... :lol: ( senza con questo voler essere offensivi nei confronti di Lima, riferendoci al fatto di dover sopperire con soluzioni "alternative" alla mancanza dei pezzi originali....anzi semmai va rivolto un plauso alla versatilità di molti pezzi ed "organi" della casa vicentina...! ).
Oltre ( ovviamente ) al carrello motore, anche quello "folle" mi sembra Lima....vero ?
Mi pare anche di vedere che una delle ruote motrici sia priva di un anello di aderenza.

Infine, a parte il collezionismo in "latta", se hai altri modelli H0 da farci vedere, metti pure tutto nella Sezione "Rivarossi Memory".

Saluti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1197
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda Talgo49 » 9 giu 2018, 19:48

Molto interessante. Dunque sarebbe esistito un passo intermedio tra il modello a molla e quello con alimentazione dai binari, noto di nuovo la somiglianza con INGAP.
Penso valga la pena di introdurre questa novità nell'articolo su RM, hai qualche altra immagine o, almeno, potresti fare una foto della locomotiva montata?
Faccio mia l'osservazione di Tricx circa la leva di marcia/arresto, nella foto mi pare di vedere un riquadro di un rosso più scuro a destra della scritta LAC sul fianco della locomotiva, è forse questo , ovviamente sui due lati, il punto di accesso al commutatore? Certo che doveva essere comodissimo da usare con la locomotiva in moto…

Talgo49
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1519
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda erregiesse 55 » 10 giu 2018, 17:49

Buongiorno,
per primo dico che sono contento di aver suscitato interesse per il giocattolo :yahoo:
A Riccardo direi complimenti per l'occhio fino sia sul carrello che sull'anello mancante di cui non mi ero accorto. Inoltre condivido il giudizio che i giocattoli in latta, particolarmente quelli italiani, sono effettivamente affascinanti perchè coloratissimi.
Per Talgo aggiungo le foto della locomotiva rimontata e i particolari dell'interuttore: Come avevo già scritto è a cursore, quindi per marca avanti la leva sporge da una parte , per marcia indietro sporge dall'altra parte, per lo stop sta posizionato al centro. Come dici tu è comodo per il funzionamento.
img3.jpg

img1.jpg

img2.jpg

Per i modelli H0 posso fare delle foto e inviarle ma non ho niente di particolarmente importante.
Un altro discorso è il modellismo in scala 0, elettrico e a molla, qui potrei fare invidia a qualcuno -1- (Doll & Cie, Flaishmann, Bub, Marklin, Joustra, Jep, Hornby France e una quasi sconosciuta MINOR Cecoslovacca) e questo vale anche per INGAP.
Per INGAP potrei anche postare commento e foto per il restauro di due carrozze Treno rapido 1400.
Se mi dite se posso inserirle e dove, Vi sarei grato.
Grazie di tutto e auguro buona giornata
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda erregiesse 55 » 10 giu 2018, 17:53

PS.: per il Santa Fe
L'alimentazione è fornita da una batteria a torcia 1,5 V e non dai binari: le ruote sono in plastica.
La batteria inoltre tiene in equilibrio il modello che altrimenti cadrebbe in avanti.
:lol:
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda Talgo49 » 10 giu 2018, 20:35

Grazie per le foto, appena avrò un po' di tempo integrerò con le tue immagini l'articolo su RM.
I tuoi modelli saranno i benvenuti, privilegiando però i modelli elettrici. Puoi intervenire sia in questa sezione "Modellismo praticato" che nello spazio dedicato alla scala 0 nella sezione "Le Altre Scale". Ti prego di utilizzare la sezione "Rivarossi Memory" esclusivamente per argomenti in qualche modo collegati al marchio Rivarossi.

Talgo49
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1519
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: LAC ALEMANNI

Messaggioda Tricx » 14 giu 2018, 15:36

erregiesse 55 ha scritto:Per Talgo aggiungo le foto della locomotiva rimontata e i particolari dell'interuttore: Come avevo già scritto è a cursore,....... Come dici tu è comodo per il funzionamento.

Veramente credo che Talgo parlasse in senso ironico, -1- nel senso che con tale sistema di avvio e arresto, l'oggetto rivela anche sotto questo aspetta la sua totale natura di giocattolo, essendo in assoluto legato alla "manualità" più piena, senza la benchè minima traccia di una qualche "automaticità".

Infatti, se per l'avvio si poteva operare ( più o meno agevolmente ) sull'oggetto fermo, quando esso era in moto, gli si dovevano mettere le mani sopra "al volo" :lol: per agire sull'interruttore, trattenendolo a terra ( e quindi sottoponendo a "sforzo" il motorino ) oppure sollevandolo totalmente da terra....
Insomma il tipico agire di un bambino.... come sempre successo con i più tradizionali "balocchi" a "corda", a molla e manuali....
Il suo riapprezzato fascino esula e prescinde comunque da tale discorso....

erregiesse 55 ha scritto:Per i modelli H0 posso fare delle foto e inviarle ma non ho niente di particolarmente importante.

Non Ti preoccupare....anche perchè non si sa mai ! Alle volte uno pensa che un modello abbia chissà quale pregio... e poi si scopre che è comunissimo....e altre volte, di un modello che si è sempre considerato senza importanza, si scopre invece che è raro o inconsueto...!

E poi, certe volte, di modelli pur diffusissimi, si scoprono a 50 - 60 anni di distanza, delle varianti pressochè sconosciute....!
Quindi non è mai detto nulla di assoluto...

Quindi, per la scala H0, il materiale Rivarossi pubblicalo nella omonima Sezione ed analogamente per Lima. Le altre Case invece, compresa Ingap, sistemale nella Sezione " Scala H0: Discussioni varie, Rotabili e Anteprime "

Sul resto già ti ha detto Talgo.
-4-
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1197
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Prossimo

Torna a Modellismo praticato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron