Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire!



Regole del forum
Potete utilizzare questa sezione per chiedere informazioni sul materiale fermodellistico, case che producono un particolare oggetto che vi serve e per condividere con tutti un particolare accessorio che avete trovato e che può venire utile a tutti coloro che hanno intrapreso una "avventura" modellistica.

Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire!

Messaggioda Coccobill 62 » 4 set 2021, 20:25

Chiedo aiuto ai partecipanti a questo forum che sicuramente sono molto più esperti di me su questa materia: qualche anno fa mi è capitato di acquistare una confezione di partenza della conti composta da una locomotiva a vapore che porta il numero 2000 sulla fiancata, due carri merci uno a sponde basse ed uno a sponde alte a due assi e respingenti rigidi, un trasformatore ed un anello di binari composto da 12 elementi.

Un paio di mesi fa, sulla lista di vendita di un commerciante tedesco con il quale ho un rapporto di fiducia, ho trovato altre due macchine che vi riporto qui in fotografia. Si tratta della locomotiva a vapore che riporta sul fianco la sigla F.S. 475%, abbastanza diversa da quella sopra citata, e una piccola macchina elettrica da manovra contrassegnata con la sigla FS 390%. Il locomotore ha un pantografo rigido in lamierino zincato.

Confezione completa.jpeg
confezione completa


loco e scatola 2.jpeg
locomotiva numero 2000


carri e loco.jpeg
locomotiva 2000 + 2 carri in primo piano


475%.jpeg
locomotiva 475


2loco 2.jpeg
le due locomotive a vapore vista tre quarti posteriore


2loco.jpeg
due locomotive a carbone viste tre quarti anteriore


verde.jpeg
locomotore elettrico vista di fianco FS 390


verde2.jpeg
locomotore elettrico vista tre quarti anteriore


Come si può vedere sulle locomotive a vapore i biellismi sono elementari, tipo locomotiva giocattolo. Nel locomotore elettrico non ci sono bielle di accoppiamento.
Prima di acquistare le ultime due macchine ho cercato di capire quante locomotive avesse prodotto la conti. Forse tra di voi c’è qualcuno che può rispondere a questa domanda. Sul web non sono riuscito a trovare la risposta… Ho solo capito che c’è stata una serie iniziale con funzionamento in corrente alternata ma non so di quanti pezzi e di quali tipi di macchine essa fosse composta.
La seconda serie, con funzionamento in corrente continua, di quante macchine era composta? Immagino che le tre macchine che ho trovato appartengano tutte a questa seconda serie, che se non vado errato è stata prodotta tra il 1950 ed il 1965 o 67.
Sarei curioso di capire secondo voi il valore reale e la rarità di questi modellini, in Internet ho visto prezzi assurdi che mi risultano del tutto incomprensibili e che non pagherei mai nella vita!

Infine le ultime due domande: secondo voi queste tre macchine che ho trovato si ispirano seppur vagamente a qualche locomotiva reale o sono puri giocattoli di fantasia? In questa ultima serie a corrente continua vi sono tra i prodotti anche macchine con rodiggio e biellismi riprodotti in maniera più accurata e modellistica o invece si rimane sul trenino giocattolo?

Grazie in anticipo a chi vorrà contribuire a chiarirmi le idee.

Saluti

Paolo
Ultima modifica di Coccobill 62 il 15 ott 2021, 15:25, modificato 1 volta in totale.
Coccobill 62

 
Messaggi: 187
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: [b]Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire![/b]

Messaggioda Marco Fornaciari » 4 set 2021, 23:52

Coccobill 62 ha scritto:...
Infine le ultime due domande: secondo voi queste tre macchine che ho trovato si ispirano seppur vagamente a qualche locomotiva reale o sono puri giocattoli di fantasia? In questa ultima serie a corrente continua vi sono tra i prodotti anche macchine con rodiggio e biellismi riprodotti in maniera più accurata e modellistica o invece si rimane sul trenino giocattolo?
...
Paolo


All'atto pratico nessuna alocomotiva trova ispirazione in veicoli reali FS.
L'ispirazione viene da esistenti macchine tedesche e americane.
Per le vaporiere molto ispirata.

Per l'elettrica direi che hanno copiato dalla E69 tedesca
https://www.marklinfan.net/drg_br_e69.htm
https://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=743
Che poi i falsi FS passano anche da qui
http://www.rivarossi-memory.it/LIMA/Loc ... 9_B_FS.htm
In ogni caso nei primi decenni del secolo scorso in Europa sono state prodotte vari locomotive a due assi simili alla E69, e con vari tipi di trazione: accumulatori, elettrica, termica.
In italia sulle linee Varesine a terza rotaia era presente la E220
https://it.wikipedia.org/wiki/Locomotiva_FS_E.220.
Sempre in Italia locomotive simili erano presenti su raccordi industriali e, se ricordo bene, nelle linee secondarie di Napoli.
Per esempio in rete cercare "loco TIBB ad accumulatori".
Saluti
Marco Fornaciari
____________________________________________________________
Meglio essere folli per proprio conto, che saggio con le idee degli altri.
F.W. Nietzshe
Marco Fornaciari

Avatar utente
 
Messaggi: 410
Iscritto il: 9 feb 2009, 21:06
Località: Sorbolo (PR)

Re: [b]Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire![/b]

Messaggioda Coccobill 62 » 5 set 2021, 19:04

Grazie Marco per la tua sollecitudine e competenza, che ho potuto apprezzare anche nelle tue risposte su altre discussioni a presto Paolo
Coccobill 62

 
Messaggi: 187
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: [b]Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire![/b]

Messaggioda ftr212 » 24 set 2021, 17:58

Buongiorno,
le tre macchine di cui alle foto sono modelli di fascia bassa dei listini, in pratica quelli più economici. Particolarità come i biellismi più o meno articolati o realistici, sono elementi estranei alla filosofia di queste produzioni, le quali erano sostanzialmente giocattoli e non modelli nel senso oggi inteso. Come ho avuto più volte di modo di sottolineare, la produzione Conti rappresenta una eccellenza nel mondo dei trenini giocattolo e può affacciarsi al settore modellistico solo in senso pionieristico. L'eccellenza non si rifletteva nella precisione delle riproduzioni, ma nella qualità dei materiali. Roba che doveva durare e non rompersi. Negli anni '50 I nonni che avevano possibilità economiche compravano per i nipoti i treni Conti che erano di alluminio e ottone.
La semplicità dei biellismi, al apri di altri particolari come il pantografo fisso della 390 erano talvolta anche funzionali alla declinazione dello stesso tema base del modello in più combinazioni con crescente costo. Le macchine più costose avevano biellismi articolati e pantografi funzionanti.
Questi tre modelli appartengono alla produzione in C/C il cui inizio è databile con una certa tolleranza tra il '54 e il '57, bisognerebbe fare dei distinguo, ma sarebbe ora troppo lungo l'approfondimento. La vaporiera 2000, che caratterizzava le scatole base dell'epoca, era stata realizzata nel 1952 con altra denominazione e funzionamento in C/A e successivamente in C/C con la denominazione 6000 e con luci funzionanti, ma circolante su un altro tipo di armamento. Infine la denominazione 2000 col nuovo armamento di cui alla confezione della foto. Tuttavia questo specifico esemplare ha tre particolarità che la fa collocare tra le prime della serie classificata 2000, infatti il mantello è quello previsto per la sua progenitrice 6000, cioè con l'alloggiamento dei fari veri. La 2000 di serie normale aveva fari finti grossolani. Dalla foto non posso capire se i fari di questa macchina funzionano o meno. Questo fenomeno di utilizzo ad esaurimento di semilavorati giacenti di macchine fuori listino per assemblare nuovi modella era abbastanza consueto. Inoltre il trasformatore è quello previsto per la 6000, con inversione a levetta e non dalla manopola e l'armamento stesso che è ...il primo degli ultimi... si distingue da una sfumatura di cui credo di avvedermi solo io o quasi.
La macchina 475 c/c (attenzione che non è un %, ma c/c, cioè corrente continua) è il modello che sul finire degli anni '50 ha preso il posto della 2000. Anche il locomotore da manovra 390 c/c è uno degli ultimi tipi prodotti , anzi, è proprio l'ultimo modello progettato e diffusissimo, caratterizzato da una aspetto simpatico e da una velocità tanto elevata quanto irrealistica. Di 390 se ne trovano tantissime (relativamente alla modesta produzione Conti , si intende), ma quasi sempre presenta il fragile pantografo fisso, che era un lamierino sagomato, rotto o sostituito con produzioni estranee. Sono quindi da ritenersi abbastanza rare quando integre all'orignale.
Come sempre sono statao prolisso, e qualcuno si sarà addormentato!
Saluti a tutti.
C.C.
ftr212

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 30 dic 2011, 17:21

Re: [b]Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire![/b]

Messaggioda Coccobill 62 » 25 set 2021, 11:50

Buongiorno signor Carlo, grazie mille per la documentatissima spiegazione relativa a questi miei modellini.non si preoccupi se qualcuno si è addormentato, voleva dire che non era molto interessato… Anche le mie figlie mi dicono spesso quando parlo e scrivo di modellismo che sono prolisso! Probabilmente è un destino comune. Ho provato la locomotiva articolo 2000 e la e macchina tipo FS 390 entrambe funzionano molto bene in entrambe le direzioni e non presentano le luci. La locomotiva articolo 475 invece, che è priva di un contatto strisciante, la devo revisionare in quanto attualmente non funziona. Sono interessato al suo libro sulla casa costruttrice, se ancora disponibile me ne tenga riservata una copia e magari ci sentiamo tramite messaggio privato.grazie ancora e Cordiali saluti Paolo
Coccobill 62

 
Messaggi: 187
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: [b]Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire![/b]

Messaggioda berto75 » 7 ott 2021, 23:01

Ecco la mia prima loco conti :yahoo: !!
DSCN6960 (2).JPG

DSCN6959 (2).JPG

niente di che è solo un modello basico, ma ha una sua magia .. [wub.gif]
apparentemente è identica a quella dell'amico Coccobill, ma in realtà sono modelli diversi .
Quella di Coccobill riporta la decal col numero 2000 (solo sulle fiancate della cabina mentre sui panconi curiosamente [lupe.gif] compare la doppia decal F.S! una destra e una a sinistra ) ed è per il funzionamento a corrente continua
loco e scatola 2.jpeg
loco 2000 dell'amico Coccobill si noti la doppia sigla F.S sul pancone , il numero 2000 è riportato sulla fiancata

, la mia invece è la versione per la corrente alternata e ha la decals 3002 sui panconi accanto a una decal F.S.
DSCN6975 (2).JPG

Il libro di Carlo Costamagna dice che la 3002 per la C/A fu in produzione dal 1952 al 1956 circa ,mentre la 2000 in C/C venne prodotta dal 1955 al 1958 circa.
LA 3002 è priva di illuminazione infatti i fanali sono finti , mentre la 2000 di coccobill ha la curiosissima particolarità di avere la carrozzeria adatta a ospitare l'alloggiamento dei fanali ,come ha evidenziato (3) lo stesso Carlo Costamagna, anche se non risulta illuminata a detta di Coccobill.
non ho ancora i binari adatti per collaudare la 3002 (46) ma chi me l'ha venduta ha detto che me li procura a breve.
lascio spazio alle foto buona serata a tutti contistici -4- berto75
ps caro coccobill mi piacerebbe vedere una foto dal sotto del tuo modello se possibile grazie!
Allegati
DSCN6966 (2).JPG
tre punti di contatto presenta sotto la 3002
DSCN6970 (2).JPG
DSCN6971 (2).JPG
DSCN6969 (2).JPG
DSCN6978 (3).JPG
berto75

 
Messaggi: 2918
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: [b]Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire![/b]

Messaggioda ftr212 » 11 ott 2021, 21:24

...sì, le 2000 non avevano alloggiamento x i fanali, il mantello era identico a quello delle 3002 (almeno esternamente) e i fanali erano finti, si trattava di un modello base, il più economico del listino. Circa le date di produzione, il range indicato nel libro è sempre accompagnato da un "circa" infatti si tratta di deduzioni solo in parte suffragate da documenti. Al tempo non si usava metter date sui cataloghi o altrove...spesso le omettevano volontariamente anche dai certificati...la data era "out" per chi non aveva una gamma in continuo aggiornamento. Come credo di aver già riferito, la 2000 di Coccobill utilizza il mantello della loco 6000, identica , ma con fanali. La 6000 era una delle prime versioni di macchine in corrente continua incluse negli ultimi cataloghi della corrente alternata.
C.C.
ftr212

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 30 dic 2011, 17:21

Re: [b]Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire![/b]

Messaggioda berto75 » 12 ott 2021, 14:37

Grazie mille (3) (3)per tutte le sue graditissime precisazioni documentarie signor Carlo!!
Non vedo l'ora di provarla la 3002 quando mi arriveranno i binari conti per C.A ...
cari saluti BERTO75
berto75

 
Messaggi: 2918
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: [b]Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire![/b]

Messaggioda Coccobill 62 » 15 ott 2021, 15:29

berto75 ha scritto: ps caro coccobill mi piacerebbe vedere una foto dal sotto del tuo modello se possibile grazie!


Ciao Berto! Ti posto la foto richiesta della locomotiva art 2000 vista da sotto.

WhatsApp Image 2021-10-15 at 14.57.57.jpeg
conti art 2000 vista da sotto


Come puoi vedere la Locotender art 2000 versione in corrente continua che ho io vista da sotto evidenzia i due contatti a fungo per la captazione della corrente sui binari e l'ingranaggio centrale che trasmette il moto ad entrambi gli assi della locomotiva.

Saluti

Paolo
Coccobill 62

 
Messaggi: 187
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: Locomotive conti CO.MO.GE.: Aiutatemi a capire!

Messaggioda berto75 » 15 ott 2021, 21:34

Grazie mille Paolo per la tua gentile (13) (13) foto! [lupe.gif]
Eh già il tuo modello essendo per la corrente continua non solo ha 2 funghi :lol: :lol: (contro i 3 della versione in C A),ma logicamente anche gli assi delle ruote isolate (vedi dischi di plastica verde assenti sul mio modello ) per il resto dovrei dire che siamo li ... invece no!
Infatti solo ora mi rendo conto che mi sono fregato da solo :oops: (x) se questa loco l'avessi comprata nella versione in corrente continua come la tua Paolo probabilmente non solo potevo già giocarci sui binari Rivarossi evitando una lunga attesa (almeno presumo che possa andarci visto che i carri merce conti che ho circolano senza problemi sui binari RR e quindi in teoria dovrebbero circolare anche le loco conti per corrente continua) ma evitavo anche di spendere soldi (I) per procurarmi binari e trasformatore conti appositi per la corrente alternata che il mio conoscente mi procura per 120 euro (dovrebbero arrivarmi entro una settimana) soldi che potevo invece dirottare per qualche altra loco o carri (46) . E poi spendere 120 euro in binari e trafo solo per farci girare questo singolo modello basico ..mah! , ma VA Bene lo stesso è andata così.
Comunque mi piace molto questo modello dalla forma semiaerodinamica e dalle vistose rivettature dei bulloni sulle fiancate mi dà l'idea di una piccola loco corazzata o blindata adatta per il traino di treni militari (penso ai 2 carri militari conti che ho cioè il pianale con carro armatino e cannone mercury e il pianale con i 2 camion giapponesi AHI ) [ops.gif] scusatemi ma sto già giocando con la fantasia !
buona serata a tutti -4- berto75
berto75

 
Messaggi: 2918
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Prossimo

Torna a Scala H0: Discussioni varie, Rotabili e Anteprime.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron