LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Giorgio » 14 gen 2020, 19:10

Giorgio

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2350
Iscritto il: 16 mar 2009, 13:23

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Max 851 » 14 gen 2020, 20:11

Allora, la curiosità era troppo forte e così, appena tornato a casa, ho intrapreso uno scavo archeologico nel soppalco! Il risultato è questo: sotto il telaio del tender, anteriormente, c'è la scritta su tre righe RR-Rivarossi-Made in Italy e il numero 15507, all'interno della cassa del tender c'è un rilievo a forma di "fungo capovolto" che sembrerebbe proprio la stessa scritta cancellata e, sotto, "for AHM" e il numero 15529, sotto il serbatoio del combustibile il numero 15575.
Ci sono tutti e quattro i fori per le viti, ma sono utilizzati solo quelli anteriori perché posteriormente la cassa è trattenuta al telaio da due dentini della cassetta attrezzi, facente parte del telaio, che si impegnano in due fori rettangolari sul bordo della cassa stessa.
La locomotiva non presenta alcuna scritta, nemmeno obliterata, sotto la piattaforma anteriore, mentre sotto il tetto della cabina appare il numero 15545 e, forse, potrebbe esserci una scritta cancellata ma si vede male perché è in corrispondenza della parete posteriore della cabina dove questa è incollata al tetto.
Infine, il motore è proprio quello "tipo Mehano".
Per Giorgio: il foglietto istruzioni è proprio quello, e compare regolarmente nell'apposita sezione del sito, però credo di averti mandato anche la scheda ricambi. Se non te la ritrovi te la rimando per email.
Ed ora che vi ho dato qualcosa su cui lavorare, buona serata a tutti.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 840
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 15 gen 2020, 14:02

Grazie Max per il tuo gentile contributo !! (3) (3)
dunque cerchiamo di riordinare le idee -1-[ph34r.gif]
la situazione sembra più incasinata (x) di quel che pensavo .
la tua Reno Rivarossi made in Italy del 1996 non è marchiata sotto LO SPARTINEVE come la mia Union Pacific IHC e ha alloggiato nel tender un motore tipo Mehano quindi uguale a quello della Union Pacific IHC , ok fin qui ci siamo quindi questo( grazie a te! -2- ) ci conferma che anche le loco old west Rivarossi originali D.O.C. più recenti furono dotate :yahoo: dello stesso motore tipo MEHANO al pari delle IHC .
la scritta RR made in italy della tua reno RR del 1996 compare sotto la parte anteriore del telaio del tender ok è logico sarà la nuova scritta che Rivarossi nel 1996 HA aggiunto al telaio del tender anonimo(completamente liscio ) IHC dopo che lo stampo le sarà stato restituito da Mehano .
quello che stona :? è la carrozzeria del tender della tua reno del 1996 che ha ancora i 2 fori posteriori /COME la vecchia reno anni 70 )assenti invece sul modello IHC .
mi ero infatti (erroneamente)convinto che la tua carrozzeria del tender, essendo stata modificata da MEHANO /IHC FOSSE SENZA I 2 FORI POSTERIORI.
ALLORA MI sono fatto l'idea che tale modifica sia stata fatta successivamente al 1996 .
Mi spiego meglio.
sul catalogo IHC del 1993 compaiono queste loco old west di fatto identiche alle Rivarossi e questi modelli sono in tutto undici e ognuno di essi è contraddistinto da un codice a 4 cifre .

ihccatalog1993pg11.jpg

Però il mio modello la 4-4-0 UNION PACIFIC non è sicuramente un IHC del 1993 sia perché riporta sulla confezione un codice a 5 cifre ,sia perché non compare nemmeno nell'elenco dei modelli OLD WEST IHC del 1993.
Può essere che mehano dopo la produzione per IHC DEL 1993 poco dopo (forse nel 1995 ) abbia reso gli stampi a RR e RR abbia rieditato direttamente questi modelli rimarchiandoli appunto RIVAROSSI MADE IN ITALY nella parte anteriore del telaio tender.
forse Rivarossi ha fatto un anteprima di questi modelli ufficiali per esportarli direttamente con il proprio marchio in America tagliando fuori mehano/ihc.
poi fatta questa produzione per soddisfare probabilmente un grosso ordine americano nel diciamo 1996 (anno della RENO di MAX) RR AVREBBE di nuovo ridato gli stampi a MEHANO che avrebbe fatto questa nuova produzione per IHC denominata premier series e assemblandola in Cina.
E ricancellando (x) :? :lol: NUOVAMENTE le scritte e facendo quella modifica nel tender cioè eliminando le ormai inutili 2 viti posteriori .
questa nuova produzione IHC ALLARGATA ad altre livree ( i modelli con i codici a 5 cifre sono 17) tipo la (us military , la general , la union pacific ecc. non previste nel 1993) sarebbe quindi successiva al 1996 magari realizzata tra il 1998/2000.
Dopodiché gli stampi sarebbero ritornati laught16 ancora e definitivamente a Rivarossi CHE avrebbe rieditato nuovamente i modelli nel 2001.
Quindi sarebbero i modelli old west Rivarossi DOC del 2001 che dovrebbero avere la nuova carrozzeria del tender CON I DUE SOLI FORI ANTERIORI .
NON SO SE MI SONO SPIEGATO LA MIA per quanto avventata è un ipotesi anche se mi pare tutt'altro che sballata e sto cercando prove al riguardo .
forse invece sono solo semplicemente impazzito (x) e sto dando i numeri .. ma resta da stabilire in che anno/i sono state prodotte le loco old west IHC CON CODICE A 5 CIFRE ? [ops.gif] che ne pensate voi?
-4- berto75
berto75

 
Messaggi: 2089
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Tricx » 16 gen 2020, 1:17

Caro Berto, scusa se mi ripeto e se insisto,...ma vedo che continui a "chiamare" quel motore come "Mehano" o "tipo Mehano"... anche dopo i messaggi sul punto, di cui alle pagine precedenti ( v. pag. 5 e 6 di questo filetto ). Mi sembra un pò fuorviante, posto che mi sembra più corretto indicare quel tipo di motori piuttosto come "generico / universale", posto che a un certo punto, mi sembra dagli anni '90, esso ha cominciato ad essere utilizzato un pò da tutti i costruttori nelle varie parti del mondo e non solo di trenini ma anche di giocattoli più in generale.
Per quanto riguarda il campo del modellismo ferroviario le varie Case hanno cominciato ad abbandonare i motori "tipici" che le caratterizzavano ( ad esempio Rivarossi aveva i vari tipi "suoi" che tutti conosciamo, Lima aveva il "suo" motore "G" ecc. ), ed hanno progressivamente adottato universalmente quella "tipologia" di motori, quasi identici l'uno all'altro, seppure con le "diversità interne" cui in queste pagine aveva fatto cenno Oliviero.
Per quanto riguarda Mehano, un "suo" vero motore tipico lo avevi mostrato tu (Berto) stesso nella discussione "NonsoloRR", della quale ti metto il rimando: viewtopic.php?f=53&t=5334&p=43055&hilit=NonsoloRivarossi#p42978

E analogamente io avevo messo immagini di motori Mehano veri e propri nella consimilare discussione "NonsoloRivarossi": viewtopic.php?f=53&t=4646

In quest'ultima discussione comparivano un paio di foto del nuovo tipo di motore "adottato" anche da Mehano, ma già del tipo "generico / universale", che puoi vedere qui:
download/file.php?id=17662&mode=view
download/file.php?id=17663&mode=view

Quanto a questo tipo di motori "generico / universale" mi piacerebbe sapere chi era stato a concepirlo e svilupparlo per primo.... anche se poi si è diffuso a macchia d'olio nel mondo... e magari migliorato in estremo oriente...

Quindi, scusa, Berto, la pignoleria, ma il fatto che il foglietto istruzioni delle tue loco di cui qui si parla sia stato stampato in Slovenia, non comporta di certo e con sicurezza che il motore delle stesse sia stato realizzato lì e non altrove... e da chissà chi...
Saluti...pignoli... :lol: ... Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Tricx » 16 gen 2020, 1:41

Lasciando da parte i motori e tornando alle carrozzerie, (... o meglio alle "stampate" di plastica...), sono propenso anch'io a ritenere che vi sia comunanza di stampi Rivarossi - Mehano - made in Slovenia o in Cina - IHC - Vattelapesca... :lol: ecc., pur con qualche "abrasione di marchi" o lievissima modifica nel tempo intervenuta.
Infatti certi particolari non denotano affatto la semplice "autonoma" realizzazione di uno "stesso modello" ispirato al "medesimo prototipo"...
Ad esempio si guardi l'immagine del posteriore del tender già messa da Berto:
download/file.php?id=34563&mode=view
Quella corda ( o cavo di acciaio che sia ), che senso avrebbe riprodurla assolutamente identica e con la stessissima forma e posizione, se non si trattasse del medesimo stampo ?
Almeno quel particolare, stampi diversi e costruttori diversi, non l'avrebbero certamente riprodotto in maniera diversa o magari del tutto omesso ?

A proposito, quello stesso particolare sopra accennato, come era sulle loco Pocher "originali" ?

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Max 851 » 16 gen 2020, 9:25

Ciao Riccardo,
chiedo scusa perché sono stato io che ho continuato a definire quel motore come "tipo Mehano", ma solo per semplicità e dando per acquisiti tutti i ragionamenti fatti in precedenza.
Certo queste affascinanti loco "western" sono fonte di interrogativi a non finire, vanno bene tutte le considerazioni fatte ma perché, ad esempio, nel caso del tender della mia Reno cancellare la scritta "RR Rivarossi made in Italy" all'interno della carrozzeria lasciando "for AHM", e marcare il telaio con un bel "Rivarossi made in Italy"? Perché cancellare ogni scritta sotto la piattaforma anteriore e sotto il tetto della cabina, lasciando solo i numeri - credo - dello stampo? In ogni caso la mia Reno è senz'altro Rivarossi "made in Como": scatola rossa ultimo tipo degli anni 90 con etichetta bianca con codice a barre, foglio istruzioni e scheda ricambi del 1996. A proposito, la scheda ricambi, che ho nuovamente inviato a Giorgio per una - spero - prossima pubblicazione sul sito, è relativa a tutte le 4-4-0 ed elenca tutti i tipi: Genoa, Reno, Inyo e American, nelle varie livree V.&T., K.C.St.L.&Ch., Santa Fe, W.&A. e U.P. e non compare mai la fatidica scritta "parte rifornibile fino ad esaurimento delle scorte", dal che sembrerebbe trattarsi di modelli tutti ancora in produzione o comunque recenti.
Comunque posso rispondere alla tua domanda: ho una Bowker Pocher del 1966 art. 806/2L/PO che ha sulla parete posteriore del tender lo stesso identico cavo d'acciaio arrotolato nello stesso identico modo.
La ricerca continua...
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 840
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 16 gen 2020, 17:26

Tricx ha scritto:Caro Berto, scusa se mi ripeto e se insisto,...ma vedo che continui a "chiamare" quel motore come "Mehano" o "tipo Mehano"... anche dopo i messaggi sul punto, di cui alle pagine precedenti ( v. pag. 5 e 6 di questo filetto ). Mi sembra un pò fuorviante, posto che mi sembra più corretto indicare quel tipo di motori piuttosto come "generico / universale", posto che a un certo punto, mi sembra dagli anni '90, esso ha cominciato ad essere utilizzato un pò da tutti i costruttori nelle varie parti del mondo e non solo di trenini ma anche di giocattoli più in generale.

Saluti...pignoli... :lol: ... Riccardo.

HAI RAGIONE :oops: è colpa dell'imprinting :lol: cioè quel motore come dicevo l'ho notato per la prima volta sui modelli mehano (EMD E 8 Made in slovenia , dockside mehano dell'amico Oliviero,e per ultimo queste loco old west IHC ) e inconsciamente quando lo vedo lo associo ai mehano..comunque non c'è dubbio che ,chiunque sia stato a produrli per primo, siano diventati universali ,come è stato dimostrato ,quindi d'ora in poi lo chiamerò come dici tu motore GENERICO/UNIVERSALE.
Tricx ha scritto:Infatti certi particolari non denotano affatto la semplice "autonoma" realizzazione di uno "stesso modello" ispirato al "medesimo prototipo"...
Ad esempio si guardi l'immagine del posteriore del tender già messa da Berto:
download/file.php?id=34563&mode=view
Quella corda ( o cavo di acciaio che sia ), che senso avrebbe riprodurla assolutamente identica e con la stessissima forma e posizione, se non si trattasse del medesimo stampo ?
Almeno quel particolare, stampi diversi e costruttori diversi, non l'avrebbero certamente riprodotto in maniera diversa o magari del tutto omesso ?
Saluti. Riccardo.

SONO PERFETTAMENTE D'ACCORDO con te [09.gif] infatti i modelli old west IHC non li ho mai considerati dei cloni ,la paternità di questi modelli è RR sono troppo perfette le riproduzioni dei medesimi particolari ,pure lo stesso numero di chiodature del tender si tratta dello stesso stampo RR modificato leggermente ALL'INTERNO (per quanto riguarda la carrozzeria del tender )con cancellazione totale (all'interno ) delle scritte e numeri di codice e eliminazione dei fori delle 2 viti posteriori.
Resta da capire quando sia avvenuta questa modifica dello stampo della carrozzeria del tender (secondo me poco dopo la realizzazione della RENO Rivarossi dell'amico MAX che è del 1996 DEL RESTO LE CONFEZIONI IHC VIOLA mi sembrano recenti come grafica della confezione .)
Tricx ha scritto:A proposito, quello stesso particolare sopra accennato, come era sulle loco Pocher "originali" ?

Saluti. Riccardo.

L'amico Max ce lo ha gentilmente confermato :smile: (13) con la J.W.BOWKER POCHER del 1966 io te lo confermo con la classica Genoa Pocher della Virginia & TRUCKEE anch'essa di quell'epoca (vedi foto sotto [lupe.gif] ho confrontato il RETRO tender della genoa POCHER CON il retro del tender di una Rivarossi in questo caso la William Mason della Baltimore and Ohio art.1541).
gIà che c'ero ho evidenziato sull'antico telaio del tender pocher le 2 famose viti posteriori che originariamente si avvitavano ai 2 fori posteriori della carrozzeria del tender Rivarossi .
-4- berto75
Allegati
002.JPG
CONFRONTO RETRO TENDER GENOA POCHER A SINISTRA E WILLIAM MASON RIVAROSSI A DESTRA IL CAVO D'ACCIAIO CON GANCIO è SEMPRE LO STESSO
CONFRONTO TELAIO TENDER POCHER E RR.jpg
CONFRONTO VECCHIOOTELAIO TENDER POCHER CHE è MOLTO SEMPLIFICATO E TELAIO TENDER RIVAROSSI TRADIZIONALE
berto75

 
Messaggi: 2089
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 16 gen 2020, 18:00

Max 851 ha scritto:C
Certo queste affascinanti loco "western" sono fonte di interrogativi a non finire, vanno bene tutte le considerazioni fatte ma perché, ad esempio, nel caso del tender della mia Reno cancellare la scritta "RR Rivarossi made in Italy" all'interno della carrozzeria lasciando "for AHM", e marcare il telaio con un bel "Rivarossi made in Italy"? Perché cancellare ogni scritta sotto la piattaforma anteriore e sotto il tetto della cabina, lasciando solo i numeri - credo - dello stampo? In ogni caso la mia Reno è senz'altro Rivarossi "made in Como": scatola rossa ultimo tipo degli anni 90 con etichetta bianca con codice a barre, foglio istruzioni e scheda ricambi del 1996.
La ricerca continua...
Massimiliano

infatti è una bella contraddizione ...tanto più che AHM nel 1996 era scomparsa da un bel pezzo cioè almeno da 12 anni..i(AHM se ora non ricordo male arrivò al 1984 prima di estinguersi per diventare IHC) in teoria se c'era una scritta da cancellare avrebbe dovuto essere proprio quel for AHM che non aveva più ragione di esistere nel 1996, invece è stata misteriosamente cancellata la scritta RIVAROSSI MADE IN ITALY però l'han rimessa sul TELAIO tender :lol: è difficile trovare una logica in questo pasticcio di cancellazioni totali o parziali … (x)
a proposito già che c'ero per curiosità ho aperto il tender della william mason Rivarossi art.1541 , naturalmente presenta i 2 fori posteriori della carrozzeria perchè è un modello Rivarossi anni 80 , però SORPRESA ! :-o sotto il tender caro Max c'è il tuo stesso fungo :lol: che cancella la scritta Rivarossi made in italy e lascia il for AHM e i codici stampo Rivarossi esattamente come all'interno della carozzeria tender della tua Reno del 1996.
la willliam mason è marchiata RR SOTTO LO SPARTINEVE e sotto il telaio tender e ha il motore RR cilindrico tradizionale .
LE INDAGINI PROSEGUONO... -4- BERTO75
Allegati
WILLIAM MASON MARCHIO RR.jpg
DSCN9244 - Copia.JPG
INTERNO CARROZZERIA TENDER WILLIAM MASON RR anche qui è stato cancellato il logo RR made in italy e mantenuta la scritta for AHM esattamente come sotto LA CARROZZERIA del TENDER della RENO RIVAROSSI del 1996 dell'amico MAX
DSCN9247.JPG
motore rr TRADIZIONALE william mason della B&O Rivarossi art.1541
berto75

 
Messaggi: 2089
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 16 gen 2020, 20:23

Anche sotto l'imperiale della cabina della WILLIAM MASON è STATA CANCELLATO [lupe.gif] il marchio RR ma è rimasto il for AHM e il codice numerico dello stampo RR come nella tua RENO RR del 1996 da quel che ho capito.
L'ALTRA loco è la genoa RR (non quella pocher !)classica .
enigmatici -4- berto75
Allegati
SCRITTE SOTTO TETTO CABINA LOCO WEST.jpg
berto75

 
Messaggi: 2089
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Tricx » 16 gen 2020, 20:45

Sintetizzando, in base ai discorsi fatti negli ultimi messaggi che precedono, mi state dicendo anche che tutte quattro i tipi delle locomotive "western" di Rivarossi avevano il tender il cui "deretano" ass1 presentava "quel cavo" con "quella stessa identica forma" ?

Sinceramente trovo quasi assurdo che di tanto in tanto modificassero gli stampi per particolari quasi irrilevanti e viceversa non avessero neppure diversificato i modelli di quattro locomotive diverse.... oltretutto su un "particolare" del tutto sui generis e assolutamente "opzionale"....
.....o forse ho capito male io ?

Grazie per l'eventuale chiarimento e saluti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron