Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.



Regole del forum
Potete utilizzare questa sezione per chiedere informazioni sul materiale fermodellistico, case che producono un particolare oggetto che vi serve e per condividere con tutti un particolare accessorio che avete trovato e che può venire utile a tutti coloro che hanno intrapreso una "avventura" modellistica.

Re: Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.

Messaggioda fabrizio » 11 nov 2019, 17:05

Avete atteso molto tempo. Grazie.
Tra pochi giorni riprenderanno i lavori di costruzione con i movimenti di terra per la realizzazione dei rilevati.
fabrizio romoli detto "faber"
senior citizen who plays with the true model train, constantly looking for new horizons
fabrizio

Avatar utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: 8 giu 2009, 17:09
Località: pisa città

Re: Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 13 nov 2019, 14:05

Bentornato Fabrizio....ti avevamo dato per disperso :cry: - :lol:
ATTENDIAMO FOTO DELL'OPERA FINITA! [lupe.gif]
:yahoo:
Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 4063
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.

Messaggioda fabrizio » 13 nov 2019, 23:00

Non ero scappato, ci sono ancora.
Spero in primavera di presentare un video su un tracciato limitato, parte di quello progettato.
queste le foto della ripresa dei lavori per la realizzazione del rilevato ferroviario.


DSC04904 rit rid.jpg
panoramica
Allegati
DSC04911rid rit .jpg
primi scarichi di inerti
DSC04907 rid .jpg
in attesa dei primi dumper carichi
fabrizio romoli detto "faber"
senior citizen who plays with the true model train, constantly looking for new horizons
fabrizio

Avatar utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: 8 giu 2009, 17:09
Località: pisa città

Re: Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.

Messaggioda fabrizio » 14 nov 2019, 10:45

Buongiorno ragazzi.
Nella foto "in attesa dei primi dumper carichi" si vedono le modine. Le modine servono a rappresentare la direzione, la larghezza e l'altezza del rilevato.
La prima è evidente, le altre due si riconoscono dai piccole segnali bianchi alle loro estremità.
Allego due foto con le modine fuori opera, in studio.
Alla prossima.
Ciao, raga!!

DSC04918 rit rid .jpg
DSC04920 rit rid .jpg
fabrizio romoli detto "faber"
senior citizen who plays with the true model train, constantly looking for new horizons
fabrizio

Avatar utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: 8 giu 2009, 17:09
Località: pisa città

Re: Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.

Messaggioda fabrizio » 12 feb 2021, 20:04

Nonostante le restrizioni per Covid 19 (spesso preferisco rimanere in casa) avevo portato avanti l'armamento anche nel tratto che avete visto interessato dai movimenti di terra.

Qualche giorno fa alcuni ragazzini sono entrati nella proprietà cercando di recuperare il loro gatto che era scappato.
Sono entrati nella “mia” area e hanno calpestato i binari “distruggendo” il lavoro di mesi (saltuari).
Gli urli che ho dato li hanno fatti scappare. I ragazzini, la mamma che li accompagnava e anche il gatto.
Ho recuperato quasi tutto e ho avuto la conferma che colle, resine etc. attaccano poco sulle superfici lisce e, soprattutto, resistono poco alle intemperie.
I piccoli pezzi di plexiglass che mi servono da distanziatori dotto il binario si sono, in gran parte, staccati. Per rendere più stabile il tutto li incollerò di nuovo per tenerli fermi nella seconda nuova fase di fissaggio. Con le cineserie credo (meglio spero) di avere risolto il problema. Fermerò il tutto con micro viti autofilettanti M1 x 3 o 4mm. dopo avere forato con una punta da 0,7/0,8 mm. sia la traversa che il plexiglass.
Un simile intervento porterà via poco tempo visto che i binari sono già liberi. Dovrò ripulirli dalla sporcizia che si è attaccata alla parte inferiore, ma si fa bene con uno spazzolino (anche da denti). Poi incollerò gli spessori saltati, quasi tutti uno ogni cm. 20/25. Le mie stime portano a un impiego di tempo di circa 4/6 ore per “sistemare” i 3,6 metri di binario divelto. A questo punto preparerò anche i restanti 2,5/3,0 metri che servono al completamento del tratto minimo che servirà a far vedere il funzionamento del treno non alimentato dal binario.

Altri suggerimenti per colle (non per il Colle, sia chiaro), saldature o altre “genialate”?
Allegati
DSC05131rid1.jpg
vediamo il foro sulla traversa che attraversa anche il plexiglass e il foro,
quello più grosso sullo spessore di plexi per il fissaggio del binario al sottofondo
DSC05135 rid.jpg
la vite che ancola la travelsa allo spessole di plexiglass. il cacciavite,
appoggia su un magnete pel "calamitale le viti. Se non si è capito si
tlatta di attlezzi cinesi
fabrizio romoli detto "faber"
senior citizen who plays with the true model train, constantly looking for new horizons
fabrizio

Avatar utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: 8 giu 2009, 17:09
Località: pisa città

Re: Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 13 feb 2021, 2:43

Non dico Bentornato dato che ho "percepito" la tua presenza sul forum ma ti dico Benritrovato per questo lavoro che ci mostri ma è trascorso circa un anno e mezzo dall'ultimo intervento, io comincio ad avere una certa età, la memoria diventa lacunosa e non sono più sicuro di ricordare le tecniche che hai impiegato e l'evoluzione del lavoro. Forse dovresti farci un "riassunto".
Mi par di ricordare che avevamo avuto una platonica discussione sull'uso del vinavil che ti avevo sconsigliato ma questa parte dei distanziatori di plexiglass proprio non la ricordo. Quindi (ammesso che sia capace di farlo) non sono in grado di proporre consigli poichè mi sfugge il problema (x)
Forse qualche foto in più e una breve narrazione sintetica degli ultimi procedimenti sarebbe utile.
Cordiali saluti da Oliviero e buona prosecuzione dei lavori.
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 4063
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Messaggioda andrea_fs » 16 feb 2021, 9:41

Ciao a tutti, interessantissimo progetto, soprattutto in HO, di solito impianti di questo tipo sono realizzati in scale maggiori. Essendo comparso nel forum posteriormente ai tuoi post iniziali, non l'avevo ancora visto. Posto che la conducibilità dei binari non è un problema, volevo chiederti come fai per tenere in ordine gli scambi, ne ho visti almeno due, e se sono (come immagino) manuali. Per il plexiglass vedo che hai risolto con le microviti, non so se con i chiodini + colla otterresti un risultato analogo. Suppongo che nel foro centrale passi una vite con una sorta di fischer nel terreno, giusto? Grandissimo lavoro, complimenti, il fascino di un'ambientazione "reale" è senza eguali. Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 648
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.

Messaggioda fabrizio » 16 feb 2021, 20:21

Rispondo a Oli e a Andrea-fs
Dice Oli: ... ma questa parte dei distanziatori di plexiglass proprio non la ricordo ...

Hai ragione Oli, pretendo troppo. Non posso chiedere di ricordare tutto.
Sono stato tratto in inganno dal tuo “avatar”, poi ho riletto uno scritto (Luoghi e momenti della prevenzione nell’abitazione integrata). Guardando la data di edizione e ricordando alcune foto di un mercatino con qualche capello bianco, ho capito che, forse, è meglio non guardare l’avatar. :lol: :lol:

Andrea_fs invece di dice: suppongo che nel foro centrale passi una vite con una sorta di fischer.

Il fondo sul quale appoggio i binari non segue l’andamento del tracciato ma è una soletta con la pendenza per portare via l’acqua di pioggia. Su di essa costruisco e costruirò la linea del tracciato con le quote previste dal progetto impiegando una sabbia grossolana, quasi un mini conglomerato, che una volta bagnata e assestata si rimuove con difficoltà. Su di essa poso un listello di polistirolo estruso che viene fermato con un po’ di malta. È sul polistirolo che fermo il binario con le viti di ottone.
Gli scambi, oggi sono manuali. Per il futuro, ad oggi incerto, tant’è che nel mio scritto, non c’è ancora un capitolo specifico, penso al comando digitale di servomotori da RC salvo altre idee che oggi non ho.

Inserisco alcune foto a chiarimento
Allegati
DSC04023 faber 1_ridimensionare seppia.jpg
ipotesi di foto copertina
DSC03193_ridimensionare.JPG
posa e fissaggio di listelli in polistirolo estruso 1
DSC03195_ridimensionare.JPG
posa e fissaggio dei listelli di poliuretano estruso 2
DSC04161 rid.jpg
posa dei binari
DSC03571_ridimensionare.jpg
posa binari particolare 1
DSC03748_ridimensionare.JPG
posa dei binari altro particolare 2
DSC03749_ridimensionare.jpg
posa dei binari altro particolare 3
fabrizio romoli detto "faber"
senior citizen who plays with the true model train, constantly looking for new horizons
fabrizio

Avatar utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: 8 giu 2009, 17:09
Località: pisa città

Re: Impianto scala H0 in giardino, all’aperto.

Messaggioda andrea_fs » 17 feb 2021, 14:35

Ciao Faber, grazie della risposta. Il problema dell'elettrificare gli scambi è legato all'esposizione alle intemperie (e agli intrusi), non la vedo semplice da realizzare. La butto lì, da profano, ma se riparassi il tutto con una struttura trasparente, tipo plexiglass ancorato (ma facilmente svincolabile) da strutture in acciao? Ancora complimenti, buon lavoro. Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 648
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Precedente

Torna a Scala H0: Discussioni varie, Rotabili e Anteprime.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron