Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo



Regole del forum
Potete utilizzare questa sezione per chiedere informazioni sul materiale fermodellistico, case che producono un particolare oggetto che vi serve e per condividere con tutti un particolare accessorio che avete trovato e che può venire utile a tutti coloro che hanno intrapreso una "avventura" modellistica.

Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Pecetta » 6 nov 2012, 0:29

Stavo pensando a come potrei mai togliere le scritte da un vagone RR danneggiato e riportarle su un vagone di colore e forma uguale ma con quest'ultime cancellate e mi è venuta in mente la tecnica dei restauratori di vecchi edifici o chiese e che consiste nello 'strappare' un affresco da un muro e di riportarlo intero su una superficie nuova.
Qualora quello che sostengo vi sembrasse fantascienza vi dico che non lo è e che ad esempio questa tecnica 'dello strappo' è stata usata anche a L'Aquila dopo il terremoto... o forse era ad Assisi? [ph34r.gif]

Quindi la domanda é:
Sarebbe possibile ultilizzare questa tecnica anche per i rotabili e se sì, come?

Bye
Cerco pezzi e parti di trenini Rivarossi 1:80 in PM!

Direttive Aliene:
Rivarossi 1:80 NON si modifica
Rivarossi 1:80 si restaura e lo si fa il più vicino possibile a come l'oggetto era in origine.
Costi quel che costi!
Pecetta

 
Messaggi: 424
Iscritto il: 18 feb 2012, 0:00
Località: Non sono sulla Terra

Re: Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Rotaiedel75 » 14 dic 2012, 3:04

Ciao, scusa e come sarebbe questo strappo sulla plastica? :lol: Io di restauri ne ho fatti a centinaia e ti garantisco che un intonaco o muro non è una parete sottile in plastica... Mi sembra un tentativo impossibile e che darebbe davvero brutti risultati...
Quello che si può fare è riprodurre tramite calco dell'originale parti mancanti o rotte, ma per le scritte ci vogliono le decals.

Ciao!
Rotaiedel75

Avatar utente
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 14 dic 2012, 2:04

Re: Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Rotaiedel75 » 18 dic 2012, 16:10

Forse per strappo intendevi strappo muscolare alla mascella dopo una bella risata? :lol:
Rotaiedel75

Avatar utente
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 14 dic 2012, 2:04

Re: Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Pecetta » 19 dic 2012, 21:15

Rotaiedel75 ha scritto:Ciao, scusa e come sarebbe questo strappo sulla plastica? :lol: Io di restauri ne ho fatti a centinaia e ti garantisco che un intonaco o muro non è una parete sottile in plastica... Mi sembra un tentativo impossibile e che darebbe davvero brutti risultati...
Quello che si può fare è riprodurre tramite calco dell'originale parti mancanti o rotte, ma per le scritte ci vogliono le decals.

Ciao!


So che per i restauri tramite calco ecc. ecc. è possibile ed incomincio a pensare che probabilmente con lo 'strappo' non si può ma è proprio sollevando un tal problema che poi s'incomincia a parlarne, quindi non è detto che di fronte ad una possbilità del genere ci si debba per forza rinunciare in principio.
In fondo nessuno le sa tutte no? Ed è altrettanto vero che a volte quello che tutti ritengono di dover escludere... e zac! Ecco che si dimostra il contrario.
Ne volevo parlare insomma. Sollevare il problema e valutare le possibilità.

Orbene in un'altra thread ho parlato di riprodurre delle scritte partendo dal concetto dei normali timbri ed anche lì si era detto che è quasi impossibile...
Però della scritta e424 079 ho già trovato un vecchio timbro che ha il 9 ed il 4 di grandezza uguale e sto pensando a Gutenberg...
Mi mancano solo gli altri numeri e la E! [lupe.gif]

Rotaiedel75 ha scritto:Forse per strappo intendevi strappo muscolare alla mascella dopo una bella risata? :lol:


Attento perché se te la strappi adesso poi ti tocca saltare tutti i cenoni! -1-

A proposito e per curiosità, tu svernici la plastica con l'olio dei freni o con qalcos'altro?

Bye
Cerco pezzi e parti di trenini Rivarossi 1:80 in PM!

Direttive Aliene:
Rivarossi 1:80 NON si modifica
Rivarossi 1:80 si restaura e lo si fa il più vicino possibile a come l'oggetto era in origine.
Costi quel che costi!
Pecetta

 
Messaggi: 424
Iscritto il: 18 feb 2012, 0:00
Località: Non sono sulla Terra

Re: Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 20 dic 2012, 2:38

Il sistema dello "strappo" è attuabile su i dipinti parietali in affresco.
L'affresco è una tecnica in cui la pittura (ad acqua) viene realizzata su intonaco ancora fresco in modo che la tinta penetri nell'impasto asciugando insieme ad esso. Questo rende un dipinto in affresco, assai più duraturo della pittura "a secco".
Il grande pittore Leonardo da Vinci (che non amava la tecnica dell'affresco) tentò di trovare delle alternative "a secco" ma con esiti disastrosi.
Per lo "strappo" i restauratori staccano dal muro tutto lo spessore dell'intonaco dipinto (qualche centimetro!!)
Quindi non viene asportata la vernice ma buona parte dell'intonaco.
Come vedi non c'è alcuna affinità tra affresco e decals.
Anche i dipinti ad olio su tavola o su tela si possono trasferire ma è un lavoro complesso per tecnici super-esperti che comunque comporta la distruzione della base originale
Le decalcomanie sono sottilissime pellicole con un sottostrato colloso solubile in acqua. Quando una decalcomania è recente è teoricamente possibile staccarla inumidendola con ovatta bagnata e con grande difficoltà si può staccare e trasferire (in passato l'ho fatto) ma i risultati non sono mai stati soddisfacenti : lo strato colloso ormai sciolto, non si attacca più. Nei rarissimi casi in cui sono riuscito, la decal appariva opaca, lattiginosa e sbiadita
Nel caso di una decalcomania vecchia non c'è alcuna possibilità di riuscita essendo ormai la pellicola irrimediabilmente secca. Al primo tentativo si distrugge irrimediabilmente
Come se non bastasse ti ricordo che la maggior parte delle scritte RR non sono decalcomanie ma tampografie. Quindi è solo vernice/inchiostro sulla plastica
Cercare di toglierla sarebbe come cercare di staccare i caratteri stampati sulle pagine di un libro
Rassegnati! non è possibile.
Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3442
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Rotaiedel75 » 27 dic 2012, 2:16

A proposito e per curiosità, tu svernici la plastica con l'olio dei freni o con qalcos'altro?



No l'olio dei freni lo metto nei freni...
Rotaiedel75

Avatar utente
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 14 dic 2012, 2:04

Re: Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Pecetta » 27 dic 2012, 15:07

Rotaiedel75 ha scritto:No l'olio dei freni lo metto nei freni...


Eppure sembra che svernicia benissimo... :mrgreen:

Bye
Cerco pezzi e parti di trenini Rivarossi 1:80 in PM!

Direttive Aliene:
Rivarossi 1:80 NON si modifica
Rivarossi 1:80 si restaura e lo si fa il più vicino possibile a come l'oggetto era in origine.
Costi quel che costi!
Pecetta

 
Messaggi: 424
Iscritto il: 18 feb 2012, 0:00
Località: Non sono sulla Terra

Re: Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Rotaiedel75 » 1 gen 2013, 3:49

L'affresco è una tecnica in cui la pittura (ad acqua) viene realizzata su intonaco ancora fresco in modo che la tinta penetri nell'impasto asciugando insieme ad esso. Questo rende un dipinto in affresco, assai più duraturo della pittura "a secco".


Scusate ma Oliviero è il Tutor/Tutorial di Pecetta? Gli risponde anche sulle tecniche da affresco... laught16 laught16 laught16 laught16

Questo post è un fuori tema da Paura! bath
Rotaiedel75

Avatar utente
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 14 dic 2012, 2:04

Re: Scritte (o decals?) e tecnica dello strappo

Messaggioda Pecetta » 1 gen 2013, 16:20

Rotaiedel75 ha scritto:Questo post è un fuori tema da Paura! bath


...e allora ti vengo dietro dicendo che se qui vale la regola (e non lo so se vale) che dice 'è il proprietario' della thread è colui che la apre a me mi sta benissimo vontinuare così...

[09.gif]

bye
Cerco pezzi e parti di trenini Rivarossi 1:80 in PM!

Direttive Aliene:
Rivarossi 1:80 NON si modifica
Rivarossi 1:80 si restaura e lo si fa il più vicino possibile a come l'oggetto era in origine.
Costi quel che costi!
Pecetta

 
Messaggi: 424
Iscritto il: 18 feb 2012, 0:00
Località: Non sono sulla Terra


Torna a Scala H0: Discussioni varie, Rotabili e Anteprime.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti