Curiosità e domande sulla scala S



Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda Dario 1957 » 29 ott 2011, 15:31

Ieri ho avuto fra le mani il libro pocket Mondadori "Treni in miniatura"di Mark Jasinski(1969) :il plastico in copertina, recita la didascalia interna, è di un tale di Norimberga ma in scala S,di stile USA.

Secondo me si potrebbe dire che come l' H0 è la "half"(metà)della 0,la S dovrebbe chiamarsi h1 e cioè,la metà della scala 1 che com'è noto ha un rapporto di 1:32.La S sta per "sixtyfour"(64....come gli anni dellla famosa canzoncina dei Beatles);intanto chiedo chi fra noi anche solo per collezione,ha qualche modello in questa scala e di che marca? oggi esiste ancora una produzione? presumo che sia una scala nata in USA o sbaglio??

Saluti in 1:64!
Dario 1957

 

Re: Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda Dario 1957 » 29 ott 2011, 20:38

A proposito se non ricordo male il plastico FS dell'ing. Minucciani sembra che fosse realizzato con questo rapporto di riduzione(c'era un articolo dell'ing.Mascherpa su ITRENI basato su racconto-intervista fatto con l'allora già anziano Minucciani).
Dario 1957

 

Re: Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda Talgo49 » 29 ott 2011, 22:11

La scala S è tipicamente americana; è disponibile una discreta produzione in questa scala e vi sono negli USA molti modellisti che realizzano plastici in S. I vantaggi e gli svantaggi sono evidenti.

Gianni
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1800
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda Dario 1957 » 29 ott 2011, 22:31

Nonostante tali importanti realizzazioni la figura di Minucciani è comunemente associata all'ormai perduto plastico del museo di Roma Termini, realizzato sotto la sua guida dal personale dell'officina del deposito locomotive di Bussoleno nel 1937 a scopo didattico. Esso riproduceva in scala S (1:64) lo scalo di Milano Smistamento, con i suoi fasci di binari, la sella di lancio e la rimessa circolare con piattaforma girevole. Esposto in varie occasioni in Italia e all'estero...



da Wikipedia
Dario 1957

 

Re: Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda merlotrento » 2 nov 2011, 11:25

ricordo molto diffuse produzioni in scala S(1/64) in latta litografata di treni più gocattolo che modello in DDR(Germania Est) negli anni 50/60
pietro
merlotrento

Avatar utente
 
Messaggi: 687
Iscritto il: 1 apr 2011, 21:05


Re: Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda Dario 1957 » 2 nov 2011, 19:00

Grazie Pietro!

(ps: ci siamo conosciuti a Novegro il sabato... io ero in compagnia del MarioNe di Treviglio!)
Dario 1957

 

Re: Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda merlotrento » 3 nov 2011, 11:28

merlotrento

Avatar utente
 
Messaggi: 687
Iscritto il: 1 apr 2011, 21:05

Re: Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda Dario 1957 » 3 nov 2011, 11:33

LA BUB! mio fratello aveva un trenino della Bub del quale possiede ancora il trasformatore!
Grazie.
Dario 1957

 

Re: Curiosità e domande sulla scala S

Messaggioda merlotrento » 3 nov 2011, 11:35

di Scala S e Bub se ne era parlato qui
http://www.ferramatori.it/forum/viewtopic.php?f=85&t=1058
merlotrento

Avatar utente
 
Messaggi: 687
Iscritto il: 1 apr 2011, 21:05


Torna a Le Altre Scale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite