MARKLIN DI MIO NONNO



Regole del forum
Potete utilizzare questa sezione per chiedere informazioni sul materiale fermodellistico, case che producono un particolare oggetto che vi serve e per condividere con tutti un particolare accessorio che avete trovato e che può venire utile a tutti coloro che hanno intrapreso una "avventura" modellistica.

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda berto75 » 26 dic 2020, 23:10

Max 851 ha scritto:Comunque, all'epoca desideravo una 3047 e, soprattutto, la volevo nuova, e l'unico sistema era quello di trovarne una da montare. Certo, oggi penso che cercherei con un po' di pazienza un buon usato su ebay.de.

Hai fatto benissimo (13) (13) !! Ma non ho capito bene l'hai poi montata ? Comunque 400.000lire ai tempi della lira costituivano già una bella cifra impegnativa..
Ecco sotto altra loco di mio nonno questo è un modello svizzero art.3014 mi ha sempre colpito per il suo peso impressionante ,almeno rispetto ai RR.
buona prosecuzione di feste a tutti -4- berto75
Allegati
009 (3).JPG
3014.jpg
012 (2).JPG
011 (2).JPG
013 (2).JPG
015 (2).JPG
016 (2).JPG
018 (2).JPG
019 (2).JPG
DAVANTI STAZ..jpg
berto75

 
Messaggi: 2926
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda berto75 » 26 dic 2020, 23:15

Ultime foto :
Allegati
017 (2).JPG
020 (2).JPG
berto75

 
Messaggi: 2926
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda Max 851 » 27 dic 2020, 12:06

Ciao Berto, certo che l'ho montata. Non ho mai acquistato un trenino con l'idea di rivenderlo e di guadagnarci, ma solo perché mi piaceva e per giocarci o semplicemente per guardarmelo. L'unica scatola di montaggio ancora da montare che possiedo è quella di un carro a sponde basse 4903, ma solo perché di carri come quello ne ho altri quattro o cinque, ma prima o poi ci metterò mano...
Anche la 3014 ce l'ho, presa sempre come teilesatz nello stesso negozio dove avevo preso la 3047, che mi aveva mandato l'elenco dei modelli allora disponibili. Veramente avrei voluto una 3023 (E 18 DB), ma costava un po' cara e ci pensai troppo a lungo, così quando telefonai per ordinarla non ce ne erano più e presi la 3014, cioè la Re 4/4 SBB. Bellissimo modello anche questo, ricordo che lo montai in pochissimo tempo e senza alcuna difficoltà, dopo l'esperienza fatta con la 3047 e, prima ancora, con la 3001 (E63).
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 1035
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda balboni gian luca » 27 dic 2020, 20:51

Nelle cose datomi dal mio benefattore della Conti, vi era anche materiale Marklin. Tra cui una scatola completa n°CM 805 3, avendola cercata in internet ne ho trovate una infinità, ma tutte con la terza rotaia puntinata. La mia ha le tre rotaie continue, inoltre la locomotiva è marcata 89005 e non come quelle che si trovano marcate 89028. Chiedo a Massimiliano, che penso sia un amante ed esperto del Marklin, se sa dirmi qualcosa in proposito.
Allego alcune fotografie.
IMG_0243.JPG

IMG_0264.JPG

IMG_0239.JPG

Saluti ed auguri a tutti Gian Luca
balboni gian luca

 
Messaggi: 148
Iscritto il: 16 dic 2011, 20:01

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda Max 851 » 28 dic 2020, 10:58

Ciao Gian Luca,
nella prima metà degli anni 50 Maerklin produceva due tipi di binari: quelli con la terza rotaia continua (serie 3600) e quelli "modello" (serie 3900) con la massicciata di metallo e le traversine di plastica con al centro i "punti di contatto" praticamente invisibili. In pratica la terza rotaia c'era ancora, ma correva sotto la massicciata. Questi ultimi binari erano molto più raffinati ma anche molto costosi, così nel 1956 Maerklin lanciò i nuovi binari 3601, in pratica simili ai 3600, quindi con le traversine di metallo facenti parte dello stampo della massicciata, ma con i punti di contatto come i 3900, solo che essendo le traversine di metallo i fori dovevano essere più larghi per evitare corti circuiti, quindi l'aspetto era meno bello dei 3900. C'è da dire, inoltre, che i 3900 avevano raggi di curva molto più ampi, mentre la curva standard dei 3601 e dei 3600 dai quali derivavano era di soli 360 mm. Insomma un compromesso, che tuttavia si rivelò vincente tanto che i nuovi binari (denominati 5100 dal 1957) soppiantarono in breve entrambe le serie precedenti. Consultando i cataloghi dell'epoca si vede che la tua confezione CM 805/3 fino al 1955 aveva i binari con la terza rotaia 3600, mentre nel 1956 veniva offerta con i nuovi binari 3601 con i punti di contatto.
Quanto alla locomotiva, uscita nel 1953 come CM 800 e rinumerata 3000 dal 1957, venne prodotta a seconda degli anni con i numeri di servizio 89 005 e/o 89 028. Non chiedermi perché, è un mistero anche per me! Nella vasta e longeva produzione Maerklin ci sono state locomotive prodotte per decenni con lo stesso numero di servizio, per esempio la Br 24, e altre che lo hanno cambiato più volte come la V 200 o, appunto, la Br 89. Per di più, si trattava di numeri in rilievo sulla carrozzeria, quindi credo che ogni volta si dovesse intervenire sullo stampo. Perché poi, chissà?
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 1035
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda balboni gian luca » 28 dic 2020, 13:14

Grazie Massimiliano per l'esauriente risposta, desumo che la mia confezione sia del 1955 o prima. Hai ragione riguardo alla numerazione della locomotiva, risulta incomprensibile modificare uno stampo per due soli numeri in quanto è comunque un costo aggiuntivo anche se di poco conto. Sarebbe bello sapere le motivazioni che hanno indotto la Marklin ad affrontare tale spesa: Grazie ancora e cordialissimi saluti Gian Luca
balboni gian luca

 
Messaggi: 148
Iscritto il: 16 dic 2011, 20:01

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda 3-nino » 28 dic 2020, 20:26

Se vuole una indicazione ulteriore sull'anno di produzione, si può desumere da due elementi: la scatola del 53 aveva la tramoggia basculante in plastica del carro tinta in argento ,dal 54 rossa in pasta come la sua; gli assi dei vagoni era pieni fino al 54 compreso e sottili alle estremità dal 55 in poi. Dal 56 i binari della confezione hanno i punti di contatto. Quini se i vagoni dalla confezione hanno gli assi senza estremità assottigliate la confezione è del 54, se sono assottigliate è del 55, saluti
3-nino

 
Messaggi: 387
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda berto75 » 31 dic 2020, 16:55

Interessantissime queste vostre informazioni !
Molto bella la confezione di Balboni [lupe.gif] [09.gif] è esteticamente identica alla mia che ho postato all'inizio di questo tread anche se poi naturalmente cambia completamente il contenuto.
Per Balboni riporto sotto foto di una pagina del kolls del 2015 dove è riportata valutazione della sua loco con numero di servizio 89005 , naturalmente la valutazione è riferita alla sola locomotiva (sul mio kolls non trovo le sigle di questi impianti iniziali marklin) il suo modello è valutato 50 euro (nel 2015).
Quella evidenziata in giallo invece è la mia ben più recente versione che mi era stata regalata da bambino.
posto poi foto di altra carrozza della raccolta di mio nonno che fascino hanno le carrozze in latta!
buon anno nuovo a tutti berto75 [09.gif]
Allegati
021 (3).JPG
bagagliaio svizzero con 4 portiere scorrevoli
007 (2).JPG
001 (2).JPG
003 (2).JPG
005 (2).JPG
006 (2).JPG
002 (2).JPG
berto75

 
Messaggi: 2926
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda Max 851 » 31 dic 2020, 17:36

Ciao Berto, scusa la curiosità, i pochi Koll che possiedo sono più vecchi, non capisco che significa la descrizione della versione 4 del 1959-61, che sarebbe dotata di una (per me) misteriosa funzione "SpS3". Immagino che nelle pagine iniziali del Koll ci sia, come al solito, una legenda...
Stai a vedere che per una volta puoi essere tu a illuminarmi su un argomento Maerklin!
Buon 2021 a tutti!
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 1035
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: MARKLIN DI MIO NONNO

Messaggioda 3-nino » 31 dic 2020, 19:39

due lampade; 3 lampade. La tre lampade sale al 4^ posto rispetto ai Koll più vecchi perchè nel frattempo si è scoperto che la CM800 è diventata 3000 nel 58, presumo mantenendo due lampade, diventando la terza versione. Poi, la locomotivetta, ha indossato le tre lampade nel 59. Nelle precedenti edizioni si datavano 3000 e tre lampade dal 59 e quindi ,sbagliando, si presentava come 3^ versione. 3-nino
3-nino

 
Messaggi: 387
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

PrecedenteProssimo

Torna a Scala H0: Discussioni varie, Rotabili e Anteprime.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron