Aln 772- 3424 G.T. Art.2019



Regole del forum
Potete utilizzare questa sezione per chiedere informazioni sul materiale fermodellistico, case che producono un particolare oggetto che vi serve e per condividere con tutti un particolare accessorio che avete trovato e che può venire utile a tutti coloro che hanno intrapreso una "avventura" modellistica.

Aln 772- 3424 G.T. Art.2019

Messaggioda Tricx » 28 dic 2013, 13:47

Domenica scorsa, ad una borsa scambio, ho acquistato il modello in oggetto: a casa provata sui binari, funziona abbastanza bene....quindi Ok.
E' però il mio primo modello di tale marca, che in precedenza conoscevo solo di nome e per qualche esemplare visto su pubblicazioni o in fotografia.
So che è una marca artigianale o "semiartigianale", come la definisce Gabriele Moschetto in un suo post.
Però altro non so ed anche ricerche sulla rete (ma magari non ho saputo cercare nei posti giusti), non mi hanno dato esito.
Quindi volevo sapere anzitutto: è ancora esistente ed attiva ? Dove eventualmente, che lo sia o meno, posso trovarne notizie ?

I foglietti allegati alla confezione indicano la seguente ragione sociale: "G.T. Modelli S.r.l., Via A.Mauri 34, 00135 Roma" seguito da un numero telefonico a sole sei cifre, che mi sembra un pò cortino e un pò troppo datato, per essere a Roma.

La scatola, di colore marroncino, (che ignoro sia originale o meno) reca su un lato un'etichetta stampata con l'indicazione "Aln 772 - 3424 OM, Art. 2019 GT ".
All'interno vi è una culla di plastica bianca preformata con la forma del modello.
Il foglietto allegato contiene informazioni e disegni con le misure del mezzo ferroviario reale e nulla dice sul modello, sulle sue caratteristiche, motore, istruzioni smontaggio-manutenzione, ecc.

Appena posso metto foto di modello e scatola.

Però se qualcuno avesse intanto informazioni di qualsiasi tipo su questa marca e sulle sue caratteristiche produttive, nonchè sul modello, con particolare riferimento al modo di aprirlo senza fare danni, per eventuali interventi, gliene sarei veramente grato.

Tra l'altro ho notato che le luci non si accendono e ciò mi sembra dovuto a guasto, non certo a carenza di un modello di tale tipologia.

Un'ultima domanda: ho constatato, nel provarla, che il carrello, sia motore, sia quello folle, hanno scarsa possibilità di rotazione, tant'è vero che l'ho potuta fare andare solo in rettilineo avanti e indietro. Arrivata alle curve del tracciato di prova, che non sono neppure troppo strette, essendo 92 cm di diametro, si blocca e in caso di maggiore velocità mette le ruote fuori dai binari.
Spero che almeno con le curve di diametro 100 o 120 (vecchi Rivarossi d'annata), possa andare.

Ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte e invio i miei più calorosi saluti a tutti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1398
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Aln 772- 3424 G.T. Art.2019

Messaggioda MauroT » 28 dic 2013, 14:55

Ciao Riccardo, prova a questo indirizzo:

GT MODELLI SRL VIA DELLE BENEDETTINE 11 - 00135 ROMA TEL. 0630601210

ma credo non abbiano un sito Internet.
Ciao
Mauro
La vera misura di un uomo si vede da come tratta qualcuno da cui non può ricevere niente in cambio (Samuel Johnson)
MauroT

Avatar utente
Amministratore
 
Messaggi: 1269
Iscritto il: 3 nov 2008, 20:01
Località: steso su un binario

Re: Aln 772- 3424 G.T. Art.2019

Messaggioda Tricx » 29 dic 2013, 0:15

Grazie, Mauro, della risposta, ma vista la Tua vasta conoscenza delle varie case modellistiche, non sapresti darmi qualche ragguaglio tecnico in più, di carattere generale sul modello / marca in oggetto ?

In aggiunta a quanto in precedenza detto, preciso che il modello marcia in direzione opposta a quella di tutte le altre loco: potrebbe essere una caratteristica della ditta in questione, oppure si tratta di qualche manomissione/escamotage del (o dei) precedente/i proprietario/proprietari ?

Cordialissimi saluti.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1398
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Aln 772- 3424 G.T. Art.2019

Messaggioda Tricx » 5 mar 2014, 20:02

Richiamo quanto già detto in precedenza nei miei due precedenti messaggi descrittivi della situazione.

Al momento l'unico precedente sul forum riguardante questa loco e questa marca l'ho trovato (impropriamente sistemato) nella sezione "Modellismo praticato-Elaborazioni,autocostruzioni e modelli in kit", sotto il titolo: "Trasmissione Aln 773 della GT", cioè qui: viewtopic.php?f=150&t=3735

Come precedentemente promesso, posto in allegato alcune foto del modello in questione.

Un saluto a tutti.
Riccardo.
Allegati
Loco 740  e Aln 772 007.jpg
Loco 740  e Aln 772 008.jpg
Loco 740  e Aln 772 009.jpg
Loco 740  e Aln 772 010.jpg
Loco 740  e Aln 772 011.jpg
Loco 740  e Aln 772 012.jpg
Loco 740  e Aln 772 013.jpg
Loco 740  e Aln 772 014.jpg
Loco 740  e Aln 772 015.jpg
Loco 740  e Aln 772 016.jpg
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1398
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Aln 772- 3424 G.T. Art.2019

Messaggioda Tricx » 22 mar 2014, 13:57

Nell'altro post riguardante l'Aln 772 della G.T., cioè qui:
viewtopic.php?f=150&t=3735&p=29167#p29167
è cortesissimamente intervenuto Mario Li Vigni, col seguente messaggio, che qui riporto:

mario li vigni ha scritto:Per Riccardo:
le 772 erano vendute intorno al 1982 anche in scatola di montaggio, se la tua cammina in senso inverso è probabile che chi le ha montate abbia invertito i fili che vanno al motore, la modifica per farla andare nel senso giusto non è dunque complicatissima.
Per il fatto che "tira dritto", Guarneri e Treggiari (GT...) prevedevano per i loro modelli una altezza abbastanza in scala (ma i modelli non giravano, appunto) o un'altezza un pò rivarossiana, interponendo una rondella in plastica o ottone da 2 mm circa di spessore fra il carrello e il telaio, e con questa i modelli giravano (è un bel dire, piuttosto tentennavano... [fischse7.gif] ) sulle curve modellistiche: controlla dunque se fra il corpo in plastica del carrello e il fondo del telaio è inserita questa rondella (sta infilata nel perno che unisce telaio e carrello), se non c'è.... sai cosa devi fare!

Se, tu e Ivo volete invece dotare i modelli di una motorizzazione più performante posso proporvi una soluzione, scrivetemi in privato a mariolivigni at gmail.com. [ph34r.gif]

-4-

Mario



Rispondo, per identicità di argomento, anche qui:

Mario, un grossissimo grazie per le preziosissime informazioni che ci hai fornito !!! [09.gif]

Quanto all'altezza della carrozzeria rispetto al carrello, veramente ridotta e "a rigor di scala", avevo già pensato anch'io, una volta che avessi aperto il modello, di vedere se fosse stato possibile inserire un qualche distanziatore, onde permettere una maggiore rotazione dei carrelli.

Al momento il modello non l'ho ancora toccato, in quanto volevo prima qualche notizia, che ora finalmente Tu mi hai dato.

Quanto all'andamento di marcia "contrario" ero veramente curioso di sapere se fosse stata una caratteristica "normale" di quella Casa.
Però in un certo senso mi va persino benissimo così....dal momento che viaggio ancora sempre in analogico e la catenaria "operativa" resta sempre una chimera.

Infine, per quanto riguarda la "motorizzazione più performante", nel ringraziarTi in modo particolare per l'interessamento e la gentilissima disponibilità, Ti dico che al momento il discorso è prematuro, in quanto prima volevo acquistare maggiore conoscenza del modello e delle sue "attuali" possibilità e prestazioni, provvedendo ad una sua verifica, previa apertura ed aventuale smontaggio e ripulitura di parti varie.
A questo proposito vorrei ancora chiedere se sei a conoscenza dell'esistenza di eventuali foglietti di Istruzioni di smontaggio-manutenzione, in allegato alle confezioni di tale Casa.
A rigor di logica, così dovrebbe essere, visto che, come hai detto, "venivano vendute...anche in scatola di montaggio".

Infine ancora un chiarimento, già che ci siamo: la scatola che ho postato in foto, corrisponde, secondo le Tue conoscenze, alle "originali" di quella Casa ?

Nuovamente, Mario, Ti ringrazio e Ti saluto.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1398
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase


Torna a Scala H0: Discussioni varie, Rotabili e Anteprime.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite