Si comincia.



Si comincia.

Messaggioda NinoAL » 1 apr 2020, 19:42

Si comincia.
Un angolo del mio laboratorio si presentava come in foto 1. Lo spazio per il plastico,come si vede dalla foto2 è stato ricavato spostando uno scaffale metallico 1 metro x 40 cm in altro posto del medesimo laboratorio, dello scaffale rimasto sono stati segati i piedi ed appesso al soffitto.
I tavoli da lavoro, due con ruote, si infilano sotto il plastico e vngono fuori alla bisogna. Fanno compagnia alla scrivania, 2 tavoli da lavoro ed al banchetto meccanico.

Il ripiano è in compensato multistrato 185 cm x 250 cm spessore 12mm posto su intelaiatura in tubolare in ferro 1,5cm x 3 cm (in magazzino avevo quello) munito di ruote, si tratta quindi di mettere in mezzo alla stanza il plastico quando si lavora con il plastico e tirare fuori i tavoli quando occorre lavorare (elettronica,elettrotecnica).
Il ripiano sarà purtroppo ridotto a 160 cm x 270 cm ma se proprio mi appassiona i 270 cm possono diventare 3 metri.

Devo ora risolvere il problema della polvere...un largo lenzuolo da stendere sul plastico?
Ma devo anche risolvere il tracciato vero e proprio
Allegati
foto2.jpg
Foto1.jpg
NinoAL

 
Messaggi: 31
Iscritto il: 13 feb 2020, 18:03

Re: Si comincia.

Messaggioda Michelemassa » 1 apr 2020, 22:12

E bravo Nino! applause1
Adesso prova a buttar giù un po' di binari senza fissarli ,così ti diverti ,fai girare un po' di treni e vedrai che le idee verranno fuori !
Buon lavoro e buon divertimento !
Saluti
Michele
Michelemassa

 
Messaggi: 177
Iscritto il: 3 dic 2019, 18:34

Re: Si comincia.

Messaggioda Max 851 » 2 apr 2020, 9:18

Devo ora risolvere il problema della polvere...un largo lenzuolo da stendere sul plastico?

Piuttosto che il lenzuolo, consiglierei uno di quei teli di polietilene che si usano per coprire i mobili quando si tinteggiano le pareti: riparano perfettamente dalla polvere, sono leggeri, costano pochissimo e quindi all'occorrenza si possono sostituire senza problemi, e infine si trovano facilmente dovunque.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 809
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Si comincia.

Messaggioda Tricx » 2 apr 2020, 22:26

Max, per una parte dei problemi, ha già detto sensatamente quanto volevo suggerire anch'io.

Quanto allo spazio ricavato per il plastico, direi che va più che bene. L'unico problema che, personalmente, vedo, sta in quella scaffalatura appesa al muro ( sulla sinistra guardando la foto ), che toglie un potenziale sviluppo "in altezza" di tutta quell'area, in lunghezza, per una profondità di almeno 30 - 35 cm.
Così sistemando la cose, ti precludi la possibilità che in quella zona il plastico possa avere uno sviluppo, seppure minimo in altezza, visto che lo scaffale sovrasta di poco, già adesso, il piano di lavoro del tavolo.
E' vero che il tavolo si trae fuori per lavorarvi o anche per "giocarvi", però bisogna considerare che non potrà sempre "stare in mezzo" e che quell'area di sistemazione è essenziale per la miglior conservazione dell'opera e deve quindi essere adeguata e non limitativa, nei limiti del possibile, per tutti gli sviluppi anche futuri ed eventuali della stessa.

Secondo me quella mezza scaffalatura appesa o la togli di lì, sistemandola da qualche altra parte, oppure quantomeno, le tiri via almeno due o tre dei ripiani visibili in foto, per ovviare ai problemi sopra descritti.
Riflettici un attimo.

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Si comincia.

Messaggioda NinoAL » 3 apr 2020, 18:08

sta in quella scaffalatura appesa al muro ( sulla sinistra guardando la foto ), che toglie un potenziale sviluppo "in altezza" di tutta quell'area, in lunghezza, per una profondità di almeno 30 - 35 cm.

Sono bravo ad ottimizzare i posti di lavoro e la produzione.
Lo scaffale appeso al muro verrà probabilmente segato di un altro ripiano, diciamo 40 cm ed uno simile verrà agganciato nei muri tutti intorno.
Non si vede ma nella parete di destra c'è il banco meccanico con soppalco largo 60 cm a circa 40 cm dal soffitto mentre sulle alre due pareti,in alto a 30 cm dal sofffitto corrono due tavole larghe 30 cm.
Tutte scatole da scarpe etichettete...poi mi dimentico il criterio di ordine e non trovo mai nulla.
La polvere sarà il mio nemico!

Ed ecco una prima ipotesi di tracciato:
La stazione principale è a quota 3,7 mm...da un lato sale (schema rosso) e dall'altro scende (schema verde) per ottenere un ponte di luce di 9 mm...posso aumentare ponendo in salita anche le curve (che per ora sono in piano.
Prevedo una cittadina montana, un'industria vicina allo scalo, altro.
I treni, ambo le direzioni si fermano nella stazione principale facendo partire il corrispondente con volgio su binario secondario, la stessa cosa succede sui tre binari di scalo....all'arrivo si ferma un convolgio ed in sequenza si mettono in moto gli altri...altre idee? Non tanto mi piacciano i binari morti.
Allegati
TERAMO1colori.jpg
NinoAL

 
Messaggi: 31
Iscritto il: 13 feb 2020, 18:03

Re: Si comincia.

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 3 apr 2020, 19:57

NinoAL ha scritto:Non tanto mi piacciano i binari morti.

Ripensaci bene! Non ti piacciono i treni merci? Se ti piacciono è molto divertente comporre i treni prendendo con la loco da manovra diverse tipologie di carri da differenti binari, poi composto il treno, la loco da manovra si toglie di torno, parcheggiata su un terminale secondario, dal deposito parte una grossa motrice, aggancia il treno e lo porta via. Senza binari morti puoi solo comporre i treni a mano e farli girare. :-(
Non escludere poi la possibilità di avere un deposito locomotive e magari (spazio permettendo) una piattaforma girevole.
Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Si comincia.

Messaggioda NinoAL » 3 apr 2020, 21:45

In effetti basta modificare, ingrandendolo, l'anello di ritorno A per fare uno scalo merci con possibilità di manovra ed aggiungere una piccola fabbrica
Allegati
PALERMOscalo.jpg
NinoAL

 
Messaggi: 31
Iscritto il: 13 feb 2020, 18:03

Re: Si comincia.

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 4 apr 2020, 16:17

(13) [09.gif] (13)
-4- da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Si comincia.

Messaggioda fabrizio » 14 apr 2020, 21:00

Io non faccio storia perché, al di là della posizione logistica del mio impianto, sono rimasto ancorato al tracciato a binario unico.
Ho visto il tuo tracciato.
Un doppio ovale, ripiegato per stare sul tuo piano senza alcuna intersezione tra le direzioni.
Prova a guardare sul forum di “fermodellismo.it” cercando e scavando nelle sezioni “chiasma” e “teche” per individuare nuove strategie di tracciato.
Perché no?
Nel caso di chiarimenti, sono a disposizione per spiegazioni.
fabrizio romoli detto "faber"
senior citizen who plays with the true model train, constantly looking for new horizons
fabrizio

Avatar utente
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 8 giu 2009, 17:09
Località: pisa città


Torna a Plastici, Diorami ed Impianti modulari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron