un po' di domande da porre per il primo plastico



un po' di domande da porre per il primo plastico

Messaggioda danny64 » 28 mar 2017, 15:41

Ciao a tutti, posso finalmente cominciare a progettare il primo plastico perché finalmente ho lo spazio giusto... ovviamente avrei già bisogno di risposte ad alcuni quesiti:

a) Quale dovrebbe essere l'altezza dei tracciati (binari) rispetto al pavimento?
b) Ho un gran numero di binari lima, alcuni di scatole degli anni 70 addirittura; sono recuperabili? Ho sentito alcuni pareri discordanti a proposito. La continuità elettrica assicurata dalle scarpette di connessione é sicuramente l'anello debole della questione (sono un perito elettrotecnico); si potrebbe ovviare saldando tra loro i binari operando un by-pass delle scarpette? Ne vale la pena oppure passo a nuovi binari considendo il fatto che vorrei realizzare in digitale continuo con tutti i suoi vantaggi in prospettiva di una maggiore realisticità?
c) Anche se subordinata alle prime due, ancora una domanda... non ho pienamente idea di che tracciato realizzare, a proposito cosa posso consultare per farmi un idea considerando che preferirei valutare progetti di tracciati con caratteristiche e misure dei binari utilizzati?

Grazie a tutti!
Daniele
danny64

 
Messaggi: 3
Iscritto il: 28 mar 2017, 12:51

Re: un po' di domande da porre per il primo plastico

Messaggioda FNM600 » 29 mar 2017, 0:30

a) L'altezza si tende ad averla comoda per potere lavorare e soprattutto vedere i treni.
E' un po' una preferenza personale. Per lavorare altezza tavolo, ma in pratica per potere vedere il modello si va ad altezza vicino ad occhi direi che circa un metro d'altezza è migliore. Anche più spazio per andare sotto a lavorare per posare i fili elettrici vari e magari spazio per cassettiere per mettere materiale vario oltre a quello rotabile.

b) Se sono d'ottone o alpacca non dovrebbero essere troppo ossidati a meno che siano stati in posto umido. Piuttosto controlla la strettezza delle scarpette che stringano le rotaie.
Per un plastico permanente sia a sezioni o unico dove il binario è fissato si tende ad andare per binari flessibili più realistici e e migliori per la marcia dei treni, però binario a sezioni va bene lo stesso se ne hai tanto da usare.
Anche con il digitale ci sono alimentazioni multiple soprattutto per plastici grandi per ridurre cadute di tensione, ecc.

c) Ci sono tanti spunti da manuali ed esempi al vero per tutti i gusti oltre a vedere amici magari già con il plastico.
Da spunti al vero si è costretti a fare un po' di compressione per ragioni di spazio a cominciare dai raggi di curvatura e fare compromessi senza perdere il realismo.
Si può avere rettangolo in mezzo a stanza (del plastico) oppure striscia lungo il perimetro della stanza che dà più lunghezza di binari e si può usare la stanza per altri usi. Qui la stricia può essere in piena linea solo larga 15/20cm per gallerie dietro mobili e dove c'è la stazione più larghezza.

Non hai menzionato lo spazio disponibile.

d) Una cosa fondamentale è di avere un basamento robusto che non si deforma o imbarca sotto pesi (anche del modellista), . Vale la pena farlo bene e non occorrono grandi doti di falegnamee ma solo un po' di dimestichezza da brico. Ci sono manuali su come costruire. Ci vuole una intelaiatura modulare di travi di scheletro eppoi il piano che per parti sceniche montuose si omette in modo continuono ma strisce robuste per i binari che vanno supportati pena cattiva circolazione dei treni (deragliamenti e problemi elettrici).

Vale la pena per plastici più grandi pensare a sezioni smontabili (tipicamente 1.2m di lunghezza) per traslocchi e/o mostre e qui un buon collegamento preciso fisso con spinotti e bulloni e NON lasciare alle rotaie e scarpette prendere lo sforzo pena deragliamenti.

Vai a vedere anche a mostre e parlane oltre a manuali.

Auguri!
-4-
FNM600

Avatar utente
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 17 set 2014, 2:19
Località: Como Nord Camerlata

Re: un po' di domande da porre per il primo plastico

Messaggioda danny64 » 29 mar 2017, 16:41

Grazie per la risposta tempestiva ed esauriente... lo spazio utile potrebbe essere 3/3,5 m x 2; hai da citare autore e titolo di qualche manuale per struttura e disegni tracciati? Molto importante considerare anche lo spazio sotto per i collegamenti e quant'altro (non ci avevo pensato effettivamente).

Ciao
Daniele
danny64

 
Messaggi: 3
Iscritto il: 28 mar 2017, 12:51

Re: un po' di domande da porre per il primo plastico

Messaggioda FNM600 » 31 mar 2017, 0:15

Non ho a mente libri specifici in Italiano, ma si vedono spesso agli stalli degli editori principali delle riviste modellistiche alle mostre come Novegro, Linate, Milano per esempio.

Personalmente sono stato 30 anni in Gran Bretagna ed ho conosciuti la classica collana di manualetti "Shows you how booklets" pubblicati dalla PECO, ma ci sono anche libri da anni.

-4-
FNM600

Avatar utente
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 17 set 2014, 2:19
Località: Como Nord Camerlata


Torna a Plastici, Diorami ed Impianti modulari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite