Le fantasie di Rivarossi



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Le fantasie di Rivarossi

Messaggioda Giorgio » 2 dic 2010, 19:24

Dario 1957 ha scritto:c'è un farmaco che si chiama così...!
questa è una deformazione professionale.
Ho notato che ci sono parecchi medici appassionati di RR, dovremmo approfondire cosa lega i seguaci di Ippocrate alla RR.

Con-Cor sta per James M. CONway CORporation, è una ditta che importava per gli USA la scala N di RR dopo la cessazione del rapporto con Atlas, ma non ho capito esattamente da quando.
Verso la metà degli anni '80 con RR in piena crisi importò anche alcuni impianti e modelli H0, e anche qua la cosa è strana in quanto l'importatore era in quel periodo IHC.
Per altro Con-Cor come JMC (James M. Conway) era diventata proprietaria degli stampi "americani" RR dopo il fallimento di AHM e questo innescò una serie di casini risolti con una sentenza del 1998 che vedeva da una parte IHC e dall'altra RR e JMC (Con-Cor).
La sentenza la trovate qua: http://www.alanhcasperesq.com/forms/conway.pdf

Con-Cor è ancora in attività.
Giorgio

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1581
Iscritto il: 16 mar 2009, 13:23

Re: Le fantasie di Rivarossi

Messaggioda Giorgio » 2 dic 2010, 20:13

Riprendendo quanto dice Massimo, effettivamente non è che volevo mettere siìul Sito un eleco dei modelli di fantasia, ma modello per modello, dove già se ne parla, nel caso di modelli di fantasia o difformi, specificarne le incongruenze.
Nei modelli di cui ero certo ho fin da subito scritto che si trattava di modelli di fantasia (Consolidation, Gr221, ADAR, ecc.).
L'elenco mi servirebbe fatto da un esperto in quanto di treni veri non ci azzecco tanto.
Giorgio

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1581
Iscritto il: 16 mar 2009, 13:23

Re: Le fantasie di Rivarossi

Messaggioda Massimo » 3 dic 2010, 8:41

si, è vero, Giorgio, l'argomento è molto delicato ed occorrerebbe un vero esperto di treni "veri" in grado di stabilire i confini con precisione. Resta valido anche l'argomento che spesso i treni "veri" hanno a loro volta subito variazioni ed evoluzioni e spesso per dare giudizi occorrerebbero anche figurini o disegni.
Continuo a ribadire la necessità di testimoniare, quando conosciuto, la libera interpretazione rivarossiana ma non di creare un casus belli per ogni modello.
Un esempio per tutti: la L 221/R...modello completamente inventato e di netta derivazione da un'altro americano ma di maggiore aderenza alla realtà.
Ma quel modello, secondo me, è affascinante, in tutta la sua incongruenza, anzi proprio per quella. E' un "modello Rivarossi"...non un fermodello.


...PS: abbiamo inventato anche un nuovo aggettivo: "rivarossiano"!...ed in questo ambito illustra perfettamente il nostro pensiero, risulta chiarissimo nella sua interpretazione anche se alla Crusca storcerebbero il naso! (20) e (secondo me) così vale anche per i nostri treni
Massimo

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1177
Iscritto il: 17 mar 2009, 9:39

Precedente

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite