Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda 3-nino » 13 ago 2020, 22:34

bella, Massimo, congratulazioni. Dopo ferragosto , covip permettendo, potremo organizzare una giornata di gioco con anche oliviero ( c'è la varney in carne ed ossa da fotografare). Ultima cosa riguarda i dubbi della gomma. Oliviero si pone una domanda intelligente su come non fosse possibile infilare nelle scatole la gomma. Ma RR aveva pensato anche a questo: Il Tee era affogato nella gomma incollata sul fondo della sede di cartone dove alloggiava. in verità la gomma era rosina e quando marciva virava verso il fucksia. Lo stesso per l'Union Pacific giallo di due elementi, che alloggiava in un cassetto di cartone pesante con incollato sul fondo la gomma sagomata.Il cassetto entrava nella lunga scatola vetrina di cui parliamo. Sono tutti oggetti del 59 con tanto di foglietti illustrativi datati. Lo stesso per la FBM verde la "chicago etc" sempre con carrello in zama e del 59. La scatola era talmente rovinata che l'ho dovuta gettare. Il 424 in CA (lE 424/3 - 1001) con scatola celeste del GIUGNO 60 aveva un cartoncino a misura di scatola con incollata sopra la gomma sagomata. Il 428 primissima serie era alloggiato in un cassettino con incollata la gomma che poi si infilava nella scatola con vetrina. Le Trix, Valbrenbana etc , avevano un cartoncino a misura con incollata la gomma. Potrei coninuare. Ovviamente l'oggetto di questa discussione, la gomma, è sparito. Restano purtroppo gli effetti im misura più o meno evidente. Questo vale anche per le 625. Ne ho diversi esemplari,tre sicuramente del 59 con carte datate e due scatole senza cartone sagomato. Una chiaramente toccata dalla gomma marcita. Non mi meraviglio se il cartoncino con i residui della gomma veniva gettato via e restava solo la scatola vuota, magari chiusa con la sua battolina e i depliants informativi. In genere i cartoni sagomati delle scatole, anche sgangherati, si ritrovano. Sicuramente la 625 avrà avuto anche l'imballo con il cartone. Io non l'trovato, Possiedo però 625 del 59 nella scatola giusta che ha sofferto la cura della gomma. Ricordo agli amici del forum,poi, che non molto tempo fa, un partecipante , presentò un 424/3 a CA con scatola celeste che sembrava rovinato dalla gomma distrutta. Tutti ci affrettammo a dare buoni consigli e incoraggiamenti. Il 424 risultò poi in ottimre condizioni. Ultima considerazione, solo per dire che se la 625 non è verniciata, il lavaggio fatto da massimo ha risolto. Se è verniciata dovrai rimetterci le mani nel modo possibile. Il modo per togliersi il dubbio è aprire il tender svitando il perno senza perdere il dadino. All'interno la plastica è vergine e brillante senza alcuna verniciatura. Basta fare un confronto con il nero esterno del tender per capire. Buon Ferragosto .
3-nino

 
Messaggi: 159
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 13 ago 2020, 23:16

Mi fa molto piacere, caro 3-nino, che la mia L625/R ti piaccia nel suo rinato splendore!
Dalle foto non so quanto si percepisca, ma il nero è pieno, intenso; e, osservandolo, mi parrebbe... verniciato. Farò la prova di smontaggio che mi suggerisci, con tutte le cure, su un piano apposito dove nulla può sfuggire o perdersi. Come la maniglia di una delle lanterne, che una spazzola ha fatto saltare. Non è potuta sfuggire! Solo che, pe' riméttela... con calma ci sono riuscito.

In effetti, la mia scatota di 625, con flaps rimovibile, dentro è vuota; la vaporiera era libera di danzarvi
col suo tender; avrà avuto le situazioni spugnose che ci racconti? Per fortuna, nessuna traccia e nessun danno da spugna sulla carrozzeria, le superfici sono perfettamente uniformi, gentilmente opache al punto giusto.

Magari vederci dopo ferragosto, fatemi sapere!
Vi presento di persona la mia 625 fiammante!

(Un modello in un'edizione che non avrei mai sperato di trovare. Ad un prezzo che non avrei creduto possibile. Invece. :-P )
Massimo Carloni

 
Messaggi: 134
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Max 851 » 14 ago 2020, 9:53

Veramente un ottimo risultato, e poi si tratta di un modello completo e integro (carrello a parte), cosa non sempre facile da trovare. Anch'io ne ho una che mi venne regalata alcuni anni fa, purtroppo priva di molti particolari: maniglie dei fanali, pedana davanti alla camera a fumo, pompe, scalette della loco e del tender etc.
Però la meccanica una volta pulita e lubrificata funziona bene, e la carrozzeria lavata è rimasta pulita. Per i particolari mancanti, almeno in parte ho risolto con Pratesi (pompe, scalette del tender) e Rivarestore (scalette della macchina, tanto per fare un confronto). Per il carrello anteriore, su questa non l'ho cambiato perché è ancora discreto, ma su un'altra 625 come pure su una 940 mi sono trovato benissimo con quelli Rivarestore.
Tornando alle scatole con la spugna, confermo che ho un tram acquistato nuovo in negozio verso il 1969 che ha la scatola con finestra e "flap" separata (che infatti si è persa!) e all'interno conteneva una culla sagomata di spugna gialla con fondo incollato pure della stessa spugna, coperta da un cartoncino bianco che a sua volta aveva incollato un foglio di spugna. Il tutto, con il modello all'interno, era abbastanza rigido e si infilava benissimo nella scatola.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 840
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 14 ago 2020, 13:49

Sono contento che piaccia anche a te il rinnovamento estetico della L635/R, Max!

Sai, mi sembra di ricordarla la tua 625: se non erro, ne parlasti quando raccontai l'acquisto della mia precedente 625, piuttosto malconcia e mutilata.
Di ricambi originali ho acquistato solo i supporti dei mancorrenti sulla caldaia e una lanterna.
Il resto, annoiato dai vari "non ce l'ho", "me lo devi ordinare", "15€", "quelli non se trovano manco a pagarli oro", ecc. (un vecchio detto romano recita: "pare che devi anna' a tocca' le palle a San Pietro"), me lo sono costruito da me: scalette, mancorrenti, pedana sul pancone (qui ho approfittato per farla più realistica), cacciapietre del tender. Fil di ferro, guaina di filo elettrico, legno di stecchini da gelato, nastro adesivo armato, e la mia altra 625 è completa ed elegante. Fra l'altro, si trova a diversi kilometri di distanza dalla mia nuova L625/R, non si sono ancora incontrate. Alternativamente vedo l'una, e l'altra.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 134
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 15 ago 2020, 21:25

Biellismo, ruote, mancorrenti, ripuliti.


In pressione!
Allegati
IMG_20200815_212349.JPG
Massimo Carloni

 
Messaggi: 134
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Giorgio » 17 ago 2020, 10:16

Ciao Massimo,
cosa ne dici di fare un articolo per RRM sulla ripulitura della loco, con testo descrittivo e immagini??
Grazie
Giorgio
Giorgio

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2350
Iscritto il: 16 mar 2009, 13:23

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 17 ago 2020, 17:01

Ok Giorgio, nei prossimi giorni dovrei riuscire a buttare giù due righe sensate; le foto sono solo quelle che trovi in questo argomento, ma ne potrò fare altre che rappresentino il metodo di lavoro.
Il tutto, come potrò fartelo avere?
Massimo Carloni

 
Messaggi: 134
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Giorgio » 18 ago 2020, 17:41

rivarossi_memory@libero.it
se è tanta roba tramite we transfer
Giorgio

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2350
Iscritto il: 16 mar 2009, 13:23

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 18 ago 2020, 20:03

Ok! Ho già in mente il filo del discorso, appena avrò tempo butto giù, dovrei riuscire in settimana.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 134
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 20 ago 2020, 15:28

La mia altra, per confronto. Alcune cose sostituite con ricambi originali e non, altre costruite da me, come pedana fra le lanterne, mancorrenti, e tutte e quattro le scalette (in legno di ghiacciolo).

Sì, in generale più dettagliata, soprattutto in tema di chiodature, rispetto alla L625/R; ma anche una vistosa linea di giunzione degli stampi in cima alla caldaia; linea che non appare minimamente sulla L625. Ecco perché, alla vista, quest'ultima mi appare più modellisticamente elegante.

Ah, vi confermo che la mia L625/R è verniciata.

Non lo è, invece, la 625.
Allegati
IMG_20200820_151832.JPG
Massimo Carloni

 
Messaggi: 134
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron