Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 12 ago 2020, 18:27

Massimo Carloni ha scritto:Tra l'altro, chiedo a voi tutti: la L625/R è verniciata o è in plastica nera?

Il tuo modello è la prima versione del 1959 e questo è confermato anche dalla scatola. Le locomotive "nere" non erano verniciate quindi è il colore della plastica. La patina grigia si è "incollata" sulla plastica quindi non basta lavarla ma occorrerebbe "raschiarla" quindi l'idea dello spazzolino e del sapone neutro è l'unica soluzione non pericolosa. Tieni conto che probabilmente non tornerà mai nero intenso. Infatti il nero del mio modello del '59 (anche se sempre conservato con cura) è sbiadito.
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3641
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 12 ago 2020, 19:07

Il fatto che sia plastica nera, non verniciata, come mi confermi tu, Oliviero, mi semplifica molto le cose e mi farà operare più rilassato.
Domani vado di spazzolino e sapone.

Mi fa molto piacere aver trovato nello scatolone la prima 625 RivaRossi, che, tra l'altro, ad un primo sguardo dentro la sua confezione, mi pareva disastrata. Invece, si tratta proprio solo del "carrello italiano" divorato dalla peste, e di muffa.

Osservandola con calma: che belle le lanterne con maniglie di filo metallico, molto evocative.

E, perché mai RivaRossi non ha mantenuto le scalette di accesso in cabina riportate, anziché renderle pezzo unico con l'intero telaio.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 148
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda andrea_fs » 12 ago 2020, 20:03

Giusto, il volantino ce l'ho sull'835 e la 740. Comunque il synpol non è aggressivo, e non essendo verniciata io andrei liscio. Acqua e sapone temo che non risolvano il problema di macchie e aloni. Facci sapere com'è andata, io ho appena finito di sistemare una b&o serie verde, prezzo stracciato in quanto non funzionante, ora va come una scheggia, domani thread e foto, buona serata a tutti. Andrea
Ultima modifica di andrea_fs il 13 ago 2020, 7:08, modificato 1 volta in totale.
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 335
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 12 ago 2020, 21:23

Sarà il primo tentativo che farò, Andrea, non pretendendo una pulizia totale, ma, anzi, cercando di sfruttare il residuo come sporcatura.
Mostrerò i risultati, quali che siano.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 148
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda 3-nino » 12 ago 2020, 22:05

buona sera massimo. ottima pesca. Mi permetto di darti qualche suggerimento. La 625 del 59,( controlla la datazione sul foglio delle istruzioni che hai trovato nella scatola) era verniciata di nero. la semplificata RR e -mi sembra - quella in scatola di montaggio non erano verniciate. Purtroppo sarebbe meglio che non fosse verniciata. Questa macchina è stata forse in un ambiente umidiccio per molto tempo. Se non è sporcizia o polvere secolare che un pò d'acqua dovrebbe rimuovere senza riaffiorare, penso purtroppo che si tratti di muffa. E da quello che vedo, molta muffa! Puoi lavare quanto vuoi, ma in questo caso riapparirà. Puoi fare due cose: Varechina ( acido cloridrico molto diluito) ancora più diluita di quanto non sia - credo al 5%- per uccidere e rimuovere le spore, che si riproducono proprio bene nei vecchi smalti che utilizzava RR. Rovinano la vernice in modo definitivo lasciando aloni chiari che col tempo si ripresentano. Ovviamente la verchina è aggressiva anche sulla vernice, e il colore si opacizza.Oppure dopo un accurato lavaggio passare con un pennellino un velo di olio di vaselina su tutta la parte verniciata e asciugare accuratamente con un panno delicato. le tracce di muffa spariranno per un bel pò e l'aspetto della vernice tornerà bello. Quando, dopo qualche mese l' olio sarà evaporato la muffetta riapparirà. l' importante è non farla allargare. Per il resto se il rotore del motore gira e si trascina le ruote senza particolari problemi, vuol dire che la macchina è a posto come sembra. Dagli un pò di corrente per vedere l'effetto che fa. Sicuramete non le farà male. Se invece fosse plastica nuda il problema non c'è. Acqua e sapone faranno tornare lucidissima la carrozzeria. Lavora, lavora !! Ciao Massimo
3-nino

 
Messaggi: 175
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda 3-nino » 12 ago 2020, 22:15

Scusa Massimo. Scordavo che nella scatola del 59, ahimè, c'era la diabolica spugna gialla. Controlla sul lato opposto a quello fotografato della macchina , perchè se è così, sicuramente avrai qualche danno ulteriore sulla vernice e sulla parti metalliche da eliminare su quel lato, oltre la muffa. Massimo ,,, lavora , lavora eh eh : g.paolo
3-nino

 
Messaggi: 175
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda andrea_fs » 13 ago 2020, 7:18

Ciao, nel '59 l'interno delle scatole non era ancora in cartone sagomato? Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 335
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 13 ago 2020, 7:55

Buongiorno 3-nino!

Eh sì, la mia L625/R proviene da anni di soffitta, si tratta proprio di muffa. Se poi è verniciata come dici, la faccenda si complica. Ma in questo caso, il divertimento per le mie mani aumenta.

Non vi è traccia alcuna di spugna RR, né nella scatola, né sulla motrice, che ho ispezionato con cura anche per questo. È curioso: è una locomotiva conservata con estrema cura, ma in soffitta. Non è sporca di nulla, è solo avvolta nella muffa. Anzi, miracolo che il motore appaia pulitissimo e nuovo, come si vede da una foto.
Oggi pomeriggio cerco la data sul foglietto, e mi tuffo nell'impresa di ripulirla.
Olio di vaselina, ottima imbeccata, lo uso già da tempo per alcuni miei modelli, non ci stavo pensando...
Massimo Carloni

 
Messaggi: 148
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo » 13 ago 2020, 10:23

ogni tanto restauro, per mio piacere, qualche stampa antica. Quasi tutte presentano macchie beige-bruno determinate da funghi e/o muffe. E' consuetudine lavare (immergere) le stampa in acqua e ipoclorito di sodio (la comune varecchina o candeggina) per un periodo di tempo (valutato in base all'intensità o consistenza delle macchie) e poi lavare in acqua distillata ed asciugare.

Tornando alla 625 mi veniva in mente di tentare la stessa via: un pennello abbastanza rigido o lo spazzolino da denti immerso nella soluzione acqua-ipocolito di sodio.
E' solo un'idea che mi è venuta in mente e confesso che non l'ho mai provata su un supporto di plastica.
Potresti tentare in una parte non visibile e su una piccola area (come si fa con il restauro di stampe o quadri) per verificare la bontà dell'esperimento. Potrebbe essere una soluzione alla macchie di muffa o funghi che spesso aggreddiscono i nostri modelli
Massimo

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1722
Iscritto il: 17 mar 2009, 9:39

Re: Toh! Sono inciampato in una 625 col dischetto.

Messaggioda Massimo Carloni » 13 ago 2020, 10:31

Però! Grazie Massimo, proverò anche così, se riesco già oggi. Spazzolino consistente, e varechina (diluita, almeno inizialmente). Unico "problema": negli angoli nascosti, la muffa non c'è. Tenterò con l'abilità delle mie mani su un angolo visibile.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 148
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti