Ritrovamento Rottame Pocher



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda andrea_fs » 28 feb 2020, 20:23

[09.gif] Ciao, avevo comprato il blister diversi anni fa, vedo che è ancora in produzione, ritengo quindi, al di là delle mie valutazioni che sia un prodotto valido. È un feltro, ne più ne meno, non ho mai provato a rigenerarlo o a cambiarlo, ma ingegnandosi si può fare. Il bello è proprio la sua facilità d'uso e la possibilità di inserirlo su qualsiasi asse. Certo, non ha pressione sui binari, solo la gravità, ma è una buona alternativa a soluzioni più tossiche, buona serata.

Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 333
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 29 feb 2020, 17:24

andrea_fs ha scritto:...È un feltro, ne più ne meno,.... Certo, non ha pressione sui binari, solo la gravità,

Pensavo che facesse "leva" da qualche parte.... insomma una leva un pò elastica....per esercitare una certa giusta pressione... :?
Ma allora di quale materiale è fatto ? E' di metallo pesante ?.... perchè se è di plastica, come può svolgere la sua funzione solo con "gravità" ?

Scusa se continuo a tormentarti :oops: di domande...
"Pulitori".... :lol: saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda andrea_fs » 2 mar 2020, 10:02

Ciao, figurati. Il telaio che s'incastra nell'asse è di plastica, il tutto è quindi estremamente leggero, tuttavia, specie se usato con regolarità, svolge bene il suo compito e si può usare anche su carri estremamente leggeri. Certo, ogni tanto una bella pulita con metodi un po' più radicali è necessaria, ma nell'insieme sono soddisfatto.

Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 333
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 3 mar 2020, 11:35

Boh !... Sono veramente stupito che una struttura di plastica, quindi leggerissima, senza alcun accorgimento "elastico" e solo "per gravità" svolga bene il compito che hai descritto.... e per di più anche "a secco" e senza l'aiuto di liquidi detergenti...! :?

Non che voglia mettere in discussione ciò che dici,...ma permettimi il mio stupore... :-o

Devo dire che sarei curioso di provarlo anch'io un sistema del genere, anche perchè dei pregi di comodità li ha realmente !
Se riuscissi a procurarmene uno, dopo ovvie prove prima "al naturale" e poi con l'ausilio di liquidi detergenti (...che non danneggino la plastica !...), proverei anche ad inserire una piccola molla tra pattino e fondo del carro, per aumentare l'aderenza in modo "elastico", oppure proverei a mettere dei piccoli pesi metallici sulla faccia superiore del pattino per aumentarne il peso e l'aderenza per "gravità".

Anzi,... magari potresti provare a farlo tu stesso... :D !

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Michelemassa » 3 mar 2020, 21:46

Ciao Riccardo io il sistema noch per la pulizia dei binari lo uso sul mio plastico in scala n ,che avendo una stazione nascosta in galleria si rivela molto utile oltretutto è di utilizzo flessibile perché lo metti su qualsiasi carro , certo per lo sporco difficile è meglio la gomma della roco o similari ,ma se il plastico lo si usa spesso il feltrino della noch fa il suo dovere . Personalmente lo uso prima di ogni utilizzo del plastico mettendo il carro su cui è montato davanti alla locomotiva facendolo spingere dalla stessa .Un altro vantaggio è che quando è molto sporco io lo lavo con sapone per piatti e acqua e ritorna bello bianco . Di seguito metto foto del feltrino appena lavato e montato sotto un carro chiuso e foto del plastico
Mi scuso per la qualità pessima delle foto ma con il cel non riesco a fare di meglio
Saluti
Michele
Allegati
plastico.jpg
pulisci binari.jpg
Michelemassa

 
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dic 2019, 18:34

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 4 mar 2020, 21:27

Caro Michele, quindi anche tu usi tale sistema Noch... con soddisfacenti risultati... :D
Ma tu hai provato ad impiegare, nell'utilizzo di tale sistema, qualche detergente, oppure ad applicarvi qualche sistema per aumentare l'aderenza del pattino alle rotaie, come avevo immaginato io in precedente messaggio ?

Saluti. Riccardo.

P.S.: bello il tuo plastico... [09.gif] , magari facci vedere qualcosa in più...
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Michelemassa » 4 mar 2020, 21:59

Ciao Riccardo ,no non mai provato con nessun tipo di detergente anche perché non ne sento la necessità ,per la molla avevo provato su un carro Arnold ad applicarne una (tipo quella delle spazzole del motore G lima )ma forse complice la leggerezza dei rotabili in n tendeva a sviare per cui ho lasciato perdere
Per il plastico che è ancora in costruzione e per il quale prevedo tempi di finitura biblici aprirò un post nella sezione apposita
Saluti
Michele
Michelemassa

 
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dic 2019, 18:34

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 9 mar 2020, 12:29

A questo punto vi faccio vedere il mio "pulisci binari" Rivarossi... (x) Trattenete le risate.... se possibile e .... il vomito... :-(
FCP 4^s.978 Puliscibinari Ridotta.JPG

FCP 4^s 979 Ridotta.JPG

Purtroppo penso che andrebbe sverniciato, ma bisognerebbe smontarlo.... ma non ho individuato il modo per poterlo fare.... e adesso ho già di nuovo messo via la scatola... :-(

Un saluto a tutti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Massimo » 9 mar 2020, 13:11

No, dai... il vomito!...
Il modello è buono. Volendogli bene e volendolo salvare io mi farei fare qualche decal (...occorre un amico grafico...se vuoi sono qua!...) che riprenda il logo e il marchio Shell (le scritte in nero mi sembrano a posto).
Sverniciarlo, riverniciarlo ad aerografo e aggiungere le decals.
Si potrebbe fare... ;-)

Si può lavorare anche sulla scatola: Aprirla completamente, cioè scollare anche la banda laterale, lavarla delicatamennte (lato stampa) con una spugnetta umida di detersivo per piatti ed una pezzuola pulita per asciugare SUBITO.
Tenerla sotto una pressa (cartoncino rigido e libri sopra) per almeno 24 ore (o fino alla completa asciugatura), poi reincollare e ritoccare il rosso per qualche rigatura. Se necessario sostituire il foglio trasparente.
Vale la candela!
Massimo

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1722
Iscritto il: 17 mar 2009, 9:39

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 9 mar 2020, 17:57

Ti ringrazio, Massimo, per il tuo benevolo intervento e l'incoraggiamento, nonchè per la gentile disponibilità a fornire aiuto -2- [09.gif]
Funzionalmente ed affettivamente il modello è buono, ma purtroppo si era conciato male dal punto di vista estetico per qualche traboccamento di trielina in fase di "carico" (x) che aveva molto rovinato verniciatura e scritte tampografate.

Dopo che iniziai, pochi anni più tardi, a costruire i miei carri armati ed aerei in scatola di montaggio ed a maneggiare le vernici Humbrol per dipingerli, provai a "riprendere" un pò il povero carro... (x) coi risultati poco entusiasmanti ( per usare un eufemismo ), che vengono evidenziati nelle ulteriori foto che ora vi faccio ancora vedere.
FCP 4^s 980 Ridotta.JPG

Avevo a disposizione un giallo ( lucido, oltretutto...), che non si adattava affatto a quell'impiego ed ai tempi ero ancora abbastanza alle prime armi in fatto di vernici e pennelli su modelli e non ero ancora avvezzo a fare mescole per trovare la tonalità giusta.
Pertanto la "spalmai" in strato purtroppo pure abbastanza spesso (x) .... e questo dovuto anche al fatto che, da un lato non potevo smontare il modello e c'era pure la scaletta sopra alla scritta , e dall'altro volevo salvaguardare, per quel poco che si poteva quanto rimaneva delle scritte stesse, che a loro volta ho cercato anche di "riprendere" un pochino (x) , praticamente a mano libera, per sostanziale impossibilità di realizzare "dime".
FCP 4^s 981 Ridotta.JPG

In epoche successive pensai addirittura di carteggiare tutto il modello ( o meglio la cisterna ), quantomeno per levigarlo e togliergli quello spessore di vernice (.... in certi punti sembra a "buccia di arancia".... :shock: :lol: ), dal momento che all'epoca non conoscevo ancora gli "sverniciatori".... o forse non so se ci fossero già in vendita al pubblico.
L'intento era di togliere lo spesso strato e poi riverniciare in colore argento ( sempre Humbrol ), col quale avevo più dimestichezza .... per il frequente utilizzo sui jet... :lol: e mettere poi delle decals "Esso", trasformando così il carro nell'altra variante dello stesso....
Tanto, perso per perso....! Ma poi non ne feci nulla.... forse perchè pensavo sempre di dovermi mettere alla prova per cercare di recuperare il carro alla sua originaria veste.

Quanto alla scatola, mi sembra ancora in buone condizioni ( compreso il foglio trasparente ) e temo che a voler intervenire finirei solo per peggiorarla.... :? :roll: e poi tutto sommato dovrei solo raddrizzargli - questo sì - quella "orecchia" che compare nella parte bassa del coperchio e che provvederò a incollare con un goccino di vinavil.
Tutto il resto, in fondo, è la "patina" degli anni, qualche piccolo segno di "vita vissuta" e... ricordi di infanzia e giovinezza... :smile: :D

Grazie dell'attenzione e saluti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: giorgio15, Talgo49 e 4 ospiti