Ritrovamento Rottame Pocher



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 20 feb 2020, 14:39

Un altro aspetto su cui volevo fare una riflessione è il fatto "tecnico" della pulizia binari.

Tempo fa, in una qualche discussione che ora non ricordo più quale sia, nè dove sia andata a finire, al sottoscritto che in tema di "pulizie" varie, tra cui quella dei binari, chiedeva sull'utilizzo della "trielina", l'amico Talgo rispondeva inorridito (x) chiedendo chi o che cosa mi avesse suggerito l'utilizzo di simile prodotto.
Al che replicavo di averlo probabilmente letto sui cataloghi Rivarossi,...ma poi consultati i medesimi, constatavo che gli stessi, proprio nella pagina dei due "puliscibinari" parlavano più genericamente di "liquido detergente" !

Allora dove lo avevo letto ?... lo avevo "sognato" ?... me lo aveva "suggerito" qualcuno ? magari all'epoca, essendo io un bambino, era una convinzione di mio padre ?... oppure ce lo aveva detto il negoziante ?

In tema di "pulizie" di vario tipo, con riferimento alla "trielina", qui sul forum ho trovato un paio di altre discussioni, di cui metto il rimando:
viewtopic.php?f=53&t=5654&p=41417&hilit=trielina#p41410
viewtopic.php?f=53&t=5654&p=41417&hilit=trielina#p41417
ed anche:
viewtopic.php?f=53&t=3667&p=25258&hilit=trielina#p25258

In sostanza praticamente ovunque viene sconsigliato l'utilizzo della trielina, praticamente per qualsiasi cosa e ad ogni fine.

Però, vedendo ora i foglietti allegati al modello di puliscibinari postati sia da Berto che da Andrea (identici, sia modello, sia foglietto, al mio), vedo...e ricordo !! che Rivarossi consigliava proprio tale prodotto per il riempimento del serbatoio... (x) ...mannaggia !!! (12) :-( :cry: e per la pulizia dei binari....

"Morale della favola".... il suggeritore della cosa (x) era proprio la Rivarossi.... e gli effetti sono che il mio povero carro è.... "impresentabile"... (x) :cry:

Ma alla fin fine, se qualcuno volesse utilizzare comunque il vecchio puliscibinari di cui qui si è ampiamente discusso, sia esso Pocher o Rivarossi, magari perchè tanto è già compromesso e rovinato,
per un utilizzo pratico ed efficace, quale "liquido detergente", al giorno d'oggi consigliereste di usare ?

Grazie dell'attenzione e un saluto a tutti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Massimo Carloni » 20 feb 2020, 15:02

Ma certo che la trielina è utile: è un buon collante per polistirene.
Come il cloroformio.
Ma, a differenza di quest'ultimo, la trielina è più facile a procurarsi...
Massimo Carloni

 
Messaggi: 173
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Max 851 » 20 feb 2020, 16:03

Personalmente, per pulire i binari ho sempre usato uno straccetto inumidito con alcol o petrolio, la stessa cosa per pulire le ruote (cerchioni). Naturalmente per ruote e binari Maerklin del tipo M, interamente di metallo, non ho mai avuto problemi, per il materiale Rivarossi o Lima evito di far entrare in contatto il petrolio con le parti in plastica. Credo che la benzina avio sarebbe più efficace, ma nonostante i consigli di "mamma Rivarossi" evito di rischiare. Quanto alla trielina non saprei, non l'ho mai usata ma mi pare che si trovi ancora in commercio e venga usata come smacchiatore, ricordo solo un odore non proprio gradevole. Volendo usare il carro Pocher credo che alcol o petrolio andrebbero benissimo, è vero che sono infiammabili ma lo sono molto meno della benzina, che non userei mai perché credo che una scintilla sarebbe sufficiente a incendiarne i vapori, oltre al pericolo di danneggiare la plastica.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 889
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda balboni gian luca » 20 feb 2020, 18:28

La benzina e l'alcol hanno un punto di infiammabilità < di 21° che vuol dire che emettono vapori anche a 2° o sottozero e che, pertanto, si incendiano alla presenza di un innesco. Il gasolio ed il petrolio hanno un punto di infiammabilità > di 21° ed è difficile avere un innesco a temperatura ambiente. Pertanto io riempirei il serbatoio con detersivi non infiammabili o al massimo con petrolio. Per capirci, se ti avvicini con un fiammifero acceso a dell'infiammabile corri il rischio di bruciarti anche ad una certa distanza, se butti un fiammifero acceso in un secchio di gasolio o petrolio, il fiammifero si spegne. Non voglio fare il saputello, ma siccome la mia professione è l'antincendio mi sono permesso di dire la mia. Saluti a tutti Gian Luca
balboni gian luca

 
Messaggi: 109
Iscritto il: 16 dic 2011, 20:01

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Max 851 » 20 feb 2020, 18:56

Concordo pienamente con te, Gian Luca, anche perché in fondo confermi, in maniera un po' più tecnica e rigorosa, quanto ho detto salvo il fatto che, non essendomi andato a riguardare le tabelle con i valori numerici, ho sottovalutato il rischio legato all'uso dell'alcol.
Comunque, non aver timore di sembrare "saputello". In fondo qui stiamo chiacchierando tra amici e credo sia giusto che chi ne sa di più su un determinato argomento ne renda partecipi anche gli altri. Anche io che professionalmente mi occupo di ferrovie vere qualche volta ho cercato di dare qualche spiegazione un po' più approfondita, rischiando di apparire "saputello", ma ho sempre pensato che a qualcuno potesse interessare.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 889
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 20 feb 2020, 19:57

Ringrazio tutti per i vari interventi e ritengo che se uno ha una particolare conoscenza in un qualche settore, non deve minimamente fare il "ritroso" per non apparire "saputello", ma anzi deve "veicolare" possibilmente anche agli altri le proprie conoscenze... [09.gif]

Detto questo, torno sull'ultimo argomento e cioè la pulizia dei binari, che purtroppo è un problema che affligge i nostri tracciati e che il più delle volte non è risolvibile con "straccetto ed olio di gomito" in eventuale abbinamento a qualche detergente, in quanto in certi punti la mano non arriva e si rende necessario pertanto l'utilizzo di qualche "carro speciale" come appunto quello di cui trattasi.

E' chiaro anche che tutti i prodotti di cui si è parlato, dal più al meno hanno un certo grado di pericolosità o sono comunque in grado di far danni ai nostri modelli o all'armamento e vanno pertanto utilizzati con estrema attenzione.
Per tornare alla trielina, che esplicitamente Rivarossi consigliava proprio per l'utilizzo con questo carro, non so quale sia il suo grado di infiammabilità, ma ricordo che sui flaconi vi erano avvertenze di abbastanza elevata infiammabilità. Detto questo, io la usavo ( seguendo il ben noto consiglio ) e devo dire che, a parte danni "estetici" al carro, non vi furono mai altri inconvenienti.
Peraltro, la usavo poi anche come diluente per le vernici "Humbrol" con le quali dipingevo i miei aerei ed in tale ruolo, forse l'unico inconveniente era che talora provocava un troppo rapido asciugamento delle stesse. Ed ovviamente dovevo stare molto attento alla plastica/polistirene dei modelli.
Nello stesso ruolo di diluente ho usato anche l'acquaragia, che essendo di composizione diversa e meno "volatile" aveva una asciugatura più lenta e (forse) intaccava meno le plastiche.

balboni gian luca ha scritto:....Il gasolio ed il petrolio ..... è difficile avere un innesco a temperatura ambiente. Pertanto io riempirei il serbatoio con detersivi non infiammabili o al massimo con petrolio.

Ma per "detersivi non infiammabili", cosa intendi, a parte il petrolio ? ( che io non conosco e non ho mai usato.... si trova in ferramenta ?... occorre un qualche tipo di petrolio indicato per qualche uso particolare ? ). Inoltre non è un pò "oleoso", così come il gasolio e in fondo anche l'acquaragia ?

Il fatto che Rivarossi consigliasse la trielina non era dovuto proprio al fatto che essa puliva rapidamente ed efficacemente, asciugando subito e senza lasciare residui o "veli oleosi" ?
Piuttosto qualche inconveniente forse poteva derivare dal fatto di mettere dopo il carro in questione, qualche altro con le ruote di plastica... :roll:

Insomma le mie domande non volevano insistere testardamente sulla trielina, ma erano orientate a capire pro e contro dei vari prodotti e quale poteva essere il più efficace, con meno rischi di danni...

Un saluto a tutti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Max 851 » 21 feb 2020, 9:22

Riccardo ha scritto:
Ma per "detersivi non infiammabili", cosa intendi, a parte il petrolio ? ( che io non conosco e non ho mai usato.... si trova in ferramenta ?... occorre un qualche tipo di petrolio indicato per qualche uso particolare ? ). Inoltre non è un po' "oleoso", così come il gasolio e in fondo anche l'acquaragia ?

Il petrolio si trova facilmente dal ferramenta o nei centri commerciali, è chiamato petrolio bianco o rettificato o anche "petrolio lampante" (un retaggio dei vecchi fanali delle locomotive a vapore?). E' vero che è un po' oleoso ma scioglie benissimo la patina nerastra che si forma sulle rotaie e sui cerchioni ed evapora abbastanza rapidamente. Per la pulizia delle rotaie lo trovo più efficace dell'alcol ma certamente è da evitare il contatto con la plastica, per la quale invece l'alcol mi sembra abbastanza innocuo anche se potrebbe danneggiare alcuni tipi di vernice.
Insomma, quale che sia la sostanza usata, penso che andrebbe sempre evitato il contatto con la plastica e con le parti verniciate.
Per i binari non facilmente accessibili esistono anche degli appositi carri che puliscono a secco, ne ho uno Maerklin (ma credo che esista anche la versione Trix per impianti a due rotaie) che ha due "gommine" zavorrate e libere di scorrere verticalmente, che sfregano sulle rotaie. Qualcosa fa, ma le "gommine" si sporcano rapidamente e andrebbero frequentemente smontate e pulite o sostituite con quelle di ricambio in dotazione.
Ciao
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 889
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda andrea_fs » 21 feb 2020, 10:38

Ciao, uso gli inserti della Noch
, si innestano su un asse di un qualsiasi carro, hanno un feltro bianco, stesso concetto del carro pocher, più flessibile per la comodità di usare il carro o carrozza che vuoi, meno perché il feltrino non si sostituisce, una volta consunto si butta via. Spesso uso il Synpol, polish per auto che oltretutto rinnova e protegge le plastiche, usando un panno non peluccoso.
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Massimo Carloni » 21 feb 2020, 15:05

Il Synpol, e prodotti del genere, contengono sostanze protettive che lasciano un velo spesso siliconico, che non aiuta il contatto elettrico.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 173
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 21 feb 2020, 18:43

applause1 Forza ragazzi,... date liberamente i vostri suggerimenti per risolvere l'annoso problema delle rotaie e delle ruote sporche...! [09.gif]

Max 851 ha scritto:Il petrolio..... E' vero che è un po' oleoso ma scioglie benissimo la patina nerastra che si forma sulle rotaie e sui cerchioni ed evapora abbastanza rapidamente. Per la pulizia delle rotaie lo trovo più efficace dell'alcol......Insomma, quale che sia la sostanza usata, penso che andrebbe sempre evitato il contatto con la plastica e con le parti verniciate.

Per i binari non facilmente accessibili esistono anche degli appositi carri che puliscono a secco,...... ha due "gommine" zavorrate e libere di scorrere verticalmente, che sfregano sulle rotaie. Qualcosa fa, ma le "gommine" si sporcano rapidamente e andrebbero frequentemente smontate e pulite o sostituite con quelle di ricambio in dotazione.


Anch'io ho provato l'alcool, ma non mi è sembrato di grande efficacia.... anche se devo precisare che non l'ho usato col famigerato serbatoio di cui si è qui parlato, bensì con un carro dalla "filosofia" similare, con la differenza che mi limitavo ad inumidire direttamente il "pattino" con una siringa o un contagocce.
Di fatto il pattino asciugava progressivamente abbastanza in fretta e il carro finiva poi per girare quasi asciutto.
Può darsi che con il "nostro" beneamato carro, che lascia filtrare il liquido "goccia a goccia", l'efficacia possa aumentare.
Stesso tipo di impiego sopra descritto l'ho utilizzato per l'acquaragia, che mi è sembrata un pò più efficace dell'alcool. Anche questa però non l'ho mai usata nel carro "Shell".
Mi sembra che, comunque, sia pù "oleosa". Nessuno l'ha mai utilizzata ? E in tal caso che impressione ne ha avuto ?

Unica nota comune a tutti i "sistemi" e a tutti i prodotti impiegati è il fatto che dopo un giro o due del tracciato, il "pattino" presenta due tracce, due scie di sporco nero.... che se ulteriormente trascinate sulle rotaie, rischiano di sporcarle di più di quello che lo erano prima... :-(

Mi sembra che anche il sistema delle "gomme" ( a parte il problema del prezzo dei carri e dei materiali speciali ), presenti lo stesso handicap.... o no ?

andrea_fs ha scritto:Ciao, uso gli inserti della Noch, si innestano su un asse di un qualsiasi carro, hanno un feltro bianco, stesso concetto del carro pocher, ... il feltrino non si sostituisce, una volta consunto si butta via.....

Inizialmente avevi detto "fleischmann"... [fischse7.gif] :lol: , ma a parte questo, in cosa consistono effettivamente ? Non ho capito dove si possano "innestare"... Ne potresti mostrare materialmente uno ?

Infine Massimo Carloni (13) ci ha messi in guardia dall'utilizzo di prodotti di pulizia che possano contenere componenti siliconiche che creerebbero un "velo" per il quale il rimedio.... si rivelerebbe peggiore del male [ops.gif]

Attendiamo altre opinioni, consigli ed esperienze.
Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: andrea_fs e 2 ospiti