Ritrovamento Rottame Pocher



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Max 851 » 18 feb 2020, 9:29

Le scritte Esso sono decal. Quanto all'allineamento, ora non ho il carro a portata di mano ma controllerò. Dalle foto sembrerebbe un effetto della prospettiva, comunque se ci fosse un piccolo disallineamento dovrebbe essere quasi impercettibile, dato che non me ne sono mai accorto.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 917
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 18 feb 2020, 18:30

Ho appena comprato al "Seraficum" il carro Pocher Shell, confrontiamolo col carro Esso che acquistai nel 1958
Ho mostrato la foto del carro Shell QUI:

download/file.php?id=35254&mode=view

Confrontiamo i due carri:
serap 11.jpg
Ambedue i miei esemplari presentano il mancorrente sulla piazzola del duomo. Stranamente il carro Shell presenta tutte e quattro le tabelle uguali: sarà un errore? sarà stato "taroccato"? Le tabelle sono comunque tampografate e incollate sui montanti come nel carro Esso

Non possiamo però confrontare le dimensioni dei caratteri delle tabelle perchè quelle del carro Esso non sono originali e per quelle dello Shell non lo sappiamo
Nota: nelle foto la scaletta del carro giallo sembra arrugginita. Non lo è: è di ottone, in origine verniciato di giallo ma la vernice è quasi del tutto scrostata e per curiosità aggiungo che ha un piolo in più del carro Esso.

serap 13.jpg
Il carro Shell fotografato dal lato opposto a quello con la scaletta: attraverso una scrostatura si vede che il cilindro della cisterna è in ottone. Il carro Esso è di un metallo diverso (grigio-argento)

Osserviamo i carri dal basso e troviamo numerose differenze:
serap 14.jpg
Gli agganci, le ruote e i respingenti dei due carri sono differenti: appartengono a due diverse generazioni?

serap 15.jpg
Altra differenza funzionale: il carro giallo è munito di una sorta di imbutino allungato che goccia al centro del tampone invece nel carro argento la goccia cade dall'alto della cisterna

Si è parlato delle viti che bloccano il feltro del pattino pulisci-rotaia, difficili da svitare. Il mio vecchio carro Esso, al posto delle viti, monta bulloni esagonali:
serap 16.jpg
Bulloncini al posto delle viti. Più facili da svitare in orizzontale mediante una chiavetta

Il mondo Pocher è bello perchè è vario :mrgreen:
Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3790
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda berto75 » 18 feb 2020, 20:55

Interessantissimo :shock: il confronto tra i tuoi 2 modelli ! E complimenti per l'acquisto della cisterna SHELL è molto ben tenuta (13) (13) .
le targhe laterali a vederle sembrerebbero originali anche se non sono in grado di stabilirlo .
Questo carro puliscibinari ha quindi avuto un processo evolutivo complesso!
Sembra sia più facile trovare versioni diverse che trovare 2 versioni perfettamente uguali.. (x)
-4- BERTO75
berto75

 
Messaggi: 2422
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tartaruga87+ST » 18 feb 2020, 23:56

Ciao Oliviero

Della cisterna Shell dovrebbero esistere almeno 6 versioni "ufficiali" (dal libro "Collezione Pocher" di Arnaldo Benetti). Il tuo dovrebbe essere di una delle versioni prodotte dal 1961 al 1964. Sul tuo modello ci sono però alcune cose che non "tornano" secondo le informazioni date dal libro tra cui il telaio che dovrebbe avere sempre delle scritte in rilievo sulle fiancate (che non vedo nel tuo) e le tabelle che dovrebbero essere sempre diverse. La scaletta non risulta mai essere stata verniciata a parte il mancorrente sulla piattaforma in cima alla cisterna che in alcune versioni era verniciato. Il tuo modello potrebbe essere stato restaurato con diversi pezzi magari anche di versioni differenti oppure potrebbe essere una versione non compresa nel libro come abbiamo visto anche precedentemente sempre in questo topic.

La cisterna Esso invece è stata prodotta in almeno 10 versioni differenti. La tua sembra essere quella del 1958/62. Le versioni prima erano completamente differenti sia come forma della cisterna che del telaio mentre quella del 1963 ha, come unica differenza, il telaio senza nessuna scritta in rilievo e con le fiancate completamente lisce cosa non presente nel tuo. Qui sorge spontaneo il pensiero di un possibile scambio di pezzi di questa ultima versione della cisterna Esso per restaurare la tua cisterna Shell oppure un utilizzo di rimanenze di magazzino fatta direttamente dalla Pocher (ipotesi altrettanto plausibile).

Stefano
Tartaruga87+ST

Avatar utente
 
Messaggi: 588
Iscritto il: 10 dic 2012, 9:03

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Max 851 » 19 feb 2020, 19:07

Riccardo ha scritto:
è una impressione mia forse dovuta alla prospettiva o alla visione- video, ma una delle due scritte è leggerissimamente più in basso dell'altra ?

Ho finalmente controllato: hai ragione, la decal dal lato del tappo è impercettibilmente più bassa dell'altra, ma di tanto poco che non me ne ero mai accorto. Evidentemente certi particolari vengono evidenziati dalla foto.
Ciao
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 917
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 19 feb 2020, 20:50

Grazie del cortese controllo... e della conferma.... che almeno mi consola del fatto di non avere le "traveggole"... :lol:
Comunque, ripeto, nulla toglie al tuo bellissimo carro e semmai conferma la natura semi-artigianale di tali prodotti, evidentemente realizzati per molta parte del ciclo produttivo, sostanzialmente "a mano" uno per uno... e questo valeva - credo - in particolare per l'applicazione delle decals....

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda berto75 » 19 feb 2020, 22:21

Visto che siamo in argomento segnalo per curiosità che su e bay è in vendita questo articolo 2051 in scatola Rivarossi sarebbe una versione del 5 /1964 così come è scritto sul foglietto.
personalmente non avevo mai visto :shock: una scatola Rivarossi della prima metà degli anni anni 60 di questo tipo :-o .
Purtroppo dalle foto non si riesce a vedere bene le caratteristiche del pianale.
Per la cronaca il carro è in vendita a 119 euro.
CURIOSISSIMI -4- BERTO75
Allegati
pocher 2051.jpg
scatola 2051.jpg
pocher del 64 puliscibinari.jpg
QUESTA VERSIONE è DEL 1964
1964.jpg
berto75

 
Messaggi: 2422
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 19 feb 2020, 22:36

La scatola è assolutamente originale ed è identica alla mia, dello stesso carro, acquistato in negozio "ufficiale" nel 1966-67.

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda andrea_fs » 20 feb 2020, 10:14

Ciao a tutti, questa mattina ho fatto due foto al volo del mio carro, allego le foto unitamente ad un vecchio Rivarossi Esso, cassa metallica, del quale ho anche la successiva versione in plastica, unitamente agli "immancabili" e coloratissimi Bp, Mobil e Shell. Buona giornata.

Andrea
Allegati
Shell1.gif
Shell2.gif
Shell3.gif
Shell4.gif
Shell5.gif
Shell6.gif
Shell7.gif
Shell8.gif
Shell9.gif
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 464
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Ritrovamento Rottame Pocher

Messaggioda Tricx » 20 feb 2020, 11:53

Osservate le cinque foto, di cui metto i rimandi:

download/file.php?id=35133&mode=view
download/file.php?id=35132&mode=view

download/file.php?id=35262&mode=view
download/file.php?id=35263&mode=view

download/file.php?id=35320&mode=view

Sono state postate rispettivamente le prime due da Berto e sono del suo carro Rivarossi.
Le seconde due sono dei due carri Pocher di Oliviero; e infine l'ultima è quella del carro Rivarossi di "Andrea_fs", postato appena qui sopra.
A parte le ovvie differenze varie del sottocassa, tra quelli Pocher e i Rivarossi, la diversa collocazione delle scritte ecc., anzitutto, relativamente ai carri di Oliviero, si può notare che la spazzola di pulizia del binario è montata esattamente invertita nell'uno, rispetto all'altro. Credo che questa sia una caratteristica originaria dei due carri ( e non una modifica intervenuta nel tempo ), in quanto si notano i vari punti di "attacco" sui sottocassa dei carri in posizione simmetrica, più o meno in corrispondenza degli assi dei medesimi.
Detto questo volevo anche far osservare il diverso modo e collocazione del punto di attacco della spazzola di pulizia del binario, tra i carri Pocher originali e i loro "eredi" Rivarossi, nei quali, tra l'altro non era più possibile montare la spazzola in posizione invertita, essendo previsto un unico punto, o meglio "lato" di attacco, con due rivetti ovviamente.

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti