Pagina 1 di 1

scoperto un altro piccolo mistero

MessaggioInviato: 1 nov 2019, 20:26
da Massimo
un piccolo mistero era rimasto, per me, come i fermodellisti degli anni 50-60 colorassero i loro modelli. Ovviamente a pennello con tutti i pregi e i difetti dello strumento, ma recentemente, sfogliando un H0rr, ho scoperto come in quegli anni usassero anche il metodo del "flit".
Chi ha una certa età ricorda la micidiale pompetta (veramente micidiale era il liquido antizanzare e antimosche che il serbatoio conteneva), caricata però con vernici per metallo o plastica. Sul numero 24 di H0rr (febbraio 1958) il Sig. Broccardo, di Modena, colora il suo meraviglioso modello autocostruito, proprio con questo strumento. La qualità delle foto non ci permette di verificare la qualità della verniciatura, tuttavia si può intuire e condividere la scelta del fermodellista. Il tutto in attesa di compressori e bombolette spray precaricate

Re: scoperto un altro piccolo mistero

MessaggioInviato: 1 nov 2019, 23:24
da Marco Fornaciari
Oddio, temo che il risultato fosse come quello del Flit: micidiale.
A meno di una irripetibile perizia del modellista.

Re: scoperto un altro piccolo mistero

MessaggioInviato: 2 nov 2019, 10:58
da Massimo
Concordo.
Avevo letto, in un'altra recensione di H0rr, di un altro fermodellista che dichiarava lo stesso lavoro a spruzzo. Ma in questo caso non dichiarava il sistema usato, per cui ho ipotizzato l'uso di un compressore da carrozzeria automobilistica.
Ma nel caso in questione è il fermodellista stesso che dichiara l'uso della pompetta flit.
E come sappiamo bene il risultato poteva essere non particolarmente efficace.
Forse più strati sovrapposti.

Re: scoperto un altro piccolo mistero

MessaggioInviato: 3 nov 2019, 12:21
da Angelo74
Buongiorno a voi tutti. Sinceramente non posso che elogiare i nostri "predecessori fermodellisti" che, nonostante i pochi mezzi a disposizione, si ingegnavano in 1000 modi per ottenere i risultati sperati, sicuramente sfociati in altrettante delusione per la maggior parte dei casi. Per noi la situazione è ben diversa, ma per loro.... altro che miracoli..! Un plauso a Massimo x questa "chicca di curiosità", anch'io me lo ero chiesto diverse volte... per dirla tutta!
Buona domenica.

Re: scoperto un altro piccolo mistero

MessaggioInviato: 3 nov 2019, 13:25
da Antonello Lato
Nel 1966 la mia Lambretta 125 venne verniciata a spruzzo con splendidi risultati con un aggeggio che si vendeva dal ferramenta identico alla classica pompetta flit, ma con un ugello serio e regolabile.

Successivamente l'ho usato anche per alcune locomotive autocostruite: bisognava essere bravi con il pistone per fare uscire una quantita' di vernice costante.

Giacche' ci siamo ho anche colorato dei modelli con un 'aerografo a fiato' ( insomma ero io il compressore ) e anche qui i risultati dopo un po' non erano affatto male ( dipendevano sempre dall'ugello impiegato).

Oggi ho attrezzature di ogni genere, ma produco molto, molto meno di allora, purtroppo!

Antonello

Re: scoperto un altro piccolo mistero

MessaggioInviato: 3 nov 2019, 13:35
da Antonello Lato
flyt01.jpg
flyt01.jpg (2.44 KiB) Osservato 152 volte


Toh, esiste ancora, anche se ora alcune parti ora sono in plastica!

Antonello