Evoluzione della 691



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Max 851 » 15 nov 2019, 9:17

Buongiorno a tutti e grazie dei contributi.
Allora, ricapitolando: il primo punto accertato riguarda la 1118-4 che ha sicuramente il motore tondo a bronzine e il telaio cambiato perché gli attacchi per il motore sono certamente diversi, sparisce con l'occasione anche la levetta per l'eventuale dispositivo fumo. Contrariamente all'ipotesi da me formulata ieri i motori quadrati, a pallini e a bronzine, hanno referenze diverse e ciò è pure confermato dal catalogo ricambi 1976. Oliviero aggiunge anche, informazione interessante, che la posizione delle viti è diversa e questo indica che pure i telai non sono intercambiabili.
Ma allora perché le due 1118-3 di 3-nino, da quanto ho capito con scatola e foglietto istruzioni originale, sia pure prodotte a distanza di qualche anno, hanno l'una il motore a pallini e l'altra quello quadrato a bronzine?
Concordo peraltro con 3-nino sul fatto che il telaio in zama del tender sarà apparso solo sui primi esemplari e quasi sicuramente l'adozione di quello in plastica non avrà dato luogo a una nuova referenza della loco. Allora magari la predisposizione per il fumo, a quanto pare assente sui primi modelli (chi può confermare?) potrebbe aver originato la referenza 1118-1.
Tutto questo è molto interessante, ma certo che più cose si chiariscono più nascono altri misteri. D'altra parte uno degli aspetti più divertenti, almeno per me, del modellismo o meglio in questo caso del collezionismo, è proprio la ricostruzione "storica" dell'evolversi della produzione.
Buona giornata
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 689
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda andrea_fs » 15 nov 2019, 10:43

Buongiorno a tutti, riallacciandomi a quanto scritto ieri sera vi invio le foto della mia amatissima 691.
Allegati
691_1.gif
691_2.gif
691_3.gif
691_4.gif
andrea_fs

 
Messaggi: 44
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda andrea_fs » 15 nov 2019, 11:40

Peraltro, mi chiedevo, a parte 740/940 nelle varie declinazioni, nella nuova produzione Hornby, (della quale mi interesso poco, lo ammetto) esiste o è stato realizzato altro di vapore italiano? Io ho in scala 1/80 dalla Calimero alla 691, mi fermo prima della 746 e successive (non ho purtroppo la 221, ma prima o poi...). E sono almeno nove locomotive, tutte diverse tra loro, da manovra, merci, passeggeri da locali a rapidi. Ricordo qualche anno fa d'aver visto una splendida 740 con motore nel tender, biellismi finissimi, dettagliatissima, però... sulla salitina del plastico non riusciva a trainare tre centoporte (ben più leggeri di quelli Rivarossi, immagino, credo fossero Roco).
Un'ultima cosa sulla 691, ovvero il rumore che emette, del tutto particolare, possente, "ronfa", "fa le fusa" (anche la Big Boy ha un rumore tutto suo), anche se non ha una velocità particolare, almento rispetto alle altre locomotive FS in mio possesso, forse anche perché sono più datate. Non so se le versioni precedenti alla mia, con il motore a pallini, si comportano allo stesso modo o sono più veloci. Buona giornata a tutti.

Andrea
andrea_fs

 
Messaggi: 44
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Max 851 » 15 nov 2019, 12:38

Ciao Andrea,
bella la tua 691, che peraltro è identica alla mia. Concordo pienamente anche per quanto riguarda la velocità: ne avevamo anche parlato tempo addietro, da una 691 mi sarei aspettato qualcosa di più ma almeno questa versione col motore quadrato a bronzine non è velocissima, almeno in confronto ad altre loco.
Mi pare di capire che non hai una 746, se ti capita di trovarne una prendila senz'altro, è l'ultima locomotiva "Rivarossi DOC" e merita veramente.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 689
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda 3-nino » 15 nov 2019, 15:50

Giorno max, credevo di avere esaurito le mie chiacchere sull' argomento, ma una ciliegia tira l'altra: oliviero dice che i motori non sono intercambiabili perchè hanno quote delle sedi per le viti di fissaggio differenti; non è così. La distanza misurata al centro dei fori sulla mensola su cui si fissano i motori al telaio e di quelli filettati sui motori, dalla prima versione fino addirittura alla 1118-4, è la stessa: 11,5 mm misurati con un vecchio calibro. Per sicurezza ne ho smontate sei di 691, compresa la 4 che avendo il motore rotondo pensavo onestamente potesse avere gli attacchi con quote diverse. Non è così! A ulteriore verifica ho misurato anche la distanza degli attacchi su un telaio nuovo della prima versione. Sempre 11,5. Ovviamente la circostanza potrebbe riguardare un casuale raggrupparsi di modelli pressochè uguali. ma posso assicurare che non è così. Possiedo anche una 691 che so essere sicuramente del 65, trasformata in CA, che ha le stesse caretteristiche. Quelle che ho citato (69-72-73) sono assolutamente originali e databili. In ogni caso l'intercambailità dei ricambi sono gli stessi cataloghi a esplicitarla. Non ricordo se è quello del 70 o del 76 a indicare per lo stesso telaio due motori diversi (quello a pallini e quello quadro e bronzine). Quindi non mi meraviglio che sia il 69 invece che il 70 l'anno in cui motore a pallini e quadro si sovrappongono. Sarei curioso invece di sapere da Uliviero su quali elementi sostiene la non intercambiabilità di questi motori, per le serie di 691 di cui abbiamo parlato fino a qui. Aggiungo un stupidaggine per capire come spesso le referenze di un ricambio confondano le idee piuttosto che chiarirle. La carrozzeria dalla1118-4 ha un referenza divera dalle precedenti per la zavorra più piccola e per la vite anteriore che è più corta e appana in una filettatura ricavata nella zavorra per fissare telaio e carrozzeria:della nuova vite non c'è traccia nel catalogo 76. buona serata 3-nino
3-nino

 
Messaggi: 62
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Max 851 » 15 nov 2019, 17:44

Ciao 3-nino,
sono colpito dal tuo entusiasmo, addirittura smontare 6 locomotive!
Comunque, torniamo un attimo indietro e ragioniamo con calma, documenti disponibili alla mano. Il catalogo ricambi del 1976, che è il più recente presente sul sito, utile ai nostri fini (quello 1979 non è che una ristampa del 1976) afferma che:
1) il telaio è lo stesso per le versioni 1118, 1118-1, 1118-2 e 1118-3, referenza 105258;
2) il motore cambia, e qui le indicazioni del catalogo sono un po' confuse, in ogni caso è certa l'esistenza di due motori: uno è quello che compare anche sui cataloghi precedenti, l'altro è "nuovo" ma non è ancora quello tondo della 1118-4, alla quale è dedicata una apposita pagina che riporta anche un diverso telaio, referenza 105353.
A questo punto mi chiedo anch'io come fa Oliviero a dire che i motori quadrati, a pallini e a boccole, hanno attacchi diversi.
In attesa di ulteriori sviluppi di questo "giallo", intanto ho verificato una cosa: l'informazione circa la fantomatica 691 010 del 1978 proviene dal famoso, e per certi versi famigerato, libretto del cinquantenario, quindi probabilmente - e in attesa di smentite - per me non è mai esistita.
Richiesta per Giorgio: abbiamo tra il materiale da pubblicare qualche altro catalogo ricambi (primi anni 80) che possa servire a far luce sulla questione, e magari su altre?
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 689
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda 3-nino » 15 nov 2019, 20:40

caro Max non è entusiasmo, ma nella frenesia di riordinare di mia moglie, sono stato costretto a mettere le mani nella mia stanza dei giochi. Avevo per le mani le 691 e il forum mi ha offerto il destro per far finta di "lavorare". Io insisto su una considerazione banale circa l'uso orientativo dei cataloghi dei ricambi . Il cat: del 70 indica il motore a pallini buono per tutte le 691 che vanno dalla 1118 fino alla 1118-2 compresa; il telaio è lo stesso. Sempre lo stesso catalogo introduce la 1118-3, con il motore quadro a pallini.La carrozzeria è la stessa per tutte le serie ,3 compresa. Il catalogo del 76, offre il motore quadro a pallini per 1118, 1, 3. A piè di pagina si dice che il motore quadro a bronzine "completo" è ricambio per la 2, quando nel 70 si indicava come ricambio il motore a pallini. Il telaio è diventato lo stesso per tutte le serie compresa la 3. E' evidente che i motori sono assolutamente intercambiabili. Aggiungo che la carrozzeria è la stessa nel 70 per tutte le serie ,compresa la 3. Nel 76 la carrozzeria per la serie 1118-4 cambia referenza ( è quella magra e dimezzata con l' appanatura corta) ed viene indicata come ricambio per tutte le serie precedenti. Ovviamente la vecchia versione era uscita di produzione. Siamo in presenza di un ricambio compatibile ma non uguale all'originale. Per me che sono un purista l'idea di perdere due etti della 691 è un colpo al .cuore. Ormai ho esurito il tempo dell'ozio e comunque vada non credo che ci risentiremo a breve. 3-nino
3-nino

 
Messaggi: 62
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda 3-nino » 15 nov 2019, 20:53

Mi scuso! refuso importante. dove dico......il catalogo introduce la 1118-3, con il motore quadro a pallini, va letto....motore quadro con bronzine..... saluti 3-nino
3-nino

 
Messaggi: 62
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Max 851 » 17 nov 2019, 15:22

Ciao a tutti e un grazie particolare a 3-nino che ha esposto delle considerazioni veramente illuminanti. In effetti la ricerca sarebbe dovuta partire da un'analisi approfondita e critica dei vari cataloghi ricambi, aspetto che forse ho affrontato inizialmente in maniera un po' troppo superficiale, ammettendo tuttavia che degli errori ci possono essere. Infatti è sicuramente un errore la citazione del motore 109666, che dovrebbe essere quello quadrato a bronzine, per la 1118-2 sul catalogo 1976.
La carrozzeria, rimasta sempre invariata per tutte le versioni, cambia nel 1976 come fa giustamente rilevare 3-nino che ci spiega anche che la nuova contiene una zavorra più leggera. Io aggiungo che la nuova carrozzeria 105332 comprende anche il coperchio della camera a fumo, che prima costituiva un ricambio a sé.
Il telaio, in origine 105298, cambia una prima volta nel 1970 per la 1118-3 (105300) e poi di nuovo nel 1976 quando diventa 105258 per tutte le versioni tranne la 1118-4 dove evidentemente è adattato al motore tondo e diventa 105353.
Tuttavia, evidentemente, la maggior parte dei telai sono intercambiabili, come pure le carrozzerie.
Insomma un bel guazzabuglio!
Mi pare di capire che 3-nino, avendo "esaurito il tempo dell'ozio", non abbia intenzione di continuare questa caccia al tesoro. Attendo quindi contributi da altri volenterosi ricercatori (Oliviero..?)
Buona domenica a tutti
Massimilianoo
Max 851

 
Messaggi: 689
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 17 nov 2019, 20:51

Max 851 ha scritto: Attendo quindi contributi da altri volenterosi ricercatori (Oliviero..?)
Massimilianoo

Mi spiace deluderti ma possiedo solo questo esemplare dotato di motore tondo a bronzine ma ancora col cavetto di alimentazione collegato al tender. Ma lo comprai a prezzo stracciato poichè senza scatola e già rimaneggiato (danni mal riparati) poi da me ulteriormente ritoccato. Quindi è poco attendibile per uno studio sistematico.
Locomotiva Gr 691.JPG

Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3347
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti