Evoluzione della 691



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda 3-nino » 13 nov 2019, 16:47

tra le mie 691 ne ho trovate tre con scatola rossa di plastica e foglietti datati originali, due 1118-3, una 1118-4, che possono essere utili per capire un pò meglio l'evoluzione di questo modello in quegli anni. La prima 3 è datata 4/69, ha il motore a pallini e l'asse motore posteriore senza cerchiatura d'aderenza ( un'altra 691 che so essere del 65 è identica). l'altra 3 è datata 72, non ricordo il mese, ed ha il motore quadrato a bronzine ed l'asse postriore con la ruota destra cerchiata. L'assale in questione nei cataloghi dei ricambi (64/ 70) mantiene la stessa referenza. La terza-la 1118-4- è datata 10/73. Motore rotondo con bronzine e due etti in meno di peso rispetto alle precedenti. Le prime 691 fino alle 1118-3 pesavano circa 500 grammi ed avevano telaio e carrozzeria uguali; assali motore e motori distinguevano la diverse serie (peraltro non ho mai trovato una scatola della 691-22 marcata 1118-1 o 2), ma salvo queste novità i modelli erano uguali. Le modifiche significative iniziano con la versione 1118-4, quando oltre al motore cambia il telaio e la distribuzione delle zavorre che ha ridotto il peso del modello a 300 grammi circa. Probabilmente rr ha ritenuto che cerchiature d'aderenza e motore più potente ( e la necessità di ridurre i costi) avrebbero contenuto la perdita di prestazioni. Su telaio del tender in metallo penso che solo in avvio di produzione( in ritardo di quasi un anno rispetto agli annunci dei cataloghi del 62 e del 63) si sia ricorso al telaio metallico della 740, ma che il tender della 691 sia stato fin dall'inizio previsto con un telaio in plastica, telaio utilizzato poi per tutte le locomotive con motore in cabina e tender a carrelli, a partire dalla 685 distribuita poche settimane dopo la 691. Nel catalogo ricambi del 64, oltre al tender con telaio sigillato alla carrozzeria da un perno- rivetto, ci sono le viti filettate con collare, previste per fissare i carrelli al telaio in plastica, e non le viti autofilettanti utilizzate con i telai in fusione. Evidentemente nel 64 gli unici telai previsti erano in plastica. La mia è un'opinione . 3-nino
3-nino

 
Messaggi: 62
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Max 851 » 13 nov 2019, 17:10

Grazie 3-nino, molto interessanti le notizie che hai fornito: dunque ciò che differenziava la 1118-3 dalle versioni precedenti non era il motore, che evidentemente è passato dal tipo a pallini a quello quadrato a bronzine senza che ciò facesse variare la denominazione del modello. Ancora più misteriosa la differenza tra 1118, 1118-1 e 1118-2, che pure ci sarà stata.
A questo punto la mia 691 deve essere per forza una 1118-3 con motore quadrato a bronzine e cerchiatura di aderenza; appena possibile la peserò, ma i 500 g sono tender compreso? E, a proposito di tender, mi confermi che carrozzeria e telaio erano tenuti insieme dal perno di accoppiamento alla macchina che era ribattuto e non avvitato come quello per esempio della 746, e quindi non erano separabili?
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 691
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Max 851 » 13 nov 2019, 19:57

OK, l'ho pesata: circa 500 g senza tender, ma quest'ultimo è comunque molto leggero e influisce poco sul peso totale. Rimaniamo in fiduciosa attesa di altre informazioni dai possessori di 691, in fondo era la locomotiva più prestigiosa tra quelle italiane a vapore RR e ce ne saranno in giro parecchie, immagino.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 691
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda 3-nino » 13 nov 2019, 20:25

buona sera max vedo che hai gia provveduto a pesare correttamente la sola macchina. Probabilmente hai una 3 con la scatola della 4. Il tender fino dalle origini è quello che descrivi , chiuso da un perno rivetto e non smontabile. Il catalogo dei ricambi del 64 così lo riproduce ed il telaio è sicuramente in plastica. La strada fatta dalla 691 dalla 1118 alla 1118-4 mi è chiara per quello che ho e per la documentazione ufficiale della RR . Onestamento 1 e 2 ai miei occhi sono fantasmatici. Addirittura sul libretto del cinquantenario l'1118-1 non esiste e l'1118-2 viene indicato, se ben ricordo, nel 67. altro al momento non so: cordiali saluti 3-nino
3-nino

 
Messaggi: 62
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Max 851 » 14 nov 2019, 9:02

Buongiorno 3-nino e ancora grazie per le notizie. Un'ulteriore riflessione: il motore quadrato a pallini e quello quadrato a bronzine dovevano avere le stesse dimensioni e quindi saranno stati probabilmente intercambiabili, per questo suppongo che nel tempo il codice citato sui cataloghi dei ricambi non sia variato pur trattandosi di motori diversi.
Ripropongo un altro interrogativo: la versione 1146 del 1978, cioè la 691 010 citata nel capitolo (si chiama così?) "La produzione Rivarossi" del sito, questa possiamo a pieno titolo considerarla fantomatica e per me fino a prova contraria non è mai esistita; attendiamo lumi da chi a suo tempo ha compilato i testi del sopra citato "capitolo" (Giorgio?).
Buona giornata a tutti
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 691
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda 3-nino » 14 nov 2019, 18:15

hai perfettamente ragione circa la logica con cui i cataloghi delle parti di ricambio funzionano. Le serie di un modello vengono raggruppate in base alla loro compatibilità con i ricambi che nel tempo possono modificarsi sostituendo i precedenti, oppure aggiornare le caratteristiche del modello senza creare problemi elettrici, meccanici, o estetici. L'assale motore con la cerchiatura di aderenza è proposto per tutte le 691 prodotte fino al 70, senza neanche modificare la referenza, in quanto ricambio non solo combatibile con le precedenti versioni di 691 senza cerchiatura, ma anche perchè l'unico disponibile. Lo stesso vale per il motore, anche se diverso e con diverse referenze: 105369 il pallini, il 109688 quadro a bronzine. Per questo ricorrere ai cataloghi dei pezzi di ricambio per orientarsi sulle cronologie produttive è prezioso, anche se si possono ingenerare equivoci. Se consulti il catalogo del 70 sembra che la 691 sia nata con l' assale con cerchiatura, quando invece è stato introdotto nel 70. Aggiungo un'ulteriore informazione: La 1118-4 ha una modifica rilevante del telaio oltre la zavorra. La levetta dello sbuffo viene eliminata assieme alle sedi dove era incernierata, sparisce anche la camma che l'azionava, solidale con l'asse dell'ingranaggio di rinvio inserito nella scatola di trasmissione del moto. Questo accade anche per il telaio della 680/685. Evidentemente RR ha definitivamente accantonato l'idea del fumo sincronizzato meccanicamente con i giri delle ruote. Sarebbe interessante capire quando appare la levetta che credo sia stata progettata per la 685, successiva di un anno alla 691, e quindi estesa alla 691 a produzione forse già avviata. Forse??!! Magari è questa la spiegazione dei fantasmatici 1118-1/2. Chissà? Sulla 691 10 del 78, desaparesita , non ho idee. saluti 3-nino
3-nino

 
Messaggi: 62
Iscritto il: 21 set 2018, 12:41

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 14 nov 2019, 18:45

Max 851 ha scritto: il motore quadrato a pallini e quello quadrato a bronzine dovevano avere le stesse dimensioni e quindi saranno stati probabilmente intercambiabili.....
Massimiliano

Gli attacchi per le viti sono diversi tra i due motori.
-4-
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3348
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda andrea_fs » 14 nov 2019, 23:13

Ciao a tutti, incuriosito dal post ho tirato fuori la mia amatissima 691 che mi fu regalata un indimenticabile Natale di tanti anni fa. È una 1118-3, foglietto istruzioni datato 4-69, cerchiatura di aderenza, motore quadrato a bronzine, telaio tender in plastica. Rimango ancora oggi colpito dalla raffinatezza dei biellismi, credo che all'epoca non ci fosse niente di paragonabile. Qualche anno piu tardi, con un'altra regina delle locomotive, questa volta americana, la big boy, ho visto qualcosa di analogo, per fedeltà e complessità, ma sempre con una robustezza incredibile. Domani allego le foto, buona serata a tutti.
andrea_fs

 
Messaggi: 48
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda giorgio15 » 14 nov 2019, 23:36

andrea_fs ha scritto:Ciao a tutti, incuriosito dal post ho tirato fuori la mia amatissima 691 che mi fu regalata un indimenticabile Natale di tanti anni fa. È una 1118-3, foglietto istruzioni datato 4-69, cerchiatura di aderenza, motore quadrato a bronzine, telaio tender in plastica. Rimango ancora oggi colpito dalla raffinatezza dei biellismi, credo che all'epoca non ci fosse niente di paragonabile. Qualche anno piu tardi, con un'altra regina delle locomotive, questa volta americana, la big boy, ho visto qualcosa di analogo, per fedeltà e complessità, ma sempre con una robustezza incredibile. Domani allego le foto, buona serata a tutti.

la mia è identica alla tua ma con motore a sfere. purtroppo ho la scatola 1118 3 ma non il foglio istruzioni con la data
giorgio15

 
Messaggi: 6
Iscritto il: 31 ott 2019, 13:55

Re: Evoluzione della 691

Messaggioda andrea_fs » 15 nov 2019, 0:27

P.S. ho pesato la loco senza tender
e pesa 504 gr., buona serata a tutti.
andrea_fs

 
Messaggi: 48
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti