LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 7 gen 2020, 23:12

Arrivata la loco IHC :yahoo: è veramente finissima :-o nelle decorazioni e nella livrea della ... ?
già che livrea ho SCELTO ? [ph34r.gif]
(IL VENDITORE aveva tutta la serie completa e non vi dico che fatica sceglierne una! mi piacevano tutte! (x) )
per saperlo leggete il breve racconto qui sotto :lol: è una testimonianza reale dell'epoca quindi una storia vera ovviamente ...
buona lettura :mrgreen: berto75
Allegati
001.JPG
breve racconto tratto dal libro SUL SENTIERO DI GUERRA scritti e testimonianze degli indiani d'America a cura di Charles Hamilton
ed. universale economica feltrinelli
007.JPG
002.JPG
IHC 4-4-0  Union Pacific ..jpg
IHC 4-4-0 della compagnia UNION PACIFIC Railroad . è stata realizzata con stampi Rivarossi ? PRESTO con confronto e foto ravvicinate con un modello originale RR lo scopriremo!!
berto75

 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 8 gen 2020, 16:03

orsù Cominciamo PRIMA dall'esame scatola contenente la loco :
sul retro della confezione è scritto [lupe.gif] proprio Made in China :? ma il foglietto ,che illustra le caratteristiche del modello contenuto all'interno ,riporta la dicitura printed in Slovenia.
Ma che senso ha ? Fare la scatola e la loco ? in Cina e stampare un semplicissimo foglietto in bianco e nero in slovenia ? Non potevano stampare in cina direttamente anche il foglietto :lol: ?
PRIMO INDIZIO a sostegno della tesi che è un modello di stampo Rivarossi:
la culla di acetato che contiene la loco è identica a quella tradizionale che contiene le loco old west Rivarossi solo che questa è di colore bianco lucido nella massa anziché giallina. (vedi foto) che mi prenda un colpo -1- se la culla non sembra prodotta con lo stesso identico stampo :-o !
la culla IHC la ho confrontata con quella originale Rivarossi contenente il modello della RENO RIVAROSSI art.1211 che è il modello Rivarossi che più si avvicina alle caratteristiche di questo modello IHC .
SECONDO indizio che sembra rivelare un diretto collegamento con Rivarossi :
i codici dei modelli old west IHC tradizionali (come era già stato rilevato in precedenza in questo stesso trhead ) cioè la CLASSICA GENOA nera DELLA VIRGINIA & TRUCKEE (art.1212) la Reno (art.1211) la Inyo (art.1207) sono gli stessi identici di quelli dei corrispondenti modelli Rivarossi.
se sono cloni perché usare gli stessi codici Rivarossi ? in teoria passi clonare un modello , ma clonare pure la culla e i codici mi sembra VERAMENTE eccessivo (x)
non può secondo me essere un caso!! CHE NE Pensate?
Allegati
reno ihc.jpg
FOTO POSTATA DAL VENDITORE su e bay di una reno IHC
012.JPG
i codici IHC DELLE 3 loco ( GENOA , INYO e RENO) sono identici a quelli dei corrispondenti tre modelli rivarossi
005.JPG
003.JPG
retro confezione IHC
MADE CHINA.jpg
culle sottovuoto per loco old west confronto.jpg
sopra la culla tradizionale Rivarossi della RENO art. 1211 (contenuta nella classica scatola arancione RR ANNI 70) SOTTO la culla del modello della 4-4-0 della UNION PACIFIC IHC sono identiche ! (a parte il colore)
006.JPG
GARANZIA IHC.jpg
ESPLOSO IHC.jpg
nell'esploso si vede che il motore alloggiato nel tender sembra essere lo stesso delle EMD E 8 ihc in vendita su e bay usa
PRINTED IN SLOVENIA.jpg
il FOGLIO con esploso parti del modello e codici pezzi di ricambio è printed in Slovenia
berto75

 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 8 gen 2020, 18:55

e ora finalmente confronto direttissimo !! :yahoo: un primo esame (solo esterno) della loco la ho confrontata direttamente come dicevo con la reno tradizionale Rivarossi art.1211 degli anni 70 .
A me paiono 2 gocce d'acqua ! cambiano le testate delle viti sul fondino delle loco (a croce quelle della genoa IHC ) il modello a me pare proprio di stampo Rivarossi. :shock:
Sul fondino della Reno [lupe.gif] IHC non vi è nessuna scritta né made in cina , né made in slovenia è semplicemente anonima ma devo ancora verificare l'interno .
Non solo ma la union pacific ihc sembra migliorata ha il duomo :-o in ottone vero lucido (è freddo al tatto) come le vecchie LOCO OLD WEST Pocher ,mentre quello della mia Reno Rivarossi è in plastica dipinto d'oro.
i camini cilindrici invece sono in ottone in entrambi i modelli .
Uniche piccole reali differenze le ho riscontrate [lupe.gif] SOLO nel pezzo del telaio anteriore (tale pezzo è intercambiabile cioè era innestato in fabbrica a seconda del tipo di spazzaneve di cui doveva essere dotata la loco) comprensivo del vomere scacciabuoi il modello ihc non è marchiato , quello Rivarossi ovviamente si.
la differenza a parte l'assenza di scritte riguarda piccoli particolari ma nota le uniche differenze tra i 2 modelli le ho riscontrate solo in quel pezzo (marrone).
è un clone ?o potrebbe semplicemente essere una modifica dell' originale stampo RR che si è resa necessaria per cancellare il vecchio marchio Rivarossi e già che c'erano han modificato piccoli particolari ?
LA IHC ha il gancio posteriore del tender di metallo stile vecchia Rivarossi (non è una mia sostituzione o modifica!) cosa veramentestrana :? se queste loco erano destinate al mercato usa avrebbero dovuto essere dotate di gancio americano NMRA forse una sostituzione di un modellista che l'aveva prima di me ? però le vecchie loco rivarossi mie degli anni 70 han tutte il gancio di plastica non metallico.
gli interrogativi sono aperti dite la vostra opinione qui c'è bisogno di illuminati pareri! [lupe.gif] :shock:
perplessissimi -4- berto75
Allegati
049.JPG
confronto diretto tra una IHC e una RR
033.JPG
loco IHC union pacific a confronto con reno Rivarossi anni 70
duomi a confronto.jpg
il duomo ihc è di vero ottone ! quello Rivarossi è di plastica dipinto d'oro sono identici ma di materiale diverso
marchio rr e anonima u.p..jpg
le uniche REALI minime differenze tra i 2 modelli le ho riscontrate solo nel pezzo anteriore di telaio marrone del modello ihc .
042.JPG
in entrambi i modelli i camini cilindrici in ottone sono trattenuti da 2 lunghe 2 viti filettate
043.JPG
028.JPG
029.JPG
026.JPG
027.JPG
Ultima modifica di berto75 il 9 gen 2020, 15:22, modificato 1 volta in totale.
berto75

 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 9 gen 2020, 13:41

Tolta la carrozzeria del tender [lupe.gif] finalmente (come comunque avevamo già intuito dall'esploso del modello sul foglietto ) abbiamo la conferma definitiva della motorizzazione di queste loco!
Contiene un motore rettangolare con guscio cromato ;è un motore JUGOSLAVO Mehano ?
il telaio del tender, le viti e i carrelli sono perfettamente identici a quelli RIVAROSSI , cambia solo in motore che è fissato al telaio del tender con una vite posteriore .
Ho testato il motore il cui funzionamento è docilissimo , vi assicuro che si muove al minimo :-o con un filo di corrente e ha realmente un assorbimento bassissimo come dichiarato sul foglietto 0,25 ampere contro i 2,50 / 3,50 di un vecchio motore Rivarossi tradizionale .
lo so perché il mio riparatore mi ha fornito -2- un amperometro da collegare direttamente a un trasformatore fleischmann che è in grado di misurare l'assorbimento di corrente di un motore. (nel caso lo fotografo per mostrarvelo).
La carrozzeria del tender IHC all'esterno è identica a quella Rivarossi (vedi foto sotto per confronto) compreso il numero di chiodature :lol: , mentre all'interno la carrozzeria del tender IHC non riporta nessuna scritta e marchio a differenza di quello Rivarossi quindi è SEMPRE anonimo .
La parte posteriore del tender IHC è stata modificata eliminando i 2 fori per le viti presenti invece sulla carrozzeria del vecchio tender Rivarossi.
Attenzione bisogna dire che il tender Rivarossi della Reno presenta si i 2 fori posteriori per il fissaggio delle viti al telaio, ma in realtà questi sono perfettamente inutili :shock: , perché la carrozzeria del tender Rivarossi della Reno (e anche quello IHC ) viene fissata al telaio solo con le 2 viti anteriori , posteriormente il tender si incastra con il bauletto di fine telaio.
ossia le 2 viti posteriori non venivano comunque usate nel modello Rivarossi.
La mia ipotesi è che la carrozzeria del tender Rivarossi originariamente era fissata al vecchio telaio del tender Pocher con appunto 4 viti (2 anteriori e 2 posteriori) poi successivamente con la rivarossizzazione dei modelli old west il telaio del vecchio tender pocher ritenuto ormai obsoleto e meno dettagliato è stato accantonato e sostituito con il nuovo telaio del tender Rivarossi che per il fissaggio richiedeva appunto solo le 2 viti anteriori andando posteriormente a incastrarsi nel bauletto (non so come chiamarlo) però Rivarossi non aveva ritenuto necessario eliminare i 2 fori posteriori (ormai inutili) , cosa che invece ha fatto IHC.
QUINDI CREDO che questa carrozzeria IHC sia sempre QUELLA ORIGINALE RIVAROSSI MODIFICATA per cancellare appunto le scritte e già che c'erano han eliminato gli ormai inutili fori posteriori.
io personalmente la vedo così, voi invece che ne pensate ?
ovviamente la copertura dei 2 tender è diversa (legna per il modello IHC, CHIUSA per la Reno Rivarossi ).
PER CONCLUDERE IHC, secondo me ,avrebbe modificato (leggermente) solo gli stampi originali RR dei pezzi che riportavano la scritta Rivarossi Como made in italy ECC.E i codici numerici per appunto cancellarli e già che c'era fatto piccole modifiche interne di razionalizzazione.
meravigliati -4- berto75
Allegati
037.JPG
CONFRONTO CARROZZERIE TENDER ESTETICAMENTE SONO IDENTICI (non si consideri la copertura che è un pezzo superiore riportato ; a legna nel modello ihc e coperchio chiuso nel modello Rivarossi)
038.JPG
CONFRONTO INTERNO TENDER: A SINISTRA QUELLO IHC SENZA SCRITTE E CON ELIMINAZIONE DEI FORI DELLE 2 VITI POSTERIORI , A DESTRA QUELLO RIVAROSSI. PRESUMO SI TRATTI SEMPRE DELLO STESSO STAMPO RIVAROSSI MODIFICATO E LIVELLATO PER CANCELLARE LE SCRITTE (QUINDI UN EVOLUZIONE DELLO STAMPO RIVAROSSI)
040.JPG
motori confronto posteriore.jpg
confronto posteriore motori tender a sinistra quello credo Mehano a destra quello cilindrico RR
tender motori a confronto.jpg
fondino tender confronto.jpg
a parte la diversa motorizzazione il telaio carrelli e viti sono identici nei 2 modelli
ruote.jpg
tender confronto.jpg
030.JPG
berto75

 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda giorgio15 » 9 gen 2020, 17:23

0,4 - 0,5 A è il massimo assorbimento per le loco anni 50 60 non 2,5 3.5 ampere. 0,2 per le loco piu recenti è giusto. in ogni caso un trasformatore in cc non supera gli 1,3 Ah
giorgio15

 
Messaggi: 18
Iscritto il: 31 ott 2019, 13:55

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda berto75 » 9 gen 2020, 23:42

[ops.gif] hai ragione Giorgio mi sono confuso :oops: l 'unità di misura del mio amperometro è in milliampere..
ho fotografato ,su un piccolo ovale di fortuna, sul tavolo in sala le 2 loco a 150 di velocità con il trasformatore Fleischmann (posato su una sedia (x) per mancanza spazio e collegato all'amperometro ), ebbene la Reno Rivarossi a quella velocità assorbe 350 milliampere mentre la IHC union pacific sempre alla medesima velocità con il trasformatore Fleischmann CONSUMA niente :shock: in confronto al modello Rivarossi appena 20/30 milliampere o giù di li l'ago rosso è infatti appena sopra lo 0 ! CONSUMO che coincide con quanto dichiarato sul foglietto IHC 0,25.
Spero di non aver fatto ancora confusione con ste unità di misura ...saluti pasticcioni :mrgreen: berto75
Allegati
consumo ihc.jpg
consumo motore (mehano ?) IHC praticamente irrilevante almeno rispetto a un motore Rivarossi l'ago è appena sopra lo 0 !la disparità di consumo rispetto al modello rr è enorme !!
consumo reno.jpg
consumo reno Rivarossi anni 70 assorbe a 150 di velocità esattamente 350milliampere
004.JPG
amperometro costruito e donatomi dal mio riparatore di trenini utilissimo per rilevare corto circuiti o anomalie negli assorbimenti di corrente del motore
berto75

 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Tricx » 10 gen 2020, 0:00

Ma perché parli di motore sloveno, di Mehano ?
Non è similare a quei motori giapponesi o anche cinesi mostrati ci dà Oliviero in qualche altra discussione,

Saluti Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Marco Fornaciari » 10 gen 2020, 0:30

Visto così, potrebbe essere un motore Mabuchi o un Jonnson.
Saluti
Marco Fornaciari
____________________________________________________________
Meglio essere folli per proprio conto, che saggio con le idee degli altri.
F.W. Nietzshe
Marco Fornaciari

Avatar utente
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 9 feb 2009, 21:06
Località: Sorbolo (PR)

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Tricx » 10 gen 2020, 1:19

Marco Fornaciari ha scritto:Visto così, potrebbe essere un motore Mabuchi o un Jonnson.

E infatti era proprio quello che mi chiedevo e che chiedevo ( a tutti....e in particolare a Berto, che la loco la "maneggia" materialmente...).
La frase doveva terminare con un punto interrogativo, ma il telefonino col quale avevo scritto se l'è "mangiato" :lol:
Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: LOCO OLD WEST LIVREE PER MERCATO USA

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 10 gen 2020, 1:57

Effettivamente su alcune loco Mehano (ad esempio sulla mia Dockside Santa Fe) c'è un motore fatto così......
Ma quei motori "fatti così" si trovano un po' ovunque: sulle piccole loco Hornby/Lima, nelle auto da micropista 1:32 (Ninco, SCX, Carrera, Pro-Slot...ecc). Scalextric iniziò a montare motorini "fatti così" a partire dagli anni Settanta e sembra che li usi ancora. Pure la Policar li ha utilizzati per un certo tempo. Li troviamo nelle macchinette Mini 4WD, in tanti tipi di giocattoli meccanici ma anche nei piccoli ventilatori a mano cinesi ecc, ecc, ecc.....
Motorini vari.jpg
Tantissimi motorini uguali che sembrano uguali ma che non lo sono affatto

Visti dall'esterno possono sembrare tutti uguali ma all'interno le cose cambiano veramente tanto.Il VOLTAGGIO: alcuni hanno avvolgimenti da 12 volt (treni e auto per micropista 1:32). 6 Volt: trenini start set, micropiste 1:43, giocattoli a batteria. Altri hanno avvolgimentio da 3 volt (o anche meno)
Poi a seconda dell'uso sono strutturati per diversi assorbimenti: un Ninco per micropista a 12volt assorbe solo 120 mA ma ci sono alcuni che arrivanoa sfiorare i 2 A (!). Un Ninco od un Policar possono avere avvolgimenti anche di 300 spire di filo da 0,10 mm. Un Tamiya da 3 volt per Mini4WD monta al massimo 27 o 30 spire di filo da O,35. Per sopportare l'elevato numero di giri e dissipare il calore dei motorini ad alto assorbimento, gli indotti sono ricoperti di resine ad alta resistenza ed i collettori sono in ceramica o comunque in materiali resistenti al calore. I fili non sono saldati poichè le saldature fonderebbero quindi i collettori sono dotati di linguelle metalliche che si strigono sui fili mediante apposite pinze.
I magneti sono della massima importanza ed i motori di grandi prestazione li montano in Alnico o altri (costosi) materiali ad alto flusso magnetico. Alcuni motori al posto delle boccole impiegano microcuscinetti a sfere. Le spazzole di buona qualità sono dotate di carboncini mentre nei motori economici ci sono solo due lamelle metalliche di durata limitata.
Ecco quindi che visti dall'esterno sembrerebbero tutti eguali: la differenza la vede il portafoglio quando ti accorgi che per alcuni motorini bastano pochi euro e per altri possiamo superare di molto i cinquanta..... :mrgreen:
-4-
Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3627
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti