I MIEI MODELLI IN SCALA H0



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda berto75 » 18 feb 2020, 22:46

Ribadisco i miei migliori complimenti e mi inchino (3) (3) davanti alla tua fenomenologia nel riprodurre :-o disinvoltamente qualunque tipo di confezione..
e naturalmente grazie per condividere con noi tutti i tuoi preziosi consigli e dritte sulle costruzioni delle scatole-
Lungi da me l'idea di fare il guastafeste :mrgreen: ,ma il tender che hai abbinato [lupe.gif] alla tua loco 2001(che è splendidamente tenuta [09.gif] ) non è il suo (x) ...e a dire il vero non mi sembra neppure un tender lima .. :? ma non è marchiato sul fondino ? è un tender teutonico ma non mi pare proprio essere un lima ,ma forse mi sbaglio.
il tender originale abbinato a questa loco poteva essere quello a 2 assi oppure quello italiano a 3 assi (vedi sotto).
poi certo se ti piace e non tieni conto di un corretto abbinamento filologico va benone anche così .
-4- berto75
Allegati
Lima%201964-65_03.jpg
pagina tratta dal catalogo lima del 1964 /65 che evidenzia bene i due tipi di tender di cui poteva essere dotato il modello 2001.
berto75

 
Messaggi: 2113
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda erregiesse 55 » 19 feb 2020, 0:03

Grazie Berto e complimenti per l'occhio [lupe.gif]

metto una nuova foto.
Mi sembra che questa volta sia corretta.

lavoro finito.jpg


Grazie di nuovo e buona notte.


Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda berto75 » 19 feb 2020, 0:12

Perfetto ! applause1 (13) ;-)
buonanotte a tutti -4-
berto75

 
Messaggi: 2113
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda Tricx » 19 feb 2020, 18:53

(46) (46) ...Quella 741 Rivarossi Te l'hanno praticamente regalata !! Complimenti per l'acquisto !! :-o :shock: (13) [09.gif] applause1
Ci inchiniamo poi (3) non solo al tuo fiuto degli affari e alla tua bravura nelle trattative di acquisto, ma soprattutto alla Tua impareggiabile perizia nel riprodurre con sbalorditiva fedeltà (3) applause1 e come se fosse cosa di assolutà semplicità e (46) in tempi rapidissimi... qualunque tipo di scatola, riportando ogni modello prtaticamente alla condizione di originalità !!!

Ammirati saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1848
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda erregiesse 55 » 16 ago 2020, 13:35

Buongiorno e buona domenica dopo ferragosto 8-)

Aggiungo questo modello
RIVAROSSI E444 003
Praticamente come nuova.
20.jpg

2020.jpg

2022.jpg


Dovrebbe essere art. 1451 del 1970
Ma i pantografi non dovrebbero essere neri?
Poi, che scatola aveva? in plexiglass trasparente col coperchio rosso?
Grazie fin da ora per il prezioso aiuto.

-4-

Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda Massimo Carloni » 16 ago 2020, 14:25

Bellissima, l'ho avuta anch'io.
Secondo me, il miglior modello di locomotiva elettrica fs di Rivarossi: scala, giusto 1.6 millimetri in più in larghezza; forme, volumi, rotondità, perfettamente rispondenti al vero; riproduzione eccellente delle grate di protezione ai parabrezza (notato che le ultime stecche in alto sono più sporgenti delle altre, come al vero?); stemma fs frontale finemente riprodotto in giusto rilievo; bellissimi i carrelli.
Nulla a che vedere col modello delle tartarughe di serie, realizzato più a correre, e con gli stemmi fs disegnati...

I pantografi dovrebbero essere neri, ma negli anni '70 alcuni negozi più intraprendenti coloravano in rosso i pantografi delle elettriche RR; ad esempio, il negozio "La Modeltecnica". Anche la mia 003 li aveva dipinti di rosso, a mano, e purtroppo mediocremente, quindi glieli sostituii con altri neri.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 140
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda andrea_fs » 16 ago 2020, 21:48

Ciao, l'ho avuta anch'io, babbo Natale, ricordo che rimasi un po' deluso dalla mancanza della tartaruga e dalla diversità dello 003 rispetto alla serie successiva. Molti anni più tardi acquistai una 447 usata, gran bel modello, ok, con qualche imprecisione, ma dal mio punto di molto appagante, buona serata. Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 291
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda erregiesse 55 » 8 set 2020, 20:13

Ciao e grazie per le risposte.
Nessuno si ricorda com'era la scatola?


Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda erregiesse 55 » 8 set 2020, 20:22

Buona serata a tutti.
Ho comprato per 10 euro, come non funzionante , il modellino ALCO 1930 della Lima.
In effetti, una volta smontata, ho notato che la zavorra aveva un rigonfiamento al centro. Questo provocava la deformazione della plastica in corrispondenza dell’ingranaggio centrale della trasmissione del movimento alle ruote.
zavorra gonfiata.jpg

Con uno scalpello da legno ho rimosso la parte eccedente del metallo.
Con il phon da capelli ho riscaldato la plastica e l’ho raddrizzata con cautela prima che si raffreddasse; tutto è ritornato perfettamente funzionante.
loco aperta.jpg

Sembra piombo e non zama quindi mi chiedevo se ci fosse un difetto fin dalla produzione.
L’altro inconveniente era rappresentato dal gancio spezzato del tender.
Anche qui il problema è stato risolto con facilità: ho rincollato il pezzo dopo aver inserito uno spezzone metallico di rinforzo come da foto.
ricostruzione gancio.jpg

Ho riverniciato i carrelli del tender con nero opaco (il rosso sapeva decisamente di plasticona).
Ho dipinto fischietti e campana in color ottone.
carrelli.jpg

Allego le foto del lavoro finito.
loco2.jpg

loco1.jpg

Non saprei dire di che anno sia ma, vista la presenza di un componente elettronico alla base del motore, immagino si tratti di uno degli ultimi modelli prodotti (2000?).
Voi cosa ne dite?
Grazie fin da ora per eventuali suggerimenti.

-4-


Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda andrea_fs » 8 set 2020, 22:14

Ciao, tornando alla 003, i pantografi potrebbero essere stati sostituti, verniciati, come già scritto, oppure potrebbe appartenere alle ultime produzioni, ovvero fine '70, dove cominciavano, se non erro, a vedersi primi 52 rossi. Anche qui, a seconda dell'anno, la scatola varia dal plexiglass rosso e coperchio trasparente, a quelle in cartone rosso chiaro e finestra trasparente. Una cosa caratteristica di questo locomotore (ma anche delle serie successive), è il rumore che fa su scambi e giunzioni dei binari, una specie di "tlok" che ho sempre amato e che non ha riscontro su altri modelli RR, almeno in mio possesso, dato dalla conformazione dei carrelli, in special modo il folle, con il cilindro metallico per la commutazione linea aerea all'interno del telaio. Buona serata, Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 291
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron