I MIEI MODELLI IN SCALA H0



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda erregiesse 55 » 4 dic 2019, 23:01

AGGIUNGO QUESTO MODELLO

BETTIART (Roma)
Produttore artigianale che ha operato (se non ricordo male) tra gli anni 70 e 80.

ALe 840 035 ART 525

1.jpg


Aggiungo alcune foto per chi non avesse mai visto questo modello
2.JPG

3.JPG

4.jpg

5.JPG

6.jpg

7.jpg


Opportunamente oliata funziona correttamente in entrambi i sensi di marcia.

-4-


Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda Max 851 » 5 dic 2019, 9:22

Ricordo che all'epoca la Bettiart aveva suscitato il mio interesse perché il catalogo comprendeva un gran numero di modelli, probabilmente poi realizzati effettivamente in minima parte.
Non ne ho mai acquistati né ho avuto occasione di vederne qualcuno da vicino, anche perché non erano facili da trovare, e poi ricordo che si diceva che erano molto fragili, o addirittura che il materiale con il quale erano realizzati tendesse a degradarsi nel tempo. La tua Ale 840 però mi sembra ben conservata e in perfetta forma, quindi forse erano voci infondate?
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 846
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda Massimo Carloni » 5 dic 2019, 18:44

Confermo quanto dici, Max; i modelli Bettiart in resina degradavano con gli anni (a volte solo con i mesi). Vedere un modello Bettiart in queste condizioni, pressoché perfette, è raro.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 140
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda erregiesse 55 » 14 feb 2020, 16:49

RIVAROSSI ART. 1142 - Locomotiva a vapore Gr. 741 401

Buongiorno.
Questa l'ho comprata al mercatino di Medicina, pagata euro 35.
Funzionante e mi sembra integra.
1.jpg

La scatola era eccessivamente malridotta per i miei gusti pertanto l'ho scannerizzata, pulita col paint e fatta ristampare (ho conservato l'originale).
C'era pure il foglietto delle istruzioni.
img097.jpg

img098.jpg

img099.jpg

img100.jpg

Se vi dovesse servire, allego l'immagine pulita della scatola.
coperchio 1142.jpg

Va stampata nella misura di cm. 52,5 X 25,3
Per la piegatura vi consiglio di praticare una leggera incisione (ma leggera) lungo i lati da piegare
3.jpg

Alla fine ho incollato anche questi angoli che rendevano difficoltoso il montaggio del coperchio sulla base.
2.jpg

Rifatto la sagoma in gommapiuma .
Risultato finale.
4.jpg

Me par ben :lol:
Auguro buon fine settimana.

Ciao


Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda berto75 » 14 feb 2020, 17:22

Complimenti vivissimi per l'acquisto [09.gif] !! applause1 applause1
Ma... permettimi anche di essere sbalordito :? e perplesso :-o che cavolo...con 35 euro faccio fatica ad acquistare un (bel ) carro RR figuriamoci poi una 741 completa :shock: e per giunta mi pare in ottimo stato [lupe.gif] pure con le istruzioni !!
insomma è innegabile che hai avuto anche una GRAN botta di ass1 ass1 !
a 35 euro al massimo trovo in vendita le vecchie loco lima express ; ma trovare in vendita una loco rivarossi come la tua è pura utopia (x)
dalla data impressa sul foglio di istruzioni IL TUO MODELLO dovrebbe essere una versione del 10 /1983 .

FORTUNOSI -4- berto75
Ultima modifica di berto75 il 14 feb 2020, 17:23, modificato 1 volta in totale.
berto75

 
Messaggi: 2113
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda Giorgio » 14 feb 2020, 17:23

Azz pagata pochissimo!
Come hai fatto a stamparla così lucida e con l'effetto oro delle scritte????
Giorgio

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2350
Iscritto il: 16 mar 2009, 13:23

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda erregiesse 55 » 15 feb 2020, 17:00

E' vero Berto, un gran colpo di fortuna.
E non è stato l'unico perchè ho comprato anche un Marchesini Santafe a 5 euro (ne avevo già uno ma per 5 euro valeva la pena prendere anche questo).
1 Lima Express 4640 + 3 vagoni a sponde basse INGAP (quelli del Canadian Pacific) + bibari + questo carro chiuso a 15 euro.
vagone chiuso.jpg

Il carro non l'ho ancora identificato. Non ha nessun marchio pertanto se qualcuno lo riconosce sarà ben gradito.
1 Alemanni N. 1100 P, versione carica a molla, + tender + carrozza + stazione + binari a 15 euro. (anche questo lo avevo già).
Al mercatino di Medicina quasi tutti espngono giocattoli e gli affari migliori si fanno con quelli che, tra vecchi fari di biciletta, vecchi mantici da officina, motori Piaggio e ingranaggi vari, hanno anche la scatoletta rossa che poi di solito non è mai bene in vista :lol:
Giorgio ha scritto:Come hai fatto a stamparla così lucida e con l'effetto oro delle scritte????

Ho usato del cartoncino che è bianco lucido da una parte e grigio cartone dall'altro, grammi 300 al mq. (nel formato 103x73 costa 2/3 euro al foglio).
La stampa l'ho fatta fare in una cartotecnica con una macchina per grandi formati (superiori all'A3) a getto d'inchiostro.
Quando ho fatto la pulitura dell'originale sono intervenuto solo uniformando il colore rosso della scatola correggendo le linee delle scritte in oro che quindi alla fine fine sono risultate pulite e ben evidenziate.
Image_20200203_0001.jpg

Questo era l'originale.
Il risultato dopo l'intervento lo vedi sopra.
Le scitte in oro non si possono modificare solo passandoci sopra del giallo, di qualsiai tonalità si tratti.
Se si ingrandisce la scritta, infatti, si può vedere che questa parte è formata da pixel di vari colori
coperchio riva rosso1.jpg

Qui non si vede correttamente ma ci sono pixel verde, giallo, nero, nocciola e marron.
Per coprire i graffi sull'oro quindi c'è la necessità di inserire (io li ho messi a caso) i vari tipi di colore ravvicinati tra loro.
Stampato poi sul cartone lucido da l'effetto molto simile all'originale.
Buona giornata.

Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda Michelemassa » 15 feb 2020, 17:37

Ciao erregiesse , complimentoni per la 741 un bel colpo di fortuna ! Il carro da te illustrato deve essere Lima art 3101 presente come novità nel catalogo 64/65
Saluti
Michele
Allegati
Lima 1964-65_21.jpg
Lima 1964-65_21.jpg (11.08 KiB) Osservato 709 volte
Michelemassa

 
Messaggi: 222
Iscritto il: 3 dic 2019, 18:34

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda erregiesse 55 » 18 feb 2020, 20:45

Grazie Michele. E’ proprio lui. Chissà come mai non è marchiato; non è poi così male da vergognarsi :lol: .

Ora spero di non “rompere le scatole” con la solita lezione di costruire SCATOLE [fischse7.gif] .
La Lima Express 4640 (art. 2001) che ho comprato ultimamente è in perfette condizioni e, dato che possedevo il tender, ho preferito ACCASARLA per non lasciarla così abbandonata sullo scaffale ad impolverarsi.
E’ un oggetto dei primi anni ’60 e probabilmente in molti ce l’hanno almeno come ricordo.
Come ho sempre detto per me c’è una bella differenza dire … si ce l’ho ma senza scatola e ……ce l’ho anche se la scatola non è originale.
Il procedimento per la realizzazione è lo stesso presentato nelle altre costruzioni di scatole in cartone.
Avere delle buone immagini, ricostruire la forma rispettando dove possibile le misure, farle stampare,
accoppiarle ad un supporto di cartone (300 gr. mq) o stamparle direttamente sul cartone (400 gr. mq).
Tagliare, scontornare, piegare e incollare.
Vi metto la sagoma già pronta per la stampa su formato A3.

lima 1960.doc
(210 KiB) Scaricato 38 volte


Attenzione! In fase di ritaglio ricordarsi di ricavare le bandelle come nell’immagine qui sotto

4.jpg


Scontornare la finestra di quella che sarà la facciata superiore e incollare all’interno un foglio di plastica trasparente.

scontornare.JPG


In quegli anni probabilmente le scatole dovevano andare bene per molti modelli e l’indicazione del codice
articolo avveniva con timbro ad inchiostro in base alla necessità.

8.jpg


Ne risulterà una scatola con le seguenti dimensioni: cm. 25x9x4,5.
Ora qui viene il bello.
Non possiamo certo mettere dentro la scatola il modellino che poi ballonzola ogni volta che la prendiamo in mano.
Abbiamo bisogno di un supporto in cui alloggiare il modello.
Anche qui allego la sagoma da stampare in formato A3.
Il solito cartone da 300 gr. mq.

INTERNO SCATOLA LIMA.doc
(130.5 KiB) Scaricato 50 volte


Aggiungo un paio di immagini sperando che possano evidenziare come va fatta la piegatura della sagoma.

2.jpg

3.jpg


Fissare con punti di cucitrice.

7.jpg


Il modello alloggiato nella sagoma.

11.jpg

Scatola e porta modello

12.jpg

Risultato finale.

Auguro buona serata.


Gianni
erregiesse 55

Avatar utente
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 29 mag 2018, 22:36
Località: Portogruaro (VE)

Re: I MIEI MODELLI IN SCALA H0

Messaggioda Michelemassa » 18 feb 2020, 22:00

Ciao erregiesse , lieto di esserti stato utile
Certo che sei un mago con la ricostruzione delle scatole !
Posseggo anch'io una lima art 2001 senza scatola ora che hai pubblicato i disegni prima o poi ci provo pure io a farne una
Saluti
Michele
Michelemassa

 
Messaggi: 222
Iscritto il: 3 dic 2019, 18:34

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti