Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda Tricx » 7 lug 2018, 19:47

Di recente, una discussione aperta dall'amico Berto in altra Sezione del Forum, mi ha portato a visionare varie immagini di autocarri del tipo di cui al titolo, in base alle quali volevo sottoporre alcune considerazioni.

Anzitutto premetto che nei primi due cataloghi ( 1960 e 1961-62 ) Rivarossi indica la suddetta motrice genericamente come "Fiat 682", poi nei cataloghi successivi, da quello 1962-63 fino a quello 1972-73, la indica più correttamente come "Fiat 682 T" per poi finire in tutti i cataloghi successivi, da quello 1975-76 fino a quello del 1988 ( ultimo in cui la motrice caricata sul relativo vagone appare pubblicata ), per definirla "Fiat 682 N", che mi pare meno corretta.
In effetti il modello riproduceva proprio la trattrice stradale, che la Fiat siglava appunto "682 T", mentre erano siglate "N" altre configurazioni dell'autocarro.
La cabina come riprodotta da RR rappresentava la prima versione del veicolo, di inizi anni '50, fino al 1955 o 1956, dopo la quale sarebbero intervenute notevoli modifiche esteriori.

Peraltro va detto anche che il modello RR potrebbe rappresentare anche il predecessore "Fiat 680 T", che lo aveva preceduto di pochi anni, essendo uscito nei primi anni del dopoguerra e che assomigliava moltissimo alla prima versione del modello che poi gli sarebbe succeduto.

A tal proposito posto una foto che ho trovato in rete, la cui didascalie ( a meno di possibili errori ) indicano un Fiat 680 T negli anni '50 in Messico.
AA_Fiat_680_anni50_Messico.jpg


Dall'esame della foto, balza agli occhi anche la straordinaria somiglianza ( a parte il fatto di avere un solo asse anzichè due ) del semirimorchio, rispetto a quelli realizzati da Rivarossi, relativamente ai quali avevo letto in un'altra discussione in passato, che essi sarebbero stati di "tipo americano" e non italiano oppure europeo, dal che l'incongruenza del loro accostamento ad una motrice prettamente italiana come quella in oggetto.

Sinceramente non mi intendo molto di semirimorchi italici e/o europei e non riesco molto a cogliere le sfumature e le differenze rispetto a quelli di tipo americano.
Comunque la foto testimonia invece la plausibilità dell'accostamento.

Se poi ho preso fischi per fiaschi.... chiedo venia.
Un saluto a tutti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda Tricx » 15 lug 2018, 9:32

Avevo scritto nel messaggio precedente che in una discussione in passato avevo letto che il tipo di semirimorchio riprodotto da Rivarossi sarebbe stato di tipo americano.

Sono riuscito a ripescare tale discussione, di cui metto il diretto rimando qui:
viewtopic.php?f=53&t=305#p1740

Tornando alla foto postata, volevo solo precisare che, seppure in Messico, sempre di strade del Nord America si tratta, quindi con possibili attrversamenti della frontiera verso gli U.S.A. che avrebbero visto quindi la presenza di quella motrice stradale italiana.

Saluti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda Tricx » 28 feb 2020, 21:43

Oltre alla già richiamata discussione precedente, intitolata "Le automobili di Rivarossi", si era parlato dei semirimorchi prodotti da Rivarossi, che sarebbero stati di tipo "americano", anche nella discussione dal titolo "Carro POZ - con rimorchio Rivarossi" e precisamente qui:
viewtopic.php?f=53&t=3222&hilit=camion#p21761

In quest'ultima discussione è stato anche affrontato ( a pag. 3 della stessa ), l'interessantissimo tema della "scala" e delle proporzioni delle motrici e dei semirimorchi Rivarossi e Lima, anche in rapporto alle produzioni e marche in rigorosa scala 1/87.

Ogni tanto trovo interessante "rispolverare" :lol: le vecchie discussioni...
Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda andrea_fs » 29 feb 2020, 9:54

Osservando la foto direi che la discussione è più che mai attuale... :-(
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 213
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda Michelemassa » 29 feb 2020, 15:59

Buongiorno a tutti ,sono anche appassionato di camion (prima o poi posterò le foto dei miei modelli nell'apposita sezione) ho fatto il meccanico in un officina Iveco e ora sono circa vent'anni che faccio il camionista ,provo ora scavando nei miei ricordi di dimostrare che i semirimorchi prodotti da rr circolavano anche in Italia.
I semirimorchi in questione venivano prodotti dall'americana Fruehauf a Detroit e venduti in Italia sia con doppio asse gemellato sia con un asse gemellato e uno singolo autosterzante venivano venduti sia con furgone originale sia a telaio da allestire (con ribaltabile o altro allestimento ) Quando facevo il meccanico in concessionaria in piazzale ne avevamo due ex Esselunga uno con assi gemellati poi venduto a un giostraio di Cremona e ora non saprei dire dove sia finito , l'altro con asse gemellato e singolo e stato venduto a una ditta di Piacenza che ha un impianto di frantumazione degli inerti che dopo averlo verniciato di verde lo utilizza come magazzino statico , è tutt'ora esistente e non appena vado a caricare da loro gli faccio una foto e la metto .
Poi ricordo il camion che usava mio padre dai fratelli Mazzoni di PC :un 690 t4 con agganciato uno di questi semirimorchi con doppio asse gemellato con fugonatura colore alluminio e scritta Mazzoni in rosso ( purtroppo la ditta in questione è fallita se no potevo chiedere se avevano foto )
Comunque dal mio archivio personale del cel ho pescato questo due foto :un lancia con un semirimorchio con asse gemellato più singolo in allestimento ribaltabile e la foto di una brochure del 643 fiat con allestimento furgone
Ho provato a fare qualche ricerca in rete ,ma siccome erano veicoli abbastanza rari in Italia per ora non ho trovato nulla ma la ricerca continua ,anche perché venivano prodotti anche da costruttori nostrani come Cardi o Bartoletti
Spero di essere stato utile
Saluti
Michele
Allegati
643t.jpg
semi 2assi.jpg
Michelemassa

 
Messaggi: 186
Iscritto il: 3 dic 2019, 18:34

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda Tricx » 29 feb 2020, 17:27

andrea_fs ha scritto:Osservando la foto direi che la discussione è più che mai attuale... :-(

Ho capito la sottile e ironica allusione... [fischse7.gif] :lol:

E grazie [09.gif] (13) applause1 a MicheleMassa per il suo intervento puntuale e competente, che ha vivacizzato con precisa competenza tecnica l'argomento.

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda andrea_fs » 2 mar 2020, 9:58

Hehehe, peraltro ho letto che incredibilmente la società che produce la birra in questione sta subendo delle perdite enormi a causa del nome... Assurdo, soprattutto perché, personalmente, la trovavo pessima anche prima... ok, o.t., lo so, ma vista la situazione un sorriso non guasta... Ricordo che da bambino avevo un modellino di camion, era un Lancia Esadelta della Politoys, mi piaceva un sacco. Ho sempre trovato che i camion Lancia avessero un ché di distintivo rispetto agli altri, così come le auto, prima che decidessero la (quasi) fine ingloriosa di questo meraviglioso marchio. Buona giornata a tutti.

Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 213
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda Max 851 » 2 mar 2020, 12:02

OT per OT, da bambino ero affascinato dal Lancia Esatau "musone" che già allora cominciava a essere piuttosto raro, e anche adesso per me resta il più bel camion di tutti i tempi.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 815
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda andrea_fs » 2 mar 2020, 14:09

In effetti ho il dubbio su quale modello fosse, sono passati troppi anni, ma sulla spiaggia era il numero 1. (13)

Andrea
andrea_fs

Avatar utente
 
Messaggi: 213
Iscritto il: 16 ott 2019, 13:19

Re: Autoarticolati Rivarossi e Motrice Fiat 682 T

Messaggioda Giorgio » 2 mar 2020, 19:13

andrea_fs ha scritto:Assurdo, soprattutto perché, personalmente, la trovavo pessima anche prima
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Sempre OT ma concordo e apprezzo!!!
Giorgio

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2339
Iscritto il: 16 mar 2009, 13:23

Prossimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron