NonsoloRR



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

Re: NonsoloRR

Messaggioda Tricx » 9 giu 2018, 15:02

Oliviero Lidonnici ha scritto:Non del tutto: la cassa col telaio sono Rivarossi ma i carrelli sono sullo stampo di Tempo e se guardate bene hanno la scritta ahm
(anche il Peabody)...

Scusa Oliviero, magari mi sbaglio io....ma cosa ci vedi di particolare.... e di particolarmente attribuibile a qualcuno, rispetto a qualche altro ?

Io li vedo nè più e nè meno come quelli che compaiono sul Sito e definiti "tipo CX" ( vedere relativo articolo ). L'unica differenza è la marcatura "ahm" anzichè Rivarossi.
Anche le ruote dei carri postati da Berto mi paiono Rivarossi....o simil-tali, ma comunque non vi riscontro in esse alcuna particolarità che ne denoti una specifica attribuibilità.

Ciò conforta ulteriormente le considerazioni che avevo fatto in precedenti messaggi e che - sotto molti aspetti - erano in linea anche con le tue idee.
In sostanza AHM era non solo il "distributore", quanto piuttosto l' organizzatore, "l'orchestratore" di tutto questo valzer di modelli e livree quasi del tutto identici, derivante probabilmente dal fatto ( - sta diventando mia personale convinzione - ) che avesse qualche "diritto" su quegli stampi e su quei "modelli".

Quindi.... un carro totalmente RR, se inserito in scatola AHM, tale diventava...punto e basta.
Idem per "vattelapesca".... :lol:
Oliviero Lidonnici ha scritto:Ora nel caso dei treni H0, per uniformità doveva in ogni modo rendere compatibile la produzione di molti, uniformandola con la sostituzione di agganci e carrelli su cui ovviamente metteva il proprio nome* (anche se li faceva fare sicuramente da altri....forse da Tempo).


Non penso che avesse bisogno di particolari "uniformazioni", visto che tutti i produttori, per gli USA, già producevano in preciso 1/87 H0, secondo le norme NMRA e che anche Rivarossi già metteva ai suoi carri gli agganci di tale tipo.... così come probabilmente anche gli altri.

Non penso che quei carrelli non li potesse fare RR, mettendoci, a richiesta, il logo "ahm".

Del resto, se così non fosse, AHM, oltre alla struttura commerciale, che rappresentava la sua stessa essenza, avrebbe dovuto comprendere anche vere e proprie strutture e sedi oltre che di semplice inscatolamento, anche di vero e proprio assermblaggio.... salvo "esternalizzare" tale attività ad ulteriore "appaltatore",,,, ma allora dove sarebbe andata a finire l'auspicata "economicità", con tutti questi "giri" che avrebbero dovuto fare i modelli prima di essere posti in vendita ?

Oliviero Lidonnici ha scritto:....Naturalmente vendeva quello che le case gli fornivano. Nel caso di RR, fino a che la ditta di Como ha tenuto in catalogo i "suoi" carri Athearn/RR, ahm a messo in scatola gli Hopper coi portelloni. Quando Rivarossi ha messo in catalogo i suoi nuovi carri "ristampati", ahm ci ha messo gli Hopper senza portelloni....

Più che altro penso che le varie Case fabbricavano ad AHM quello che la stessa richiedeva, contrattandolo di volta in volta "al massimo ribasso" ed utilizzando quei "diritti" su quegli stampi e modelli che ( probabilmente ) essa aveva....
Ciò avrebbe consentito tra l'altro ad AHM, di matenere in catalogo gli stessi tipi di carro e di livree, anche se di volta in volta cambiava il "fornitore-appaltatore" ovvero anche se contemporaneamente si riforniva da più di un fabbricante-fornitore.

Adesso torno un attimo indietro ad Athearn.
Se essa faceva parte del "giro" AHM, che senso aveva per quest'ultima chiedere a RR carri che già erano Athearn, quando questa le si trovava "a quattro passi" e non oltre oceano ? :?
A parte ciò, visto che carri RR/Athearn sarebbero finiti in scatole AHM, non penso che la cosa possa essersi attuata con ben due attreversate atlantiche.... altrimenti dove sarebbe andata a finire "l'economia" del rapporto ?
Proprio in virtù di ciò penso che il rapporto RR/Athearn si sia svolto non con l'acquisto di "pezzi grezzi" della ditta americana, da rifinire poi a Como, quanto piuttosto con il diretto utilizzo in Italia di stampi americani ( o la "clonazione" autorizzata di quelli da parte di RR ), per un certo periodo di tempo, ovviamente in cambio di contropartita economica.

Sono gradite altrui opinioni.
Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: NonsoloRR

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 10 giu 2018, 1:19

Tricx ha scritto:
Oliviero Lidonnici ha scritto: i carrelli sono sullo stampo di Tempo (anche il Peabody)...

Scusa Oliviero, magari mi sbaglio io....ma cosa ci vedi di particolare.... e di particolarmente attribuibile a qualcuno, rispetto a qualche altro ?
......................................
Sono gradite altrui opinioni.
Saluti. Riccardo.


Carrelli a confronto.jpg

-4-
Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3693
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: NonsoloRR

Messaggioda Tricx » 10 giu 2018, 11:13

Grazie, Oliviero, per la risposta.
Anzitutto non posso certo dire che quel carrello su carro "Tempo" che hai mostrato sia diverso da quelli postati da Berto, Anzi direi proprio che è sostanzialmente uguale.

Però potrebbe dirsi la stessa cosa riguardo ai carrelli Rivarossi ai quali avevo fatto riferimento io.
Mi scuso per la pigrizia...ma avevo ritenuto sufficiente indicare genericamente l'articolo sulle particolarità dei carri americani sul Sito, di cui adesso metto qui anche il rimando diretto:
http://www.rivarossi-memory.it/Riva_Car ... colari.htm

Riposto per confronto i carri mostrati da Berto e per comodità i carrelli cui mi riferivo io, tratti dal Sito.
hopper Berto 1.jpg

hopper Berto 2.jpg

Carrelli%20a%20confronto.jpg

Carrello Rivarossi (CX).jpg

Carrello Rivarossi (CY).jpg


Se non ho le fette di salame sugli occhi, mi sembra che anche in questo caso i carrelli siano sostanzialmente uguali ( salvo scritte-loghi )

Anzi guarda il particolare di quello "scasso" per l'introduzione-estrazione degli assi, evidenziato dai cerchietti, conforme ai carrelli Rivarossi e mancante viceversa nel carro Tempo da te mostrato.

Va detto però anche, che il secondo dei carrelli tratti dal Sito ( denominato convenzionalmente CY ), pur similare per tutti gli altri vari aspetti all'altro ed a quelli sopra mostrati, manca anche lui di quei particolari "scassi" sulla parte interna della plastica del carrello, analogamente quindi al carro Tempo-Mehano.

Tutto ciò non fa che confermare quindi quanta poca "originalità" ed "autonomia" realizzativa esistesse in questi carri e la "probabile" regia AHM di tutte queste questioni di identicità- somiglianza di tutte le componenti dei carri americani delle varie marche fornitrici di quella.

E su questo e sul resto dei miei ragionamenti ( che mi rendo conto benissimo che non siano supportati da prove...), seppur a livello di ipotesi e illazioni, che cosa ne pensi ?

-4- a tutti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: NonsoloRR

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 14 giu 2018, 17:40

Tricx ha scritto:
Oliviero Lidonnici ha scritto:Ora nel caso dei treni H0, per uniformità doveva in ogni modo rendere compatibile la produzione di molti, uniformandola con la sostituzione di agganci e carrelli su cui ovviamente metteva il proprio nome* (anche se li faceva fare sicuramente da altri....forse da Tempo).

Non penso che avesse bisogno di particolari "uniformazioni", visto che tutti i produttori, per gli USA, già producevano in preciso 1/87 H0, secondo le norme NMRA e che anche Rivarossi già metteva ai suoi carri gli agganci di tale tipo.... così come probabilmente anche gli altri.
Riccardo.

Non è come pensi. Ogni produttore americano (pure tedesco: Fleischmann) metteva i suoi ganci, quindi per poter collegare carri di varie marche occorreva cambiarli.
X1 ganci1.jpg
X2 ganci2.jpg
X3 ganci3.jpg
X4 ganci4.jpg
X5 gancu5.jpg

Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3693
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: NonsoloRR

Messaggioda Tricx » 16 giu 2018, 11:44

Carissimo Oliviero, Tu mi scodelli sotto il naso della pubblicità "anni '50" ( almeno mi pare....ma anche di altri anni non cambierebbe molto... ), o qualche singolo modello, per avvalorare in modo assoluto la tesi di quanto avevi scritto.
Premetto che non penso affatto che avevi detto fesserie e che di certo sul mercato americano ci potevano essere grandi varietà di materiali e di "sistemi".

Però quello di cui parlavo io era piuttosto l'ipotesi di una sorta di "regia" da parte di AHM, perdurata per almeno tre o quattro decenni circa, in tutto quel rincorrersi ed alternarsi di modelli simili ( anzi quasi identici ), prodotti da case diverse sparse nel mondo, situazione che vedeva "chiedere" alle case un certo tipo di articoli ( forse anche con la cessione di utilizzo di stampi, magari pure già suoi ) più che "accettare" da esse quello che queste producevano.
In sostenza non credo che AHM acquistasse un prodotto da uno, facendolo poi modificare da un altro, posto che essa non fabbricava o "modificava" personalmente, ma "distribuiva".
Più semplicemente richiedeva....anzi "imponeva" articoli con determinate caratteristiche, dei quali curava solo più al massimo l'inscatolamento e sicuramente la distribuzione.

Quanto alle pubblicità americane che Tu, Oliviero, hai sopra postato e che trovo per altro verso interessantissime (13) , ricordo che spessissimo esse riportano immagini e figure tratte direttamente dai cataloghi dei vari produttori, quindi con caratteristiche proprie e specifiche magari variate nel tempo senza però variazione alcuna di immagine sui cataloghi suddetti e comunque in ogni caso certe immagini dei cataloghi non possono escludere modifiche di alcuni particolari ove tale richiesta sia effettuata da un partner-distributore che acquista ingenti quantitativi di prodotto.
Anche RR, ad esempio, da noi metteva i ganci tradizionali e ad AHM mandava i prodotti muniti di ganci NMRA....perchè così le veniva richiesto.

Quanto alle due scatole Life-Like con vagoni muniti di ganci "arpione"....anzitutto non sono scatyole AHM ( anche se i relativi carri possano essere eventualmente stati commercializzati anche da AHM...questo non lo so...) e comunque la cosa non esclude che il produttore possa averli dotati di ganci diversi a seconda del mercato e del partner-distributore cui erano destinati.

Spero di non essermi troppo ripetuto in concetti già espressi in precedenti messaggi.
Un cordiale saluto. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: NonsoloRR

Messaggioda berto75 » 19 giu 2018, 19:03

Tricx ha scritto:[
... si conosce ... l'ulteriore evoluzione delle scatole AHM ?
In sostanza come erano quelle degli anni '80, almeno degli inzi, posto che poi la stessa è fallita o andata in crisi ?
Incasinati saluti.... :? Riccardo.

credo che le scatole AHM dell'ultimo periodo, nei primi anni 80 prima dell'estinzione della medesima fossero tutte d'argento con il logo AHM con grafica differente INSCRITTO ALL'INTERNO DELLA CAMERA FUMO DI UNA LOCOMOTIVA . ecco alcuni esempi
-4- BERTO75
Allegati
ahm nuove scatole 2.jpg
esempio di CONFEZIONE AHM dell'ultimo periodo contenente un box car sputacasse della lima con relativa piattaforma per il raccoglimento delle medesime
ahm nuove scatole 3.jpg
ahm nuove scatole.jpg
AHM GG.1.jpg
confezione AHM ultime produzioni contenente un LOCOMOTORE GG1
berto75

 
Messaggi: 2295
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: NonsoloRR

Messaggioda Tricx » 23 giu 2018, 16:41

Ringrazio Berto per aver dato risposta ad un mio precedente quesito, riferito a quando erano state postate "confezioni complete" AHM, contenenti loco e carri "quasi Riovarossi" ... :lol: cioè di provenienze vaire, inframmezzate da materiale "forse Rivarossi".... :oops: :-o :shock: ed il discorso era caduto sulla datazione di tali scatole e confezioni.... con accenni alle differenze tra scatole AHM degli anni '60 e quelle degli anni '70.

Devo dire che le scatole ora postate, che non avevo mai visto, le trovo avvastanza "anonime", prive di personalità, in sostanza bruttine.... E passi una confezione contenente elementi vari, quasi un "kit", come quella delle prime tre foto, ma quella della loco (....a proposito di "chi" sarà stata... di RR o di altre marche ?...) mi sembra decisamente inferiore a quelle delle epoche precedenti dotate di ben maggiore fantasia e fascino.

Tra l'altro la trovo anche abbastanza "strana" come dimensioni, posto che l'ingombro della loco è poco di più di quello che appare dalla finestratura trasparente, mentre tutta la parte superiore della scatola stessa, al di sopra della striscia gialla, dove campeggia la scritta "HO Loco Power", mi sembra un illogico spreco di spazio e di materiale....all'interno del quale potrebbe addirittura trovare posto un vagone....
Proprio non capisco.... :?

Ma magari sono gusti persinali.
Un saluto a tutti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: NonsoloRR

Messaggioda Tricx » 23 giu 2018, 19:09

Faccio nuovamente un passo indietro a quando avevo allegato foto di una scatola completa AHM, che avevo visto ad un mercatino scambio qualche yempo fa.
Avevo mostrato questo:
download/file.php?id=29035&mode=view
e questo:
download/file.php?id=29048&mode=view

Completo il discorso con altre foto di quella scatola, della quale si era detto che probabilmente era la stessa (...come è piccolo il mondo...! :D ), che combinazione aveva autonomamente pubblicato anche Berto qualche tempo prima... [lupe.gif]
Comunque ecco qua.
Samsung Foto Riccardo (da 9.8.2017 a 13.5.2018 ) 139  Ridotta.JPG


Un saluto a tutti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: NonsoloRR

Messaggioda Tricx » 23 giu 2018, 19:27

Ecco ancora altra immagine. Dal confronto con quelle postate da Berto, qualche piccolissima differenza sulle confezioni, mi pareva di averla vista.....però i dubbi rimangono....
Samsung Foto Riccardo (da 9.8.2017 a 13.5.2018 ) 140  Ridotta.JPG


Saluti a tutti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: NonsoloRR

Messaggioda Tricx » 23 giu 2018, 19:51

Un'altra inquadratura.
Samsung Foto Riccardo (da 9.8.2017 a 13.5.2018 ) 141  Ridotta.JPG


Saluti.
Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

PrecedenteProssimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti