un casello ferroviario RR?



Regole del forum
Rivarossi-Memory.it
"E' il link del bellissimo sito dedicato alla storia della vecchia Rivarossi.
Già da tempo in contatto con loro, abbiamo insieme deciso di creare una sezione del forum dedicata al loro sito.
Naturalmente per prima cosa, per chi non l'avesse ancora fatto, vi consiglio di andare a visitare il sito http://www.rivarossi-memory.it e di studiarlo per bene visto che contiene buona parte della storia del fermodellismo Italiano per poi venire qui e parlarne con noi e con loro!
Vi aspettiamo numerosi!!!
Lo staff di ferramatori.it e di rivarossi-memory.it"

un casello ferroviario RR?

Messaggioda Massimo » 15 feb 2010, 9:15

comperato circa 20 anni fa in un negozio del Friuli che offriva una cesta di offerte da eliminare. Il casello (che al tempo usai per un'elaborazione da plastico), dichiarato appartenente alla serie "treHObby", non appartiene allo standard rivarossiano e rappresentava un'edificio di impronta quasi tedesca. Un'altro elemento caratteristico era la presenza, come dice il volantino contenuto nel sacchetto di plastica (e non in una scatola), dell'applicazione di piante rampicanti, realizzate in plastica, da applicare alle pareti. Il dotare di piante rampicanti i modelli mi pare fosse una caratteristica di Faller o di Pola. Da notare la presenza dell'ultimo marchio RR e la data alla base del volantino "3-83". Il volantino è ricavato per fotocopiatura di un originale raffazzonato alla meglio, con testi battuti a macchina e con interventi di scrittura a mano, addirittura senza molta corrispondenza alle istruzioni di montaggio.
Chi ne sa di più?
Massimo

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: 17 mar 2009, 9:39

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda Talgo49 » 15 feb 2010, 10:10

Si tratta proprio di un modello Faller, l'ho costruito anch'io da piccolo. Eccolo sul catalogo per modellisti del 1963, gentilmente fornito da Daniel.
Cabina.JPG

È un modello "storico" di Faller, rimasto in produzione per moltissimi anni. Certamente non ha mai fatto parte ufficialmente della serie TrenHobby, la mia opinione è che si tratti di una iniziativa commerciale del negoziante per liberarsi di materiale. Ho il sospetto che si tratti degli avanzi di una scatola aperta anche perchè, almeno nel disegno e nella descrizione, mancano dei pezzi. come la base della costruzione e la campanella in metallo che appare sulla destra.

Gianni
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1807
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda Massimo » 15 feb 2010, 10:54

se si trattò di un'iniziativa del commerciante fu una cosa abbastanza losca. Spacciare materiale refuso per materiale originale RR, completandolo di marchi, logos, numeri di codice non era cosa leggera.
Massimo

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: 17 mar 2009, 9:39

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda Talgo49 » 15 feb 2010, 15:27

Quella di riciclare in confezioni di fortuna kit di modelli non è una pratica così insolita anche oggi. Nei mercatini dell'usato più grandi, tipo Novegro, si trovano varii tavoli ove si vendono buste di plastica contenenti kit, specialmente di aerei di piccolo dimensioni. Non conosco l'origine di queste confezioni, se provengono da lotti ove la scatola originale era danneggiata o da ritiri di materiale allegato a pubblicazioni rimaste invendute e poi riciclato o altro.
Nel nostro caso posso solo dire che, a quanto mi risulta, Rivarossi ha sempre venduto in scatola di montaggio solo modelli di propria produzione e che, se l'immagine mostrata sulla confezione era completa, mancano dei pezzi. Del resto mi sembra strana l'istruzione di assemblare le pareti della cabina usando come riferimento il tetto, io avrei usato la base del modello! Ma ovviamente queste sono solo supposizioni

Gianni
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1807
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda maxgottardo » 1 mar 2010, 17:44

La Rivarossi, e Giorgio o lo stesso Signor Alessandro possono confermare, commercializzo' (era importatore ufficiale) i prodotti Faller negli anni '60. Lo si vede anche nei cataloghi dell'epoca in cui la produzione Faller veniva pubblicizzata in modo del tutto particolare. Questo casello che e' suscettibile di italianizzazione fa parte delle cose che RR importava e commercializzava aggiungendo alla busta del kit un foglio con sua intestazione e poche semplici istruzioni per il montaggio. La fustella che veniva applicata lle buste del kit era di colore giallo canarino, colore tipico della RR, come il cartoncino che giaceva sul fondo delle scatole degli scambi eletttrici nel cofanetto trasparente. Ho ancora 5 o 6 pezzi di questo kit che non ho difficoltà a fotografare e a mettere sul sito se solo mi ricordo come fare per pubblicare le foto. ciao a tutti Massimo (18) posting.php?mode=reply&f=53&t=410#
maxgottardo

 
Messaggi: 43
Iscritto il: 6 mag 2009, 13:32

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda Massimo » 2 mar 2010, 9:29

Sappiamo perfettamente che Faller era rappresentata in Italia da RR negli anni '60 tuttavia la confezione che io acquistai portava il logo RR nella sua ultima versione il che mi (ci) fa supporre si tratti di una revisione "fai da te" del kit, anche perchè mancano, come si diceva più sopra, alcuni dettagli.
Nella foto che allego (un plastico originale della serie "rr") appare chiaramente il casello Faller, addirittura sistemato in un plastico ufficiale ed insieme alla stazione Dubino, al passaggio a livello ed in anni in cui il delizioso posto di blocco RR era già in produzione.
Nel plastico, corredato di numerose villette Faller, si vede anche un serbatoio d'acqua (faller); evidentemente si cercava di reclamizzare anche la vendita degli accessori tedeschi, magari in un plastico "sottotono" come la serie "rr" prevedeva e come si deduce dallo striminzito circuito tramviario...sempre "rr"
Massimo

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: 17 mar 2009, 9:39

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda Massimo » 2 mar 2010, 11:37

rettifico e aggiungo:
ecco perchè nel plastico originale dedicato alla serie "rr" manca il casello ed il serbatoio acqua: perchè nella serie "rr" non erano previsti e dunque il plastico venne dotato di accessori provenienti dalla produzione Faller, da RR rappresentata.
Massimo

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: 17 mar 2009, 9:39

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda Talgo49 » 2 mar 2010, 23:19

Forse non mi sono spiegato bene, cercherò di spiegarmi meglio.
T70940.jpg

Senza disturbare nessuno credo sia un fatto acquisito che Rivarossi sia stata il distributore di Faller, mi pare di averlo anche scritto. Massimo(1) si è interrogato sull'origine di un insolito kit marchiato Rivarossi TrenHobby. Ho scritto, e ribadisco, che secondo me si tratta di un modello di origine Faller e che non mi risulta che Rivarossi abbia mai inserito nella serie TrenHobby modelli non di propria produzione. Ho anche scritto, e ri-ribadisco, che stando a quanto ho visto, il kit manca di almeno due componenti. Aggiungo che non riesco a capire perchè Faller, che ha sempre venduto i suoi modelli in belle e robuste scatole doveva mettersi ad infilarli in miseri sacchetti di plastica. Ovviamente posso sbagliare, ma manca fino ad ora prova contraria. Ciò detto ho fatto delle ipotesi sull'origine del kit. :-?
Sono sicuro che sarete tutti d'accordo sul fatto che parte del "divertimento" nell'appartenere a questo forum consista nello scoprire cose nuove o insolite su Rivarossi, ecco perchè trovo assai interessante il post di Massimo(2): avremmo addirittura una linea di prodotto di Rivarossi fino ad ora ignota (per lo meno a me). Vorrei capire se i kit in possesso di Massimo(2) sono lo stesso modello di Massimo(1) e comunque ora Massimo(2) ha l'obbligo morale di inviarcene le foto (24).
Da tutta questa storia un fatto si evince in modo inoppugnabile: è sempre colpa di un Massimo (17) (7)

Ciao
Gianni
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1807
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda Giorgio » 3 mar 2010, 10:06

Propongo un'ipotesi:
il kit è datato 1983, anno di grave crisi per RR in amministarzione controllata. I responsabili della ditta per fare cassa cercavano di vendere-svendere tutto quanto avevano stipato nei magazzini (la voce "magazzino" nei bilanci degli anni 1979/80 era così enorme da essere definita "patologica" nella relazione ufficiale del Curatore nominato dal Tribunale di Como).
Posso presumere che per rendere più appetibili alcuni fondi di magazziono Faller li abbiano imbustati come RR, non è una prassi correttissima, ma allora buttava moooooooooooolto male per RR e tutto faceva brodo.
Giorgio

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2376
Iscritto il: 16 mar 2009, 13:23

Re: un casello ferroviario RR?

Messaggioda Talgo49 » 3 mar 2010, 11:05

Alla luce dei fatti che esponi mi sembra un'ipotesi molto logica e probabile.

Gianni
Through the Rockies, not around them
Talgo49

Moderatore Globale
 
Messaggi: 1807
Iscritto il: 11 apr 2009, 10:22
Località: Orobia

Prossimo

Torna a Rivarossi - Memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: crhav, Google [Bot], merlotrento e 4 ospiti