Pagina 1 di 1

Tanto per sapere...

MessaggioInviato: 10 dic 2018, 18:20
da armandoc
Avrei problemi se usassi scambi e binari di marche diverse sebbene siano tutti cod. 100? Non dovrebbero esserci credo, dato che ci sono precise norme NEM. Domanda assurda lo so, ma dato che ho sempre utilizzato solo vecchi binari Rivarossi (ora forse pensionati) la domanda per non spendere soldi inutilmente pare per me d'obbligo per non avere problemi. Grazie a tutti.

Re: Tanto per sapere...

MessaggioInviato: 11 gen 2019, 11:22
da Tartaruga87+ST
Ciao armandoc.

Io per la costruzione del plastico ho usato binari di marche diverse tutti codice 100. La maggior parte sono Lima ma ho sganciavagoni Rivarossi e Fleischmann e binari flessibili GT. Io ho preso spunto da un tracciato iniziale Lima perciò ho usato soprattutto binari di questa marca che hanno le misure giuste. Quelli non Lima li ho usati solo nei tratti che ho modificato e che si prestavano ad accoglierli dato che hanno misure di lunghezza e/o raggio diversi a seconda delle marche. Cosa importante sono gli scambi che sono anche molto diversi, come misure e ovviamente come funzionamento, tra marche diverse ma anche tra modelli diversi della stessa marca. Io ho scelto i Lima per l'affidabilità e perchè avevano le misure giuste per il mio tracciato ma per un realismo maggiore sono meglio i Peco con i motori sotto plancia o altri marchi che hanno una scatola del motore meno ingombrante. Devi stare attento agli agganci fra binari. Quelli della serie ecomonica Lima o Rivarossi non avevano la scarpetta e non si adattano bene per l'uso con altri binari. Quelli che hanno la scarpetta hanno quest'ultima che differische a seconda della marca ma di solito non ci sono problemi di aggancio e in ogni caso si possono sostituire. Esistono infine anche i binari con la massicciata "di serie" e quelli meritano un discorso a parte perchè in quel caso c'è anche la differente altezza e dimensione della massicciata che influisce nella versatilità di utilizzo con i binari di altri marchi.

Stefano