Macchine d'epoca 1:43



Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Max 851 » 28 apr 2020, 9:10

Ciao Oliviero, OT per OT vorrei rievocare per un momento anche i miei ricordi d'infanzia. Con i miei non ricordo di aver mai preso un "tassì" perché ci spostavamo sempre in auto anche in posti oggi impensabili: in completa assenza di ZTL ricordo che mio padre a Natale ci portava in auto a vedere le decorazioni luminose di Via Frattina o Via Condotti!
Invece con i nonni il tassì era un mezzo abituale (nonno non aveva la patente) e sebbene io sperassi sempre di viaggiare su una 1100, ai miei tempi purtroppo era molto più frequente che capitasse una 600 multipla.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 809
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 29 apr 2020, 21:22

La guerra interromperà l'evoluzione delle auto; tutta la produzione industriale si concentrerà sulla produzione bellica. Alla fine del conflitto, la distruzione delle fabbriche e la mancanza delle materie prime ritarderà l'introduzione di nuovi modelli.
Ma Enzo Ferrari già nel 1945 si prepara per ricostituire una fabbrica che (superati ormai i quattro anni dall'uscita dall'Alfa Romeo) potrà finalmente portare il suo nome.
Nel capitolo precedente avevamo visto il suo primo modello che per contratto non aveva potuto chiamare "Ferrari"

download/file.php?id=36154&mode=view

La riorganizzazione della fabbrica e la gestazione della sua prima Ferrari sarà comunque lunga ed impiegherà quasi due anni per realizzarla:
FERRARI 125 S (1947)
Caratteristiche: motore 12 cilindri a V (60°) di 1496,77 cc -potenza max: 118 CV - Velocità: 170 Km\h
Telaio a longheroni e traverse
Lunghezza 4500mm - Peso a vuoto: 750 Kg.

#50-1947_20200417_233823.jpg
Ferrari 125 S. La prima Ferrari della storia
La macchina, pilotata da Franco Cortese, vinse il Gran Premio di Roma (1947) sul Circuito di Caracalla

#51-1947_20200417_233847.jpg
Il modellino della Ferrari 125 S vista da dietro: notare la precisa riproduzione del cruscotto

Ferrari inarrestabile, tra il 1947 ed il 1948 realizzò altre sei diversi modelli di macchine alcune a ruote coperte altre di formula , conseguendo numerosi successi.

FERRARI 166 MM Touring. (1948)
Caratteristiche: motore 12 cilindri a V (60°) di 1995,02 cc -potenza max: 140 CV - Velocità: 220 Km\h
Telaio a longheroni e traverse
Lunghezza 4120 mm - Peso a vuoto: 680 Kg.
#52-1948_20200417_235001.jpg
FERRARI 166 MM Touring. Vittoriosa in molte gare prestigiose: 12 ore di Parigi (1948)- 24 ore di Le Mans (1949) - 24 ore di SPA (1949)

#53-1948_20200417_234939.jpg
il modellino 1:43 della 166 MM vista dall'alto

#54-1948_20200417_235048.jpg
Lo stesso modello visto dal retro: particolarmente curata la riproduzione dell'abitacolo


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 30 apr 2020, 20:07

Lasciamo per ora le sportive e torniamo a parlare delle auto da città.
Già prima della guerra la Lancia aveva pensato di produrre una macchina di piccola cilindrata e quindi di costo contenuto da affiancara alla splendida Aprilia. Tra il 1939 ed il 1940 viene proposta la piccola Ardea, con forme simili ma con dimensioni inferiori, pari a circa i 9/10 della sorella maggiore. Motore a 4 cilindri a V "stretta" con cilindrata limitata a 902,50 cc e potenza di 28,8 CV. La guerra ne limitò la diffusione e ne intrruppe la produzione che venne ripresa nel 1936

LANCIA ARDEA (1940-1953) - modello Norev - scala 1:43

#55-1949_20200418_001256.jpg
Lancia Ardea - Questo modellino della Norev riproduce la IV serie in produzione dal 1949 al 1952 aveva un motore più potente (30 CV) con velocità di oltre 105 Km/h

#56-1949_20200418_001537.jpg
La Lancia Ardea, la somiglianza con l'Aprilia è evidente

#57-1949_20200418_001608.jpg
Il modellino dell'Ardea visto da dietro


Mentre da un lato si propongono modelli popolari ed economici, dall'altro ne vengono invece presentati di gran lusso per clienti facoltosi

ALFA ROMEO 6C 2500 "VILLA D'ESTE" 1949-1952 (Modello by Metro scala 1:43)

Macchina di prestigio, lunga 4.580 mm con un massa di 1780 Kg mossa da un motore a 6 cilindri, di 2.443 cc per una potenza di 105 CV e velocità di 165 Km/h. Ne vennero prodotti solo 36 esemplari, tutti diversamente personalizzati a seconda delle richieste degli acqirenti.

#58-1950_20200417_235950.jpg
Alfa Romeo 6C 2500 " Villa d'Este" 1950

#59-1950_20200418_000336.jpg
Il modellino dell'Alfa, visto da dietro

#60-1950_20200418_000418.jpg
Ancora La "Villa d'Este". Questo modellino riproduce l'esemplare della macchina che gareggiò nel Rally di Montecarlo del 1952
Con alla guida F.V.Ferrario e V. Pellecchia


Anche la Fiat come Lancia ed Alfa Romeo, dopo la guerra ricomincia a produrre. Tra i nuovi modelli la Fiat 1400 berlina (derivata dalla 1900) della quale fece anche la versione cabriolet:

FIAT 1400 CABRIOLET 1950 - (modello Norev 1:43)
La Fiat 1400 era dotata di motore a 4 cilindri della potenza di 44 CV e velocità massima di 120 Km/h

#61-1950_20200418_000420.jpg
La Fiat 1400 Cabriolet 1950

#62-1950_20200418_000422.jpg
Ancora il modellino Norev della Fiat visto di tre quarti

#63-1950_20200418_000423.jpg
....e visto da dietro


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 2 mag 2020, 17:40

1950: NASCE IL CAMPIONATO MONDIALE PILOTI DI F1

Terminata la guerra già tra il 1946 ed il 1948 erano timidamente ricominciate le competizioni sportive e si erano iniziate a stabilire delle regole per le auto partecipanti alle diverse discipline sportive. In particolare per la formula "Gran Prix" si era stabilito che potessero gareggiare due tipi di motori: max 1500 cc, con compressore e max 4500 cc, aspirato. Nel 1950 la F.I.A. ideò il primo Campionato Mondiale Piloti di Formula 1 con le stesse suddette limitazioni di motori, della precedente formula Grand Prix: il consumo carburante e il numero dei cilindri era libero. Sebbene durante l'anno fossero previste olte 20 gare (ne saranno disputate 23) si stabilì di restringere il campionato a solo sette gare valide di cui 6 in Europa ed una in America (la 500 miglia di Indianapolis)
Molte delle auto che parteciparono al campionato erano state progettate (ed alcune costruite) prima della guerra e vennero solo aggiornate. Iniziamo con la macchina che dominò il campionato del 1950 e bissò il successo nell'anno successivo:

ALFA ROMEO 158 "ALFETTA" 1938-1950 (modellino RBA Collectibles, scala 1:43)

L'Alfa Romeo 158 era stata realizzata nel 1938 ed era già stata impiegata vittoriosamente in gara (1° e 2° posto Circuito del Montenegro - Livorno). Dal 1940 le gare vennero fermate e l'Alfa Romeo decise di nascondere i progetti e le auto (si disse che erano state addirittura seppellite, protette da teli impermeanili (x) ). Nel 1946 vennero recuperate, sistemate ed aggiornate, partecipando anche a qualche gara.
Caratteristiche del motore:
Motore a 8 cilindri di 1473 cc. con compressore: 225 CV (nel 1938) - 255 CV (nel 1946)

#64-1950_20200418_000822.jpg
ALFA ROMEO 158 (1950) Vincitrice incontrastata del Campionato del 1950 con i suoi tre piloti ai primi tre posti: 1° G.Farina -2° M.Fangio- 3° L.Fagioli

#65-1950_20200418_000903.jpg
L' "Alfetta" vista da dietro (modello della RBA 1:43)

#66-1950_20200418_000927.jpg
La tipica calandra a tre lobi dell'Alfa Romeo


L'Alfa Romeo vinse tutto quello che c'era da vincere, la Ferrari era ancora agli esordi e ci provò......

FERRARI 125 F1 (1950) THINWALL (modello Edicola Fabbri 1:43)

Questa macchina era nata nel 1948 basata sull'esperienza della vincente 125 S, mossa da un motore a 12 cilindri di 1496,77 cc.
Con l'aggiunta del compressore per la F1, il motore non si rivelò all'altezza dell'otto cilindri Alfa. Enzo Ferrari si rese conto che il 12 cilindri non era adatto al compressore e decise di passare al motore aspirato. Non essendo ancora in grado di produrre un motore di 4500 cc si accontentò di sperimentare un 12 cilindri di soli 3322 cc, montato su una nuova macchina, definita 275 F1. Quindi il modello 125 F1 venne presto abbandonato ed affidato alla scuderia inglese Team Thin Woll Special (per questo è di colore verde) e Ferrari corse le restanti gare del campionato con la nuova sperimentale 275 F1, classificando il proprio pilota Alberto Ascari al quinto posto nel campionato mondiale 1950 dopo le tre Alfa Romeo e la francese Talbot-Lago.

#67-1950_20200421_162458.jpg
Una Ferrari verde: modello 1:43 della Ferrari 125 F1 (1950) THINWALL

#68-1950_20200421_162529.jpg
Vista da dietro, ancora la Ferrari 125 F1 "inglese" del 1950


FERRARI 275 F1 (1950) modellino 1:43 Edicola Fabbri

Questa macchina corse solo nelle due ultime gare del Campionato Mondiale Piloti 1950 ma venne comunque impiegata in molte altre gare non valide per il Mondiale. Piloti: Alberto Ascari e Gigi Villoresi

#69-1950_20200421_162845.jpg
La Ferrari "rossa" 275 F1 del 1950
Il motore aspirato di doppia cilindrata (rispetto all 125 F1) obbligò ad una forma più tozza e all'apertura di varie prese d'aria non presenti sul modello precedente.

#70-1950_20200421_162949.jpg
modellino della Ferrari 275 F1 -1950, vista da dietro

Confronto tra le due Ferrari del 1950

#71-1950_20200421_163049.jpg
La "verde" e la "rossa" si trovarono a gareggiare tra di loro


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Massimo Carloni » 2 mag 2020, 23:41

Oliviero: argomento, e collezione, veramente ragguardevoli. Complimenti vivissimi.
Che bella e utile anche la carrellata filologica sulle Fiat 500 Topolino, grazie a chi ne ha scritto.
Massimo Carloni

 
Messaggi: 89
Iscritto il: 3 dic 2019, 13:33

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 4 mag 2020, 0:47

Ringrazio Massimo per l'apprezzamento e proseguo la trattazione del Campionato Mondiale Piloti di F1 che nel suo secondo anno (1951) vede ancora L'Alfa Romeo vincente ma questa volta pilotata da J.Manuel Fangio. La Ferrari finalmente competitiva vince la sua prima gara di F1 con F.Gonzales (che già aveva ottenuto tre secondi posti) ed alla fine dell'anno, su 8 gare quattro saranno vinte dall'Alfa Romeo e tre dalla Ferrari (la 500 miglia di Indianapolis invece sarà disertata dalle case italiane)

ALFA ROMEO 159 -1951 (modellino by Metro)

L'Alfa 159 mantiene il motore 1500 cc con compressore dell'anno precedente ma con la nuova alimentazione a doppio stadio arriva ad erogare la ragguardevole potenza di 425 CV.

#72-1951_20200418_111229.jpg
Alfa Romeo 159 -1951. J. Manuel Fangio alla guida di questa macchina si aggiudicherà (all'ultima gara) il Campionato Piloti 1951

#73-1951_20200418_111230.jpg
modello by Metro dell'Alfa Romeo 159, vista da dietro

FERRARI 375 F1 (1950-1951)

Ferrari già nel 1950, dopo aver abbandonato il motore 1500 con compressore, dopo vari esperimenti con motori aspirati a 12 cilindri e sempre di cilindrata maggiore, aveva realizzato questa monoposto con motore di 4493,73 cc e con potenza di 330 CV a 7000 giri, vincendo già alcune gare non valide per il campionato. Nella versioni 1951 con nuovi carburatori e diversa accensione, la potenza del motore sale a 380 CV a 7500 giri con velocità massima di 320 km/h.
Alberto Ascari, alla guida di questa macchina si aggiudicò il secondo posto nel mondiale e José Froilán González il terzo.

#74-1951_20200418_111948.jpg
La Ferrari 375 F1 di Alberto Ascari (modellino Edicola Fabbri)

#75-1951_20200418_112002.jpg
Il modellino della Ferrari 375 F1 visto da dietro


Confronto visivo tra i due modelli della Alfa Romeo 159 e della Ferrari 375 F1
#76-1951_20200418_112004.jpg
A sinistra la Ferrari a destra l'Alfa Romeo

Alla fine del 1951 l'Alfa Romeo si ritirò dalle corse ed essendo rimasta la sola Ferrari come unica casa ufficiale in lizza per il titolo Piloti dell'anno 1952, la Federazione Sportiva decise che il campionato 1952 sarebbe stato basato su macchine di F2 con limite di 2000 cc (ad esclusione di Indianapolis in cui continuavano a correre auto di 4500 cc).
La Ferrari comunque era pronta anche per la F2 e le sue auto vinsero tutte le corse europee del 1952

FERRARI 500 F2 - 1951-1952
Motore 4 cilindri in linea di 1984,86 cc. Potenza 185 CV a 7500 giri. Velocità massima 240 Km/h

#77-1952_20200419_164124.jpg
La Ferrari 500 F2 del 1952 di Alberto Ascari (modellino Edicola Fabbri)

#78-1952_20200419_164212.jpg
il modellino della Ferrari 500 F2 visto da dietro

La 500 F2 vinse tutte le gare europee ma naturalmente non avrebbe potuto gareggiare ad Indianapolis contro auto con motori 4,5 litri. Per la gara americana Ferrari realizzo una versione potenziata della 375 F1 che venne definita 375 Indy

FERRARI 375 INDY 1952 (modellino 1:43 Brumm)
La Ferrari 375 Indy era equipaggiata con motore 12 cilindri a V di 4382 cc. con potenza di 400 CV a 7500 giri e velocità massima di 325 Km/h. La macchina non si dimostrò all'altezza delle auto americane sviluppate in funzione di quella gara molto diversa dalle gare europee. Vennero portati quattro esemplari ma si classificò solo la macchina di Ascari che poi in gara dovette ritirarsi per la rottura di un mozzo.
#79-1952_20200421_150107.jpg
Modellino della ditta italiana Brumm della Ferrari 375 Indy del 1952

#80-1952_20200421_150200.jpg
La poderosa ma sfortunata Ferrrari 375 Indy portata in gara da A. Ascari nel 1952
(modellino Brumm, scala 1:43)

#81-1952_20200421_150256.jpg
ancora la 375 Indy vista da dietro

Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 7 mag 2020, 1:13

Torniamo alle macchine "di tutti i giorni"....o quasi....
Tra la fine del 1950 ed i primi del 1951 iniziò la produzione della Alfa Romeo 1900
Fu la prima Alfa progettata dopo la guerra e dotata delle nuove tecnologie innovative tra cui la scocca autoportane (ovvero la carrozzeria integrata col telaio). Dotata di motore limitato a 4 cilindri (maggiori frazionamenti pagavano imposte più onerose) La prima versione di questo motore già erogava 90 CV.
Tra le altre innovazioni ricordiamo che fu tra le prime auto (a livello mondiale) ad utilizzare pneumatici radiali.
Questa berlina, di alte prestazioni, opportunamente preparata, venne presto impiegata nelle competizioni sportive

#082-1951-53_20200419_160044.jpg
Alfa Romeo 1900 - questo modellino della Metro, riproduce la 1900 T.I. (1953) nella livrea
con cui partecipò alla Carrera Panamericana del 1954, vincendola.

#083-1951-53_20200419_160102.jpg
Vista posteriore del modellino della A.R. 1900 T.I.

Alla Alfa Romeo 1900 berlina venne affiancata anche una versione sportiva: la 1900 Sprint (1951)
Anche questo modello, già concepito con prestazioni sportive, fu presto portato in pista

#084-1951-53_20200419_160439.jpg
La Alfa Romeo1900 Sprint del 1951: Questa modello riproduce la macchina che si classificò 2° alla Mille Miglia del 1952

#085-1951-53_20200419_160511.jpg
La Alfa Romeo 1900 Sprint, vista da dietro (modellino 1:43 by Metro)


MASERATI A6G 2000 SPYDER FRUA (modello 1:43 Grani & Partners)

#086-1952_20200419_160747.jpg
Maserati A6G 2000 Spyder Frua

#087-1952_20200419_160759.jpg
Il modellino della Maserati visto da dietro


E sebbene non sia un'auto voglio concludere questa sezione col modellino di un furgone che trasportava le nostre merendine di quando eravamo piccoli :lol:
#088-1952_20200421_163532.jpg
Il furgone della Ferrero (1952)


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda hiawatha » 7 mag 2020, 4:20

Ciao Oliviero.. bellissima collezione, ma ti e scappato Fiat 1900 anziché Alfa 1900
hiawatha

 
Messaggi: 488
Iscritto il: 30 apr 2009, 10:23
Località: Ovada

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 7 mag 2020, 11:51

hiawatha ha scritto:Ciao Oliviero.. bellissima collezione, ma ti e scappato Fiat 1900 anziché Alfa 1900

Grazie Luciano!....correggo subito (x) (x) (x)
Devo smetterla di scrivere interventi dopo l'una di notte :oops:
-4-
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda FNM600 » 14 mag 2020, 11:38

Oliviero Lidonnici ha scritto:E sebbene non sia un'auto voglio concludere questa sezione col modellino di un furgone che trasportava le nostre merendine di quando eravamo piccoli :lol:


Saluti da Oliviero


Interessante il furgone della Ferrero come conclusione!!
-4-
FNM600

Avatar utente
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 17 set 2014, 2:19
Località: Como Nord Camerlata

PrecedenteProssimo

Torna a Automobili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite