Macchine d'epoca 1:43



Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 14 apr 2020, 1:42

ARGOMENTO SPOSTATO DA ALTRA SEZIONE

State trascurando le auto d'epoca! Yellow_Flash_Colorz_PDT_02
Quindi pongo rimedio con qualche modellino

FOTO K01 -Bentley 1932.jpg
A sinistra Una Yatming Spyder, a destra una Bentley 4,5 litri del 1932, dell'italiana Brumm, serie Oro

FOTO K02 Lancia Dilambda 1930.jpg
Una possente Lancia Dilambda del 1930 (Norev 1:43)


Saluti da Oliviero

PS: altra immagine della Bentley della Brumm
Foto 020.jpg
La Bentley 4.500 del 1932 con la scatola Serio Oro della Brumm
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 14 apr 2020, 2:04

Vediamo altri modelli di auto d'epoca:

ALFA ROMEO 8C 2300 del 1931 (modellino in scala 1:43 della Metro)
A1 Alfaromeo 8C 2300 (1931).jpg
Questa potente auto vinse la 24 ore di Le Mans del 1931 (E.Howe - H.Birkin)

A2 Alfa 8C.jpg
L'Alfa 8C vista dal retro. La sigla identifica le caratteristiche del motore dell'auto: 8 cilindri di 2300 cc di cilindrata

A3 Alfa 8C.jpg
Altra immagine dell'Alfa Romeo 8C


FIAT 508 S BALILLA SPORT del 1933 (modellino in scala 1:43 della Norev)
A4 Fiat500 S Balilla Sport (1933).jpg
La versione spyder della famosa Balilla

A5 Fiat 500 S.jpg
La piccola sportiva Fiat vista di fianco

A6 Fiat S.jpg
Ancora la 508 S Balilla vista dal retro


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 16 apr 2020, 0:55

Continuiamo con gli anni '30 caratterizzati anche dalle competizioni delle auto da "Grand Prix" (ancora non esisteva la definizione di F1)

Foto 021.jpg
Modellino Brumm in scala 1:43 della Bugatti Type 54
Questa auto del peso di 950 kg, era dotata di un motore ad 8 cilindri di 4972 cc, sovralimentato.
con potenza di 300 CV, raggiungeva la massima velocità di 200 Kmh

Foto 022.jpg
Vista posteriore della Bugatti Type 54: questo modello riproduce la macchina classificata al 2° posto nel G.P di Italia del 1931

Foto 023.jpg
Due auto da Grand Prix dei primi anni '30: affiancata alla suddetta Bugatti vediamo la rossa Alfa Romeo "P3"

Foto 024.jpg
Alfa Romeo Tipo B "P3" del 1932 (modello 1:43 della ditta Metro)

Foto 025.jpg
Questo modello riproduce l'Alfa con cui Tazio Nuvolari vinse la Coppa Acerbo-Pescara del 1932
La "P3" pesava solo 680 kg ed era dotata di motore ad 8 cilindri (due bancate da 4 con due compressori).
Cilindrata 2654 cc

Foto 026.jpg
Confronto tra l'Alfa Romeo P3 la Bugatti Type 54 e la Bentley 4,5 litri
Il modellino della Bentley rappresenta un esemplare del 1932 (derivava da un progetto del 1929)

Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 20 apr 2020, 2:44

La mia collezione di auto 1:43 è purtroppo molto disordinata e stavo dimenticando uno dei modelli più significativi:

ALFA ROMEO 6C 1750 del 1930

1930_20200417_191754.jpg
Questa macchina con alla guida Tazio Nuvolari vinse la Mille Miglia del 1930

1930_20200417_191842.jpg
Il modello in scala 1:43, ben realizzato e dettagliato è della Metro

1930_20200417_192015.jpg
Altra inquadratura dell'Alfa Romeo 6C 1750


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 21 apr 2020, 1:12

La mia collezione di modellini 1:43 è davvero caotica (x) (peggio di quanto ne fossi consapevole :oops: ) e necessita di essere ordinata e catalogata
0delirio1.jpg
Caos nello studio (a sinistra) e delirio in salotto (a destra) occorre porre rimedio in tempi brevi prima di esaurire la pazienza della moglie

In verità ho presentato finora i modellini in modo abbastanza casuale (come mi capitavano tra le mani (x) ). Ho pensato dapprima di cancellare tutto e ricominciare da capo ma quel che è fatto e fatto e ripartiamo da qui ;-) .
A parte alcuni pezzi di un certo pregio (e costo!) la maggior parte sono modelli ben fatti ma commerciali, quindi ho deciso di presentarli in base alla cronologia delle auto che rappresentano, mettendo in secondo piano la marca e la eventuale rarità o pregio del modellino.
Iniziamo quindi dall'automobile più vecchia e ... andiamo avanti nel tempo:

BUGATTI ROYALE coupe de ville 1928 (Auto Elitè . scala 1:43)

1928-a0-Bugatti Royale 1930.jpg
Bugatti Royale del 1928: era un modello oggi diremmo "al Top di gamma" una macchina per ricconi realizzata per pochissimi

1928-a1 Bugatto Royal.jpg
Il modellino tolto dalla basetta si presenta comunque imponente

1928--a2.jpg
Le rifiniture del modellino non sono eccellenti ma le proporzioni rispetto al reale sono comunque ben realizzate
Le portiere sono apribili dotate di cerniera a scatto molto robusta

1928--a3.jpg
Era un automobile basata ancora sul concetto della carrozza, il cocchiere...pardon! autista, quando piove si bagna mentre i signori, all'asciutto, osservano la pioggia protetti dal tetto vetrato.

1928--a4.jpg
Il cofano si può sfilare per vedere il potente doppio propulsore marchiato "Bugatti"

1928--a5.jpg
Il modello è "enorme" se confrontato con la minuscola "Balilla": ambedue i modelli sono in corretta scala 1:43 e la differenza rispecchia la realtà

1928--a6.jpg
Altro confrotto tra la "Reale" Bugatti e la "plebea" Balilla
(torneremo a parlare della piccola Fiat del 1932 in seguito)


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Max 851 » 21 apr 2020, 8:20

Ciao Oliviero, compimenti per la collezione che mi sembra di tutto rispetto. Non so se si tratti di una leggenda o se corrisponda a verità, ma ricordo di aver letto una volta, a proposito della Bugatti Royale, che alla fine, visto il numero veramente esiguo di esemplari che riuscirono a vendere, decisero di utilizzare i motori già prodotti per realizzare dei locomotori ferroviari.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 809
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 21 apr 2020, 20:35

Si è vero, Bugatti nel 1932 iniziò la produzione di automotrici ferroviarie, sfruttando appunto i potenti motori ( della cilindrata di ben 12.700 cc) che aveva progettato per la Tipo 41 "Royale". Realizzò 88 convogli, caratterizzati dalla notevole velocità (per l'epoca) di oltre 170 Kmh

Automotrici Bugatti 1932.jpg
Automotrici Bugatti (esemplare restaurato)

Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 22 apr 2020, 2:17

Max 851 ha scritto: a proposito della Bugatti Royale...... decisero di utilizzare i motori già prodotti per realizzare dei locomotori ferroviari.
Massimiliano

Sempre in riferimento alla domanda di Max, ho trovato del materiale documentario più affidabile riguardo a quanto suddetto:
Iniziamo dalla foto d'epoca:
Automotrice Bugatti.jpg
Automotrice Bugatti (1932)

DATI:
Composizione: 1B1 +1B1 (2 carrelli a quattro assi di cui quelli centrali di trazione)
Scartamento: 1435 mm.
Lunghezza 22,30 m.
Velocità massima in prova: 196 Km/h (Record mondiale anno 1933)
Velocità massima in esercizio: 159 Km/h
Motori: 4 Bugatti Royale (200 CV x 4)
Alimentazione: miscela di benzolo, alcol e benzina
Esemplari costruiti: 76 (4 versioni prodotte)

Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 23 apr 2020, 21:36

Riprendiamo il discorso delle auto

FIAT 508 "BALILLA" 3 marce 1932 (Grani & Partners Special Edition - scala 1:43)

1932_20200417_192722.jpg
La Balilla, costruita a partire dal 1932 inizialmente con cambio a tre marce portate poi a quattro.
Venne prodotta in 110.000 esemplari

1932_20200417_193000.jpg
Il modellino in scala 1:43, visto dal retro

1932_20200417_193217.jpg
La Balilla era una piccola utilitaria la vediamo a confronto con la lussuosa Lancia Dilambda prodotta a partire dal 1930

1932_20200417_193337.jpg
Ancora il bel modello 1:43 della Lancia Dilambda, che avevamo già visto, qui fotografata dal retro

FIAT 508 BALILLA BERLINETTA - 1935 (Starline Models -scala 1:43)
Il telaio e la meccanica della Fiat 508 diedero vita a numerose versioni come la Spider (che abbiamo già mostrato)
e questa versione coupè, definita "BERLINETTA"

1936_20200417_194830.jpg
Questa è la versione competizione della 508 Berlinetta che parteciò a numerose gare tra cui la Mille Miglia del 1936
(...ma con modesti risultati)

1936_20200417_194956.jpg
Ancora la Fiat 508 Berlinetta del 1936, vista da dietro


FIAT 500 "TOPOLINO" 1936 (Grani & Partners - scala 1:43)
La famosissima piccola utilitaria della Fiat, detta anche 500 A, fu pensata per "motorizzare tutti gli italiani"
Effettivamente venne prodotta in ben 500.000 esemplari tra il 1936 ed il 1955 quando fu sostituita dalla Fiat 600.

1936_20200417_201759.jpg
La Fiat 500 A detta comunemente TOPOLINO

1936_20200417_201936.jpg
La stessa vista da dietro permette di notare il volume della ruota di scorta sporgente dal piccolo bagagliaio


Saluti da Oliviero
CONTINUA
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3600
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Macchine d'epoca 1:43

Messaggioda Max 851 » 24 apr 2020, 10:22

Ciao Oliviero, sempre più interessante la tua collezione!
Mi permetto di aggiungere qualche informazione sulla mitica Topolino, auto di cui sono appassionato da sempre.
In effetti venne costruita tra il 1936 e il 1955 in circa 520.000 esemplari, suddivisi in tre serie:
- la prima chiamata comunemente "A" anche se per la Fiat fu sempre e solo la "500", con la carrozzeria del modello che hai presentato e il motore a valvole laterali da 13 CV, nelle versioni berlina (a tetto chiuso), trasformabile (a tetto apribile, ben più diffusa) e furgoncino, i primi 46000 esemplari con la c.d. "balestra corta" e quelli successivi con normali balestre posteriori semiellittiche;
- la 500 B, questa volta la denominazione è ufficiale, nel 1948/49, con una carrozzeria praticamente uguale alla precedente salvo piccoli dettagli, ma con il nuovo motore a valvole in testa da 16,5 CV, solo 3,5 CV in più che sembrano pochi con gli occhi di oggi, ma che all'epoca facevano un po' la differenza. Con questa serie nasce anche la versione "Giardiniera" con porte e fiancate in legno come le station wagon americane dell'epoca;
- nel 1949 esce la 500 C, rinnovata nel motore (testata in alluminio anziché in ghisa) e soprattutto nella carrozzeria, ora con i fanali incorporati nei parafanghi. Anche questa serie offre le versioni berlina (fino al 1952), trasformabile, furgoncino e giardiniera, quest'ultima sostituita nel 1952 dalla celeberrima "Belvedere" interamente metallica, i cui ultimi esemplari sono usciti dalle catene di montaggio nel gennaio del 1955 dopo che le altre versioni erano già state tolte di produzione, e che è stata una presenza costante sulle nostre strade almeno fino ai primi anni 70.
Scusate se sono andato OT, ma...al cuore non si comanda!
Massimiliano
Ultima modifica di Max 851 il 16 mag 2020, 15:20, modificato 1 volta in totale.
Max 851

 
Messaggi: 809
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Prossimo

Torna a Automobili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite