Pagina 1 di 6

Ricordi e testimonianze della seconda G.M.

MessaggioInviato: 21 giu 2018, 18:20
da berto75
Posto qui alcune foto tratte dall'album di mio nonno paterno da lui scattate durante la drammatica campagna di Russia .
Sono poche immagini ,ma alcune nella loro semplicità e crudezza testimoniano chiaramente il dramma e l'assurdità della guerra .
e non solo di questa guerra, ma di tutte le guerre in generale.
Non sono un esperto conoscitore di mezzi militari lascio a chi eventualmente legge il piacere di scoprilo.

Purtroppo ignoro i luoghi esatti e le circostanze in cui certe foto furono scattate , dato che mio nonno non ha lasciato commenti scritti sull'album .

Sul retro di alcune foto parzialmente scollate ho potuto però intravedere alcune annotazioni,purtroppo però in gran parte illeggibili :-x proprio perchè le foto furono incollate EVIDENTEMENTE IN UN SECONDO MOMENTO.
DA alcune foto è possibile magari trarre spunti interessanti per la realizzazione modellistica di diorami .
buona visione -4- Berto75
continua

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

MessaggioInviato: 21 giu 2018, 19:25
da berto75
altre foto:
-4- berto75

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

MessaggioInviato: 21 giu 2018, 21:08
da Tartaruga87+ST
Ciao Berto

Ancora grazie per le bellissime foto di cui ci rendi partecipi [09.gif] . Sono molto belle ed interessanti.

Ti posso aiutare con l'identificazione dei mezzi.



relitto camion.jpg
relitto di un camion distrutto ai bordi di una strada ...



La foto del camion distrutto sembra riprodurre uno ZIS 5 ma mi posso sbagliare perchè c'erano anche modelli simili.

Il carro armato delle foto sopra a quella della slitta è un T 28 sovietico. Quello invece della foto successiva a quella della slitta sembra un KV 1 (interessante che tuo nonno lo abbia messo come catturato forse può essere una prova che l'Italia ne abbia catturato almeno uno). La macchina della foto successiva sembra una Citroen 11 cv ma anche qui mi posso sbagliare.

Nella carrellata di foto del post successivo il cannone è un obice sovietico B-4 da 203 mm mentre il carro che viene rifornito invece è un Panzer III. La foto sottostante mostra dei mezzi davvero interessanti. Sono tutti dei carri ungheresi Toldi I. Le insegne degli ungheresi in numerosi casi avevano forma uguale a quelle dei tedeschi e cambiavano solo per i colori, questo non le rende facili da distinguere in bianco e nero. Successivamente le hanno cambiate ma non ti so raccontare bene la loro storia.
Le ultime due foto con carri armati riproducono entrambe dei Panzer III.

Tutte le foto sembrano rappresentare dei momenti o dei soggetti che per tuo nonno hanno avuto importanza. Sarebbe stato bello scoprirne il motivo. Sono molto preziose e uniche.

Stefano

Ricordi e testimonianze della seconda G.M.

MessaggioInviato: 22 giu 2018, 19:08
da berto75
Ringrazio -2- l'amico Stefano per la sua sentita partecipazione e consulenza :lol: militare , caspita complimenti sono impressionato dalla tua preparazione documentaria (3) (3) sui mezzi militari (e sugli aerei) !!
Chiudo postando altre foto sempre tratte dall'album , ho preferito non mettere quelle veramente e tristemente impressionanti sulle fosse comuni che testimoniano le terribili atrocità di cui purtroppo è capace la follia umana e delle quali mio nonno è stato suo malgrado testimone .
.
cosa provò mio nonno mentre fotografava certe situazioni non lo saprò mai ,ma certe esperienze e scene inevitabilmente cambiano e segnano per sempre la vita di un uomo .
Saluti storici berto75

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

MessaggioInviato: 24 giu 2018, 1:39
da Tricx
L'intervento di Stefano ha fatto piazza pulita su tutti i quesiti relativi ai due primi messaggi di Berto.
Quindi, a parte confermare quanto già detto da lui, mi limiterò ad alcune considerazioni di contorno.

Ma prima provo a cimentarmi sulle immagini contenute nell'ultimo messaggio di Berto, cercando di dare anch'io qualche risposta.

Nella seconda foto dell'ultimo messaggio, si può ammirare uno dei potentissimi "carri armati" ( sic !) italici :lol: :lol: laught16 laught16 (...era quello che pensavano gli avversari, quando li vedevano.... non certo i poveracci che ci dovevano stare dentro...! :evil: ) , l'Ansaldo "CV 33" ( sta per carro veloce...), rinominato poi "L 3", cioè carro leggero. Infatti pesava ben 3 tonnellate.... :lol: ed era potentemente armato con ben due mitragliatrici binate calibro 8 mm.
Insomma le sue corazze potevano al massimo reggere l'offesa delle armi leggere individuali, mentre i nostri proiettili non erano in grado neppure di scalfire la vernice agli avversari...!!! :evil:
E infatti, basta vedere per confronto i "mostri" delle foto precedenti...!

Ma andiamo avanti. Nella terza foto, il veicolo caricato sul cassone di un camion, sembra anche a me un trattore Fiat SPA TL 37.
Nella quarta foto dovrebbe trattarsi di artiglierie, obici-cannoni russi, evidentemente catturati ed ammassati, del tipo ML 20 da 152 mm.

Nella quinta foto si vede un carro armato sovietico pesante "KV 2", evoluzione del KV 1 che già aveva indicato nel precedente messaggio Stefano, dal quale differisce per la maggiore pesantezza e corazzatura, l'armamento e la vistosa torretta di magiori dimensioni.
Infatti il KV 1 era già una "bestia" che pesava 43 tonnellate ed aveva un cannone da 76 mm, mentre il KV2 pesava oltre 52 tonnellate ed aveva un cannone dapprima da 122 mm e successivamente un obice da 152 mm.

Insomma, tornando al nostro povero "L3", c'era da mettersi le mani nei capelli... ed infatti i nostri soldati li chiamavano "bare semoventi" e più ancora "scatole di sardine", e proprio questo nomignolo ricordo bene di averlo già sentito anche da mio padre nei suoi racconti.

Tornando alla foto del suddetto carro russo, mi pare che i militari che gli stanno intorno siano tedeschi e sopra il corazzato è posto un carro ponte per il sollevamento ed estrazione del motore e/o per le relative riparazioni.

La settima foto è curiosa ed interessante in quanto a fianco del ponte crollato, mi pare esservi come una "strada", evidentemente sul ghiaccio, ( quindi la foto è stata scattata in pieno inverno ), sulla quale mi pare di poter intravvedere anche due veicoli ( uno spunta appena sulla destra, mentre l'altro sta venendo in senso contrario in lontananza ).

Nella decima ed ultima foto si vedono delle locomotive, che credo anch'io sovietiche. Non credo però che siano stati i russi a metterle così ordinatamente fuori dai binari, giacchè era più logico, dopo averle messe fuori uso o sabotate, lasciarle di mezzo ad ostacolare l'utilizzo della ferrovia.
Quindi credo che si trattasse di una operazione di ripristino delle linee operato dalle truppe dell'Asse.

Quanto al tipo di locomotive, non saprei proprio dire: magari qualcuno più "ferrato" :lol: sull'argomento, se ci legge, potrebbe riconoscere ad esempio la prima loco che si vede, da quell'insolito tubo di collegamento tra i duomi, che sarebbe interessante sapere a cosa servisse.

Grazie comunque, Berto, per la tua preziosa documentazione storica, davvero unica.... applause1 [lupe.gif]

Storici saluti.
Riccardo.

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

MessaggioInviato: 24 giu 2018, 3:25
da Tricx
Mi permetto però di fare ancora qualche piccola notazione di contorno relativamente alle foto allegate ai due primi messaggi, ai quali aveva già dato esaurienti risposte Stefano.

Nella prima foto del primo messaggio si vede un reparto a cavallo: non solo gli italiani, ma anche altre nazionalità tra le varie truppe dell'Asse iimpegnate in quel teatro di guerra, ne erano dotate.
Nel caso della immagine, credo che quel reparto sia un pò troppo compassato e flemmatico, per essere dei "nostri", dal momento che l'incrocio con una colonna di veicoli italiani avrebbe di certo suscitato atteggiamenti più calorosi o di saluto.....ma è solo una ipotesi.

Nella terza foto del primo messaggio dove Berto ha scritto :"siamo in una strada di una ignota città russa sembra ci sia una fila di persone in coda", ritengo si veda un fila di prigionieri russi che marciano intruppati....
L'edificio in primo piano è una banca e mi sono provato a tradurre, anzi, meglio dire "interpretare" le scritte che compaiono sulla facciata dell'edificio, utilizzando qualche reminiscenza del greco antico...(I) e soprattutto l'aiuto di un "traduttore" della rete.
Dunque, anzitutto siamo in Ucraina, e le scritte in cirillico sono appunto in tale lingua.
Nello specifico in alto sulla facciata si legge ( foneticamente - credo -) : "DERZHABNY BANK", ovvero "BANCA DI STATO" o "Banca Statale" o concetto equivalente.

Subito sotto si intravvede un acronimo ( sopra le finestre ), che sembra però essere stato rimosso.
Non si può certo sapere cosa volesse dire.

La scritta in basso, dove manca la terz'ultima lettera della parola lunga, dovrebbe significare: " FILIALE KRIVOROZHSKIY ", così indicando una zona amministrativa ( provincia, o regione, o altro ? ), situata nella parte centro-orientale dell'Ucraina, forse Distretto Krivorozhskiy, nella regione di Dnipropetrovsk

Le foto ottava e nona riguardano il carro armato russo "KV 1". Tra le scritte sul retro, oltre a quanto già rilevato da Berto, mi pare di poter leggere " Leopoli...Ucraina..." e come periodo, penso che dovrebbe riferirsi al "settembre 1941".

Quanto al secondo messaggio, la sua prima foto è quella del camion Fiat che attraversa il ponte di legno.
Le macchie scure in alto non mi sembrano proprio scoppi di contraerea, ma solo macchie in fase di stampa o difetto o danno per esposizione a luce della pellicola in fase di caricamento/scaricamento pellicola o in fase di sviluppo della stessa.

La seconda foto denota una spiccata "professionalità" del nonno di Berto.... insomma era piuttosto bravo a fare fotografie...! applause1

La decima e ultima foto allegata, che ritrae un soldato tedesco nel 1940, potrebbe essere stata scattata in Francia o in Belgio, allorchè reparti della Regia Aeronautica furono inviati in supporto alle prime fasi di attacco aereo all'Inghilterra. Ma quel soldato potrebbe avere qualche correlazione con la nona foto ?
Magari Berto potrebbe desumerlo da come erano sistemate nell'album....o forse è solo una casualità.

Spero, caro Berto, che tu possa trovare altri spunti e tracce d'indagine.

Storici e ricercatori saluti.
Riccardo.

Re: Ricordi e testimonianze della seconda G.M.

MessaggioInviato: 22 lug 2018, 23:07
da berto75
Tricx ha scritto:Mi permetto però di fare ancora qualche piccola notazione di contorno relativamente alle foto allegate ai due primi messaggi, ai quali aveva già dato esaurienti risposte Stefano.

Nella prima foto del primo messaggio si vede un reparto a cavallo: non solo gli italiani, ma anche altre nazionalità tra le varie truppe dell'Asse iimpegnate in quel teatro di guerra, ne erano dotate.
Nel caso della immagine, credo che quel reparto sia un pò troppo compassato e flemmatico, per essere dei "nostri", dal momento che l'incrocio con una colonna di veicoli italiani avrebbe di certo suscitato atteggiamenti più calorosi o di saluto.....ma è solo una ipotesi.

Storici e ricercatori saluti.
Riccardo.

Scusate il silenzio , ma ero FUGGITO :lol: in vacanza al mare in liguria ….
vacanze tra l'altro finite :cry: per quest'anno ... (46)
TI RINGRAZIO innanzitutto per i tuoi interessantissimi commenti ed esposizioni documentarie sui mezzi delle varie foto caro Tricx e ti faccio i miei MIGLIORI Complimenti per le tue brillantissime deduzioni (13) (13) riguardo la foto dei cavalleggeri applause1 applause1 ci hai azzeccato in pieno :-o !!
ho provato a staccare la foto, sul retro è scritto Cavalleria rumena A Tessinovataja o almeno così mi pare di leggere.
Riguardo invece ai carri italiani Ansaldo HAI RAGIONE dovevano essere poco più che bare semoventi (x) ,ma a che potevano servire se non erano in grado di danneggiare o mettere fuori uso i ben più imponenti carri nemici ?
Certo erano veloci , ma la velocità doveva loro servire semmai per fuggire il più lontano possibile dai mostruosi carri sovietici ai quali una mitragliatrice binata doveva fare solo il solletico!!
Andare alla guerra contro gli inglesi IN AFRICA o contro i russi con tali mezzi era un puro suicidio !!!
Alla luce di questa constatazione ora trovo più che plausibili e veritieri :lol: i microcarri che lima aveva messo in coppia sui suoi pianali (art.2010) potrebbero essere benissimo dei carri tipo ansaldo :lol: …..
quanto a reperire altre notizie dovrei leggere le lettere che mio nonno inviava dal fronte orientale cosa che mi riprometto di fare a breve ..spero di trovare indicazioni più precise .
Comunque staccando alcune foto qualche indizio [lupe.gif] e traccia riemergono dall'oblio del tempo .
Per curiosità HO provato anche a staccare una tragica foto in cui purtroppo comparivano dei morti ed ecco che, quel che dentro di me già immaginavo, trova un amara conferma, quei morti civili fotografati da mio nonno erano ebrei russi probabilmente fucilati o trucidati dai tedeschi , sul retro della foto infatti mio nonno scrisse EBREI A STALINO .
NON POSSO FAR A MENO di chiedermi cosa provasse mio nonno DI FRONTE a queste orribili scene delle quali fu evidentemente testimone diretto, mentre scattava foto che mostrano inequivocabilmente il vero volto aberrante Terribile e spietato del nazismo …foto che devono far seriamente riflettere tutti noi ed essere di monito per le generazioni future.
STALINO (oggi Donetsk ) è in Ucraina da quel che ho potuto vedere in internet .
i tedeschi dovevano averla pesantemente bombardata mio nonno in un paio di foto evidenzia rovine di questa città e mostra l'ufficio di comando dell'aereoporto ? allestito a quanto sembra dentro 2 cascine probabilmente in periferia.(vedi foto)
storici -4- berto75

Re:Ricordi e testimonianze della seconda G.M.

MessaggioInviato: 27 gen 2019, 20:56
da berto75
Essendo oggi la giornata in cui si commemora la SHOAH ho deciso di postare queste altre 2 terribili foto tratte sempre dall'album fotografico di mio nonno per denunciare gli orrori perpetrati dal nazismo , ma anche GENERATI da qualunque guerra o conflitto in genere che finiscono inevitabilmente per coinvolgere anche innocenti e civili .
Immagini che si commentano da sole ,immagini che devono farci capire che la pace tra gli uomini ,BASATA sul rispetto delle diversità culturali e religiose è un tesoro prezioso da preservare a qualunque costo.
buona serata a tutti Berto75

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

MessaggioInviato: 28 gen 2019, 19:34
da Tartaruga87+ST
Ti ringrazio Berto per le inedite immagini che hai postato. Davvero emblematiche della Shoah e anche profondamente tristi. Rimangono come simbolo di ciò che non si deve ripetere.

Stefano

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

MessaggioInviato: 24 giu 2019, 22:25
da berto75
Ringrazio sia pure tardivamente l'amico Stefano per il suo interesse -2- !!
Ho rinvenuto :yahoo: l'album pieno di lettere dal fronte EST che mio nonno Aldo scriveva , ho iniziato [lupe.gif] a leggere con grande curiosità le prime (fortunatamente sono numerate e datate) e mi sono emozionato , mi dispiace di non averlo conosciuto bene da ragazzino... riporto qui una cartolina dei FASCI ITALIANI ALL'ESTERO FASCIO DI BUDAPEST datata 29/7 /41 mio nonno stava iniziando il suo lunghissimo viaggio in treno ,che lo avrebbe portato tappa dopo tappa nello sconfinato entroterra sovietico .
il contenuto non lo trascrivo dato che la calligrafia della cartolina è leggibilissima e chiara .
la foto sotto che riporto è di una città che doveva aver attraversato/toccato nelle sue innumerevoli tappe di viaggio (era nell'album di guerra) ma ignoro che città sia VOLEVO STACCARLA per vedere se c'è qualche scritta sul retro, ma al momento non avevo sottomano un taglierino.
curiosissimi -4- berto75