Ricordi e testimonianze della seconda G.M.



Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda Max 851 » 30 ott 2019, 8:48

Si, è proprio un'Ansaldo. Ne ho un modellino acquistato tanti anni fa, che faceva parte di una serie venduta in edicola. Magari appena riesco a recuperarla potrei fare qualche foto.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 721
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda berto75 » 30 ott 2019, 22:36

oh si grazie Max ! Se possibile mi farebbe molto piacere vederlo [lupe.gif] !! :yahoo:
-4- berto75
berto75

 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda Max 851 » 3 nov 2019, 19:38

Ecco qualche foto dell'autoblindo Ansaldo AB 41:
2.jpg

3.jpg

4.jpg

Apparteneva ad una serie venduta in edicola diversi anni fa, ma non trovo più il fascicolo e non ricordo la casa editrice.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 721
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda berto75 » 3 nov 2019, 22:20

Grazie Max delle belle foto è UN BELLISSIMO modello [lupe.gif] ben dettagliato e rifinito nelle sue varie parti (13) (13) !!
Si presterebbe magnificamente anche per la realizzazione di un piccolo diorama.
Ma per curiosità questo modello è in scala 1/72 o 1/43 o altra scala ?
buona serata a tutti Berto75
berto75

 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda Max 851 » 4 nov 2019, 9:08

Ciao Berto,
sul modello non mi sembra ci sia scritto nulla circa la scala (al momento non lo posso verificare perché lo conservo nella casa di campagna) e come dicevo il fascicolo non lo trovo più. Però ho alcuni altri modelli che dovrebbero appartenere alla stessa serie, tra i quali una Jeep del 1944 "Libération de Paris" che mi sembra proprio 1:43.
Saluti "militari"
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 721
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda berto75 » 4 nov 2019, 23:17

dopo l'interessante parentesi che ci ha permesso di conoscere meglio :-P le caratteristiche dell''autoblindo Fiat ansaldo grazie anche al bel modellino [lupe.gif] postatoci gentilmente dall'amico Max continuamo:
La lettera numero 19 è un errata numerazione di mio nonno perché si riferisce a una lettera del mese precedente cioè settembre del 41 è breve e non dice nulla di rilevante al di là delle solite richieste di notizie familiari e richiesta di carta da lettera quindi continuo con la lettera 20 (che in realtà sarebbe la 19) del 16 ottobre del 1941.
anche questa lettera è breve: mio nonno ci dice che ora si trova in un altro posto (si spostava continuamente!) senza fare nomi di località (certamente per ragioni di censura) ma anche qui ha un buon letto.
ora però "comincia a fare freschino assai" e informa i suoi che ha messo la maglia bianca pesante di lana.
Aldo dice che : "la nostra marcia per assicurare l'aviazione ai nostri combattenti è tenace e sicura fino alla vittoria !"
Ora in questo posto si sta benone e si starà qui fino al prossimo balzo dei fanti .
rassicura ancora i suoi dicendo che è lontano dai pericoli e che la sua salute è ottima e con i baffi (se li era fatti crescere probabilmente ) tutti gli dicono che è ingrassato .
Si scusa con i suoi se questa presente lettera è corta ; era solo per far loro avere sue buone nuove e per dir loro che ha voglia di abbracciarli e spera ciò si avveri presto "dopo aver finito queste canaglie bolsceviche ".
Chiede a suoi se hanno ricevuto i soldi del comando e li informa che ha inviato un vaglia di 44 marchi cioè la sua paga del mese di agosto.
insomma l'inverno russo piano piano si avvicina… che combinerà Aldo :roll: ?
BUONA SERATA a tutti -4- berto75
Allegati
004.JPG
berto75

 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda berto75 » 10 nov 2019, 22:39

la lettera Numero 21 in foto è di difficile leggibilità [lupe.gif] per il fatto che mio nonno l'ha scritta con una matita molto chiara , nella foto sotto ho aumentato più che ho potuto il contrasto ,ma non si riesce a leggere bene la parte centrale della lettera anche perché il foglio è filigranato .
Con la lettera in mano riesco comunque a leggere senza difficoltà l'intero testo .
Sabato 18 ottobre del 1941
Aldo rassicura i suoi dicendo che sta bene ,dice che anche in questo nuovo posto (non menziona il luogo per ragioni di censura) si trova benone e non gli manca nulla.
Specifica che finora ha ricevuto 2 pacchetti raccomandati , ma domani con l'arrivo dell'aereo spera che gli giunga il terzo.
Aldo chiede ai suoi di comunicargli quando giungeranno a loro i soldi del suo vaglia e anche i soldi del suo comando e aggiunge che ormai non dovrebbero più tardare.
Dice che è contento che sua mamma ha trovato un buon posto di lavoro (non so quale fosse) ma teme che si strapazzi troppo e si premura di aggiungere che quando si congederà non vuole più che lei lavori .
Ci fa sapere che "qui non fa più freddo come i giorni scorsi e ci sono belle giornate di sole, solo di sera fa freddo" ma per lui non è un problema" perché alle otto sono già in branda".
La sveglia è alle 6 , qui il sole si alza quasi 2 ore prima che in Italia.
Poi alle 8 (di mattina) parte con la macchina e fa una decina di km, ritorna a mezzogiorno, nuovamente (esce) alle tre e alla sera alle sei rientra alla sua base.
Aggiunge che è già un po di giorni che non riceve la posta regolarmente ,ma ora (si riferisce al servizio aereopostale) si sistemerà di nuovo.
"E IN ITALIA Novità ? Avete sentito che successi sul nostro fronte ? Abbiamo noi tutti immenso piacere che gli italiani ci ricordino sempre".
INFINE chiude chiedendo ai suoi se sanno se suo fratello Rodolfo ( quello che abbiamo visto nella foto sull'autoblindo Fiat Ansaldo AB40) sia ancora a Torino. "posso scrivergli ancora?"

-4- berto75
Allegati
003.JPG
berto75

 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda berto75 » 11 nov 2019, 18:11

La lettera numero 22 del 20 ottobre del 1941 è molto importante e rivelatoria ... :-o
nel senso che sapevo si che mio nonno Aldo ,secondo quanto mi aveva raccontato mio padre , faceva parte di una squadra addetta al recupero apparecchi caduti ,ma ignoravo :-o che fosse lui a comandarla!
il 20 ottobre (o giù di lì ) a mio nonno viene INFATTI assegnata un altra mansione.
Mio nonno apre dicendo che ha ricevuto una cartolina di suo papà ma non dalla mamma e preoccupato chiede come mai.
dice inoltre che il terzo pacchetto che attendeva (di cui accennava nella missiva precedente) non è ancora arrivato ,e spera gli giunga il giorno dopo "con l'arrivo del (aereo) postale da Bucarest".
Ci informa che la sua salute è sempre ottima e ora non ha più la macchina perché è diventato :-o Capo-sezione "cioè comando 12 avieri di una squadra recupero apparecchi (aerei abbattuti) lavoro bello e svariato perché giro (alla ricerca delle carcasse di aerei :lol: )
Ancora abbiamo tempo buono e niente freddo ci dice che sbiascica qualche parola di russo e continua con lo studio del tedesco anzi ammette "se l'avessi studiato di più a casa potevo fare l'interprete."
Ci dice che ha avuto ancora un piccolo spostamento di residenza ,ma con l'indirizzo di posta militare sempre uguale.
"Anche qui ha una cameretta dove dormiamo in tre primi avieri con dei lettini a rete metallica e come mangiare indubbiamente meglio che voi borghesi in Italia " e cioè pastasciutta tre volte la settimana e carne tutti i giorni , Cognac alla sera [09.gif] e vino a mezzogiorno :shock: e 5 sigarette!
INOLTRE qui c'è la possibilità di avere le sigarette romene a poco prezzo e il più gran divertimento è assicurato.
Dice che è contento di sapere che suo fratello maggiore Rodolfo è vicino ai suoi e spera che riesca a fare una scappata per andare a trovarli.
Aldo conta presto di riabbracciare i suoi ," perché come vedete siamo al :shock: MAR D' AZOV di già" .
"Apparecchi nemici non se ne vede mai neanche l'ombra ,devono avere una fifa :lol: formidabile ".
Da quando sono qui ,ormai 3 mesi ,non ha mai avuto il piacere di vederne o sentirne mezzo almeno.
CHIUDE con soliti saluti.
Considerazione personale :questo testimonia che l'avanzata italo-tedesca in Russia nelle sue prime fasi era stata veramente rapida e travolgente e il fatto di penetrare per migliaia di km nel'immenso entroterra sovietico doveva generare nei conquistatori ,almeno inizialmente, l'illusione che fosse una guerra che avrebbe permesso di piegare facilmente i sovietici ... :roll: (x)
curiosi e stupiti -4- berto75
Allegati
002.JPG
berto75

 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda Max 851 » 12 nov 2019, 8:47

Evidentemente, quando a scuola avevano parlato della campagna napoleonica di Russia i futuri vertici politico-militari tedeschi erano un po' distratti...
Scusate l'OT ma ci sta tutto, credo.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 721
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Foto di mezzi militari della seconda guerra

Messaggioda berto75 » 19 nov 2019, 23:19

lettera numero 23 del 26 ottobre del 1941.
in questa breve lettera, in se' poco significativa , ma interessante per il fatto che mio nonno Aldo ribadisce a suoi di aver ricevuto il nuovo 'incarico di caposquadra recupero velivoli e dice che ora non ha niente da fare o quasi e si lamenta :? di questo .
Penso dicesse questo come se volesse minimizzare forse per non preoccupare i suoi.
Non riporto il testo intero della lettera perché è perfettamente leggibile [lupe.gif] .
Non ho riportato il seguito perché sul retro del foglio Aldo riporta i soliti saluti di commiato .
Considerazioni personali : ACCIDENTI COSA darei per potergli fare domande su questo ruolo :cry: ! ad esempio mi chiedo i 12 membri della sua squadra come li individuavano i velivoli precipitati o abbattuti nell'immensità delle pianure russe ?
Giravano a caso in perlustrazione? O come ritengo più probabile si muovevano in base a segnalazioni ricevute da altri reparti o comunicazioni di ricognizione aerea?
Credo che a mio nonno fosse stato affidato questo incarico per il suo eccezionale e istintivo senso dell'orientamento cioè il saper muoversi anche senza riferimenti certi ( nell'immensità delle pianure russe i riferimenti dovevano essere ben pochi specie se faceva brutto tempo) come poi potesse farlo è un mistero io invece se vado in posti sconosciuti rischio seriamente :oops: di perdermi quasi subito di sicuro non ho proprio preso da lui!
Questa cosa dell'orientamento l' aveva riferita lui a mio padre a suo tempo e non a caso mio nonno a tempo perso aveva la passione della barca a vela (ne aveva comprata una piccola !) e quando poteva andava al mare perché amava navigare .
A proposito di incidenti e aerei precipitati non per andare OT , ma una curiosità sul retro del ritaglio di giornale ( dove c'era la foto del pope ortodosso scampato agli eccidi dei bolscevichi con mio nonno vedi pagina 2 del presente thread ) erano riportate alcune notizie flash ad esempio si legge di 2 bombardieri britannici che sorvolavano la costa sicula e poi sorpresi dal nostro fuoco di contraerea sarebbero entrati in collisione tra loro precipitando uno sulla costa e l'altro inabissandosi nel mare ;uno degli infiniti drammi umani :-| della guerra in cui persero la vita interi equipaggi.
riflessivi -4- berto75
Allegati
001.JPG
retro ritaglio giornale.jpg
berto75

 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

PrecedenteProssimo

Torna a Mezzi Militari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite