Modelli degli anni '60: Recupero e restauro



Re: Modelli degli anni '60: Restaurare o discarica?

Messaggioda berto75 » 4 feb 2020, 22:50

Oltre che essere Bellissimo applause1 applause1 è un modello originalissimo !!
anche questo andrebbe esposto !!
interessantissimi poi questi aneddoti della guerra fredda ..
Pure i reattori nucleari ... :-o aveva riprodotto Revell !
se l'avessi buttato via creavi un disastro ambientale :lol:
sbaglio o sulla poppa ,nel disegno della confezione, era prevista una base per l'atterraggio di un elicottero ?
grazie per questi bei pezzi che ci fai conoscere!! -4- berto75
berto75

 
Messaggi: 2431
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Modelli degli anni '60: Restaurare o discarica?

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 5 feb 2020, 15:48

berto75 ha scritto:sbaglio o sulla poppa, nel disegno della confezione, era prevista una base per l'atterraggio di un elicottero ? .... berto75

Non ti sbagli "era prevista" è proprio l'espressione adatta, dato che sul modello Revell la piattaforma non c'era. C'era però l'elicottero da appoggiare sul ponte di poppa,
Per dire la verità non mi ricordavo affatto dell'elicottero (devo averlo perso subito giocando, in garage al mare, a battaglia navale con gli amici :-o (x) )
La tua domanda mi ha però portato a cercare nel mio archivio fotografico ed ho ritrovato questa foto della scatola di montaggio della Revell:
FOTO 46 SCATOLA REVELL USS Long Beach PARTICOL .jpg
Dai particolari della scatola che illustrano i contenuti del kit si vede che il (brutto) elicottero c'era, anche se non era predisposta una pista di appontaggio sul modello

Ma come ho detto nel post precedente, la Revell mise in commercio una versione incompleta della nave, ancora sugli scali.
La nave vera entrò in servizio con attrezzature alquanto diverse dal modello Revell e venne inoltre modificata e rimodernata moltissime volte (tanto per cominciare nota i due "famosi" cannoni.
Vedi come appare diversa in questa foto al vero (nemmeno dell'ultima versione!)
FOTO 47 (il VERO) USS Long Beach CGN9-a.jpg
Qui la nave (vera) è ormai molto diversa dal modellino Revel.....Prova a scoprire ed elencare le differenze!


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3800
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Restaurare o discarica?

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 7 feb 2020, 1:41

Restiamo in tema di incrociatori lanciamissili: il CGN9 USS Long Beach, che abbiamo visto, era una nave di nuova progettazione e del tutto innovativa, ma prima di arrivare ad un progetto così complesso gli Statunitensi avevano sperimentato le nuove tecnologie elaborate nel dopoguerra (missili e sistemi radar) rimodernando alcuni degli incrociatori che avevano combattuto la II G.M.
In particolare citiamo due incrociatori pesanti della classe Los Angeles: il CAG-1 USS Boston e il CAG-2 USS Canberra che ovviamente la Revell si affrettò a riprodurre in scala 1: 480
Acquistai e costruii il modello del Canberra Revell nel 1963.
FOTO 50 relitto del Canberra.jpg
Come al solito mostro il relitto del modellino appena riesumato dalla polverosa cantina

Per ora mi sono limitato a lavare il modello sotto il getto di acqua tiepida della doccia:

FOTO 51 USS Canberra.jpg
Il modello appena lavato mostra molti danni: manca una delle canne di cannone da 203mm della torre due e mancano anche alcuni cannoni da 127. Inoltre il traliccio dei radar è devastato.

Foto 52 Canberra 2.jpg
La colorazione del modello è alquanto scadente ma del resto questo modello non mi è mai piaciuto e quindi non mi impegnai molto nel montarlo e dipingerlo. Inoltre in qull'epoca ero privo di documentazione di riferimento.

Foto 54 Revell SCATOLA USS Canberra 1%480.jpg
La scatola di montaggio del modello


Saluti da Oliviero
CONTINUA
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3800
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 7 feb 2020, 21:30

Nota: Visto che ho deciso di conservarli ho cambiato il titolo originale

Torniamo ai piccoli caccia: questo che mostro è uno dei primi modelli di navi militari in scala 1:600 prodotti dall'Airfix (1959). Nei primissimi anni '60 (almeno a Roma) i modelli Airfix serie 600 ancora non si trovavano nei negozi di modellismo ma il mio amico modellista ne aveva avuti in regalo 4 dal fratello maggiore, ufficiale di Marina, che li aveva comprati in GB. Il sottoscritto era abbastanza invidioso della cosa :oops: ed appena i modelli comparvero nei negozi romani (1962 ?) mi affrettai a comprarne alcuni e li montai, dipingendoli....(così, così... (x) :oops: )

CACCIATORPEDINIERE HMS COSSACK - AIRFIX 600

FOTO 55 HMS Cossack -Airfix 600 .jpg
Caccia HMS Cossack dell'Airfix
Probabilmente è il primo modello che dipinsi in costruzione. In precedenza ne avevo montati molti ma senza dipingerli (li pitturai in seguito)

La colorazione del modello è alquanto scadente. Praticamente possedevo solo due colori: il bianco ed il nero; le fiancate sono tinte in grigio ottenuto mescolando i due colori. Nella foto non si vede poichè ottenni un grigio molto simile al colore della plastica (x) . Per far risaltare un po' la colorazione dipinsi in bianco ed in nero alcuni particolari col risultato di far somigliare il vascello ad una nave da crociera :lol: (x) :oops:
FOTO 56 HMS Cossack -Airfix 600 .jpg
Il modello visto da poppa: si è conservato abbastanza bene visto che lo montai circa 58 anni fa

FOTO 57 HMS Cossack -Airfix 600 .jpg
Il modellino completo con gli appoggi da esposizione.

FOTO 58 SCATOLA HMS Cossack - Airfix 600 %RID.jpg
La scatola originale del 1959 del Cossack Airfix

L'Airfix produsse questo modello dal 1959 fino al 1983 e non è mai più stato riproposto. Quindi si può considerare un modello abbastanza raro.
Probabilmente, quando avrò un po' di tempo, migliorerò alcuni particolari grossolani e lo ridipingerò, in base alla documentazione che adesso possiedo ma che all'epoca non era alla mia portata.
Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3800
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Restaurare o discarica?

Messaggioda Il fiamma » 9 feb 2020, 23:30

Oliviero Lidonnici ha scritto:
berto75 ha scritto:sbaglio o sulla poppa, nel disegno della confezione, era prevista una base per l'atterraggio di un elicottero ? .... berto75

Non ti sbagli "era prevista" è proprio l'espressione adatta, dato che sul modello Revell la piattaforma non c'era. C'era però l'elicottero da appoggiare sul ponte di poppa,
Per dire la verità non mi ricordavo affatto dell'elicottero (devo averlo perso subito giocando, in garage al mare, a battaglia navale con gli amici :-o (x) )
La tua domanda mi ha però portato a cercare nel mio archivio fotografico ed ho ritrovato questa foto della scatola di montaggio della Revell:
FOTO 46 SCATOLA REVELL USS Long Beach PARTICOL .jpg

Ma come ho detto nel post precedente, la Revell mise in commercio una versione incompleta della nave, ancora sugli scali.
La nave vera entrò in servizio con attrezzature alquanto diverse dal modello Revell e venne inoltre modificata e rimodernata moltissime volte (tanto per cominciare nota i due "famosi" cannoni.
Vedi come appare diversa in questa foto al vero (nemmeno dell'ultima versione!)
FOTO 47 (il VERO) USS Long Beach CGN9-a.jpg


Saluti da Oliviero

La foto postata ritrae il Long Beach negli ultimi anni di servizio, dopo che la rampa dei missili Talos era stata rimossa e le due antenne del radar di guida a fascio direttore eliminata a loro volta, poi si vedono i lanciatori di missili Harpoon che furono probabilmente aggiunti in occasione degli stessi lavori di ammodernamento.
Così era nei primi anni di servizio e fino a dopo la guerra del Vietnam:
Immagine

Sì, la nave poteva ospitare un Kaman Seasprite sulla piattaforma di poppa, ma non poteva alloggiarlo a bordo. (13)
Paolo
Il fiamma

Avatar utente
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 11 gen 2017, 16:23
Località: Friuli-Venezia Giulia

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 10 feb 2020, 18:07

Ringrazio Il fiamma per l'intervento e le notizie che ci fornisce e mi rallegro per il fatto di trovare amici del forum, preparati ed interessati sull'argomento navale, a me particolarmente caro :yahoo:
E visto che l'argomento "tira" aggiungo altre considerazioni.
Come dissi, negli anni tra il 1956 e il 1963 circa, mi ero appassionato alla Marina Militare, montando i modelli in scatola di montaggio ed a volte dipingendoli ma in modo del tutto arbitrario, non avendo documentazione di riferimento (oltre le poco attendibili istruzioni allegate, scritte poi in inglese, lingua per me sconosciuta). Desideroso di saperne di più, trovai in edicola una rivista, di prezzo accessibile e per me oltremodo interressante: INTERCONAIR AVIAZIONE E MARINA:
FOTO 60 INTERCONAIR nov-dic 1963.jpg
La copertina della rivista (nov-dic 1963) che conservo ancora gelosamente e che contiene un servizio fotografico sul CGN 9, USS Long Beach

La rivista è del 1963, la nave era in servizio dal settembre del 1961 quindi le foto ce la mostrano nella prima versione o forse dovrei dire seconda dato che l'intervento del presidente Kennedy dell'anno prima aveva imposto alla Marina lo sbarco della rampa singola missilistica, centrale e all'installazione dei due "vecchi" impianti da 127/38
FOTO 61 (1963).jpg
Doppia copertina della rivista con foto della nave

Ricordo che nell'armamento della nave erano previsti quattro pozzi verticali per il lancio di missili Polaris, posti a centro nave, a poppavia dei reattori nucleari.
altrettanti lanciatori di Polaris, in quegli anni, erano stati effettivamente montati anche sull'incrociatore lanciamissili italiano Garibaldi. Venne anche fatto un lancio di prova (dal Garibaldi) poi la cosa finì li dato che i missili non vennero mai assegnati alla MM.
Tornando al Long Beach, non è chiaro se i 4 lanciatori vennero effettivamente montati ma, qualora presenti, vennero evidentemente sbarcati dato che lo spazio centrale (libero sul modellino della Revell) appare nelle foto della rivista (1963) invece occupato da una tuga continua, armata coi suddetti cannoni da 127/38 con le rispettive direzioni di tiro e da un impianto ASROC a 8 celle.
FOTO 62.jpg
Particolare di una delle foto della rivista in cui si notano l'ASROC e i cannoni ed inoltre si vede la piccola pista di appontaggio per l'elicottero (non presente sul modellino della Revell) posta di fronte alla rampa binata dei missili Talos

FOTO 64.jpg
L'incrociatore Long Beach e (sotto) la fregata nucleare USS Bainbridge (nel 1964). Queste due navi vennero poste di scorta della grande portaerei USS Enterprise e con l'aggiunta del sottomarino (ovviamente nucleare) Seawolf composero una "Task Force" che gli Usa impiegarono per sbandierare "al mondo" l'alto livello tecnologico e la loro potenza militare.

Nota: i missili Terrier vennero sostituiti con gli Standard SM-1R e i missili Talos vennero sbarcati alla fine degli anni Settanta e sostituiti dai due complessi quadrinati di missili Harpoon.
FOTO 63.jpg
Ancora una foto del Long Beach nel 1964

La nave durò ancora per oltre 25 anni e venne radiata nel 1995
Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3800
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 12 feb 2020, 1:36

Torniamo a recuperare relitti
Questa è stata la mia prima portaerei che montai nei primi anni Sessanta

CV-41 U.S.S. MIDWAY - REVELL scala 1:547

La portaerei Uss Midway (CV-41) fu commissionata durante la seconda guerra mondiale ma consegnata solo a guerra terminata e ha prestato servizio dal 1945 al 1992. Sebbene fosse stata impostata secondo i canoni delle portaerei dell'epoca della guerra, fu presto adattata per l'impiego dei primi aerei a reazione.
Nei primi anni Sessanta la sua dotazione di aerei imbarcati comprendeva sia aerei a reazione (Cougar) che ad elica (Skyraider e Corsair) ed elicotteri

FOTO 68 USS Midway Revell.jpg
il relitto ritrovato in cantina

Ecco il modello ripulito e ricomposto nelle parti che si erano staccate: la dotazione degli aerei è lievemente differente da quella della scatola a seguito di baratti con amici modellisti.
FOTO 69.jpg
La nave completa dei suoi aerei

FOTO 70.jpg
Non dipinsi il ponte di volo perchè non sapevo di che colore fosse

FOTO 71.jpg
Il modellino è lungo 54 cm

FOTO 74 SCATOLA Midway.jpg
La scatola di montaggio del modello

Saluti da Oliviero
CONTINUA
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3800
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda berto75 » 12 feb 2020, 19:49

la TUA U.S.S. MIDWAY è MAGNIFICA applause1 applause1 !! :-o sul ponte grigio i velivoli scuri [lupe.gif] risaltano che è una meraviglia!!
e poi le dimensioni sono notevoli 54 cm non sono pochi !!
che fascino ha il modellismo navale [wub.gif] !! sto facendo un pensierino di comprarmi qualcosa... (x)
ammirati -4- berto75
berto75

 
Messaggi: 2431
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Max 851 » 13 feb 2020, 9:34

Caro Berto,
io è da tempo che ci sto facendo un pensierino, almeno da quando anni fa vidi in un negozio di modellismo romano (che naturalmente oggi non esiste più!) le scatole di montaggio dei nostri incrociatori pesanti tipo Pola, Zara, Fiume o quella della bellissima corazzata Roma. Quello che mi ha sempre trattenuto è il fatto che questi modelli una volta montati sono molto ingombranti, piuttosto fragili e diventano subito un ricettacolo di polvere. Ci sono già passato tanti anni fa con gli aerei, ora ammucchiati in uno scatolone e tutti più o meno danneggiati, l'unico che tengo esposto in salotto è un caccia Reggiane Re 2001 che ogni tanto spolvero con un pennellino per diapositive, dopo aver diffidato i familiari dal toccarlo. Ci vorrebbe una grande vetrina chiusa a prova di polvere, ma per me che non ho spazio per esporre i treni è un problema...
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 920
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Mi hanno affondato il Gorizia (2)

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 13 feb 2020, 13:50

Max 851 ha scritto: Caro Berto ... ci sto facendo un pensierino... vidi in un negozio ...le scatole di montaggio dei nostri ... Pola, Zara, Fiume ......l'unico che tengo esposto in salotto è un caccia Reggiane Re 2001 che ogni tanto spolvero con un pennellino per diapositive, dopo aver diffidato i familiari dal toccarlo.
Massimiliano

Probabilmente ti è sfuggito questo mio

viewtopic.php?f=128&t=6018&p=49898#p49832

NON BASTA DIFFIDARE I PARENTI OCCORRE INTERDIRE PURE LE COLF :evil:
Saluti da Oliviero
Allegati
DSC_0365.JPG
il...caro estinto
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3800
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Navi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite