Modelli degli anni '60: Recupero e restauro



Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Tricx » 16 mar 2020, 15:06

Tutti i pezzi sono della stessa nave ?
Comunque "castello" laterale e/o torre di comando o "isola" laterale o come si chiamano, sono della portaerei USS Shangri-La della marca Lindberg....

"H0 vinto quacchecosa...? " :D

Saluti. Riccardo.
Tricx

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 22 set 2011, 20:08
Località: L'epicentro del trifase

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 16 mar 2020, 17:23

Grazie della partecipazione.....ci siete andati vicino... laught16 ...ma purtroppo non è la risposta giusta :mrgreen:
Visto che è cambiata la pagina mi quoto da me
Oliviero Lidonnici ha scritto:Giochino per i "Tutti-a-casa-e-che-non-ho-niente-da-fare" :smile:
QUIZ: ho ritrovato questi resti. Chi è in grado di dirmi a quale modello di nave appartengono (nome della nave e marca)? Yellow_Flash_Colorz_PDT_02
(clicca su link per vedere la foto)

download/file.php?id=35636&mode=view
-4-

Ritentate gente, ritentate che la quarantena è lunga :?
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3701
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda hiawatha » 16 mar 2020, 20:51

HMS Victorious Airfix?
hiawatha

 
Messaggi: 526
Iscritto il: 30 apr 2009, 10:23
Località: Ovada

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 17 mar 2020, 13:44

hiawatha ha scritto:HMS Victorious Airfix?

ESATTO! applause1 applause1 applause1
zzzx-HMS Victorious Airfix.jpg
1- L'intera isola con torre a traliccio, fumaiolo e radar, 2- La gru, 3- Il canotto, 4- i cannoni (in torri binate)

download/file.php?id=35636&mode=view
:mrgreen:
Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3701
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 19 mar 2020, 19:21

Torniamo ai modelli Revell

USS ARIZONA (BB 39) - Revell scala 1:425

Nave da battaglia costruita nel 1916 e affondata a Pearl Harbor durante l'attacco giapponese del 7 dicembre 1941

FOTO 120 Arizona Revell 03.jpg
Il secondo modellino di corazzata che costruii prima del 1956 e che poi restaurai e ridipinsi (più volte) negli anni '60 e '70

FOTO 121 -.jpg
la USS Arizona che naviga nel suo mare.....peloso (la copertina di mia figlia).....

FOTO 122.jpg
La nave, costruita nel 1916 era già stata rimodernata nelle sovrastrutture, prima della II G.M. ma manteneva ancora l'armamento originale, tipico della I GM.

FOTO 123.jpg

FOTO 124 USS Arizona (Revell).jpg
Il modello Revell poggiato sugli stanti da bacheca

FOTO 125 Scatola USS Arizona Revell.jpg
Il kit di montaggio Revell della corazzata (foto tratta dal web)


Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3701
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Rocket68 » 24 mar 2020, 16:02

Molto bella l'Arizona ma è ben fatto anche il Los Angeles ambedue Revell applause1
Ma sono molto incuriosito dalla Victorious Airfix che dici di aver trasformato e della quale hai mostrato parti che evidentemente non hai più utilizzato nella trasformazione. Cosa ne hai fatto? :-o
Tanti saluti da Pippo
Rocket68

Avatar utente
 
Messaggi: 143
Iscritto il: 3 lug 2017, 16:19

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 25 mar 2020, 21:08

Rocket68 ha scritto: Cosa ne hai fatto? :-o

L'ho ritrovata e la sto restaurando...... :mrgreen:
-4-
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3701
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 1 apr 2020, 21:11

NAVI RIMODERNATE
Qualche tempo dopo aver comprato e montato il modello Revell della corazzata USS Arizona, acquistai la USS Pennsylvania (sempre della Revell)

CORAZZATA USS PENNSYLVANIA (BB 38) - REVELL scala 1:425

FOTO 126 scatola.jpg
Confezione Revell della corazzata USS Pennsylvania

Era la mia terza corazzata dopo la New Yersey e l'Arizona. Tornato a casa, tutto contento per il nuovo acquisto, aperta la confezione ci rimasi malissimo: dentro la scatola c'erano gli stessi pezzi dell'Arizona. Praticamente avevo ricomprato lo stesso modello! :-o :-x :evil:
Naturalmente le due corazzate erano della stessa classe ma due grandi navi, anche se appartengono alla medesima classe non sono mai identiche ci sono sempre differenze. O vengono costruite una dopo l'altra e sulla seconda vengono poste in essere migliorie, suggerite dall'esperienza della prima, oppure sono realizzate in cantieri diversi in cui, in corso d'opera, vengono modificati alcuni particolari.
Ma la Revell ha il vizio di mettere in catalogo numerosi modelli di nave....cambiando solo la scatola e l'intestazione della istruzioni di montaggio ed io ancora non lo sapevo :?
Per differenziare i modelli decisi di dipingere la Pennsylvania in livrea mimetizzata... però, non avendo esperienza e nemmeno documentazione, la mimetizzai...come fosse un carro armato :oops: (cioè: tranne qualche portaerei giapponese di solito nelle navi non viene mimetizzato il ponte (x) )
Come se non bastasse qualche anno dopo acquistai un libro: "STORIA DELLA GUERRA NEL PACIFICO" di Fletcher Pratt e tra le illustrazioni trovai questa:
FOTO 126 USS Pennsylvania nel 1944.jpg
Foto della USS Pennsylvania nel 1944

Dapprima pensai che la Revell mi avesse "fregato" in seguito seppi che la nave, dopo il bombardamento di Pearl Harbour era stata riparata e rimodernata. In ogni caso, basandomi solo su quella foto sfocata, cercai di modificare il mio modello per farlo somigliare a quella foto:
FOTO 128 USS Pennsylvania (Revell).jpg
Il mio modello della Pennsylvania (ormai mimetizzato) modificato in base alla foto

Per capire le modifiche apportate vediamo il modello dell'Arizona:
FOTO 127 Arizona (particolare).jpg
Nel 7/12/1941 (al momento dell'attacco giapponese) le due corazzate avevano un armamento secondario di 18 (o 20) cannoni in postazioni singole da 127mm + 4 da 76mm A/A

FOTO 129.jpg
Nel 1942 la USS Pennsylvania venne rimodernata con 16 cannoni da 127/38 in torri binate + numerose mitragliere quadrinate da 40mm e binate da 20mm inoltre, tra le altre modifiche, il tripode posteriore fu eliminato: questa è la mia interpretazione del rimodernamento della nave, basata sulla foto del libro

Confronto tra i due modelli
FOTO 130.jpg
A sinistra la USS Arizona montata in base alle istruzioni della Revell a destra la USS Pennsylvania modificata da me, come doveva essere nel 1944 (...più o meno....!)

FOTO 131.jpg
Tra le altre innovazioni ho sostituito gli anziani bimotori Kingfisher dell'Arizona con un Curtiss Seahawk montato sulla Pennsylvania
Notare, oltre alle torri binate da 127mm, le numerose postazioni di mitragliere aggiunte al modello

Altre foto della "mia" :lol: USS Pennsylvania.
FOTO 132.jpg

FOTO 133.jpg

FOTO 134.jpg

Saluti da Oliviero
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3701
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Coccobill 62 » 1 mag 2020, 21:40

Ciao Oliviero, complimenti per la perseveranza. Incredibile questa serie di modelli che hai costruito in passato, io ricordo come primo modello in kit di aver costruito il modellino di una corazzata tedesca, forse la Tirpitz, non ricordo più in quale scala ricordo invece che il risultato finale era del tutto insoddisfacente non essendo io abituato a maneggiare la colla che produceva un sacco di filatura. Probabilmente non era il modello giusto per cominciare.
Ti pongo qui una domanda anche se forse la discussione più adatta sarebbe stata quella dedicata alle navi giocattolo degli anni 60 e 70:
Ho trovato in Internet qualche notizia frammentaria rispetto a modelli navali prodotti dalla ditta Polistil in plastica negli anni 70. Tra cui il modello dell’incrociatore Montecuccoli E qualche altro soggetto. Ti chiedo in quale scala erano questi modelli? Erano modelli o giocattoli? Erano modelli galleggianti o tipo Waterline ?
Sai dirmi di quanti soggetti era composta la serie ed eventualmente i numeri di catalogo? Grazie mille saluti Paolo
Coccobill 62

 
Messaggi: 48
Iscritto il: 18 apr 2020, 12:18
Località: Bolzano

Re: Modelli degli anni '60: Recupero e restauro

Messaggioda Oliviero Lidonnici » 2 mag 2020, 1:40

Coccobill 62 ha scritto:.....Ho trovato in Internet qualche notizia frammentaria rispetto a modelli navali prodotti dalla ditta Polistil in plastica negli anni 70. Tra cui il modello dell’incrociatore Montecuccoli E qualche altro soggetto. Ti chiedo in quale scala erano questi modelli? Erano modelli o giocattoli? Erano modelli galleggianti o tipo Waterline ?....Sai dirmi di quanti soggetti era composta la serie ......saluti Paolo

Non mi risulta che Polistil abbia mai realizzato modelli navali, al massimo qualche giocattolo galleggiante di plastica multicolore.
La ditta Atlantic negli anni '70 ha prodotto dei (brutti) modelli di navi da guerra in scala indefinita (ma penso intorno a 1/700 circa)
Vedi QUI:
viewtopic.php?f=128&t=1271&start=10#p31051

Però sono a conoscenza che Polistil a volte ha venduto scatole di montaggio ESCI di modellini di carri armati. Col marchio Polistil ma con le istruzioni marcate Esci. Ora sappiamo che Esci ha avuto in catalogo una buona parte della produzione di navi (waterline in plastica, scala 1:1200) originariamente prodotte da Casadio poi rimarchiate Revell, poi Esci e attualmente di nuovo Revell (x) (x) (x)
Vedi QUI:
viewtopic.php?f=128&t=1319#p8408

Quindi se ha venduto i carri armati di Esci (non lo so ma è solo una supposizione) potrebbe anche aver rimarchiato le navi Casadio/Revell/Esci. Ma qui sto tirando ad indovinare(!)
Riguardo al Montecuccoli, se hai visto questo è una fregatura dell'inserzionista
MONTECUCCOLI.jpg
Quello è la solita RN Raimondo Montecuccoli, Mercury (waterline in metallo scala 1:1200)
Nota superflua: la nave in scatola viaggia "indietro tutta" ...nota le onde ....

Non metto la foto del Montecuccoli Mercury perchè so che ce l'hai quindi puoi confrontarla.
Naturalmente se proseguiamo con le supposizioni e se quel modellino è stato rimarchiato Polistil potrebbe anche essere che altri modelli Mercury siano stati venduti sotto il marchio Polistil
Oppure non escluderei anche che il solito inserzionista impreparato abbia presentato le (brutte) navi Atlantic sotto il nome Polistil
Comunque Polistil quelle navi non le ha prodotte, al massimo le ha rivendute :mrgreen:
...altro dirti non so :lol:
Saluti da Oliviero
e grazie per l'apprezzamento dei miei vecchi modelli giovanili
Oliviero Lidonnici

Avatar utente
Moderatore Globale
 
Messaggi: 3701
Iscritto il: 3 dic 2010, 20:24
Località: Roma

Precedente

Torna a Navi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite