Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76



Regole del forum
Il sito è online ma ancora "work in progress" Per chi volesse vedere quello che stiamo facendo il link del sito è: http://www.lima-tribute.it vi aspettiamo?

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76

Messaggioda Max 851 » 2 mar 2018, 9:28

Caro Berto, come ti capisco! A me le ferrovie britanniche fanno venire in mente quegli indimenticabili film tratti dai gialli di Agatha Christie con protagonista Miss Marple. Se non ho mai collezionato questi modelli, a parte i tre di cui ho mostrato la foto e che sono il ricordo di un lontano viaggio a Londra, è per il timore di aggiungere un tema di troppo dopo Maerklin, Rivarossi FS, Rivarossi USA Old West e Tramway. Però non è mai detta l'ultima parola!
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 691
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76

Messaggioda berto75 » 3 mar 2018, 0:18

Max 851 ha scritto:Caro Berto, come ti capisco! A me le ferrovie britanniche fanno venire in mente quegli indimenticabili film tratti dai gialli di Agatha Christie con protagonista Miss Marple. Se non ho mai collezionato questi modelli, a parte i tre di cui ho mostrato la foto e che sono il ricordo di un lontano viaggio a Londra, è per il timore di aggiungere un tema di troppo dopo Maerklin, Rivarossi FS, Rivarossi USA Old West e Tramway. Però non è mai detta l'ultima parola!
Massimiliano

beh ,ma perché porsi limiti ? -1-
Scherzi a parte, sarà forse perché abbiamo una visione un po' fiabesca e mitica della gran Bretagna e del resto anche i recenti fantasy tipo le cronache di Narnia e la saga del maghetto Harry potter hanno accresciuto questa visione sognatrice in molti ragazzi , comunque personalmente mi intrigava non poco la curiosità di toccare con mano e di giocare con dei modelli prodotti dalla nostrana lima e destinati quasi esclusivamente al mercato britannico e sue colonie , modelli che, per quanto concerne poi la scala 00 ,molto difficilmente si trovano in ITALIA o sono del tutto inesistenti per quanto riguarda alcune livree o tipologie di carri.
d'altro canto mi rendo benissimo conto che in italia la richiesta di lima o in generale di modelli inglesi è quasi inesistente anche perché 1:76 britannico è visto come fumo negli occhi da molti modellisti continentali.
ma in fondo , dico io, per sognare la scala conta poco o nulla!! il bello è giocare con un trenino che ci piace o rammenta o fa rivivere le atmosfere che tanto ci affascinano , come dici tu caro Max di miss Marple o di Harry Potter (anche se non sono un fan del maghetto) !!
possiamo essere collezionisti di modelli in H0 ,ma cosa ci impedisce di creare un piccolo mondo composto magari da un numero limitato di pezzi in SCALA 00 DA FAR GIRARE SOLO TRA LORO ? SEMPRE BEI TRENI SONO, meglio poi ancora se LIMA!!
Giocosi e sognanti -4- berto75
berto75

 
Messaggi: 1854
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76

Messaggioda merlotrento » 3 mar 2018, 13:47

Berto concordo in pieno!
Fnm600 non c'è solo la tua concezione di modellismo, per piacere rispetta anche le altre che hanno altrettanto piena dignità! il mio parere è che modellismo dinamico è riproduzione "funzionante" della realtà in tutti i suoi aspetti e non pedissequo rispetto della scala.
Dimmi che scartamento debba utilizzare un fermodellista Irlandese, spagnolo, russo, portoghese o indiano per riprodurre in 1/87 le ferrovie del proprio paese..
1435:80=17,935
1435:76=18,881
1435:87=16,494
1676:87=19,264
1668:87=19,172
1602:87=18,413
1600:87=18,390
1524:87=17,517
1520:87=17,471
e lasciamo perdere il disorso sulle sagome limite/profiloImmagine http://www.ferramatori.it/forum/viewtopic.php?f=117&t=4449&start=80
http://www.ferramatori.it/forum/viewtopic.php?f=117&t=4449&start=90
merlotrento

Avatar utente
 
Messaggi: 656
Iscritto il: 1 apr 2011, 21:05

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76 Disponibilità OO

Messaggioda FNM600 » 3 mar 2018, 17:44

berto75 ha scritto:
Max 851 ha scritto:Caro Berto, come ti capisco! A me le ferrovie britanniche fanno venire in mente quegli indimenticabili film tratti dai gialli di Agatha Christie con protagonista Miss Marple. Se non ho mai collezionato questi modelli, a parte i tre di cui ho mostrato la foto e che sono il ricordo di un lontano viaggio a Londra, è per il timore di aggiungere un tema di troppo dopo Maerklin, Rivarossi FS, Rivarossi USA Old West e Tramway. Però non è mai detta l'ultima parola!
Massimiliano

beh ,ma perché porsi limiti ? -1-
Scherzi a parte, sarà forse perché abbiamo una visione un po' fiabesca e mitica della gran Bretagna e del resto anche i recenti fantasy tipo le cronache di Narnia e la saga del maghetto Harry potter hanno accresciuto questa visione sognatrice in molti ragazzi , comunque personalmente mi intrigava non poco la curiosità di toccare con mano e di giocare con dei modelli prodotti dalla nostrana lima e destinati quasi esclusivamente al mercato britannico e sue colonie, modelli che, per quanto concerne poi la scala 00, molto difficilmente si trovano in ITALIA o sono del tutto inesistenti per quanto riguarda alcune livree o tipologie di carri.
D'altro canto mi rendo benissimo conto che in italia la richiesta di lima o in generale di modelli inglesi è quasi inesistente anche perché 1:76 britannico è visto come fumo negli occhi da molti modellisti continentali.
Ma in fondo , dico io, per sognare la scala conta poco o nulla!! il bello è giocare con un trenino che ci piace o rammenta o fa rivivere le atmosfere che tanto ci affascinano , come dici tu caro Max di miss Marple o di Harry Potter (anche se non sono un fan del maghetto) !!
possiamo essere collezionisti di modelli in H0 ,ma cosa ci impedisce di creare un piccolo mondo composto magari da un numero limitato di pezzi in SCALA 00 DA FAR GIRARE SOLO TRA LORO ? SEMPRE BEI TRENI SONO, meglio poi ancora se LIMA!!
Giocosi e sognanti -4- berto75


Suppongo la ragione principale per il OO è che ormai c'è così tanta roba!

Infatti è l'argomento principale del DOGA http://www.doubleogauge.com/index.htm è che ormai c'è così tanta roba in OO anche se lo scartamento è sbagliato!

Questo vale se uno ignora lo scartamento e non vuole mischiare nazionalità compreso Ferry Wagons fatti a scala diversa anche se giusta!

Nel caso di treni immaginari tipo Harry Potter il problema non si pone d'interoperabilità! Ma vedasi caso Ma"rklin che era un treno Hornby modificato per 3 rotaie e ca venduto a... prezzi Marklin! Scusami OT!

Hai ragione che per carrozze Lima in HO è come trovare un'ago nel pagliaio e ci vuole pazienza! Ma e-Bay è perfetta se uno ha pazienza per trovare aghi nel pagliaio come ho fatto per i miei vagoni Lima HO aparte i pochi che comprai all'epoca in GB nel negozio ! Però si è limitati ad una sola locomotiva a vapore la 4F Fowler,

Di materiale in OO la Lima ne ha fatto tanto lungo gli anni a differenza di 4 anni d'inizio del HO!
Lo si vede dai cataloghi speciali Britannici postati su Lima Tribute!

Devo ammetere che la Lima fece più treni Diesel (scatole su carrelli e ruote) che a vapore ma è lo stesso anche per altri paesi con la Lima!

Come avete detto ci sono ammiratori di treni Britannici con il loro fascino loro (loco non solo nere) e così via, ma per modellisti seri c'è la non compatibilità della scala. Cosa che il nostro compianto Dario Romani notò in Australia dove per ragioni culturali il British è seguito di più che sul Continente d'Europa!

Speriamo che nel futuro qualche fabbricante corraggioso produca una gamma di treni GB in HO. Attenzione a cosa si sceglie cosa che fù problema con la Royal Scot RR o il convoglio Fleischmann. Il problema è che c'è un'altra generazione di modellisti GB con OOverscale ed i treni OOverscale sono oggi più dettagliati di quelli Lima anche se fatti in Cina!

Certamente se si vuole essere solo collezionisti dal vecchio Lima che non c'è più e non il LImby (nome scherzoso Lima-Hornby) odierno fatto in Cina allora si deve arrangiarsi a collezionare quello che è stato fatto.

Personalmente il mio primo treno da bambino era Lima (economico) ma poi passai all'età di 13 anni al RR dopo avere visto i modelli d'un mio amico compreso una Calimero. Meno quantità ma più qualità per i soldi.
Poi più da grande (studente) andai in Gran Bretagna a studiare eppoi lavorare. Lì riscoprii la Lima di nuovo con i suoi modelli Britannici ma ci rimasi male quando la Lima passò al OOverscale!
Per puro collezionismo d'epoca la gamma GB in OO è enorme e se stante a sè uno può collezionare tale gamma. Detti modelli anche sull'usato non sono cari e con e-Bay uno può avventurarsi in GB se uno mastica English.

Personalmente stà bene alla Lima essere sistemata dalla rivale Hornby (Triang)... dopo avere giocato alla carta del OOverscale veramente adesso per tenere la concorrenza estera fuori dal mercato GB! Peccato per la RR che dopo avere passato alla scala corretta abbandonando la scala Italiana 1:80 subì stessa sorte!
Personalmente ho del 1:80 che rimarrà così senza sviluppi, ma poi i modelli odierni sono più belli anche se delicati! Problema per il convoglio FNM, ma 1:80 non così diverso! Stonano anche se RR imbrogliava sulla distanza dei respingenti!

A proposito malvolentieri guarderò ai cataloghi GB Lima per vedere cosa è stato fatto per Lima Tribute! Interventi altrove. E' praticamente una sottomarca! Eppure in HO poteva essere una gamma completa a sè!

Scusami l'intervento lungo!
Ultima modifica di FNM600 il 3 mar 2018, 19:45, modificato 1 volta in totale.
FNM600

Avatar utente
 
Messaggi: 607
Iscritto il: 17 set 2014, 2:19
Località: Como Nord Camerlata

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76 Merlo scartamenti & sagom

Messaggioda FNM600 » 3 mar 2018, 18:15

merlotrento ha scritto:Berto concordo in pieno!
Fnm600 non c'è solo la tua concezione di modellismo, per piacere rispetta anche le altre che hanno altrettanto piena dignità! il mio parere è che modellismo dinamico è riproduzione "funzionante" della realtà in tutti i suoi aspetti e non pedissequo rispetto della scala.
Dimmi che scartamento debba utilizzare un fermodellista Irlandese, spagnolo, russo, portoghese o indiano per riprodurre in 1/87 le ferrovie del proprio paese..
1435:80=17,935
1435:76=18,881
1435:87=16,494
1676:87=19,264
1668:87=19,172
1602:87=18,413
1600:87=18,390
1524:87=17,517
1520:87=17,471
e lasciamo perdere il disorso sulle sagome limite/profiloImmagine http://www.ferramatori.it/forum/viewtopic.php?f=117&t=4449&start=80
http://www.ferramatori.it/forum/viewtopic.php?f=117&t=4449&start=90


Ho notato il diagramma che hai già postato circa un'anno fà! Da dove l'hai preso? E' interessante!

Giustamente se si usa il rapporto di riduzione 1:87 si hanno diversi scartamenti nel modello per vari paesi che hai menzionato che non usano lo scartamento normale.
In pratica anche le case costrutrici Spagnole usano 16.5mm e fanno finta che sia lo stesso come in altri paesi. Ad essere precisi ci saranno modellisti che adotteranno lo scartamento largo modificando la distanza tra le ruote. Non non lo sò se lo fanno. Non ho esperienza del mondo fermodellistico Spagnolo. Quello che sò è che la Electrotren Spagnola oggi parte della Hornby di Margate usava 16.5mm.

So del caso Sudfricano (scartamento 1067mm (12.26mm in HO) dove si usa sia 16.5mm come fece la Lima suo tempo ma anche il 12mm ossia lo scartamento TT vedi NEM 010 noto come HOm usato per scartamento metrico (internazionale 1000mm, Italiano 950mm) e del Capo 3'6" 1067mm
In pratica per il modellismo dinamico si usa lo scartamento normale di 16.5mm. per gli scartamenti al vero più larghi del normale.

Casi di sovrascala rispetto allo scartamento (vedi la scala Italiana RR 1:80) sono successi in passato per ragioni tecniche come dimensioni dei motori e ruote rozze, ma non hanno più ragione d'esistere dato il progresso della tecnologia se non per compatibilità non sempre rilevante per nuovi modellisti.

La mia posizione molto forte per il British Ho 1:87 è risultato di vivere 30 anni in Gran Bretagna e notare tali discrepanze ovvie.
Lo stesso punto di vista l'aveva il nostro compianto Dario Romani che visse vari anni in Australia dove vige localmente 1:87 ma c'è molto interesse in modelli Britannici. Attenzione cosa si dice perché tradizionalmente i treni Australiani erano Britannici o vogliamo dire i treni circolanti in GB anche se fatto all'estero come le disel class66 o il pendolino della Virgin Trains.
Ci sono modellisti Britannici che vanno al EM o Protofour ma richiede molta abilità in convertire il materiale rotabile.

Caro Merlo, non ci hai ancora detto quanti modelli Britannici hai ed in quale scala? Ho il sospetto pochi o... nessuno o lo noteresti sul plastico e nella vetrina! O hai una politica di totale segregazione!?
Ultima modifica di FNM600 il 6 mar 2018, 21:16, modificato 2 volte in totale.
FNM600

Avatar utente
 
Messaggi: 607
Iscritto il: 17 set 2014, 2:19
Località: Como Nord Camerlata

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76

Messaggioda merlotrento » 3 mar 2018, 20:11

Ho materiale in N inglese Graham Fahrish: le Pullman che circolarono in Italia negli anni20 in compo omogenea Loc FS+bag FS+2 pullman+bag FS.Le ho abbassate (rifacendo i telai) per renderle più compatibili visivamente
Stessa operazione di abbassamento per le vetture Ibertren letti CIWL tipo P. Per i carri merci inglesi(molto simili a quelli in circolazione in italia con RM.RA.RS ma poi anche con FS fino agli anni 20 ho usato modelli inglesi riducendo le dimensioni in altezza delle casse e abbasandoli utilizzando ruote di minor diametro...
Carrozze Arnold,Minitrix, Fleischmann tutte rispettose dell1/160 ma inguardabile un convoglio promiscuo con ROCO....
Basta fare convogli non promiscui e le cose migliorano e di molto....... Ma da buon ennista io guardo più all'effetto di insieme......
[09.gif]
Tabella scartamenti sagome: daun numero di Italmodel del 1965 ma a sua volte ripresa da pubblicazione tedesca....
Ah dimenticavo io sono favorevole alla carrozze H0 con lunghezza in 1:100...... Per l'effetto scenografico....compressione prospettica etc
merlotrento

Avatar utente
 
Messaggi: 656
Iscritto il: 1 apr 2011, 21:05

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76

Messaggioda hiawatha » 3 mar 2018, 21:18

Secondo me c'è posto per tutti. Personalmente sono stato allevato con una dieta di Meccano, Dinky Toys, Scalextric e Rivarossi

1/80. Non voglio contrariare l'amico Oscar, ma dubito molto, conoscendo i britannici, che H0 possa soppiantare 00.

Va da se che per me gli Hornby Dublo, i Kitmaster e compagnia bella hanno un fascino particolare, come le BR degli anni 50.

Lavoro per una ditta inglese, guido una macchina inglese, mi sono sposato in Inghilterra e ci vado tuttora ogni mese.

Lunga vita allo 00.. e comunque i treni mi piacciono tutti
hiawatha

 
Messaggi: 466
Iscritto il: 30 apr 2009, 10:23
Località: Ovada

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76

Messaggioda Max 851 » 4 mar 2018, 12:58

Berto75 ha scritto:
beh ,ma perché porsi limiti ?

Ovviamente per motivi di tempo, spazio, soldi etc.
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 691
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76

Messaggioda berto75 » 5 mar 2018, 23:13

Hai pienamente ragione Max ci mancherebbe ,la mia era solo una domanda ironica.
Purtroppo da quando non frequento più le borse scambio la mia auto regolamentazione (al principio erano solo Rivarossi e lima) è andata a farsi benedire (x) ,nel senso che navigando solo su e bay la mia innata curiosità spesso mi ha spinto ad acquistare all'estero qua e là modelli che trovavo molto attraenti di carri o locomotive anche di marche straniere ( purchè vintage) spesso del tutto inesistenti sul mercato nostrano ( esempio treni triang , tyco , airfix, life-like ecc.)e la cui richiesta qui da noi è pari allo 00 .. laught16 laught16
è anche vero che ormai non compro quasi più nulla di Rivarossi (eccetto qualche lotto RIVAROSSI AHM che a volte vengono proposti a prezzi vantaggiosi su e bay usa )) infatti su e bay NOSTRANO i prezzi dei Rivarossi in genere non sono più convenienti anzi direi esorbitanti ,mentre diverso è il discorso per i lima dove le buone occasioni sono frequenti .
comunque dopo il trasloco della casa di mia nonna abbiam dovuto (io e mio padre) riversare in un garage comprato apposta la marea di roba (non solo trenini ,ma anche fumetti e giocattoli vari) che prima conservavo lì e anzi ho appena venduto per la gioia di un nostro amico la gigantesca scatola diorama superlima (vedi thread : Papà gioca con me con Superlima......) per il semplice fatto che non sapevamo proprio più dove metterla :evil: :evil: era grande come una finestra!
quindi ora dovrò imparare a regolarmi meglio e limitare gli acquisti dato che i cronici problemi di spazio si sono aggravati :cry: non potendo più disporre come prima di una stanza intera alternativa per il gioco e il rimessaggio.
Vi mostro comunque ora Yellow_Flash_Colorz_PDT_02 la loco inglese lima celeste la KING CHARLES II (ovviamentein scala 00 ) in ottime condizioni che mi è appena giunta :yahoo: dall'inghilterra pagata 90 euro ( spedizione di 15 euro compresa. ) personalmente la trovo irresistibile ! [wub.gif]
detta loco mi è capitato di vederla negli anni passati nelle borse scambio ,ma solo nella livrea verde della GWR ( la sorella KING GEORGE V) ma mai in quella celeste :
sul mercato italiano le versioni celesti sono quasi introvabili, mentre su e bay inglese è possibile reperirla senza troppe difficoltà.
devo ancora provarla non so sia funzionante , comunque il venditore mi ha detto non poteva testarla per mancanza di binari (nel suo negozio e bay vendeva solo modellini automobiline).
ATTENTI !!! ultimo avvertimento da amico ripeto: se vi fate prendere dalla magia (dei lima in scala 00 -1- ) :mrgreen: siete finiti -1- !! il treno di Harry Potter vi aspetta dietro l'angolo !
-4- berto75
Allegati
lima celeste.jpg
lim 2.jpg
cel.3.jpg
cel.2.jpg
cel 9.jpg
cel 6.jpg
cel 7.jpg
cel 4.jpg
berto75

 
Messaggi: 1854
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: Ancora Lima H0 1:87 e 00 1:76

Messaggioda Max 851 » 6 mar 2018, 10:58

Bellissima! Ti dirò, questi rotabili britannici per me sono anche più attraenti di quelli americani; e poi le locomotive mi piacciono anche perché sono "pulite", senza tanti accessori che poi nel modello si traducono in particolari fragili, magari altri la penseranno diversamente ma per me un modello deve poter essere maneggiato senza l'incubo di rompere o perdere qualcosa. E poi, mi perdonerà l'amico FNM600, per me un modello britannico deve essere 1:76 e con il gancio a uncino, brutto quanto si vuole ma caratteristico.
Quello che dici su ebay è vero, è una grande possibilità che abbiamo ma è anche una continua tentazione, anche perché non ci sono solo i treni... nel mio caso tanto per fare un esempio ho trovato l'automobilina Schuco che avevo da bambino e che avevo regolarmente distrutto, la Balilla della Mercury etc.
Quanto ai mercatini, almeno qui dalle mie parti, sono sempre interessanti ma non è che si trovino poi sempre tutte queste grandi occasioni...
Massimiliano
Max 851

 
Messaggi: 691
Iscritto il: 6 gen 2013, 18:12

PrecedenteProssimo

Torna a Lima - Tribute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron