PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?



Regole del forum
Il sito è online ma ancora "work in progress" Per chi volesse vedere quello che stiamo facendo il link del sito è: http://www.lima-tribute.it vi aspettiamo?

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda berto75 » 23 mag 2022, 17:37

vr80 ha scritto:Ho postato tutte le foto che ho del plastico. Spero vi possano essere utili.

utilissime !!!grazie mille VR 80 per le tue preziose foto e la tua testimonianza documentaria -2-
vr80 ha scritto:Salve ragazzi, di seguito altre foto del plastico. E' parecchi anni che non vado in quel negozio. Non sapevo che lo avessero rimosso. Anni fa con mio cugino avvocato tentammo di negoziare con i proprietari per salvare il plastico ma non abbiamo avuto risposte in merito poichè dicevano che non era di loro proprietà.

LODEVOLE PROPOSITO !! (13) (13) ALMENO CI AVETE PROVATO (13) applause1 ! Ma se non era di loro proprietà a chi apparteneva ? Alla lima ? a un privato ? spero comunque non sia andato distrutto sarebbe un crimine :-x :evil: !!
vr80 ha scritto:In cima alla collina del plastico ci sono 2 silos ottenuti con i pezzi del carro siluro Lima.
Sicuramente ci sono anche altri pezzi oltre al deposito locomotive (tra cui il piccolo posto di blocco) che non sono della Lima.

Incredibile ! :shock: hai proprio ragione VR 80!!!Dalla foto che hai postato si vede chiaramente [lupe.gif] che i due silos posti ad alta quota :lol: sono costituiti dal corpo (posto in verticale )di due siluri provenienti dal carro trasporto ghisa fusa! quella struttura è in effetti un mix di pezzi provenienti oltre che dai carri siluri anche dal carro con trasformatore lima; infatti alle spalle dei due silos si riconosce la cassa del trasformatore philips :lol: vedi foto che riposto per evidenziare i dettagli.
inoltre la piattaforma con cancelletti posta alla sommità dei due silos proviene dal set scarica container e appartiene alla struttura mobile che aggancia solleva e sposta i container ! è una struttura Frankenstein laught16 laught16 ma plausibilissima che inventiva aveva chi ha avuto questa idea chiunque sia! L'IMPRESSIONE è che chiunque abbia realizzato questo plastico si preoccupava di non "contaminarlo "con pezzi di altre produzioni , cioè tutto il materiale presente è riconducibile direttamente a lima o comunque a edifici di stampo Pola commercializzati però anche dalla lima .
SILOS REALIZZATO CON UN MIX DI PEZZI PROVENIENTI DAI CARRI TRASPORTO GHISA FUSA E CARRO TRASPORTO  TRASFORMATORE PHILIPS (2).jpg

la rimessa abbiamo già detto che è di stampo Pola ed era venduta anche in confezione lima per il mercato teutonico , mentre la gru sopra il portale è tipo quella del set multitraffic . sorpresissimi :-o bath -4- berto75
Allegati
rimessa pola su plastico lima.jpg
berto75

 
Messaggi: 3293
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda vr80 » 24 mag 2022, 12:16

I plastici venivano dati dalla Lima in comodato d'uso ai negozi per fare pubblicità e mostrare le potenzialità dei loro prodotti. In teoria quindi questo plastico ora dovrebbe essere della Hornby. Forse per questo Incaba non ce lo ha potuto vendere o cedere. Ma la Hornby quando ha rilevato il gruppo Limarossi aveva nella lista dei beni acquisiti anche questi plastici? A chi si potrebbe chiedere?
Secondo me il plastico dovrebbe ancora essere lì, anche perchè dei lavori edili svolti negli anni nel magazzino non ne permetterebbero un facile trasporto.
Sul sito internet del negozio non ci sono mai state foto del plastico.
vr80

 
Messaggi: 341
Iscritto il: 19 mag 2010, 12:20

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda berto75 » 24 mag 2022, 16:38

vr80 ha scritto:I plastici venivano dati dalla Lima in comodato d'uso ai negozi per fare pubblicità e mostrare le potenzialità dei loro prodotti. In teoria quindi questo plastico ora dovrebbe essere della Hornby. Forse per questo Incaba non ce lo ha potuto vendere o cedere. Ma la Hornby quando ha rilevato il gruppo Limarossi aveva nella lista dei beni acquisiti anche questi plastici? A chi si potrebbe chiedere?
.

bella domanda !forse mi sbaglierò , ma personalmente penso che alla Hornby NON importi un fico secco di quel plastico lima (sempre ammesso che sia a conoscenza della sua esistenza cosa della quale dubito assai fortemente) basta vedere come si sono disfatti dei pezzi unici del museo rivarossi a un asta inglese che ci aveva segnalato gentilmente l'amico Io gioco ancora per capire quanto tenessero alla Hornby a quei pezzi ...volevano solo fare cassa :evil: !
Figuriamoci se si preoccupano di reclamare e recuperare un superplastico del genere costerebbero forse più le spese per lo smontaggio (sempre che sia smontabile dato che non so come fosse concepita la sua costruzione se cioè è costituito da più moduli componibili e smontabili o meno) e il trasporto del valore economico di tale impianto.
intendiamoci tale impianto ha un grande valore storico per noi appassionati che amiamo i vecchi lima , ma non certo economico (almeno a mio modesto parere)..gli edifici /binari e accessori presenti in esso sono facilmente reperibili su e bay o mercatini a prezzi molto modesti, non stiamo parlando certo dei costosissimi edifici Modital /RR di fine anni 40/50 come quelli che ci ha mostrato l'amico Nino.
Caro VR80 Ora io non conosco bene le leggi e posso sbagliarmi ( ma il tuo amico avvocato dovrebbe saperlo ), se un articolo è dato in comodato d'uso per parecchi anni e qui parliamo di 30 anni (se non più ) se il plastico era degli anni 90 e nel frattempo non è stato più reclamato/ritirato dalla lima (o dal proprietario chiunque fosse) ,secondo me è diventato di proprietà del negozio che fisicamente lo deteneva per usucapione .
anzi la mia paura non vorrei che sia stato distrutto o smantellato per quello! le mie sono solo teorie però andrebbe verificata la cosa. Se tu VR 80 RIUSCISSI A SALVARLO O ACQUISTARLO ne sarei felicissimo ! -2- (certo che non avrai problemi di spazio beato te!)
riflessivi -4- berto75
berto75

 
Messaggi: 3293
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda berto75 » 25 mag 2022, 17:08

I risultati delle mie ricerche [lupe.gif] confermano la paternità Pola di molti edifici presenti sul plastico , alternati agli edifici lima classici (villette , villetta con garage , stazione centrale lima , corpo fabbricato stazione secondaria ecc.)
è ormai indubbio che lima aveva uno stretto rapporto con la tedesca Pola la cui collaborazione era iniziata a metà degli anni 60 (quando cioè Pola fornì alla lima gli edifici della linea ferroplastik ) poi negli anni 70 tale collaborazione sembrava cessata, dato che alla lima decisero di produrre in proprio gli edifici sia civili che ferroviari che tutti ben conosciamo.
Però all'inizio degli anni 80 lima riprese la sua collaborazione con la ditta tedesca; lo dimostrano le confezioni intere contenenti edifici teutonici come quella del villaggio con chiesa
Lima 1982-83 De 33 chiesa lima.jpg
foto tratta da un catalogo lima del 1982-83 in lingua tedesca . Questa confezione villaggio è interamente costituita da edifici di stampo teutonico , mentre la stessa confezione per il mercato italiano conteneva solo casette lima

Lima 1983-84_IT_20 chiesa.jpg
foto tratta da catalogo lima del 1983-84 in lingua italiana in questo caso nella confezione per il mercato nostrano solo la chiesa è POLA, mentre gli altri edifici che la circondano sono tutti fabbricati lima con le pareti in cartoncino stampato a vivaci colori .

chiesa pola.jpg
foto tratta dal catalogo Pola del 1978 come si può vedere la chiesa inserita nelle confezioni villaggio lima era della tedesca Pola


o le confezioni di edifici ferroviari come questa che abbiamo già mostrato
L1510155[1].jpg

carboniera pola.jpg
foto tratta da un catalogo pola DEL 1975 la carboniera presente nella confezione lima era di stampo pola come la rimessa

rimessa ola presente su plastico lima.jpg
foto tratta da un catalogo POLA che dimostra la paternità teutonica dello stampo di quella rimessa

s-l500 (2)deposito vaupe.jpg
foto tratta da e bay di una confezione Vau-pe contenente il deposito con le saracinesche apribili presente nella confezione lima accanto alla rimessa POLA . in moltissimi casi gli edifici pola compaiono anche su cataloghi e confezioni con il marchio vaupe

destinati in particolare al mercato teutonico (tali confezioni con fabbricati tedeschi compaiono infatti sui cataloghi lima in lingua tedesca e non su quelli in lingua italiana ) perchè ?
Non lo so, ma posso ragionevolmente ipotizzare che i tedeschi apprezzassero i trenini lima , ma evidentemente non riuscivano invece a digerire gli edifici civili e ferroviari prodotti negli anni 70 dalla casa VICENTINA considerati troppo spartani e semplificati (10) per i loro gusti , pertanto penso che non risultassero molto graditi alla più esigente clientela teutonica .
Quindi la mia ipotesi è che alla lima, per correre ai ripari ,a partire dai primi anni 80 decisero di riaprire la collaborazione con Pola raggiungendo una qualche forma di accordo commerciale che stabiliva che i kit di edifici (sia civili che ferroviari )destinati al mercato tedesco fossero costituiti da MODELLI Pola anzichè lima ,venduti però in confezioni con il marchio lima .

Non mi spiego altrimenti il senso di tali confezioni e soprattutto perchè lima nei suoi plastici ufficiali si ostinasse a inserire quasi sempre la rimessa pola e altri edifici made in germany (anche se questi potevano essere alternati agli edifici lima classici ). insomma non può essere un fatto casuale.
CONTINUA-
berto75

 
Messaggi: 3293
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda vr80 » 25 mag 2022, 17:16

E' stato un vero scempio la svendita su ebay della collezione Rivarossi... ricordo la vicenda.
Per quanto riguarda l'usucapione da quello che ho capito i proprietari del magazzino passati ed attuali (la proprietà è passata ad una nota catena) non hanno intenzione di fare cose ardite... oramai è lì e se lo tengono senza porsi molti problemi. Non penso ci siano speranze di averlo.
Vero, i fabbricati non sono di valore come i Modital RR però alcuni (come lo scarico per il carbone) sono difficili da trovare.
vr80

 
Messaggi: 341
Iscritto il: 19 mag 2010, 12:20

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda berto75 » 25 mag 2022, 18:18

vr80 ha scritto:E' stato un vero scempio la svendita su ebay della collezione Rivarossi... ricordo la vicenda.
Per quanto riguarda l'usucapione da quello che ho capito i proprietari del magazzino passati ed attuali (la proprietà è passata ad una nota catena) non hanno intenzione di fare cose ardite... oramai è lì e se lo tengono senza porsi molti problemi. Non penso ci siano speranze di averlo.
Vero, i fabbricati non sono di valore come i Modital RR però alcuni (come lo scarico per il carbone) sono difficili da trovare.

l'IMPORTANTE è che il plastico esista ancora e lo conservino ! Non scoraggiarti Vr80 fai loro presente che se un domani volessero disfarsene ,magari per ragioni di spazio ,il tuo interesse per eventualmente acquistarlo è sempre valido nel tempo . Non si sa mai ! ;-)
Verissimo la carboniera lima è di difficile reperibilità (io non ne ho mai maneggiata una in vita mia :cry: ) ed è sicuramente quello l'accessorio più interessante e appetibile dell'impianto!
Ecco sotto il risultato generico della mia analisi relativamente all'identificazione degli edifici presenti su tale impianto.
Plastico lima descrizione articoli -.jpg

buona parte delle piccole casette tedesche presenti [lupe.gif] sono quelle che provengono dalla confezione villaggio lima per il mercato teutonico .

solo di un paio di case non mi è chiara la derivazione non riuscendo a vederle nei dettagli ,ma di sicuro non sono lima molto probabilmente sono anche quelle pola o vaupe visto il grande rigore "ortodosso " filo-lima -pola :lol: :lol: con cui è stata concepita l'ambientazione urbana e l'impianto nel suo complesso .
La stazione di servizio è anche quella di stampo pola :shock:
Plastico Incaba 2013 ingrandito.jpg
il distributore di benzina POLA è qui privo dell'insegna con il logo Esso e della tettoia a copertura delle pompe di benzina

stazione servizio pola (2).jpg
Anche il distributore di benzina è della tedesca Pola

s-l500 (1).jpg
LO STESSO IDENTICO ARTICOLO è venduto su e bay come prodotto FALLER e si trova pure anche nel catalogo VAUPE!


(e compare anche sui cataloghi vaupe e addirittura Faller ) sarebbe un distributore di benzina della ESSO (privo dell'insegna ESSO e della tettoia a copertura delle pompe . )
Del resto lima ci ha collocato accanto un camion cisterna Shell , quindi l'insegna con il logo ESSO giustamente non dovrebbe essere presente in questo caso , mentre la tettoia grigia potrebbe essersi persa.
Chissà poi perchè lima non ha mai fatto un camion cisterna col logo ESSO boh!
IL GROSSO Fabbricato con la torretta è un altro edificio Pola (dovrebbe essere una stazione ferroviaria in realtà ).
filo-polistici -4- berto75
Allegati
stazione pola.jpg
IL GRANDE FABBRICATO CON LA TORRETTA PRESENTE SUL PLASTICO è PURE LUI DELLA POLA anche questo edificio è stato venduto in scatola lima ricordo di averne vsto uno tempo fa sulla baia purtroppo non trovo più la foto nel mio archivio immagini
berto75

 
Messaggi: 3293
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda vr80 » 25 mag 2022, 20:05

Complimenti per l'attenta analisi del plastico. Così sarà più facile per gli appassionati reperire i vari pezzi su Internet.
vr80

 
Messaggi: 341
Iscritto il: 19 mag 2010, 12:20

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda berto75 » 25 mag 2022, 22:10

vr80 ha scritto:Complimenti per l'attenta analisi del plastico. Così sarà più facile per gli appassionati reperire i vari pezzi su Internet.

Grazie! :D mi fa piacere se le mie modeste ricerche sugli accessori stimolano un pò la vostra curiosità .
Anche su questa pagina tratta da un catalogo lima in lingua tedesca dei primi anni 80 si vedono sempre gli edifici Pola venduti e presentati come lima;
lima catalogo per germania.jpg

compare anche la stazione Pola con torretta insieme al deposito ex -ferroplastik con la gru e la cabina di blocco bianca presente anche questa sull'impianto lima come si vede nella foto [lupe.gif] qui sotto in primo piano
saluti indagatori berto75
Allegati
stazioni plastico lima.jpg
berto75

 
Messaggi: 3293
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda berto75 » 26 mag 2022, 17:02

vr80 ha scritto:E' stato un vero scempio la svendita su ebay della collezione Rivarossi... ricordo la vicenda.
Per quanto riguarda l'usucapione da quello che ho capito i proprietari del magazzino passati ed attuali (la proprietà è passata ad una nota catena) non hanno intenzione di fare cose ardite... oramai è lì e se lo tengono senza porsi molti problemi. Non penso ci siano speranze di averlo.
Vero, i fabbricati non sono di valore come i Modital RR però alcuni (come lo scarico per il carbone) sono difficili da trovare.

Quel che non capisco è perchè i titolari del magazzino ,se veramente sono interessati al plastico ,perchè non si preoccupano di restaurarlo/pulirlo come si deve e di renderlo operativo facendo circolare qualcosa almeno (come dicevi tu VR80 facevano una volta) sotto le feste natalizie .
Per esempio potrebbero permettere ai clienti che acquistano locomotive (anche non lima e ovviamente parlo di modelli in corrente continua) nel loro negozio di provarle facendole GIRARE sull'impianto.
Tenerlo li quel superplastico così come è a impolverarsi ulteriormente non ha molto senso ci vuole solo un po' di entusiasmo e iniziativa basterebbe poco per valorizzarlo! Ma è pur vero che io ragiono con la testa dell'appassionato .
Tornando invece al discorso della rimessa POLA ,sembra che alla lima fossero allergici alla loro rimessa -1- anche in questa foto di una porzione di un plastico ufficiale lima (ancora sconosciuto e da identificare [lupe.gif] ) riportata sul catalogo lima del 1986/87 ritroviamo ancora la rimessa Pola e accanto ad essa il deposito Vaupe/pola. teutonici -4- berto75
Allegati
Lima_1986-87_H0-N_De_104.jpg
berto75

 
Messaggi: 3293
Iscritto il: 18 mar 2014, 20:37

Re: PLASTICI LIMA UFFICIALI COME ERANO ?

Messaggioda vr80 » 27 mag 2022, 18:48

Qualche anno fa comprai una motrice Piko da loro, chiesi di provarla sul plastico e mi dissero che non sapevano metterlo in funzione, che dovevo provare la motrice a casa ed in caso di problemi riportargliela. Forse negli anni 90 c'era un commesso specializzato.
vr80

 
Messaggi: 341
Iscritto il: 19 mag 2010, 12:20

PrecedenteProssimo

Torna a Lima - Tribute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti