http://www.ferramatori.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Preparare le Gallerie (4a Parte)



Continuiamo con le Gallerie Passanti, ... dicevo che, in realtà, nelle gallerie, ci sono anche i "passi-pedonali", che "entrano" ai lati dell'imbocco, proseguono "dentro" e alla fine "escono" dall'altra parte, sempre costeggiando i muri interni.
Sulle uscite, si "allargano" e costeggiano gli eventuali "Muri Esterni" o proseguono sui Ponti, sono degli "angolini" modellistici, che "chiccano" il vostro micromondo.
Un tempo, essi, erano "affiancati" o "coprivano" anche, i "cavi" che comandavano i vecchi passaggi a livello, ( quelli a comando meccanico ), mentre oggi servono per: lavoro, ispezione, cablaggi, emergenze ecc. ecc.

- I passi pedonali interni delle Gallerie
Nel frattempo che il nostro "mega-tubo" asciuga, torniamo al "punto-gnorri" degli imbocchi, segnamoci con la matita, "dove" la base dell'imbocco, tocca il compensato.
Questo "segno" vicino al binario, ci darà la "misura" esatta, del "passo-pedonale" che verrà messo, fra "muro-interno" e la fine del ghiaino.
Adesso prendiamo un listello di legno; più lungo della galleria, la larghezza, deve essere di "circa" un "passo-pedonale", e l'altezza di "circa" la traversina o al massimo, del binario.
Questo "passo-listello", lo incolliamo partendo dal segno dell'imbocco, e continuiamo in maniera "parallela" al binario, per tutto l'interno di galleria, da "ambo" i lati, fino ad uscire fuori.
Questi "listelli", vi serviranno, sia per "contenere" il ghiaino, ma hanno anche un'altra funzione, serviranno come "punto-appoggio", come "copri-giunta", per la base dei "muri interni".
In questi casi, una volta incollato il ghiaino, dobbiamo invecchiare anche i "passi-pedonali" con adeguata colorazione ...

- Prepariamo il "tubo-muro" per la Galleria
Andiamo ad aprire a "sorpresa", il nostro "tubo-muro" che ormai è asciutto, togliamo lo scotch, togliamo la "prima" carta, ( che era rimasta "esterna" ), strappiamo pure senza timori finchè non troviamo il materiale plastico "isolante".
Se abbiamo fatto tutto a "regola", tirando il materiale isolante, si dovrebbe "sfilare" o "srotolare" il "tubo-muro", dal "tubo-sagoma", se non succede, dovete "staccare" con cura, tutta la plastica, dall'interno del "muro".
Solitamente, rimane appiccicato sulle "giunzioni" del cartoncino a "muro", ma non preoccupatevi se per caso, si strappa un "pelino" di cartoncino, tanto lo possiamo "ritoccare" e poi, comunque sia, lo dobbiamo anche "invecchiare" con un color "opaco".
Adesso che abbiamo questo "tubo muro" tutto in "un pezzo", "pareggiamo" soltanto uno dei "lati lunghi", lasciando quell'altro "lato lungo", ancora "grezzo". ( .. vi siete ... aggrovigliati con le forbici nel tubo ? ... non sapete come farlo ... stare fermo ? ... ok , ve lo spiego )

Alzatevi, e prendete con le mani, il piano del plastico, come se voi, voleste sollevarlo ... FERMI LI', guardatevi la mano, il pollice è sopra e le dita sotto ... cribbio ... la mano sembra un ... tubo. ( ... non fate quella faccia ... è normale ...)
Adesso prendiamo il tubo "ribelle" e lo "infiliamo" sul bordo del piano, con un "lato" sopra, ed il "resto" sotto, come se volesse "abbracciarlo" e mettiamolo il pù parallelo possibile al piano.
Qualche pezzo di "scotch" o puntina da disegno, un bel righello "diritto", un trincetto affilato e ... zicchete e zacchete !! ... avrete tagliato e pareggiato un lato del tubo. ( ... inutile ripetere di scansare i ... "polpastrelli" .. )
Mettiamo via il trincetto, spostiamo il righello, stacchiamo l'avanzo dal tavolo, rigiriamolo e ... toh ! .. ma tù guarda, che bel murettino da pochi centimetri, che mi ritrovo per le mani ... quasi quasi ... ( .. lo sò, lo sò ... è sempre così ... e non divaghiamo daiii ...)
Riprendiamo in mano il "tubo" da terra, re-infiliamolo dall'altra parte, ed alla base di questo "lato grezzo", disegnamoci a distanza di 5 mm. alcune "righe" parallele, che poi ci serviranno come "guida". ( ... mi raccomando, misuratele, che siano "perfette", specie, rispetto al "lato tagliato" dell'altra parte .. )

- Prepariamo l' "anello guida" per la Galleria
Adesso veniamo alla "testa" del "tubo", vi avevo fatto lasciare 5/6 cm. di più, giusto ? Ok, tagliamone una "sezione" da 2 o 3 cm. ... fatto ?. Ok, adesso ci siamo anche creato un "anello guida", per fare tutte le prove e le misure. ( .. senza dover smanettare col tubone intero .. )
Ritorniamo sul "Punto-Gnorri" e posizioniamo l'imbocco, poi ci mettiamo l' "anello" dietro, abbassiamo la testa e ... guardiamo dentro ..... ( cribbio che schifo ... non ne combacia, nemmeno una di curve ... è più alto ... è tutto storto ... calma ... calma ...)
Considerato che, l'anello guida, è di pochi centimetri, lo possiamo "addirizzare" o "curvare" come vogliamo, fino a farlo diventare da "forma tubo" a "forma imbocco".
Prendiamo in mano, l'"anello guida" e l'imbocco; mettiamo alla "pari" dell'imbocco, la parte "base tagliata" dell'anello, adattiamone la "forma", piano piano.
Alla fine, troviamo dove e di quanto, tagliare l'altro lato "base grezza" ( quella dove ci sono i "righi" paralleli ), quando controlliamo i "righi" rimasti, abbiamo trovato il riferimento preciso, anche per tagliare il "tubone" intero.

Adesso facciamo un riposino, guardate con soddisfazione il lavoro fatto nel vostro micromondo ... e ... se qualcuno vi chiederà: ... ma come hai fatto ? ... voi risponderete che ... il "Signore degli Anelli" , è ... anzi, era ....un "dilettante" al vostro confronto ...

Saluti dalla Toscana ... Armando FK
 

Statistiche


©2008/2009 Ferramatori.it è solo un punto d'incontro, tutti i diritti riservati sono di ogni singolo autore.
Se c'è sfuggito qualcosa segnalatelo che provvederemo immediatamente a risolvere l'eventuale equivoco.
1.42