http://www.ferramatori.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Museo ferroviario di Trieste Campo Marzio

IL MUSEO FERROVIARIO

 

 DI TRIESTE CAMPO

 
MARZIO

 

 

 

Via Giulio Cesare 1 - 34123 - Trieste -

 
tel 040 3794185 - fax 040 312756

 

 

sito web:

http://www.museoferroviariotrieste.it/

 

Il Museo di Trieste Campo Marzio è una struttura gestita interamente da volontari. Esso si trova nel terminale viaggiatori, non più in uso per i treni ordinari sin dal 1959, della stazione ferroviaria di Trieste Campo Marzio. Aperto al pubblico dal 1984, esso dispone di una mostra interna, allestita nelle ex sale d'aspetto e nei locali attigui. L'atrio principale ospita inoltre, saltuariamente, mostre a tema e manifestazioni. All'esterno, sui binari ex partenze, sono raccolti numerosi rotabili storici non più circolanti (locomotive, carri, carrozze e tram). I temi illustrati nelle sale sono: i rotabili, il "movimento" , le infrastrutture, le tranvie, gli apparati di sicurezza. Il tutto con cimeli, documenti, immagini, modelli, plastici e diorami in scala. Il corridoio attiguo alle sale espone la sintesi storica delle ferrovie interessanti la città ed il porto di Trieste. Sia la sezione storica che i rotabili preservati (non solo di origine italiana ma anche austriaca, ungherese e germanica) illustrano la particolare storia ferroviaria della regione, le cui vicende risalgono all'impero asburgico. Data l'esiguità delle risorse del volontariato, diversi rotabili ed altri reperti non si sono ancora potuti restaurare, così come difficile è la manutenzione dell'edificio pur di notevole pregio storico-architettonico costruito nel 1906. Il Museo, pur con notevoli difficoltà per la gestione e per la sua stessa sopravvivenza, è una realtà di notevole interesse culturale, riconosciuto dalla Soprintendenza per i Beni e le Attività culturali, ed una tra le poche realtà del genere in Italia nonché unica per il suo particolare "background" storico. La presenza anche di alcuni rotabili storici di Trenitalia rimessi in funzione con il contributo del volontariato, consentono periodicamente anche l'effettuazione di alcuni treni storico - turistici. Il Museo fa parte delle attività dell'Associazione Dopolavoro Ferroviario.

Il museo e' visitabile tutti i mercoledì i sabati e le domeniche dalle 9 alle 13.

Ingresso: adulti Euro 5, ridotti Euro 3 (per ragazzi, soci DLF, gruppi di 20 persone), bambini sino a 6 anni gratis.

Il Museo è raggiungibile con gli autobus urbani delle linee: 8 dalla stazione centrale, 9 e 15 dal centro città.

E' aperta la nuova sala dedicata alla trazione elettrica, intitolata alla memoria del professor Domenico Di Santolo , gia' docente di trazione elettrica dell'Universita' di Trieste, nonche' appassionato e da sempre vicino al museo. Interessante la ricostruzione della cabina di guida della E 626, prima locomotiva elettrica a corrente continua in Italia e la preziosa documentazione sulla trazione elettrica trifase italiana.

 

Statistiche


©2008/2009 Ferramatori.it è solo un punto d'incontro, tutti i diritti riservati sono di ogni singolo autore.
Se c'è sfuggito qualcosa segnalatelo che provvederemo immediatamente a risolvere l'eventuale equivoco.
1.42