http://www.ferramatori.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Museo nazionale trasporti La Spezia

 

 

indirizzo: Via Fossitermi, snc, 19100 La Spezia

telefono e fax: +39 0187 718912

 
 
 
 

La “Sezione Ferroviaria” dell’Associazione denominata “Museo Nazionale dei Trasporti”, nasce a La Spezia nel 1991, come specifico settore operativo che, pur inserito nel quadro generale ed i comuni obbiettivi dello stesso “Museo”, da quest’ultimo si differenzia per alcune particolari caratteristiche.
La Sezione Ferroviaria infatti, come le altre Sezioni, si propone di reperire, restaurare e conservare precipuamente locomotive, rotabili ferroviari e tutto il materiale riferibile al trasporto su rotaia, nella convinzione della necessità di salvaguardare per le generazioni future le testimonianze di un passato ancora recente nel tempo ,ma reso obsoleto dall’incalzare del progresso tecnologico.
La novità e la specificità di questo settore del Museo sta nel fatto che accanto al restauro statico dei mezzi di trasporto, si è provveduto, dove possibile, anche a quello funzionale, che ha reso possibile utilizzare “treni d’epoca” in particolari occasioni, siano esse storiche, turistiche, culturali, enogastronomiche ecc.

 


Si tratta quindi del tentativo di trasformazione di una semplice esposizione museale “statica” in “dinamica”, con la possibilità di permette ai visitatori la fruizione diretta ed immediata dell’oggetto di studio, (il treno), consentendo loro la straordinaria ed esaltante esperienza di immergersi nella realtà storica cui il pezzo fa riferimento.

Dopo aver individuato, recuperato, restaurato e reso funzionale un certo numero di locomotive sia a vapore sia elettriche, con relative vetture, bagagliai e tutto il materiale rotabile, sono stati effettuati numerosi viaggi, (circa quindici nel solo scorso anno), con mete differenti, in occasioni diverse e per un diverso tipo di clientela: turisti italiani e stranieri, allievi di scuole di ogni ordine e grado, appassionati del trasporto ferroviario ecc. (per maggiori informazioni circa i punti trattati, vedi pubblicazione del luglio 1999 “Il Museo Nazionale dei Trasporti” per La Spezia. Presupposti, Scopi, Struttura, Attività. Breve presentazione di una proposta per la città).

Finalità

Tenuto conto del successo che, nel corso degli anni di attività del gruppo, hanno riscosso le varie iniziative ed in previsione di un loro ulteriore incremento, in particolare del numero delle giornate dedicate ai viaggi su treni d’epoca, ai fini di una migliore organizzazione del settore, nel dicembre del 2001 si è costituita a La Spezia l’Associazione Treni Storici Liguria, per la gestione e la movimentazione dei mezzi in dotazione al Museo Nazionale dei Trasporti ed alle stesse FS.
Gli obiettivi che i membri dell’Associazione si sono proposti sono:
A) Consolidare la presenza del treno storico in Liguria.
B) Favorire gli interventi atti a consentire il reperimento ed il ripristino funzionale di altri mezzi di locomozione.
C) Potenziare il numero degli appuntamenti col “treno d’epoca”, coordinandoli alle diverse occasioni :
Culturali e ricreative: (ad es. visita all’acquario di Genova, alle grotte di Toirano; partecipazione al Premio “Bancarella” e “Bancarellino” a Pontremoli (MS) (quest’ultimo premio che si svolge a fine maggio e movimenta intere scolaresche provenienti da varie scuole regionali e nazionali); visita ai castelli della Lunigiana ed ai relativi musei ; visita alle ville liguri, ed infine individuando tutte quelle occasioni estemporanee alle quali potrebbe essere interessante e proficuo coordinare un “viaggio sul treno storico”.
Religiose: (ad es. visita ai più significativi santuari della Liguria in occasione della celebrazione del Santo Patrono o nella ricorrenza delle grandi festività della tradizione cristiana come la processione del Venerdì Santo ecc.).
Folcloristiche ed eno-gastronomiche (ad es. feste in costume organizzate in particolari ricorrenze storiche; sagre del pesce nei diversi centri rivieraschi; sagre di altri prodotti tipici che si svolgono in località della riviera o dell’entroterra, direttamente raggiungibili in treno.
Sportive (Incontri di sportivi o di atletica, agonistici e non, quali, soprattutto, “Giochi della Gioventù”, o trekking / escursioni guidate nei principali parchi naturalistici della Liguria.

E’ evidente di come gli obiettivi che l’Associazione si è posta sono strettamente collegati tra loro; il raggiungimento di uno di essi provoca il raggiungimento degli altri.
Reperire e rendere funzionali nuovi mezzi di trasporto, oltre a quelli già in dotazione al Museo, ad esempio, potrebbe consentire di aumentare il numero dei viaggi “ del treno storico ” e di conseguenza consolidare la presenza di questo “nuovo” “mezzo di trasporto” in Liguria.
Inoltre, dallo sviluppo di questo modo di concepire la “mobilità” si possono trarre indubbi vantaggi, primo fra tutti, il riavvicinamento degli utenti al treno, inteso non solo come trasporto di tipo “pendolare” ad alta capacità, ma anche come pura occasione di “diporto”, con i benefici ambientali che è facile immaginare.
Peraltro, la necessità della protezione dell’ambiente è particolarmente sentita in alcuni comprensori liguri che richiamano un alto numero di visitatori, es. le 5 Terre, il Tigullio ecc.
In questo caso, inoltre, privilegiando il treno storico quale nuovo modo di interpretare la mobilità rispetto alle circostanze sopra indicate, si otterrebbe, soprattutto nella nostra regione, un beneficio anche rispetto alla normale circolazione stradale (su strade molto spesso tortuose e trafficate, nonché rispetto al problema dei parcheggi, anch’esso particolarmente sentito in occasioni di manifestazioni o richiami particolari.
Altra conseguenza, da non sottovalutare ,che deriverebbe da un potenziamento degli “incontri col treno storico” è quella economica.
La realizzazione di alcuni convogli di tipo storico, potrebbe movimentare un numero elevato di “turisti”, con utilizzo dei rotabili nei diversi periodi dell’anno (e non rispetto alla stagione estiva), con un’indubbia positiva ricaduta economica su tutte le strutture ricettive delle località meta dei viaggi del Treno Storico.

 

Statistiche


©2008/2009 Ferramatori.it è solo un punto d'incontro, tutti i diritti riservati sono di ogni singolo autore.
Se c'è sfuggito qualcosa segnalatelo che provvederemo immediatamente a risolvere l'eventuale equivoco.
1.42